Comunicato stampa Forte dei Marmi celebra Arnold Böcklin L’iniziativa promossa dal Comune di Forte dei Marmi, dai discendenti famiglia Peter Bruckmann e dal Museo Ugo Guidi. Villa Bertelli, sabato 9 settembre dalle 15.00

Comunicato stampa

Forte dei Marmi celebra Arnold Böcklin 

 L’iniziativa promossa dal Comune di Forte dei Marmi, dai discendenti famiglia  Peter Bruckmann e dal Museo  Ugo Guidi.

Villa Bertelli, sabato  9 settembre  dalle 15.00

Forte dei Marmi celebra Arnold Böcklin e rende omaggio alle proprie  radici culturali e artistiche. L’occasione è il 190° anniversario della nascita dell’artista svizzero,  del quale si parlerà nel convengo pubblico, in programma a Villa Bertelli, sabato 9 settembre, con inizio alle 15.00, promosso dal Comune di Forte dei Marmi, dai discendenti famiglia Peter Bruckmann e dal Museo Ugo Guidi. L’evento ha il patrocinio culturale della Regione Toscana, della provincia di Lucca, del Circolo Svizzero di Firenze, Livorno e Pisa, del Console Onorario Svizzero di Firenze e della Fondazione Primo Conti, sempre di Firenze.  Giunto a Forte dei Marmi nel 1892, l’anno dopo i tedeschi della  Scuola Romana, come Hans von Marées e gli storici dell’arte come Hildebrandt e Fiedler,  Böcklin soggiornò  a Villa Helvetia  nel Viale Morin 121 e vi tornò nel 1895 e nel 1898. Della sua presenza rimane la targa, ancora oggi apposta sul muro esterno  della bella dimora. A quel tempo, la città non aveva ancora ben definito la sua vocazione turistica e offriva una realtà  selvaggia  e naturale, che incantò gli ospiti stranieri. Böcklin, grande narratore di un mondo  dove la natura evoca il mito di creature fantastiche che danzano tra l’allegoria e il surrealismo, soggiornò con la moglie in Versilia  per guarire della grave malattia che lo aveva colpito mentre si trovava a Zurigo. Si stabilì definitivamente a Fiesole dove acquistò “Villa Bellagio” in cui visse fino alla morte, sopraggiunta nel 1901.

A Villa Bertelli ci sarà un parterre di prestigio per ricordare questo artista. Dopo il saluto del sindaco Bruno Murzi e del presidente del Circolo Svizzero di Pisa a e Livorno Marie Jeanne Borelli, interverranno Tessa Nardini e Stefania Neri dell’Associazione Galatea con “Böcklin e i Tedeschi di Forte dei Marmi”, Quindi Eleonora Cavallini dell’Università di Bologna parlerà di “La musica degli Dei”- La figura di Pan in Böcklin”, Joel Vaucher De Lacroix dell’Università di Firenze presenterà “La ricezione dell’opera di Bocklin nelle riviste culturali  fra Otto e Novecento”. Concluderà, prima del coffee break, Marco Masseti, sempre dell’Università  di Firenze con “la rappresentazione della natura e degli animali  nell’opera di Arnold Böcklin. Riprenderà i lavori Silvia Garinei, del Kunsthistoriches Institut in Florenz con Böcklin  “artista letterario” nella critica italiana contemporanea. Seguirà Bernardo Falconi dell’Ateneo di Brescia, Accademia di Scienze, Lettere e Arti, con “l’isola dei morti di Otto Vermehren, d’après Arnold Böcklin”. Lucia Borghese Bruschi dell’Università di Firenze e Anna  Mieli dell’Opificio delle Pietre Dure di Firenze presenteranno “Vermehren  e Bruckmann a Forte dei Marmi”.  Enrico Ghidetti, sempre dell’Università di Firenze interverrà con “Böcklin nella Letteratura italiana del Decadentismo”. Concluderanno gli interventi Giorgio Lupano e Laura Nardi con la Lettura da “La Maremmana”: immagini di Böcklin in Versilia nel racconto di Enrico Pea. Al termine Lettura di “Arnold Böcklin” di Isolde Kurz, per la traduzione di Elena Basteri.