I Negrita, fantastici a Villa Bertelli, trascinano il pubblico a tempo di rock

I Negrita, fantastici a Villa Bertelli,

trascinano il pubblico a tempo di rock

Dopo la canzone d’autore di Francesco De Gregori e la travolgente allegria dei tormentoni estivi di Alvaro Soler, Villa Bertelli si tinge di rock grazie ai Negrita.

Il tour estivo della band di Arezzo, “Desert Yacht Club”, ha fatto tappa a Forte dei Marmi regalando una serata di puro spettacolo.

Un lavoro, il loro, sempre alla ricerca di nuove sonorità e sperimentazioni, che ha portato a una maturità artistica non comune e che risente delle suggestioni Made in Usa, dopo il lungo viaggio oltreoceano, da cui è nato un disco on the road.

Così anche a Villa Bertelli, dal palco, Pau e compagni hanno infiammato il pubblico con i brani storici del gruppo ma anche con le nuove canzoni dell’ultimo album che dà il nome alla tournée.

Il live dei Negrita non delude: diverte, emoziona e dà la carica. Accada ormai dal 1994, anno in cui hanno iniziato a conoscere il successo, cavalcandolo sino ad oggi e diventando, meritoriamente, una delle formazioni musicali più rappresentative del rock italiano.

Ogni esibizione diventa una festa scalmanata tra amici, per fare quattro chiacchiere in musica. E mentre loro suonano, la sfida per chi ascolta è riuscire a non ballare.

Non a caso, ieri subito dopo il concerto, la band ha twittato: “Che forza che siete stati stasera. Grazie di cuore Forte dei Marmi. Rock on!”

Che poi, quando i Negrita salgono sul palco, perché mai si dovrebbe star fermi solo ad ascoltare?