A VILLA BERTELLI SABATO 12 MAGGIO ALLE 10.30, ALLA PRESENZA DEL SINDACO BRUNO MURZI E DELL'ASSESSEORE ALLA CULTURA, GRAZIELLA POLACCI SI TERRA' LA PRESENTAZIONE DE” IL FORTE ALLO SCALO DEI MARMI”, OPERA CURATA DA CINZIA NEPI E LEOPOLDO BELLI E TRASFORMATA

A VILLA BERTELLI SABATO 12 MAGGIO ALLE 10.30, ALLA PRESENZA DEL SINDACO BRUNO MURZI E DELL'ASSESSEORE ALLA CULTURA, GRAZIELLA POLACCI SI TERRA' LA PRESENTAZIONE DE” IL FORTE ALLO SCALO DEI MARMI”, OPERA CURATA DA CINZIA NEPI E LEOPOLDO BELLI E TRASFORMATA RIEDITATATA DALL'AMMINISTRAZIONE COMUNALE DA CATALOGO A PUBBLICAZIONE CON UNO SPECIALE APPROFONDIMENTO DEDICATO A FEDERIGO BARBOLANI DA MONTAUTO PRINCIPALE PROTAGONISTA DELLA REALIZZAZIONE DEL FORTINO SIMBOLO DI FORTE DEI MARMI

L'Amministrazione Comunale ha voluto recuperare un'opera importante per Forte dei Marmi di Cinzia Nepi e Leopoldo Belli, realizzata nel 2005 come catalogo in occasione della mostra “Il Forte allo scalo dei marmi. Da presidio costiero a simbolo della città”, e oggi trasformata, avvalendosi degli stessi autori, in pubblicazione ufficiale del Comune con importanti integrazioni, tra cui un approfondimento dedicato al ruolo determinante che Federigo Barbolani da Montauto ebbe nella progettazione e costruzione di uno dei luoghi simboli della città, il Fortino.

La nuova pubblicazione, che verrà presentata, domani sabato 12 maggio alle 10.30, a Villa Bertelli, alla presenza del Sindaco Bruno Murzi e dell'assessore alla Cultura, Graziella Polacci è stata possibile grazie all'importante contributo avuto dal Consiglio Regionale della Regione Toscana in occasione della Festa della Toscana 2017 che porta il titolo “ I Lorena in Toscana ”. Ricco di meravigliose immagini per lo più mappe storiche, cabrei e documenti d'archivio stampati in quadricromia, il volume, attraverso i saggi critici, l'appendice documentaria e soprattutto l'ampio corredo iconografico, ripercorre la storia "del Forte allo Scalo dei Marmi" costruito nel biennio 1786-88, nonché quella del territorio circostante dagli inizi del '500 ad oggi, permettendo a chiunque di apprezzare le trasformazioni del fortino e di questo tratto di costa.

Il volume si articola in due sezioni. La prima ripropone il contenuto del libro “Il Forte allo Scalo dei Marmi. Da presidio costiero a simbolo della città” (pubblicato nel 2005). Vi troviamo numerose riproduzioni cartografiche, documenti e quadri, corredati di brevi didascalie e organizzati in sezioni a tema, da “le Origini. La Via Nuova, lo Scalo marittimo, il Magazzino” fino a “Il Ventesimo secolo”. Segue un Commentario, con le schede di approfondimento che ripercorrono vicende del territorio versiliese e toscano e soprattutto quelle legate a tutto ciò che riguarda la costruzione del fortilizio e le differenti funzioni e caratteri dell’edificio nelle diverse epoche. Infine l’Appendice documentaria offre la trascrizione di una grande quantità di testi d’archivio, importanti per mettere compiutamente in luce le fasi della ideazione, costruzione e trasformazioni del fortino che nel, tempo, si sono succedute fino al nuovo millennio.

La seconda e nuova parte del volume dal titolo “Il Forte allo Scalo dei Marmi. La figura di Federigo Barbolani da Montauto” è dedicata all’approfondimento dell’ampio ruolo svolto nell’ambito della politica lorenese da questo personaggio ed in particolare al suo decisivo apporto relativo alla progettazione ed all’avvio della costruzione di un presidio costiero lorenese divenuto oggi simbolo e denominazione di uno dei più conosciuti e frequentati comuni della Versilia. I testi di questa sezione sono corredati da una ragguardevole rassegna iconografica che integra il materiale già presente nell’edizione del 2005.