Comunicato stampa Aiuto, ma soprattutto prevenzione con il progetto per la scuola “Adolescenti in crisi- docenti e genitori insieme contro il disagio” Auditorium scuola Guidi. Primo incontro 29 novembre 17.00-19.00

Comunicato stampa

Aiuto, ma soprattutto prevenzione con il progetto per la scuola

 “Adolescenti in crisi- docenti e genitori insieme  contro il disagio”

Auditorium scuola Guidi. Primo incontro  29 novembre 17.00-19.00

I disagi degli adolescenti spiegati a scuola in un percorso di formazione rivolto ai docenti e genitori. “Adolescenti in crisi- docenti e genitori insieme contro il disagio” è il progetto, promosso dall’istituto comprensivo in sinergia con le politiche sociali  e l’assessorato alla pubblica istruzione , che partirà dal prossimo 29 novembre con l’incontro “Adolescenti in crisi: l’importanza dell’ascolto”, in programma presso l’Auditorium della scuola Ugo Guidi dalle 17.00 alle 19.00, a cura dello psicologo Jacopo Bertacchi. “La pre –adolescenza e l’adolescenza – spiegano il presidente del consiglio comunale e consigliere delegato al sociale Simona Seveso e  l’assessore alla pubblica istruzione Anna Corallo – sono un momento vulnerabile per i figli e quindi di difficile gestione da parte dei genitori. Essere informati su come affrontare certe dinamiche, riteniamo possa essere di grande aiuto per tutta la famiglia. “Adolescenti in crisi- docenti e genitori insieme contro il disagio”, nelle intenzioni dell’amministrazione comunale,  va in questa direzione e intende  offrire un sostegno a chi si confronta quotidianamente con i giovanissimi”. Il progetto, infatti, approfondirà le tematiche legate all’inquietudine adolescenziale, con l’obiettivo di analizzarne le cause e attuare una forma di prevenzione. Sarà un percorso articolato in più incontri, a cadenza mensile, tutti all’auditorium e sempre al medesimo orario 17.00 -19.00,  nel corso dei quali saranno prese in esame tutte le problematiche della crescita, che caratterizzano il mondo dei giovanissimi. Un cammino accompagnato da qualificati esperti, specializzati nelle tematiche giovanili. Il successivo appuntamento sarà il 18 dicembre con “Le nuove frontiere del bullismo”- identificare il fenomeno bullismo” a cura del neuropsichiatra infantile Domenico Lombardi. A gennaio , in data da stabilire, si tornerà a trattare questo fenomeno con il tema “Bullismo a scuola”- esperienze di prevenzione e intervento”. Sempre in data da stabilire, a febbraio si parlerà di “Dialogo e prevenzione in adolescenza, a marzo di Cellulari, social network, mass media nella comunicazione dei giovani. Cosa si nasconde dietro ad un click. Chiuderanno la serie degli incontri, ancora da definire in termini di data e ospiti, l’appuntamento di aprile sugli “Adolescenti BES- dislessia e abilità” e quello di maggio su “Aspetti del disagio adolescenziale: forme di dipendenze, problemi scolastici ecc..”.