Dal 30 agosto al 1 settembre torna EvergreenForte in piazza Dante Alighieri a Forte dei Marmi. L’appuntamento con le rarità da giardino non è solo rarità botaniche ma anche amico della nostra salute.

Dal 30 agosto al 1 settembre

torna EvergreenForte in piazza Dante Alighieri a Forte dei Marmi.

L’appuntamento con le rarità da giardino non è solo rarità botaniche ma anche  

amico della nostra salute.

EvergreenForte è una manifestazione florovivaistica che si tiene a Forte dei Marmi da venerdì 30 agosto a domenica 1 settembre. Dedicata alle rarità botaniche in esposizione fra gli stand, prevede anche momenti di arricchimento culturale con presentazioni di libri e il confronto con esperti che ci parleranno anche di healing gardens, ossia di come la cura del giardinaggio contribuisca al nostro benessere. Fra gli espositori anche un ospite molto ricercato: il siciliano Giampietro Petiet che delizierà gli ospiti con una straordinaria nonché esclusiva rappresentanza di plumerie.

La quinta edizione di EvergreenForte viene presentata per la prima volta in periodo tardo/estivo pre/autunnale, con un’interessante selezione di rarità proposte da oltre una ventina di vivaisti che producono direttamente, alcuni dei quali porteranno una piccola preview dei loro piccoli gioielli profumati. Per cui, in questa nuova veste ancora più verde, EvergreenForte sarà una sorta di inaugurazione del calendario delle manifestazioni autunnali del settore. Fra le particolarità, oltre alle plumerie di Petiet, il grande “giardino dimenticato” allestito nel corridoio centrale di piazza Dante Alighieri che ospiterà l'anteprima delle bellissime piante acquatiche del vivaio Menyanthes, alla manifestazione fin dalla prima edizione. Punto focale di questa veste rinnovata in cui gli organizzatori – Antonella Tonini e la sua associazione culturale Utinam – punteranno anche negli anni a venire, è il grande spazio sensoriale creato ad arte da Sara Maria Cambiaghi al centro della piazza nel corridoio antistante il Comune, in cui si inserisce un interessante percorso artistico a cura di Mariella Poli. L’insieme sarà intervallato da piccole stanze/giardino su progetto di architetti paesaggisti e la riproduzione del tipico parco versiliese di una volta disegnato dall'architetto Roberto Balderi e arricchito da arredi antichi a cura di Massimo Neri di Pietrasanta.

Saranno numerose le rarità portate in Versilia dai 25 vivaisti selezionati, alcuni dei quali veri e propri collezionisti di specie botaniche. Da sottolineare le iris nane o barbate del vivaio “L'insolito giardino” di Laura Buonadonna e “Le iris di Trebecco” di Cristina Mostosi, le buddlejia (vivaio Petreti) e le hydrangea paniculata (vivaio Petreti), le camelie gialle (vivaio Giusti), le tropicali insolite (vivaio Corazza), le begonie da foglia e graminacee (vivaio “Un quadrato di giardino”), le perenni da sole e ombra (vivaio “I giardini dell'indaco), i bonsai di Enzo Ferrari “Mugo” dalla Svizzera, la meravigliosa collezione di orchidee di Adriano Corazza da Brescia e come anticipavamo dalla Sicilia il famoso Giampietro Petiet con la sua straordinaria produzione di plumerie, pianta tipica del clima tropicale e sub tropicale da lui stesso importata e con grande successo riprodotta nella sua terra. Petiet organizza ed espone esclusivamente in Sicilia, ma eccezionalmente “salirà in Continente” - come gli piace definire la terraferma – per farci ammirare le sue bellissime piante. In mezzo a tutto ciò non mancheranno collezioni di pomodori, zucche e peperoncini, piante monumentali che faranno da cornice e da sfondo ad una vera e propria mostra di sculture a cura di Mariella Poli, con opere di Emanuele De Reggi, Ron Mehlman, Lisa Roggli e Benvenuto Saba.

Durante i tre giorni della manifestazione si terranno interventi a tema in un apposito spazio adibito al centro di piazza Dante Alighieri. L'architetto paesaggista Monica Botta presenterà il suo libro “Caro giardino, prenditi cura di me”, sensibilizzando sul tema degli healing gardens; Cristina Mostosi del vivaio “Le iris di Trebecco” porterà la sua personale testimonianza riguardo la possibilità di trarre beneficio psicologico attraverso la cura di uno spazio verde; il giardiniere Claudio Baldazzi presenterà il suo libro “Il giardino pigro”; la blogger ed esperta di botanica Tiziana Sanna porterà semi raccolti dalle sue piante in Sardegna; Cristina Mostosi proporrà in maniera artistica la collezione di sedum ereditata dal compianto vivaio Bonetto, mentre alcuni vivaisti terranno mini conferenze relative alla loro attività e produzione, oltre a dilettarsi in dimostrazioni di riproduzione da seme.

Evergreen è aperto con il seguente orario: venerdì 30 agosto ore 11-19.30, sabato 31 agosto ore 10-19.30, domenica 1 settembre ore 10-19.

Info: www.evergreenforte.org