ll Sindaco e l'Amministrazione Comunale esprimono profondo cordoglio per la scomparsa di uno degli ultimi maestri d'ascia di Forte dei Marmi, Beppino Maremmani.

ll Sindaco e l'Amministrazione Comunale esprimono profondo cordoglio per la scomparsa di uno degli ultimi maestri d'ascia di Forte dei Marmi, Beppino Maremmani.

Se ne è andato all'età di 98 anni Giuseppe Maremmani, meglio conosciuto come Beppino, l'ultimo dei maestri d'ascia di Forte dei Marmi.

Armatore-costruttore di barche insieme ad altre famiglie storiche del paese, come la famiglia Maggi, proprio a Beppino Maremmani si deve la realizzazione di una delle prime barche Fin italiane “Le due sorelle”, mentre per la classe U costruì il Perseo., campione italiano e vincitore di più edizioni de “La Sfida”. Realizzò anche un prototipo di una deriva dal nome “Supersonico”. Socio benemerito della Compagnia della Vela contribuì alla nascita e al successo della stessa grazie proprio alle sue creature.

Uno dei più attenti operatori turistici nell'ambito della balneazione, insieme alla moglie Argentina, diresse il bagno Alaide, tra i primi stabilimenti di Forte dei Marmi, nome di una delle capostipite della famiglia Polacci, menzionata nel libro “Il fiore della mirabilis” di Riccardo Bacchelli.

Beppino uomo molto riservato, completamente dedito alla famiglia e al lavoro, ebbe anche, intorno agli anni sessanta, una breve esperienza amministrativa come consigliere comunale.

La scomparsa di Beppino lascia un immenso vuoto nella nostra comunità che si raccoglierà per l'ultimo saluto nella chiesa di Sant'Ermete a Forte dei Marmi, domani, domenica 23 dicembre alle ore 15.00. L'Amministrazione Comunale sarà presente in forma ufficiale.