Autocertificazione

                                                                                                               

Cos'è l'autocertificazione

Immagine autocertificazione


Consiste nella facoltà riconosciuta ai cittadini di presentare, in sostituzione delle tradizionali certificazioni richieste, propri stati e requisiti personali, mediante apposite dichiarazioni sottoscritte (firmate) dall'interessato. La firma non deve essere più autenticata.
L'autocertificazione sostituisce i certificati senza che ci sia necessità di presentare successivamente il certificato vero e proprio. La pubblica amministrazione ha l'obbligo di accettarle, riservandosi la possibilità di controllo e verifica in caso di sussistenza di ragionevoli dubbi sulla veridicità del loro contenuto.
Vi sono pochi casi, nei rapporti con la Pubblica Amministrazione, in cui devono essere esibiti i tradizionali certificati: pratiche per contrarre matrimonio, rapporti con l'autorità giudiziaria, atti da trasmettere all'estero

Quali dichiarazioni si possono "autocertificare"

Dove è utilizzabile

Come funziona

Cosa fare se non viene accettata

Sottoscrizione, autentica della firma ed imposte di bollo

Attenzione a non effettuare dichiarazioni non veritiere

Modelli di autocertificazione libera
 
Autocertificazione precompilata
Il servizio rappresenta un grande ausilio per avvalersi della possibilità di autocertificare la propria posizione anagrafica.
Non verrà richiesta all’utente la digitazione dei dati anagrafici, in quanto questi vengono acquisiti automaticamente, a seguito di identificazione tramite password, dall’anagrafe della popolazione residente.
L’utente, semplicemente, sceglie e stampa il certificato desiderato tra quelli proposti.
 
Accedi al servizio di autocertificazione precompilata