LA MEMORIA E IL RICORDO DEGLI ANTIFASCISTI VERSILIESI A VILLA BERTELLI, IERI, NELL’INCONTRO CON ANDREA VENTURA E RACHELE COLASANTI

LA MEMORIA E IL RICORDO DEGLI ANTIFASCISTI VERSILIESI A VILLA BERTELLI, IERI, NELL’INCONTRO CON ANDREA VENTURA E RACHELE COLASANTI

La memoria e il ricordo di quanti si opposero al fascismo in provincia di Lucca, anche nella zona della Versilia, sfidando la dittatura e pagandone le conseguenze. Di questo si è parlato ieri, nel Giardino d’Inverno di Villa Bertelli, nel corso della presentazione del libro “Antifascisti lucchesi nelle carte del casellario politico centrale - Per un dizionario biografico della Provincia di Lucca”, curato da Gianluca Fulvetti e Andrea Ventura.
L’evento, organizzato dalla Presidenza del Consiglio Comunale con la collaborazione dell’Istituto storico della Resistenza e dell’Età Contemporanea di Lucca e del Circolo Culturale il Magazzino, ha visto come relatori Andrea Ventura, direttore dell’ISREC di Lucca e curatore del volume, e Rachele Colasanti, che ha contribuito alla stesura di voci contenute nell’opera. Introdotti dal presidente del Consiglio comunale, i due ospiti hanno spiegato il senso del libro e narrato alcune delle storie contenute al suo interno. Andrea Ventura ha ricondotto il pubblico alla situazione italiana dell’epoca fascista, sottolineando la capillare sorveglianza da parte delle forze di polizia nei confronti degli oppositori del regime, con conseguente schedatura e apertura di fascicoli conservati presso l’Archivio Centrale dello Stato di Roma, dai quali è partito il progetto di ricerca dell’Istituto. Rachele Colasanti si è invece soffermata sulle storie personali di uomini e donne che, nel territorio versiliese, seppero opporsi al regime mussoliniano, non senza sforzi di carattere morale, anche a costo di gravi privazioni della propria libertà.
“Sono molto felice di questo incontro, dall’alto valore culturale e simbolico, che rientra nelle celebrazioni della Liberazione di Forte dei Marmi dalla dittatura e dall’occupazione nazi-fascista – ha commentato il presidente del Consiglio comunale, Simona Seveso – ringrazio per questo il circolo culturale “Il Magazzino”, che ogni volta accoglie con entusiasmo le nostre proposte, i relatori e l’ISREC di Lucca, che porta avanti iniziative scientificamente sempre molto accurate e, soprattutto, dedite alla custodia e alla memoria della nostra storia”.
Foto di Barbara Cardini.