Comunicato Stampa: Intervento del Sindaco sul lunapark

Comunicato Stampa:

Intervento del Sindaco sul lunapark

"La mia amministrazione ha deliberato un atto di indirizzo su un'area di via Vico che dovrebbe essere acquisita al  patrimonio del Comune a seguito di una perequazione le cui origini risalgono a scelte della precedente amministrazione. L’indirizzo della giunta è   rivolto alla previsione  di una zona polifunzionale da adibire a spettacolo viaggiante, parcheggio e zona funzionale  ai fini di protezione civile. Tale atto è al momento solo un indirizzo e non una delibera attuativa e si è reso necessario per completare l’iter delle procedure burocratiche atte ad acquisire l’area. Il Comune di Forte dei Marmi non ha mai individuato un area per lo spettacolo viaggiante, cosi come previsto dalla legge 337 del 1968 ed è stato formalmente richiamato dalla Prefettura di Lucca e dall’Ente Nazionale Circhi al rispetto dei propri doveri già nel gennaio 2014”.

Il sindaco Bruno Murzi chiarisce la posizione dell'amministrazione sulla querelle, che si è aperta intorno al ventilato spostamento sulla via Vico del Luna Park estivo.

"Da vent'anni le giostre vengono collocate su un'area privata, che manca di arredo decoroso e idoneo per accogliere  grandi quantità di persone e sono vent'anni che ogni candidato a sindaco che si presenta promette alla cittadinanza di  cambiare. Nessuno ha mai cercato la ben che minima soluzione e la localizzazione, per incuria di chi amministrava, è rimasta la stessa.  L’Amministrazione comunale ha ricevuto nel gennaio 2014 un richiamo  dal Prefetto di Lucca e dall’Ente Nazionale Circhi, richiamo ad ottemperare ai propri doveri in tempi brevi. Ma, in tutto questo tempo, alle parole non sono mai seguiti fatti concreti. Ritengo che sia arrivato il momento di prendere di petto il problema e cercare, se possibile, una soluzione. Lo spostamento in via Vico è attualmente solo una proposta e come tale potrà essere modificata, se risulterà possibile ed idonea un'altra soluzione. Rammento a tutti che l’area in questione sarebbe certamente molto inferiore a quella utilizzata al momento. Noi vogliamo comunque che la gente si esprima sul merito della questione, anche in ottemperanza all'attuazione del nostro  programma elettorale sulla partecipazione.

Abbiamo quindi intenzione di indire un pubblico incontro  ove ognuno potrà portare le proprie valutazioni e le eventuali proposte, partendo pero’ finalmente da un punto preciso: la possibilità di individuare, cosi come previsto dalla legge, un’area idonea alla necessità. Chiaramente mi rivolgo anche  all'opposizione, che sta già  polemizzando sulla questione,  e li invito a rivelare quale sia la zona “di confine con i comuni limitrofi“  da loro ventilata come soluzione ottimale per quest'attività e sulla quale stavano lavorando prima delle elezioni. Tengo chiaramente per me la domanda su come mai non ne abbiano mai pubblicamente parlato in periodo elettorale... 

Siamo più che disposti a prendere in considerazione più proposte, tra cui quella dell’opposizione,  e trovare quella migliore per il paese. Altrimenti - conclude il sindaco -  rimarremo nella palude di oggi, dove il Luna Park è radicato così  da troppi anni, senza che nessuno abbia mai messo mano ad un problema sentito e subito dalla comunità cittadina".