Festa della Repubblica a Forte dei Marmi: domenica 2 giugno in Piazza Garibaldi alle 18.00 si terrà il “Concerto della Pace” eseguito dalla Banda La Marinara con la partecipazione degli alunni della Scuola Primaria Istituto Canossa e l’esposizione del si

Festa della Repubblica a Forte dei Marmi:  domenica 2 giugno in Piazza Garibaldi alle 18.00 si terrà il “Concerto della Pace” eseguito dalla Banda La Marinara con la partecipazione degli alunni della Scuola Primaria Istituto Canossa e l’esposizione del simbolico Tappeto del Mondo. Iniziativa promossa dalla presidenza del Consiglio Comunale.

 

In occasione della Festa della Repubblica, nell'ambito delle manifestazioni promosse dalla Presidenza del Consiglio Comunale di Forte dei Marmi, domenica 2 giugno, alle ore 18.00, in Piazza Garibaldi, la Banda La Marinara si esibirà nel tradizionale Concerto della Pace.

Il tema del concerto sarà appunto la pace: i musicisti della Banda suoneranno, infatti brani contemporanei simbolo di questa importante tematica come “La vita è bella” di Piovani, “Heal the World” e “Earth Song” di Jackson, “Imagine” di Lennon, “What a wonderful world” di Armstrong, “The Prayer” di Bocelli e Dion e “We are the world” di Jones e Jackson. Durante il concerto ci sarà la partecipazione speciale degli alunni della Scuola Primaria Istituto Canossa che canteranno due canzoni insieme alla Banda.

A far da sfondo, contestualmente all'esecuzione musicale, l'Associazione Versiliese “I Colori per la Pace” esporrà il simbolico Tappeto del Mondo: un’opera senza misure, in continua lavorazione, una moderna tela di Penelope, che ogni giorno aumenta la sua lunghezza, poiché vengono aggiunti nuovi pezzi provenienti da tutto il mondo. Le “mattonelle” che compongono il tappeto, della misura di 50 x 50 cm, vengono realizzati a mano, cuciti, colorati, ricamati e assemblati da donne di oltre 100 paesi. Il Tappeto del Mondo ha raggiunto ad oggi i 600 metri di lunghezza. Come da tradizione avrà la sua massima visibilità e sarà esposto in tutta la sua estensione, il 12 agosto, a Sant’Anna di Stazzema, nel giorno della Commemorazione dell'Eccidio.