folder Archiviati (anni precedenti)

Categorie

folder Affidamento gestione informagiovani

Data di attivazione: 10 Ottobre 2013
Data di scadenza: 06 Novembre 2013 alle ore 12.30

folder Progetto noleggio ed installazione di luminarie

Data di attivazione: 03 Ottobre 2013
Data di scadenza: 28 Ottobre 2013 alle ore 00.00

folder Affidamento del Servizio Energia e Tecnologico per gli impianti di pertinenza del Comune di Forte dei Marmi

Data di attivazione: 6 giugno 2011
Data di scadenza: 4 agosto 2011 alle ore 12.00
Affidamento del Servizio Energia e Tecnologico per gli impianti di pertinenza del Comune di Forte dei Marmi per un periodo di nove anni.

Data di attivazione: 6 giugno 2011
Data di scadenza: 4 agosto 2011 alle ore 12.00

COMUNICAZIONE

IN DATA 19 GENNAIO C.A. ALLE ORE 10,00 PRESSO L’UFFICIO TECNICO DEL COMUNE DI FORTE DEI MARMI PIAZZA DANTE 1, SI RIUNIRÀ LA COMMISSIONE DI GARA LA SEDUTA PUBBLICA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO IN OGGETTO

IL DIRIGEMTE UTC
Ing. Gabriele Borri

COMUNICAZIONE

IN DATA 01 SETTEMBRE C.A. ALLE ORE 11,00 PRESSO UNA SALA DEL COMUNE DI FORTE DEI MARMI PIAZZA DANTE 1, SI RIUNIRÀ LA COMMISSIONE DI GARA PER LA SECONDA SEDUTA PUBBLICA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO IN OGGETTO

Comunicazione importante

AL PUNTO 5.1) DEL DISCIPLINARE LA FORMULA È:
PUNTEGGIO IMPRESA iesima = 65 x piesima / pmassimo,

AL PUNTO 5.2 DEL DISCIPLINARE LA FORMULA È: .

Punteggio (n) = 25       PoM min          IA1 min            S(n)

                                 -----------  +5   ---------  +5     ------

                                  Pom (n)          IA1 (n)            Smax

IL RESP.UNICO PROC.
Ing. Gabriele Borri

Avviso

CON DECORRENZA 28 LUGLIO 2011 NON VERRANNO PIU’ FORNITI CHIARIMENTI IN MERITO ALLA GARA DI “AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ENERGIA E TECNOLOGICO PER GLI IMPIANTI DI PERTINENZA DEL COMUNE DI FORTE DEI MARMI, PER UN PERIODO DI NOVE ANNI” CUP:F21F11000090004 - CIG. N. 2356779B8B

RESP.UNICO PROC.
Ing. Gabriele Borri

COMUNE DI FORTE DEI MARMI

In esecuzione della determinazione a contrattare del Dirigente del Servizio Lavori Pubblici, Ing. Gabriele Borri - n. 584 del 11/05/2011

SEZIONE I: AMMINISTRAZIONE AGGIUDICATRICE

I.1) DENOMINAZIONE, INDIRIZZI E PUNTI DI CONTATTO
Denominazione ufficiale: COMUNE DI FORTE DEI MARMI 
Indirizzo postale: PIAZZA DANTE n. 1 
Città: Forte dei Marmi – Codice postale: 55042 – Prov. Lu - Paese: Italia - 
Punti di contatto: per informazioni di carattere tecnico: Servizio Lavori Pubblici – Geom. Francesca Mori Tel. 0584 2801 – Fax 0584 280247; per informazioni relative alla procedura di gara: Ufficio Gare e Contratti Sig.ra Giovanna Manzione - Tel. 0584 2801 - Fax 0584 280247
RUP: Dirigente del Servizio Lavori Pubblici, Ing. Gabriele Borri 
Indirizzo internet: Profilo di committente: www.comune.fortedeimarmi.lu.it
Documentazione di gara: Bando- Disciplinare – modello di partecipazione, modulo di offerta, capitolato e documentazione complementare (Elenco edifici con impianti termici invernali e dati di riferimento; Elenco edifici con impianti idrici antincendio e dati di riferimento; Scheda attività manutentiva, bozza di D.U.V.R.I.; Computo Metrico Oneri per la Sicurezza non soggetti a ribasso) sono disponibili presso il profilo del committente. 
Le offerte e le domande di partecipazione vanno inviate a: Comune di Forte dei Marmi, Piazza Dante n. 1 - Forte dei Marmi (Lu).

Si rende noto che entro cinque giorni dalla data di apertura delle buste contenenti le offerte economiche, tutte le informazioni relative agli esiti di gara (l’aggiudicazione provvisoria, l’elenco delle offerte presentate e di quelle ammesse alla gara, i prezzi offerti e le eventuali esclusioni) saranno pubblicate, e quindi liberamente consultabili, sul sito Internet www.comune.fortedeimarmi.lu.it 

SEZIONE II: OGGETTO DELL’APPALTO

II.1.1) DENOMINAZIONE CONFERITA ALL’APPALTO dall’amministrazione aggiudicatrice
“AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ENERGIA E TECNOLOGICO PER GLI IMPIANTI DI PERTINENZA DEL COMUNE DI FORTE DEI MARMI, PER UN PERIODO DI NOVE ANNI” CUP:F21F11000090004 - CIG. N. 2356779B8B -

II.1.2) TIPO DI APPALTO E LUOGO DI ESECUZIONE

  • Appalto misto di Fornitura – Servizi - Lavori
  • Luogo principale di espletamento del servizio: Comune di Forte dei Marmi

II.1.3) BREVE DESCRIZIONE DELL’APPALTO
L'Appalto in oggetto consiste nell’affidamento del Servizio Energia e Tecnologico per gli impianti di pertinenza del Comune di Forte dei Marmi.
L’appalto prevede le seguenti attività a carico dell’appaltatore:

  • La prestazione è costituita dal Servizio Energia, che, conformemente all’art. 1, comma 1, lettera p), del D.P.R. 412/93 e s.m.i. e così come definito nell’allegato II del D.Lgs. 115/08, comprende la fornitura dei combustibili, l’esercizio, le attività di gestione, di manutenzione ordinaria e straordinaria e controllo degli impianti termici, volti al miglioramento dell’efficienza energetica e al conseguimento di risparmi energetici primari verificabili e misurabili, compresi interventi di adeguamento normativo e di riqualificazione energetica; sono da intendersi compresi anche gli impianti di distribuzione del fluido termovettore, i terminali di erogazione e gli impianti elettrici relativi ai suddetti impianti.
  • La prestazione comprende altresì il Servizio Tecnologico ossia la manutenzione ordinaria degli impianti idronici di climatizzazione e dei relativi impianti elettrici, nonché la manutenzione ordinaria degli impianti idrici antincendio e dei relativi impianti elettrici.

Lo scopo complessivo della prestazione relativa al Servizio energia e tecnologico è quello di disciplinare la gestione del patrimonio impiantistico termico, di climatizzazione e degli impianti antincendio della Stazione Appaltante. Tale patrimonio sarà valorizzato tramite la fornitura di beni e servizi necessari ad assicurare e mantenere nel tempo, con le modalità indicate nei documenti di gara, le condizioni di comfort, di efficienza, di sicurezza e salvaguardia ambientale, provvedendo nel contempo al miglioramento del processo e controllo energetico negli edifici, nel rispetto di leggi, regolamenti e quant’altro contenuto nei documenti di gara.

II.1.4) CPV
Categoria di servizio n.1 50721000-5 

II.2) QUANTITATIVO O ENTITA’ DELL’APPALTO:

L’ammontare presunto complessivo dell’appalto, per l’intero periodo contrattuale, è pari a €.2.249.100,00= di cui presuntivamente:

  • € 1.664.100,00= per il servizio energia
  • € 450.000,00= per riqualificazione tecnologica
  • € 90.000,00= per servizio manutenzione impianti idrici antincendio
  • € 45.000,00= per gli oneri della sicurezza non soggetti a ribasso, comprensivi anche dei rischi da interferenza, il tutto oltre I.V.A. di legge

L’ammontare presunto complessivo dell’appalto risulta essere così ripartito:

Servizi Importo annuo [€] Importo complessivo [€]

  1. Servizio Energia
  2. Impianti alimentati a Gas Metano 184.900,00 1.664.100,00
  3. Servizio manutenzione impianti idrici antincendio 10.000,00 90.000,00
  4. Riqualificazione tecnologica 50.000,00 450.000,00

Totale 244.900,00 2.204.100,00
Oneri per la sicurezza, comprensivi dei rischi da interferenza non soggetti a ribasso 5.000,00 45.000,00
Totale comprensivo di oneri per la sicurezza comprensivo dei rischi da interferenza non soggetti a ribasso 249.900,00 2.249.100,00

I PREZZI A BASE DI GARA E LE CORRISPONDENTI QUANTITÀ STIMATE DEI SERVIZI SUI QUALI EFFETTUARE L’OFFERTA SONO I SEGUENTI:

Servizi Unità
Misura Quantità

  1. Servizio Energia:
    1. Impianti alimentati a metano kWh 1.450.000
    2. Servizio manutenzione impianti idrici antincendio N° 10

II.3) DURATA DELL’APPALTO
La durata del contratto di appalto è stabilita in anni 9 (nove) a decorrere dalla data di consegna degli impianti secondo quanto indicato nel D.Lgs 115/08 – Allegato II art. 6.
Opzioni: la stazione appaltante si riserva la facoltà, attraverso procedura negoziata senza bando ai sensi e per gli effetti dell’art. 57, comma 5, lett. b), del D.Lgs. 163/06, di ripetere il servizio di cui trattasi, sulla scorta del progetto di base oggetto del presente affidamento, se persistenti l’interesse pubblico all’espletamento dello stesso e l’adeguatezza delle esigenze poste alla base dell’affidamento per tre anni successivi alla stipulazione del contratto iniziale per un importo stimato di €.827.200,24oltre Iva di legge. 

SEZIONE III: INFORMAZIONI DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO

III.1 CONDIZIONI RELATIVE ALL’APPALTO

III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste
I soggetti giuridici partecipanti alla presente gara dovranno costituire una CAUZIONE PROVVISORIA dell’importo di €.44.982,00= pari all’2% (due per cento) dell’importo complessivo dell’appalto di cui al precedente punto II.2.1 , ai sensi del combinato disposto dell’art. 75, punto 7 del D.Lgs. n. 163/2006. L’importo della cauzione può essere dimezzato se i concorrenti sono in possesso della certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI EN ISO 9001.
Le garanzie devono essere prestate nei modi e nelle forme indicate dall’art. 75 D.lgs.163/2006 e rispettando le modalità di cui al disciplinare di gara.

III.1.2) Principali modalità di finanziamento o pagamento 
Gli impegni di spesa sono assunti sui competenti capitoli di bilancio ordinario

III.2) CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE

III.2.1) Situazione personale dei concorrenti, inclusi i requisiti relativi all’iscrizione nell’albo professionale o nel registro commerciale
Informazioni e formalità necessarie per valutare la conformità dei requisiti:
Sono ammessi a partecipare alla gara i soggetti indicati nell’art. 34 del codice dei contratti, salvo i limiti ivi espressamente indicati, in possesso dei requisiti di seguito specificati:

  • Iscrizione alla Camera di Commercio Industria Artigianato e Agricoltura o analogo registro dello Stato aderente all’Unione Europea con oggetto sociale compatibile con l’oggetto del presente appalto;
  • Possesso di attestazione SOA per la Categoria OG11 – classifica II;
  • Titolarità del ruolo di “Terzo Responsabile” ai sensi dell’art. 11 commi 1 e 3 del D.P.R. 412/1993 e s.m.i., secondo la definizione dell’art. 1 c. 1 lettera o) del medesimo decreto;
  • Inesistenza delle cause di esclusione di cui all’art. 38 del codice dei contratti;
  • Inesistenza di condanne penali o di provvedimenti che riguardano l’attuazione di misure di prevenzione espressamente riferita ai soggetti di cui all’art. 2, comma 3, D.P.R. 252/92;
  • Di non avere in corso un piano di emersione dal lavoro sommerso di cui alla L. 383/2001;
  • Divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora abbiano partecipato alla medesima gara in raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, a pena di esclusione dalla gara sia del raggruppamento temporaneo o del consorzio che dell’impresa individuale.
  • Disponibilità di personale dipendente addetto alla conduzione degli impianti termici civili munito del patentino di abilitazione ai sensi dell’art. 287 del D.Lgs. 152/2006.

N.B. Si precisa che l’abilitazione per le attività di cui ai all’art. 1, lett. a) b) c) d) e) g) del D.M. 37/2008, costituisce requisito da dimostrarsi in fase esecutiva, ne consegue che il soggetto concorrente, pur in possesso di attestazione SOA in OG 11, ma non di abilitazione per le attività necessarie all’esecuzione dei lavori oggetto del presente bando, ha l’onere alternativamente di:

  • dichiarare il subappalto in fase di gara

oppure 

  • dichiarare di obbligarsi in fase esecutiva a conseguire le necessarie abilitazioni, e prima dell’inizio dei lavori

Nell’ipotesi in cui il concorrente non abbia diligentemente dichiarato il subappalto, in fase di gara, a favore di soggetto abilitato, o non abbia conseguito l’abilitazione prima dell’inizio dei lavori, si esporrà ad inadempimento contrattuale.

N.B. Si precisa che in caso di raggruppamento temporaneo di concorrenti, costituito o costituendo, i requisiti di cui ai punti precedenti, dovranno essere posseduti da ciascun concorrente raggruppato o raggruppando.

N.B. Si precisa altresì che ai sensi dell’art. 38, comma 2, del D.Lgs. 163/06, i concorrenti attestano il possesso dei requisiti di cui al medesimo articolo mediante dichiarazione sostitutiva ai sensi del DPR 445/2000 ss.mm., in cui indicano, a pena di esclusione, anche le eventuali condanne per le quali abbiano beneficiato della non menzione nel casellario giudiziale.

III.2.2) REQUISITI SPECIALI

Per la parte relativa ai lavori:

Lavorazione Categoria Classifica Importo
IMPIANTI TECNOLOGICI OG 11 II € 516.457,00

Per la parte del servizio:

III.2.3) CAPACITÀ ECONOMICO E FINANZIARIA 
Ai sensi dell’art. 41 del D.Lgs. 163/2006, per partecipare alla presente gara, le imprese partecipanti devono soddisfare i seguenti requisiti relativi alla capacità economica e finanziaria:

  • Fatturato globale d’impresa degli ultimi tre esercizi approvati (2007-2008-2009) complessivamente non inferiore a € 3.000.000,00.
  • Fatturato relativo ai servizi analoghi a quelli oggetto della presente gara degli ultimi tre esercizi approvati (2007-2008-2009) complessivamente non inferiore a € 1.500.000,00.

Le modalità per comprovare il possesso della suddetta capacità, trova specificazioni nel Disciplinare di gara, parte integrante del presente bando. 

III.2.4) CAPACITA’ TECNICA E PROFESSIONALE 
Ai sensi dell’art. 42 del D.Lgs. 163/2006, per partecipare alla presente gara, le imprese partecipanti devono soddisfare i seguenti requisiti relativi alla capacità tecnica e professionale:

  • Avere prestato, negli ultimi tre esercizi approvati (2007-2008-2009) servizi analoghi a quello oggetto della presente gara, indicando gli importi le date ed i destinatari pubblici o privati.
  • Numero medio annuo di dipendenti negli ultimi tre esercizi approvati non inferiore a quindici.
  • Possesso della documentazione attestante che la Società opera in garanzia di qualità conforme alle norme europee UNI-29001 (ISO 9001) certificata da Organismi accreditati ai sensi delle norme UNI-EN 45000 per installazione e gestione d’impianti di riscaldamento, termosanitari e condizionamento;
  • Possesso della documentazione attestante la certificazione UNI-14.000 (ISO 14000) certificata da Organismi accreditati ai sensi delle norme UNI-EN 45000

Le modalità per comprovare il possesso della suddetta capacità, trova specificazioni nel Disciplinare di gara, parte integrante del presente bando.

SEZIONE IV: PROCEDURE

IV.1) TIPO DI PROCEDURA
Procedura aperta ai sensi degli artt. 3 e 55, del D.Lgs. 163/06.

IV.2.) CRITERI DI AGGIUDICAZIONE
Aggiudicazione con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi dell’art. 83 del codice dei contratti, secondo i seguenti criteri, e con l’osservanza degli artt. 86 e ss., del succitato codice, relativamente alle offerte anormalmente basse:
OFFERTA TECNICA Max 65 punti
OFFERTA ECONOMICA Max 35 punti

Si rinvia a quanto precisato nel disciplinare di gara, al punto 5.1) per l’attribuzione del punteggio relativi all’offerta tecnica, e al punto 5.2) dello stesso, per l’attribuzione del punteggio relativo all’offerta economica.

IV.3) CONDIZIONI PER EFFETTUARE IL SOPRALLUOGO
Il sopralluogo ha carattere obbligatorio.
La disciplina del sopralluogo è contenuta al successivo punto 1.6) del disciplinare di gara.

IV.4 ) CONDIZIONI PER OTTENERE LA DOCUMENTAZIONE E MODALITÀ DI PAGAMENTO
Il Bando di Gara, il Disciplinare di Gara, il Capitolato Speciale d’Appalto con i relativi allegati, sono disponibili sul sito internet del Comune di Forte dei Marmi all’indirizzo www.comune.fortedeimarmi.lu.it (Bandi di gara).
Tutti gli Elaborati di gara sono altresì consultabili, previo appuntamento, presso il Servizio Lavori Pubblici, P.zza Dante, 1, Geom.Franco Tedeschi, Geom.Andrea Sermattei dalle ore 9:00 alle ore 12:30 nei giorni di lunedì, mercoledì e sabato a partire dal 026/06/2011.

IV.5) PAGAMENTO CONTRIBUTO ALL’AUTORITÀ DI VIGILANZA LL.PP.
I concorrenti sono tenuti al pagamento del contributo previsto dalla Autorità di Vigilanza per i LL.PP. con deliberazione del 10.1.2007, a pena di esclusione dalla gara. Pertanto la domanda di partecipazione dovrà essere corredata, a pena di esclusione, dalla ricevuta di versamento della somma di € 70,00 da effettuarsi con le modalità specificate nel disciplinare di gara.

IV.6) TERMINE PER IL RICEVIMENTO DELLE OFFERTE O DELLE DOMANDE DI PARTECIPAZIONE
DATA 04/08/2011– ORE 12,00
Per partecipare alla gara gli operatori economici interessati dovranno far pervenire a questa Amministrazione Comunale – Piazza Dante n. 1 – 55042 Forte dei Marmi (Lu), a mano, o a mezzo posta, o mediante agenzia di recapito entro le ore 12.00 del giorno_04/08/2011, a pena di esclusione, un plico, debitamente sigillato sui lembi di chiusura e controfirmato sui lembi stessi con l’indicazione del mittente e la seguente dicitura “AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ENERGIA E TECNOLOGICO PER GLI IMPIANTI DI PERTINENZA DEL COMUNE DI FORTE DEI MARMI, PER UN PERIODO DI NOVE ANNI - NON APRIRE ”.

IV.7) LINGUA utilizzabile per la presentazione delle offerte/domande di partecipazione
IT (Italiano)

IV.8) PERIODO minimo durante il quale l’offerente è vincolato alla propria offerta
300 giorni dalla data di presentazione

IV.9) MODALITÀ di apertura delle offerte
Data:06/08/2011 ore 9:00 
Luogo: Forte dei Marmi (Lu), Piazza Dante n. 1, presso una sala del Palazzo Municipale.
Persone ammesse ad assistere all’apertura dei plichi: Sono ammesse ad assistere all’apertura delle offerte i legali rappresentanti dei concorrenti ovvero soggetti, uno per ogni concorrente, muniti di specifica delega loro conferita dai suddetti legali rappresentanti;

SEZIONE V): SUBAPPALTO
Si precisa che il possesso di abilitazione per le attività di cui all’art. 1. lettere a), b), c), d) e) g) del DM 37/2008 può essere comprovato attraverso dichiarazione di subappalto ad impresa abilitata, da rendersi in fase di gara (ai sensi dell’art. 118 c. 2 lett. 1) del D.Lgs. 163/2006, i concorrenti devono indicare in sede di partecipazione, le parti che intendono subappaltare), oppure è possibile ricorrere all’avvalimento o all’istituto dell’ATI. Per le abilitazioni richieste ai soli fini dell’esecuzione, sarà sufficiente che il concorrente si impegni, in caso di aggiudicazione della gara, ad esserne in possesso al momento della stipula del contratto.

SEZIONE VI): ALTRE INFORMAZIONI
Il Responsabile del Procedimento è l’Ing. Gabriele Borri – Dirigente dell’Ufficio LL.PP.
Per eventuali informazioni sulla gestione del servizio è possibile contattare il Servizio LL.PP. Geom.Alessandro Fontana tel. 0584.2801 – fax 0584.280247.
Il bando di gara, il relativo disciplinare, i Mod. contenenti domanda di partecipazione e dichiarazioni, il modulo di offerta e il capitolato speciale di appalto, sono scaricabili dal sito web: www.comune.fortedeimarmi.lu.it

SEZIONE VII): CONTROVERSIE
Contro il presente provvedimento è ammesso ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale territorialmente competente entro 60 giorni ai sensi della legge 1034/71.
Salvo quanto previsto dall’art. 240 del codice dei contratti, per ogni controversia è competente il giudice ordinario.

Il presente bando è stato trasmesso telematicamente e ricevuto in stessa data dall'Ufficio Pubblicazioni Ufficiali della Comunità Europea il giorno 01/06/2011


Il Dirigente dell’UfficioLavori Pubblici 
Responsabile Unico del Procedimento
Ing. Gabriele Borri

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
DISCIPLINARE DI GARA

In esecuzione della Determinazione a contrattare del dirigente del Servizio Lavori Pubblici, n. 584 del 11/05/2011, l’Amministrazione Comunale intende affidare in appalto il Servizio Energia e Tecnologico per gli impianti di pertinenza del Comune di Forte dei Marmi.


CAPO 1
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE E CRITERI DI AMMISSIBILITÀ DELLE OFFERTE

IL GIORNO 06/08/2011 ALLE ORE 9,00, IN UNA SALA DEL PALAZZO MUNICIPALE, SI PROCEDERÀ, IN SEDUTA PUBBLICA, ALL’ESPERIMENTO DELLA 1^ FASE DELLA PROCEDURA DI GARA.

I concorrenti che intendano partecipare alla gara dovranno far pervenire, a pena di esclusione, ENTRO E NON OLTRE LE ORE 12.00, DEL GIORNO 04/08/2011 un plico chiuso e idoneamente sigillato con qualunque mezzo che ne garantisca la non manomissione, nonché siglato sui lembi di chiusura. Il plico deve pervenire a mano, o tramite servizio postale, o mediante agenzia di recapito, al seguente indirizzo:
COMUNE DI FORTE DEI MARMI, PIAZZA DANTE, 1 – 55042 FORTE DEI MARMI (LU) e, sempre a pena di esclusione, riportare l’esatta denominazione o ragione sociale del soggetto giuridico concorrente. 
Sul plico deve essere apposta ben visibile la seguente dicitura:
“AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ENERGIA E TECNOLOGICO PER GLI IMPIANTI DI PERTINENZA DEL COMUNE DI FORTE DEI MARMI, PER UN PERIODO DI NOVE ANNI – NON APRIRE”
Oltre tale termine non sarà ritenuta valida alcuna offerta, anche se sostitutiva od aggiuntiva rispetto a precedente offerta. Nell’ipotesi in cui il plico, per qualsiasi motivo, non giunga a destinazione in tempo utile, rimane a carico del soggetto partecipante la sopportazione di tale rischio.
Si precisa che in caso di invio tramite il servizio postale, non vale la data del timbro postale, ma quella apposta con timbro di arrivo dall’Ufficio Protocollo dell’Ente.
Non si darà corso all’apertura dei plichi sui quali non siano apposti gli estremi dei rispettivi mittenti o le indicazioni relative al contenuto dei plichi medesimi, né a quelli che siano pervenuti non debitamente chiusi e controfirmati sui lembi di chiusura.

Detto plico dovrà contenere al suo interno A PENA DI ESCLUSIONE
n. 3 (o 4) Buste chiuse e sigillate con striscia di carta incollata o nastro adesivo trasparente e controfirmate sui lembi di chiusura, con l’indicazione del mittente e dovranno riportare a pena di esclusione rispettivamente le seguenti diciture:

Busta “A” – “PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ENERGIA E TECNOLOGICO PER GLI IMPIANTI DI PERTINENZA DEL COMUNE DI FORTE DEI MARMI — DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA”.

Busta “B” – “PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ENERGIA E TECNOLOGICO PER GLI IMPIANTI DI PERTINENZA DEL COMUNE DI FORTE DEI MARMI — OFFERTA TECNICA”.

Busta “C” – “PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ENERGIA E TECNOLOGICO PER GLI IMPIANTI DI PERTINENZA DEL COMUNE DI FORTE DEI MARMI — OFFERTA ECONOMICA”.

Eventuale Busta “D” – “PROCEDURA APERTA PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO ENERGIA E TECNOLOGICO PER GLI IMPIANTI DI PERTINENZA DEL COMUNE DI FORTE DEI MARMI — DOCUMENTI UTILI A DIMOSTRARE L’ININFLUENZA DELLA SITUAZIONE DI CONTROLLO”.
Tutta la documentazione dovrà essere fornita in lingua italiana oppure, se in altra lingua, dovrà essere corredata di traduzione in lingua italiana, conforme al testo originario, certificata dalle autorità diplomatiche o consolari italiane della Nazione in cui è stata redatta, oppure da un traduttore ufficiale.

1) La busta “A” – DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA”, deve contenere, a pena di esclusione

1.1) Dichiarazioni sostitutive di certificazione e di notorietà rese, ai sensi degli artt. 46 e 47 del D.P.R. n. 445/2000, sull’allegato modello di istanza di partecipazione denominato MODELLO 1, sottoscritto dal legale rappresentante in caso di CONCORRENTE SINGOLO.
In caso, invece, di RAGGRUPPAMENTO DI CONCORRENTI, il citato modello 1 dovrà essere presentato da ogni concorrente associato. 
In caso di consorzio ordinario di concorrenti di cui all’articolo 2602 del codice civile, il citato modello andrà presentato da ogni consorziato. 
In caso di consorzio già costituito, il modello 1 andrà presentato dal consorzio medesimo. 
Nel caso in cui la firma sociale sia stabilita in forma congiunta, anche il Modello 1 dovrà recare, a pena di esclusione, la sottoscrizione di tutti i legali rappresentanti, firmatari congiunti dell’impresa. In tal caso le copie dei documenti di identità dovranno essere presentate da tutti i sottoscrittori, a pena di esclusione dalla gara.
Nel caso di firma da parte di un Procuratore speciale, dovrà essere presentata originale o copia conforme della procura stressa. Potrà essere presentata anche una fotocopia della procura con dichiarazione di conformità all’originale, o dichiarazione sostitutiva del legale rappresentante, fermo restando che in caso di aggiudicazione dovrà essere presentata, entro il termine perentorio che verrà comunicato, l’originale o la copia conforme. Laddove il potere di rappresentanza risulti dal certificato della CCIAA, in luogo della documentazione richiesta, potrà essere presentata copia del predetto certificato.

N.B. Si ribadisce pertanto che, ai sensi dell'articolo 38, comma 3, D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, ciascun concorrente dovrà presentare la suddetta istanza di partecipazione, debitamente sottoscritta, allegandovi unitamente copia fotostatica non autenticata di un documento di identità valido del sottoscrittore. 
Resta ferma la facoltà, ai sensi dell'articolo 71, D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, di verificare la veridicità e la autenticità delle dichiarazioni sostitutive di cui agli artt. 46 e 47, DPR. 445/2000.
Il sottoscrittore, nell'ipotesi di falsità in atti o dichiarazioni mendaci, è sottoposto alle sanzioni penali previste dall'articolo 76, del succitato decreto presidenziale.

1.2) CAUZIONE PROVVISORIA dell’importo di € 44.982,00= pari all’2% (due per cento) dell’importo complessivo dell’appalto di cui al precedente punto II.2. del bando di gara, ai sensi del combinato disposto dell’art. 75, punto 7 del D.Lgs. n. 163/2006. L’importo della cauzione è dimezzabile se i concorrenti sono in possesso della certificazione del sistema di qualità conforme alle norme europee della serie UNI EN ISO 9001. In caso di ricorso all’avvalimento, ai fini della riduzione della cauzione provvisoria è necessario e sufficiente il possesso della certificazione di qualità da parte della sola impresa concorrente.
La suddetta garanzia dovrà essere costituita alternativamente:

  • sotto forma di cauzione, da versamento in contanti o in titoli del debito pubblico o garantiti dallo Stato al corso del giorno di deposito, presso una Sezione di Tesoreria Provinciale o presso le aziende di credito autorizzate a titolo di pegno a favore della Stazione appaltante. Il presente bando autorizza l’intestatario al versamento suddetto. In detta ipotesi la cauzione dovrà essere corredata, a pena di esclusione, dall’impegno di un fideiussore a rilasciare la garanzia fideiussoria per l’esecuzione del contratto, di cui all’art. 113, del codice dei contratti, qualora l’offerente risultasse affidatario.
  • da fideiussione bancaria o assicurativa o rilasciata da un intermediario finanziario iscritto nell’elenco speciale di cui all’art. 107 del D.Lgs. n. 385/1993 e s.m.i. che svolga in via esclusiva o prevalente attività di rilascio di garanzie, a ciò autorizzati dal Ministero dell’Economia e delle finanze. In dette ipotesi dovranno essere inserite espressamente nel testo della fideiussione, a pena di esclusione, le particolari clausole con le quali l’Istituto bancario o assicurativo rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale di cui all’art. 1944, comma 2, c.c., all’eccezione prevista dall’art. 1957, comma 2 c.c., e prevede l’operatività della garanzia medesima entro quindici giorni a semplice richiesta scritta della stazione appaltante. In quest’ultima ipotesi l’Istituto sarà obbligato incondizionatamente ad effettuare entro quindici giorni su semplice richiesta scritta dell’amministrazione il versamento alla tesoreria comunale della somma pari al deposito provvisorio.

Detta fideiussione dovrà altresì essere corredata, a pena di esclusione, dall’impegno di un fideiussore a rilasciare la garanzia fideiussoria per l’esecuzione del contratto, qualora l’offerente risultasse affidatario.

N.B. La dimostrazione dei poteri rappresentativi del sottoscrittore della suddetta garanzia è adempiuta, o attraverso la produzione della copia della procura notarile di conferimento del relativo potere rappresentativo oppure attraverso altro atto idoneo a comprovare la piena legittimazione del sottoscrittore della garanzia ad impegnare la società obbligata in via principale all'adempimento degli obblighi di garanzia assunti con il rilascio della fideiussione. A tal fine si richiede pertanto, nel caso di mancata produzione di copia della procura notarile di conferimento di tali poteri, la specifica, nell'atto sostitutivo, degli estremi della procura stessa, compreso il nominativo del notaio che l'ha redatta e autenticata.

La cauzione provvisoria deve avere validità per almeno 180 giorni dalla data di presentazione delle offerte. Ai non aggiudicatari la cauzione sarà restituita entro 30 giorni dall’aggiudicazione definitiva.

In caso di associazione temporanea di concorrenti NON ANCORA COSTITUITA, la cauzione presentata dovrà essere, A PENA DI ESCLUSIONE, intestata a tutte le imprese partecipanti al raggruppamento, ossia mandataria e mandanti, e sottoscritta dalla sola mandataria, atteso che l’intestazione a tutte le imprese facenti parte del costituendo raggruppamento rende l’impegno di garanzia assunto dal fideiussore riferibile a tutte le imprese anche se sottoscritto dalla sola mandataria. 

Le Imprese partecipanti alla gara, munite della certificazione di qualità conforme alle norme Europee della serie UNI EN ISO 9001 rilasciata da organismi accreditati ai sensi delle norme Europee UNI CEI EN 45000, costituiranno le cauzioni riferite alla provvisoria e alla definitiva, ridotte del 50% allegando relativo certificato in originale o in copia autentica ai sensi del DPR 445/2000

Si precisa che in caso di raggruppamento temporaneo di concorrenti ed in caso di avvalimento la riduzione di garanzia sarà possibile solo se tutte le imprese saranno certificate.
La cauzione provvisoria copre la mancata sottoscrizione del contratto per fatto dell’affidatario e ogni altro obbligo derivante dalla partecipazione alla gara, ed è svincolata automaticamente al momento della sottoscrizione del contratto medesimo.

1.3) (PER I LAVORI) ATTESTAZIONE rilasciata da S.O.A. regolarmente autorizzata e in corso di validità, in originale o copia conforme o, nel caso di concorrenti costituiti da imprese associate o da associarsi, più attestazioni, che documentino il possesso delle qualificazioni nella categoria e classifica adeguata a quella dei lavori da appaltare di cui al punto III.2.2) del bando di gara.
Per le imprese stabilite in altri Stati aderenti all’Unione europea l’esistenza dei requisiti prescritti per la partecipazione delle imprese italiane alle gare di appalto è accertata in base alla documentazione prodotta secondo le normative vigenti nei rispettivi paesi.

1.4 (PER I SERVIZI E LE FORNITURE) DIMOSTRAZIONE DELLA CAPACITÀ ECONOMICO-FINANZIARIA 
Ai sensi dell’art. 41 del D.Lgs. 163/2006, per partecipare alla presente gara, le imprese partecipanti devono soddisfare i seguenti requisiti relativi alla capacità economica e finanziaria:

  • Fatturato globale d’impresa degli ultimi tre esercizi approvati (2007-2008-2009) complessivamente non inferiore a € 3.000.000,00. In questa fase il requisito è da dichiarare sul Mod. 1; (da comprovare, successivamente se richiesto) fornendo copia dei bilanci del triennio d’interesse.
  • Fatturato relativo ai servizi analoghi a quelli oggetto della presente gara degli ultimi tre esercizi approvati (2007-2008-2009) complessivamente non inferiore a € 1.500.000,00. Il concorrente per “servizi analoghi” deve intendere il “servizio energia e tecnologico” svolti per conto di Amministrazioni Pubbliche o per conto di Privati. In questa fase, il requisito è da dichiarare sul Mod. 1; (da comprovare, successivamente se richiesto), fornendo copia delle fatture relative ai servizi analoghi; 

1.5) (PER I SERVIZI E LE FORNITURE) DIMOSTRAZIONE CAPACITA’ TECNICA E PROFESSIONALE 
Ai sensi dell’art. 42 del D.Lgs. 163/2006, per partecipare alla presente gara, le imprese partecipanti devono soddisfare i seguenti requisiti relativi alla capacità tecnica e professionale:

  • Avere prestato, negli ultimi tre esercizi approvati (2007-2008-2009) servizi analoghi a quello oggetto della presente gara, indicando gli importi le date ed i destinatari pubblici o privati, con la presentazione delle certificazioni in originali o copie autenticate ai sensi del D.P.R. 445/2000 vistati dall’amministrazione pubblica o dall’ente medesimi (le certificazioni suddette debbono certificare inoltre l’espletamento del servizio a regola d’arte) o con la presentazione di dichiarazione sostitutiva di quanto richiesto(da comprovare, successivamente se richiesto). Numero medio annuo di dipendenti negli ultimi tre esercizi approvati non inferiore a 10 (dieci). In questa fase il requisito è da dichiarare sul Mod. 1; (da comprovare, successivamente se richiesto), fornendo i modelli DM10 relativi agli ultimi tre esercizi approvati (originale o copia autenticata ai sensi del D.P.R. 445/2000).
  • Essere in possesso della documentazione attestante che la Società opera in garanzia di qualità conforme alle norme europee UNI-29001 (ISO 9001) certificata da Organismi accreditati ai sensi delle norme UNI-EN 45000 per attività di progettazione, installazione e gestione d’impianti di riscaldamento, termosanitari e condizionamento; da comprovare in questa fase.

1.6) ATTESTAZIONE DI PRESA VISIONE 
Attestato rilasciato dalla Stazione Appaltante, comprovante l’avvenuto sopralluogo.
Il sopralluogo dovrà essere effettuato dal legale rappresentante o dal direttore tecnico (muniti di copia del certificato CCIAA. o altro documento da cui sia desumibile la carica ricoperta), un impiegato tecnico dell’impresa (munito di delega sottoscritta dal legale rappresentate), un procuratore (come risultante dal certificato della CCIAA o da apposita procura notarile) o da un libero professionista o dipendente società di progettazione muniti di delega (a firma del procuratore o legale rappresentate dell’Azienda) contenente o l’albo professionale e numero di iscrizione o la società di progettazione di cui è dipendente. Sono comunque ammessi ai sopralluoghi al massimo due persone per ciascun concorrente. 
Non è ammessa la presa visione da parte di un unico soggetto per conto di più concorrenti.
Si precisa che al fine di una consapevole cognizione degli impianti, si procederà ad una visione della documentazione tecnica inerente gli impianti da effettuarsi nei giorni lunedì, mercoledì e sabato presso Servizio Lavori Pubblici – Piazza Dante, 1 previo appuntamento telefonico (0584/2801) con il Geom. Franco Tedeschi e il Geom.Andrea Sermattei, dalle ore 9,00 alle ore 12,30, e, su richiesta degli interessati, ad un effettivo sopralluogo sui siti degli impianti, a decorrere dal 06/06/2011 e, se e del caso, detto sopralluogo proseguirà ininterrottamente fino a conclusione degli impianti da visionare.

1.7) CAPITOLATO SPECIALE D’APPALTO, siglato in ogni pagina e sottoscritto in calce per accettazione dal titolare o dal legale rappresentante del soggetto concorrente, e in caso di raggruppamento di concorrenti non ancora costituito dal rappresentante legale di ciascuno dei soggetti giuridici da costituirsi.

1.8) RICEVUTA DEL VERSAMENTO, IN ORIGINALE O IN COPIA DELLA CONTRIBUZIONE A FAVORE DELL’AUTORITA’ PER LA VIGILANZA SUI LAVORI PUBBLICI. 
Il contributo deve essere pari a EURO € 70,00= (settanta/00) versato a favore dell’Autorità per la vigilanza sui lavori pubblici (deliberazione della Autorità per la Vigilanza LL.PP. del 10.1.2007) da effettuarsi con le seguenti modalità:
1. mediante versamento on line collegandosi al portale web “Sistema di riscossione” all’indirizzo http://riscossione.avlp.it seguendo le istruzioni disponibili sul portale. A riprova dell’avvenuto pagamento il partecipante deve allegare all’offerta copia stampata dell’email di conferma, trasmessa dal sistema di riscossione.
La causale del versamento deve riportare esclusivamente:

  • il codice fiscale del partecipante;
  • il seguente codice CIG (codice identificativo gare): 2356779B8B

1.9) In caso di avvalimento dovrà essere allegato a pena di esclusione quanto previsto al successivo punto 2.2) del presente disciplinare.

1.10) Documentazione attestante la certificazione UNI-14.000 (ISO 14000) certificata da Organismi accreditati ai sensi delle norme UNI-EN 45000;

1.11) Documentazione attestante che la Società opera in garanzia di qualità conforme alle norme europee UNI-29001 (ISO 9001) certificata da Organismi accreditati ai sensi delle norme UNI-EN 45000 per installazione e gestione d’impianti di riscaldamento, termosanitari e condizionamento;

1.12) MODELLO G.A.P. (istituito dal D.L. 6/09/1982 n.629 convertito in L. 12/10/1982 n. 726) compilato e sottoscritto per la parte relativa alla impresa partecipante

1.13) DURC
I concorrenti in possesso alla data di presentazione dell’offerta del certificato DURC, in corso di validità, possono, a loro discrezione, produrlo a questa stazione appaltante, inserendolo nella busta contrassegnata con la lettera “A” - Documentazione Amministrativa.

1.14) CERTIFICATO DI REGOLARITÀ FISCALE 
I concorrenti in possesso alla data di presentazione dell’offerta del Certificato di regolarità fiscale rilasciato dall’Agenzia delle Entrate di data non anteriore a sei mesi dalla data di scadenza del presente bando, possono a loro discrezione, produrlo in copia a questa stazione appaltante, inserendolo nella busta contrassegnata con la lettera “A” - Documentazione Amministrativa.

2) La busta “B – OFFERTA TECNICA”, deve contenere, a pena di esclusione, quanto di seguito specificato e con le modalità richieste

Il concorrente dovrà produrre, la propria offerta tecnica, che dovrà essere sottoscritta, a pena di esclusione dalla gara, con sigla su tutte le pagine di ogni documento, compresi gli elaborati grafici, e, con firma per esteso, nell’ultima pagina, dal legale rappresentante dell’impresa i cui poteri risultino dal certificato di iscrizione al Registro delle Imprese e siano comprovati mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione, verificabile d’ufficio da parte della stazione appaltante.
Nel caso in cui i poteri di firma siano stati conferiti ad procuratore speciale, occorrerà presentare originale o copia autentica della procura stessa. Nel caso invece in cui i poteri di firma del procuratore speciale siano attestati nel certificato della camera di commercio, potranno essere comprovati mediante dichiarazione sostitutiva di certificazione, verificabile d’ufficio da parte della stazione appaltante.
In caso di raggruppamento temporaneo di imprese costituendo la predetta dichiarazione sostitutiva dovrà essere presentata dai legali rappresentanti di tutte le Imprese raggruppande.

L’Offerta Tecnica dovrà essere composta a pena di esclusione dalle seguenti sezioni:

2.1 - Piano di gestione degli impianti contenente:

  1. Modello gestionale adottato ed organizzazione del servizio inteso come metodologia di pianificazione delle manutenzioni, all'utilizzo di supporto informatico, alle manutenzioni, all'utilizzo dei sistemi di telegestione, alle modalità di espletamento della direzione e dell'assistenza tecnica, nonché alle modalità di fornitura dei beni e svolgimento del servizio di reperibilità e pronto intervento;
  2. Eventuali servizi aggiuntivi proposti dal concorrente (strumenti e metodologie di particolare utilità impiegabili nel contratto in oggetto);
  3. Metodi e procedure di qualità adottate a garanzia del servizio erogato;
  4. Progetto della sicurezza per l’espletamento dei servizi;
  5. Progetto della manutenzione.

La relazione di cui al punto 2.1) dovrà essere redatta, nel formato esplicitato a seguire, in un numero massimo di 100 pagine; sono ammessi al massimo 5 allegati.

2.2 – Analisi dello stato di fatto degli impianti oggetto dell’appalto che dovrà comprendere un’analisi dettagliata della consistenza e conservazione degli impianti oggetto dell’appalto tale da certificare l’avvenuta presa di conoscenza dell’offerente della situazione esistente e delle varie problematiche presenti. L’analisi dovrà essere costituita da una relazione di massimo 10 pagine per ciascun impianto ed allegati a piacere

2.3 – Certificazione energetica preliminare composta da una relazione che esplichi la metodologia adottata per la certificazione energetica preliminare degli edifici e una certificazione energetica preliminare di ciascun edificio, come previsto dal Capitolato Speciale di Appalto, con particolare riferimento ai contenuti dei lavori suggeriti, atti al miglioramento del contenimento energetico.

2.4 – Interventi di adeguamento normativo: dovrà essere sviluppato, come previsto all’art. 5.2.1 del Capitolato Speciale di Appalto, una proposta per ciascun edificio con indicazione degli interventi prevalentemente impiantistici e le prestazioni necessarie per il completo adeguamento alle norme di sicurezza delle centrali termiche di competenza comunale.

2.5 – Interventi di riqualificazione tecnologica ed energetica delle centrali termiche: dovrà essere sviluppata, come previsto all’art. 5.2.2 del Capitolato Speciale di Appalto, una proposta per ciascun edificio (a scelta del concorrente ma con criterio di priorità tecnica) finalizzata all’ammodernamento tecnologico delle apparecchiature ed alla riduzione dei consumi energetici della centrale termica.

2.6 – Interventi strutturali su impianti interni e sull’involucro edilizio: dovrà essere sviluppata, come previsto all’art. 5.2.3 del Capitolato Speciale di Appalto e per gli edifici a scelta del concorrente ma con criterio di priorità tecnica, una proposta degli interventi che intende eseguire sull’involucro edilizio e negli impianti interni di climatizzazione per ottenere una riduzione del fabbisogno energetico negli edifici di proprietà dell’Amministrazione Comunale. 

2.7 – Installazione delle apparecchiature di contabilizzazione: dovrà essere presentata una descrizione dettagliata delle caratteristiche tecniche, costruttive e di installazione dei contabilizzatori di energia termica che il concorrente intende installare negli impianti ove questi sono mancanti e/o non ritenuti idonei tenendo conto delle prescrizioni minime riportate all’art. 5.2.4 del Capitolato Speciale di Appalto.

2.8 – Installazione di un sistema telematico: Qualora l'Appaltatore intenda modificare, ampliare o sostituire l’attuale sistema di telecontrollo dovrà essere presenta una proposta tecnica relativa alla nuova configurazione che assumerà il sistema telematico di gestione e controllo degli impianti termici dopo la realizzazione dei lavori proposti dal concorrente, tenendo conto delle prescrizioni minime riportate all’art. 5.2.5 del Capitolato Speciale di Appalto.

Tutte le proposte del concorrente dovranno essere corredate da computi metrici non estimativi e da cronoprogrammi.
In testa alla sezione “Offerta Tecnica” dovrà essere redatta una relazione di sintesi dalla quale si evinca il grado di completezza e dettaglio delle proposte offerte dal concorrente con allegati opportuni elaborati grafici, schede tecniche ecc., l’efficienza e l’efficacia degli interventi volti alla riduzione delle emissioni inquinanti in atmosfera e mirati al risparmio energetico, gli interventi migliorativi del patrimonio impiantistico dato in affidamento sotto l’aspetto dell'adeguamento normativo, della riqualificazione tecnologica e del miglioramento delle condizioni di comfort ambientale.

Si precisa che, per uniformità di presentazione, tutti i documenti costituenti il progetto tecnico dovranno essere presentati in formato A4, carattere Arial 10 punti e saranno consentiti formati diversi (fino al formato A0) che nel conteggio delle pagine saranno considerati quale somma dei moduli A4 corrispondenti (1 modulo formato A2 = 4 moduli A4 = 4 pagine).

A PENA DI ESCLUSIONE tutti i documenti relativi alle Sezioni 2.2, 2.3, 2.4, 2.5, 2.6, 2.7, 2.8 dovranno essere firmati e timbrati da un professionista abilitato e iscritto nel relativo albo professionale.

Tutta la documentazione prodotta all’interno della Busta B dovrà essere consegnata, oltre che in versione cartacea, anche in versione elettronica su supporto ottico e in formato .pdf non protetto o .dwg.
A pena di esclusione dalla gara, in tutti gli elaborati contenuti nella "Busta B - Offerta Tecnica" non dovrà essere riportato alcun riferimento ad elementi economici, i quali vanno esclusivamente inseriti all'interno della “Busta C - Offerta Economica".

3) La busta “C – OFFERTA ECONOMICA” costituita a pena di esclusione da quanto di seguito specificato

3.a) Dichiarazione di offerta economica, valevole per la determinazione dei punteggi economici, da presentare utilizzando obbligatoriamente il modulo di offerta allegato al presente Disciplinare di Gara, completato in ogni sua parte, ove devono essere indicati:

  • prezzo unitario dell’energia termica fornita agli impianti in €/kWh (euro per chilowattora)
  • canone annuo per servizio di manutenzione impianti idrici antincendio in €/anno
  • sconto da applicare sul prezziario delle opere pubbliche della Regione Toscana in corso di validità

In caso di discordanze fra i prezzi offerti indicati in cifre e quelli indicati in lettere sarà ritenuto valido quello più vantaggioso per la stazione appaltante. 
A pena di esclusione, non saranno ammesse offerte in aumento rispetto agli importi posti a base di appalto.

3.b) Computi metrici estimativi per i lavori di adeguamento normativo e razionalizzazione tecnologica. 
I computi metrici estimativi dovranno avere le stesse quantità dei computi metrici non estimativi richiesti al punto 2, da inserire nella busta “B”.
I computi metrici estimativi relativi al punto 2 hanno valore meramente indicativo, essendo le opere offerte totalmente a carico dell’aggiudicatario.
I computi metrici estimativi, rispetto a quelli non estimativi, dovranno contenere in più solo le colonne compilate dei prezzi unitari e dei prezzi totali.
All’insieme dei computi metrici estimativi, che sono tanti quanti gli interventi proposti, dovrà essere allegato un Elenco dei Prezzi Unitari complessivo che riporta una sola volta tutte le voci richiamate nei computi metrici estimativi.
Tutti i prezzi dovranno essere esposti al netto dell’IVA e comprensivi degli oneri per la sicurezza.
I computi metrici estimativi dovranno essere compilati senza osservazioni, restrizioni e condizioni di sorta. 
Eventuali correzioni dovranno essere espressamente confermate e sottoscritte a pena di esclusione dall’offerta.

Non sono ammesse, a pena di esclusione dalla gara, offerte parziali.
Non sono ammesse, a pena di esclusione dalla gara, offerte in aumento.
Non sono ammesse, a pena di esclusione dalla gara, offerte condizionate
Non sono ammesse, a pena di esclusione dalla gara, offerte che contengano correzioni o cancellature che non siano sottoscritte dal legale rappresentate del soggetto offerente.

Tutti i documenti costituenti l’offerta economica dovranno essere timbrati e firmati dal legale rappresentante o Procuratore speciale, autorizzato ad impegnare l’Impresa con firma leggibile e per esteso (nome e cognome) su ciascuna pagina.
In caso di raggruppamento già costituito, l’offerta dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante dell’impresa capogruppo facente parte del raggruppamento economico.
E` consentita la presentazione di offerte da parte dei soggetti non ancora costituiti. In tal caso l’offerta deve essere sottoscritta da tutti gli operatori economici che costituiranno il raggruppamento temporaneo o il consorzio ordinario di concorrenti e contenere l’impegno che in caso di aggiudicazione della gara, gli stessi operatori conferiranno mandato collettivo speciale con rappresentanza ad uno di essi da indicare in sede di offerta come mandatario, il quale stipulerà il contratto in nome e per conto proprio e dei mandanti. Il mandato deve risultare da scrittura privata autenticata. La relativa procura è conferita al legale rappresentante dell’operatore economico mandatario. Il mandato è gratuito e irrevocabile e la sua revoca per giusta causa non ha effetto nei confronti della stazione appaltante.
Nel caso in cui la firma sociale sia stabilita in modo congiunto tale offerta dovrà essere sottoscritta da tutti i legali rappresentanti firmatari congiunti della Ditta.

4) Eventuale busta “D – DOCUMENTI UTILI A DIMOSTRARE L’ININFLUENZA DELLA SITUAZIONE DI CONTROLLO” da presentare chiusa e separata da quella dell’offerta economica “C”

La Busta “D” deve contenere, A PENA DI ESCLUSIONE, quanto segue:

4.a) DOCUMENTI UTILI A DIMOSTRARE CHE LA SITUAZIONE DI CONTROLLO NON HA INFLUITO SULLA FORMULAZIONE DELL’OFFERTA .
La stazione appaltante, nel caso di concorrenti che si trovino tra loro in una delle situazioni di controllo, apre la busta “D” contenente i documenti utili a dimostrare che la situazione di controllo non ha influito sulla formulazione dell’offerta, ed al termine dell’accertamento esclude i concorrenti per i quali, sulla base di univoci elementi, le relative offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale. 
La verifica dei documenti prodotti e l’eventuale esclusione sono disposte dalla Commissione giudicatrice, in seduta riservata, dopo l’apertura delle buste contenenti l’offerta economica, e prima della verifica dell’anomalia.

In caso di offerta/e risultata/e anomala ai sensi dell’art. 86 comma 2 del codice dei contratti, si procederà alla verifica dell’offerta anomala con le modalità previste dagli artt. 87 ed 88 dello stesso decreto, escludendo l’offerta che in base all’esame degli elementi forniti, risulta, nel suo complesso, inaffidabile. 

4) CONDIZIONI DI PARTECIPAZIONE

4.1) SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA 

Disciplina comune all’appalto di fornitura, servizio e lavori:

CONSORZIO ORDINARIO DI CONCORRENTI: è fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un raggruppamento temporaneo o consorzio ordinario di concorrenti, ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora abbia partecipato alla medesima gara in raggruppamento o consorzio ordinario di concorrenti (art. 37, comma 7, 1° capoverso, del codice dei contratti.).
Il consorzio ordinario di concorrenti, anche se di tipo orizzontale, deve indicare in sede di offerta (ovvero nella busta A- documentazione amministrativa) la consorziata capogruppo.

Alla luce delle modifiche apportate dal terzo decreto correttivo (D.Lgs. 152/2008) al codice dei contratti in materia di consorzi stabili e consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro, non potendosi applicare alla presente procedura l’art. 17, della legge n. 69 del 18 giugno 2009, continua ad essere vigente la preclusione partecipativa posta dal suddetto terzo decreto correttivo nel senso qui di seguito riportato, in forza di una interpretazione utile e non abrogativa del comma 2 dell’art. 36, del codice dei contratti e di compatibilità con il dettato di cui al successivo comma 5, dell’art. 36, per cui:

  • CONSORZIO STABILE: può eseguire in proprio ossia direttamente la prestazione oggetto della presente procedura, senza avere l’obbligo di indicare la consorziata esecutrice (cfr art. 36, comma 2).
    Nel caso, invece, in cui il consorzio stabile decida di effettuare la prestazione tramite consorziata ha l’onere di indicarla in sede di offerta (cfr. art. 36, comma 5), non potendo più designarla in una fase successiva della procedura.
    Ne consegue inoltre che alla designata esecutrice è fatto divieto di partecipare sotto qualsiasi forma alla medesima gara, in caso violazione di tale norma sono esclusi dalla gara il consorzio e la consorziata; al contrario, la consorziata non designata può invece partecipare anche se alla medesima gara concorra il consorzio stesso.
  • CONSORZIO FRA SOCIETA’ COOPERATIVE DI PRODUZIONE E LAVORO E CONSORZIO TRA IMPRESE ARTIGIANE (ex art. 34, comma 1, lett. b), del codice dei contratti.):
    Detti consorzi, ai sensi e per gli effetti di cui all’art. 37, comma 7, del codice dei contratti, hanno l’obbligo di indicare, in sede di offerta, per quale consorziata il consorzio concorra, a pena di esclusione; nonché dichiarare le parti del servizio che saranno eseguite dalle singole consorziate (ex art. 37, comma 4).
    Ne consegue inoltre che alla designata esecutrice è fatto divieto di partecipare sotto qualsiasi altra forma alla medesima gara; al contrario la consorziata non designata può invece partecipare anche se alla medesima gara concorra il consorzio medesimo (cfr. art. 37, comma 7 del codice dei contratti).

Per la parte dell’appalto relativa ai LAVORI la prestazione è di tipo orizzontale, ne consegue che

  • in caso di consorzio ordinario di concorrenti e di ATI, i soggetti facenti parte del consorzio o del raggruppamento devono possedere attestazione SOA, classifica II, con l’ulteriore precisazione che in caso di ATI e di consorzi ordinari di concorrenti, per consolidato orientamento giurisprudenziale, ci deve essere corrispondenza tra quote di qualificazione e quote di partecipazione e tra quote di partecipazione e quote di esecuzione, per cui, ai sensi dell’art. 37 co. 13, D.Lgs. 163/2006, le imprese dovranno, a pena di esclusione, indicare nel Modello 1 le rispettive quote di partecipazione al raggruppamento che dovranno corrispondere alle quote di esecuzione dei lavori.
  • In caso di consorzio stabile, se il consorzio non designa alcuna consorziata deve possedere esso stesso attestazione SOA, classifica II; se designa una o più consorziate esecutrici esse devono possedere qualificazione complessiva SOA, classifica II; se indica se stesso come esecutore, unitamente alla consorziata esecutrice, entrambi devono possedere SOA, classifica II, o se designa più consorziate esecutrici, il consorzio deve possedere SOA, classifica II, e le consorziate designate devono possedere qualificazione complessiva per la SOA, classifica II.
  • In caso di consorzi fra società cooperative di produzione e lavoro e consorzi fra imprese artigiane, in osservanza del principio di par condicio fra i concorrenti, della disciplina in materia di avvalimento, del principio di buona ed effettiva esecuzione dell’appalto, del maggioritario orientamento giurisprudenziale che impone una corrispondenza sostanziale, e non formale, tra quote di qualificazione, quote di partecipazione e quote di esecuzione, i consorzi tra società cooperative di produzione e lavoro e consorzi tra imprese artigiane dovranno comprovare il possesso di qualificazione SOA anche in capo alla consorziata esecutrice. Tale comprova può essere fornita usufruendo dell’istituto dell’avvalimento interno. Al riguardo, si precisa che la mera indicazione di un rapporto di partecipazione societaria, non è sufficiente di per sé a provare l’effettiva disponibilità del possesso dell’altrui qualificazione SOA, occorrendo dimostrare concretamente e puntualmente la fruibilità delle risorse dell’impresa appartenente allo stesso gruppo societario, ai sensi dell’art. 49, comma 2, lett. g), d.lgs. 163/2006.

Per la parte relativa all’appalto di servizio si specifica:

I REQUISITI DI ORDINE GENERALE
I requisiti di ordine generale ( ossia tutte le dichiarazioni di cui all’art. 38, D.Lgs. 163/06, tra cui la regolarità fiscale, contributiva, e il rispetto della normativa antimafia) devono necessariamente essere posseduti, da ciascuna impresa raggruppata o consorziata designata, oltre che dal raggruppamento o consorzio in sé considerato.

I REQUISITI SPECIALI

  • ATI:
    I requisiti speciali ossia i requisiti tecnico-organizzativi ed economico-finanziari richiesti per le imprese singole devono essere posseduti dalla mandataria o dalla consorziata capogruppo nella misura minima del 40%; la restante percentuale è posseduta cumulativamente dalle mandanti o dalle altre consorziate esecutrici ciascuna nella misura minima del 10%.
    L’impresa mandataria o consorziata capogruppo possiede, in ogni caso, i requisiti in misura maggioritaria.
  • CONSORZI ORDINARI DI CONCORRENTI e CONSORZIO STABILE:
    Nel caso di CONSORZIO ORDINARIO DI CONCORRENTI, l’onere di designare la/e consorziata/e esecutrice/i comporta che le consorziate individuate come esecutrici devono dare la dimostrazione del possesso dei requisiti speciali richiesti per l’esecuzione contrattuale, con l’ulteriore precisazione che le consorziate designate esecutrici devono possedere una qualificazione minima, pari, quanto meno, al 10% di quella globalmente richiesta per partecipare.
    Va da sé che, quando l’esecutrice è una sola consorziata, essa stessa deve possedere i requisiti speciali nella misura del 100% (cfr. Consiglio di Stato, sez. IV, 07.04.2008, n. 1485).
    Nel caso di CONSORZIO STABILE, nell’ipotesi in cui il consorzio non esegua direttamente il servizio, ma designi una o più consorziate esecutrici, il possesso dei requisiti speciali in capo al medesimo consorzio non è sufficiente, in quanto le consorziate esecutrici devono possedere una qualificazione minima, pari, quanto meno, al 10% di quella globalmente richiesta per partecipare.
    Va da sé che, quando l’esecutrice è una sola consorziata, essa stessa deve possedere i requisiti speciali nella misura del 100% (cfr. Consiglio di Stato, sez. IV, 07.04.2008, n. 1485).
    Nell’ulteriore ipotesi in cui il Consorzio stabile, oltre ad aver individuato uno specifico consorziato per l’esecuzione della prestazione, si riservi di affidare l’esecuzione ad altre imprese consorziate, tutte devono essere in possesso dei requisiti speciali richiesti per l’esecuzione contrattuale, con l’osservanza delle suddette percentuali.
  • CONSORZIO FRA SOCIETA’ COOPERATIVE DI PRODUZIONE E LAVORO E CONSORZIO TRA IMPRESE ARTIGIANE:In osservanza dei principi di avvalimento, di costituzione delle ATI (in cui tutte le imprese raggruppate devono possedere i requisiti ai fini dell’esecuzione), e del più generale principio di par condicio e non discriminazione tra i concorrenti, anche al fine di una effettiva correttezza e idoneità ad eseguire il servizio, nell’ottica del buon andamento e imparzialità dell’azione amministrativa, il CONSORZIO FRA SOCIETA’ COOPERATIVE DI PRODUZIONE E LAVORO E CONSORZIO TRA IMPRESE ARTIGIANE deve dimostrare che la/e consorziata/e esecutrice/i possegga/no i requisiti speciali, richiesti per l’esecuzione del presente appalto. Il possesso dei requisiti economico finanziari e tecnici deve essere concretamente verificato in capo alle cooperative consorziate designate per svolgere in concreto il servizio da appaltare, considerate unitariamente e non singolarmente, non bastando che detti requisiti siano posseduti dal solo consorzio.
    Quindi nella ipotesi in cui la consorziata designata esecutrice possegga i requisiti speciali richiesti dal bando, il consorzio non è tenuto a dimostrare i medesimi; nell’ipotesi invece in cui la consorziata designata esecutrice non possegga in proprio i suddetti requisiti speciali, il consorzio è tenuto a dimostrare i requisiti, e, la consorziata designata esecutrice, per parte sua, è tenuta a comprovare, a questa stazione appaltante, che per l’esecuzione dell’appalto disporrà dei mezzi necessari e/o delle risorse necessarie attraverso l’istituto dell’avvalimento interno. Al riguardo, si precisa che la mera indicazione di un rapporto di partecipazione societaria, non è sufficiente di per sé a provare l’effettiva disponibilità dell’altrui capacità tecnica e finanziaria, occorrendo dimostrare concretamente e puntualmente la fruibilità delle risorse dell’impresa appartenente allo stesso gruppo societario, ai sensi dell’art. 49, comma 2, lett. g), d.lgs. 163/2006. 

4.2) AFFIDAMENTO DELL’ESECUZIONE DEL SERVIZIO A PROPRIO CONSORZIATO
In forza della sentenza del Consiglio di Stato n. 3477/2007 è vietato il sub affidamento a cascata delle prestazioni a proprie consorziate da parte di soggetti già indicati dal consorzio concorrente quali esecutrici delle prestazioni oggetto dell’appalto.

4.3) AVVALIMENTO (parte comune per lavori, servizie forniture)( art. 49 del codice dei contratti) 
Ai fini dell’avvalimento, il concorrente, in questa fase di partecipazione alla gara, dovrà quindi presentare a questa stazione appaltante (MODELLO 1 e MODELLO 2):

Un operatore economico singolo può, se del caso e in relazione alla presente gara, soddisfare la richiesta relativa al possesso dei requisiti di carattere economico-finanziario e tecnico-professionale, o di attestazione SOA avvalendosi dei requisiti di un altro soggetto definito per ciò stesso “ausiliario”.
Analogamente, un operatore economico consorziato o raggruppato può fare affidamento sulle capacità dei partecipanti al consorzio o raggruppamento stesso o di altri soggetti terzi, al fine di con

folder Affidamento gestione: Skate Park di via Giannotti

Data di attivazione: 17 dicembre 2010
Data di scadenza: 28 dicembre 2010 alle ore 12.00
Affidamento gestione: Skate Park di via Giannotti

Data di attivazione: 17 dicembre 2010
Data di scadenza: 28 dicembre 2010 alle ore 12.00

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
Provincia di Lucca
Affidamento gestione:
Skate Park di via Giannotti

Procedura Aperta

1.
Comune di Forte dei Marmi, Piazza Dante, 1 tel. 0584/2801 - Fax 0584-280246

2.
Procedura aperta per il giorno 29 dicembre 2010 alle ore 9 ad unico e definitivo incanto, ad offerte segrete, con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ai sensi della L.163/06, in base agli elementi indicati all’art.5 del capitolato

3.

  1. Luogo di esecuzione: Comune di Forte dei Marmi
  2. Affidamento della gestione di:
    Skate Park di via Giannotti
  3. Rimborso spese massimo soggetto a ribasso d’asta:
    € 2.400,00 annui
    Non sono ammesse offerte in aumento.
  4. Durata del contratto: anni 2 a decorrere dal 1/1/2011

4.
Informazioni: capitolato speciale presso l’Ufficio Servizi Sociali ( 0584/280228) e sul sito internet www.comunefdm.it

5.
Data limite di ricezione delle offerte: 28 dicembre 2010 ore 12 presso l'Ufficio Protocollo Generale.
Indirizzo: Comune di Forte dei Marmi – Ufficio Protocollo Generale, all’indirizzo di cui al punto 1.
Lingua: italiana.

6.
Apertura pubblica dei plichi: in un locale della Residenza Municipale, nel giorno e ora indicati al punto 2, solo relativamente all’ammissibilità. Il Presidente della Commissione Giudicatrice comunicherà ai partecipanti data, ora e luogo della seduta per l'apertura dell'offerta economica.

7.
L'aggiudicatario dovrà presentare entro 10 giorni dal ricevimento della richiesta da parte del Comune di Forte dei Marmi, cauzione definitiva pari al 10% dell'importo di aggiudicazione, che rimarrà vincolata per tutta la durata dell'appalto.

8.
Requisiti minimi: possono partecipare alla gara le associazioni iscritte all’albo regionale o all’albo della Provincia di Lucca delle Associazioni di Volontariato dal cui Statuto risulti che le attività di cui al presente servizio sono ricomprese tra le finalità dell’associazione medesima.

9.
Validità dell’offerta: 120 giorni

10.
Criteri di aggiudicazione: vedi articolo 5 capitolato Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta.

L’OFFERTA ECONOMICA in bollo, unica e non condizionata, contenente il ribasso percentuale unico offerto, in cifre e in lettere nonché l’indicazione del numero di partita I.V.A. e C.F.

DOCUMENTAZIONE tecnico-amministrativa richiesta, pena l’esclusione:

  • dichiarazione sostitutiva (in carta libera) successivamente verificabile, con firma del legale rappresentante e corredata da fotocopia di valido documento d’identità, indicante: 1) l’iscrizione all’albo regionale o all’albo della Provincia di Lucca delle Associazioni di Volontariato 2) l’inesistenza delle circostanze di esclusione dalle procedure di appalto di cui alla L.163/06; 3) di accettare tutte le condizioni che regolano il servizio 4) di espletare il servizio a mezzo di personale socio volontario oppure assunto alle proprie dipendenze o personale con contratto a progetto, sollevando da ogni obbligo e responsabilità per retribuzioni, contributi assicurativi e previdenziali, assicurazione infortuni, ecc.
  • copia dello Statuto da cui risulti che le attività di cui al presente servizio sono ricomprese tra le finalità dell’associazione medesima.

OFFERTA TECNICA in busta chiusa e sigillata dovrà contenere:

  1. dichiarazione sostitutiva resa ai sensi di legge dal legale rappresentante con cui si attestano i periodi di servizio per attività attinenti la presente selezione (per ciascun periodo dovrà indicarsi la P.A. committente, l’oggetto, la durata espressa in mesi)
  2. dichiarazione attestante la data di iscrizione all’Albo regionale o provinciale 

Avvertenza
L'offerta va presentata come segue
In una busta chiusa e sigillata sui lembi di chiusura devono essere contenute: una busta chiusa e parimenti sigillata contenente l'offerta economica; un'altra busta chiusa e parimenti sigillata contenente l’offerta tecnica ; la documentazione amministrativa .
La busta esterna, indicante a margine il nome della Associazione , deve recare la dicitura relativa all’oggetto della gara .

Indirizzo
Comune di Forte dei Marmi - Piazza Dante, 1 - 55042 FORTE DEI MARMI.
Le singole buste interne devono riportare le diciture indicanti il relativo contenuto ("offerta economica" l'una , "offerta tecnica” l'altra).
Si farà luogo all’esclusione dalla gara in caso di documentazione incompleta o irregolare. L’aggiudicatario dovrà provare entro 10 giorni quanto dichiarato, pena la decadenza.
Responsabile del procedimento: Dr.ssa Laura Quadrelli.
Spese contrattuali e conseguenti di pratica, sono a carico dell'aggiudicatario.

Forte dei Marmi, lì 

IL DIRIGENTE
Dr.ssa Laura Quadrelli

folder Affidamento in concessione servizio del merchandising del centenario del comune di Forte dei Marmi

Data di attivazione: 27 Dicembre 2013
Data di scadenza: 27 Gennaio 2014alle ore 12.30

Bando di gara per l'affidamento in concessione del servizio di merchandising del centenario del comune di Forte dei Marmi

folder Affidamento in concessione servizio di merchandising del centenario del comune di Forte dei Marmi

Data di attivazione: 25 Novembre 2013
Data di scadenza: 20 Dicembre 2013 alle ore 12.30

Bando di gara per l'affidamento in concessione del servizio di merchandising del centenario del comune di Forte dei Marmi

folder Affidamento in concessione servizio di merchandising del centenario del comune di Forte dei Marmi

Data di attivazione: 25 Novembre 2013
Data di scadenza: 20 Dicembre 2013 alle ore 12.30

Bando di gara per l'affidamento in concessione del servizio di merchandising del centenario del comune di Forte dei Marmi

folder Appalto del servizio di gestione del Bar presso la spiaggia attrezzata di Levante

Data di attivazione: 4 marzo 2013
Data di scadenza: 28 marzo 2013   12.30
Appalto del servizio di gestione del Bar presso la spiaggia attrezzata di Levante

Data di attivazione: 4 marzo 2013
Data di scadenza: 28 marzo 2013   12.30

folder Appalto del servizio di pulizia, sanificazione e disinfezione di uffici e impianti sportivi e di pulizia e custodia del mercato e del cimitero comunale per la durata di 4 anni

Data di attivazione: 5 settembre 2012
Data di scadenza: 8 novembre 2012 alle ore 12.00

Appalto del servizio di pulizia, sanificazione e disinfezione di uffici e impianti sportivi e di pulizia e custodia del mercato e del cimitero comunale per la durata di 4 anni

Con riferimento alla gara in oggetto si informa che, secondo quanto previsto dal disciplinare di gara, la commissione di gara darà lettura dei punteggi attribuiti alle singole offerte tecniche, procederà all'apertura delle buste contenti le offerte economiche (busta C) e, data lettura dei ribassi e delle riduzioni di ciascuna di esse, determinerà l'offerta economicamente più vantaggiosa, in seduta pubblica il giorno 14 gennaio 2013 alle ore 10,00 e seguenti, presso la sede comunale di piazza Dante n. 1 a Forte dei Marmi. 

Il presidente della commissione
Dr. Sergio Camillo Sortino

Con riferimento alla gara in oggetto si informa che, secondo quanto previsto dal disciplinare di gara, la commissione di gara darà lettura dei punteggi attribuiti alle singole offerte tecniche, procederà all'apertura delle buste contenti le offerte economiche (busta C) e, data lettura dei ribassi e delle riduzioni di ciascuna di esse, determinerà l'offerta economicamente più vantaggiosa, in seduta pubblica il giorno 14 gennaio 2013 alle ore 10,00 e seguenti, presso la sede comunale di piazza Dante n. 1 a Forte dei Marmi.

Con riferimento alla gara in oggetto si rende noto che la commissione procederà il giorno 20 novembre 2012 ore 9,30, presso la sede comunale di piazza Dante n. 1 a Forte dei Marmi,  in seduta pubblica, all'apertura delle buste B contenenti l'offerta tecnica che sarà valutata successivamente dalla sola commissione in seduta segreta per la relativa assegnazione dei punteggi.

folder Appalto per affidamento del servizio del trasporto disabili

Data di attivazione: 14 Novembre 2013
Data di scadenza: 06 Dicembre 2013 alle ore 12.30

Con riferimento alla procedura di gara in oggetto si informa che, secondo quanto previsto dal disciplinare di gara, la commissione di gara procederà a dare lettura dei punteggi attribuiti alle singole offerte tecniche, all'apertura delle buste contenti le offerte economiche determinando l'offerta economicamente più vantaggiosa, in seduta pubblica il giorno 12 dicembre 2013 ore 9,30 e seguenti, presso la sede comunale di piazza Dante n. 1 a Forte dei Marmi - Ufficio gare e contratti

folder Appalto per affidamento del servizio del trasporto disabili

Data di attivazione: 14 Novembre 2013
Data di scadenza: 06 Dicembre 2013 alle ore 12.30

Con riferimento alla procedura di gara in oggetto si informa che, secondo quanto previsto dal disciplinare di gara, la commissione di gara procederà a dare lettura dei punteggi attribuiti alle singole offerte tecniche, all'apertura delle buste contenti le offerte economiche determinando l'offerta economicamente più vantaggiosa, in seduta pubblica il giorno 12 dicembre 2013 ore 9,30 e seguenti, presso la sede comunale di piazza Dante n. 1 a Forte dei Marmi - Ufficio gare e contratti

folder Appalto per affidamento del servizio trasporto disabili

Data di attivazione: 25 Settembre 2013
Data di scadenza: 31 Ottobre 2013 alle ore 19.38

folder APPALTO PER L'AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI GESTIONE DEGLI ASILO NIDO COMUNALI

Data di attivazione: 10 Dicembre 2013
Data di scadenza: 07 Gennaio 2014 alle ore 12.30

folder Appalto per la gestione dei servizi cimiteriali per anni due

Data di attivazione: 21 Marzo 2013
Data di scadenza: 20 Aprile 2013 alle ore 12.30

folder avvisi esplorativi per manifestazione di interesse per concessione punto ristoro stadio e per servizio apertura, chiusura ecc dell'impianto sportivo di via Versilia

Termine di scadenza per la
presentazione delle manifestazioni di interesse per entrambe le
procedure: 23.08.2018 ore 12,30

folder Avviso d'asta pubblica per l'alienazione di immobili siti in Forte dei Marmi

Data di attivazione: 21 giugno 2011
Data di scadenza: 21 luglio 2011 alle ore 12.00
Il giorno 22 LUGLIO 2011, alle ore 9,00 presso la Sala Giunta della Sede Comunale, sita a Forte dei Marmi (LU) Piazza Dante n. 1, si procederà all’asta pubblica per l’alienazione di immobili siti sul territorio comunale, ad unico incanto ed a rialzo sul prezzo a base d’asta.

Data di attivazione: 21 giugno 2011
Data di scadenza: 21 luglio 2011 alle ore 12.00

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
PROVINCIA DI LUCCA

UFFICIO APPALTI E CONTRATTI 


AVVISO D’ASTA PUBBLICA PER L’ALIENAZIONE DI IMMOBILI SITI IN FORTE DEI MARMI

IL SEGRETARIO GENERALE

In esecuzione della delibera di CC n. 24 del 30.03.2011 e della propria determina n 702 del 08.06.2011

RENDE NOTO

che il giorno 22 LUGLIO 2011, alle ore 9,00 presso la Sala Giunta della Sede Comunale, sita a Forte dei Marmi (LU) Piazza Dante n. 1, si procederà all’asta pubblica per l’alienazione di immobili siti sul territorio comunale, ad unico incanto ed a rialzo sul prezzo a base d’asta.

ENTE APPALTANTE
COMUNE DI FORTE DEI MARMI – piazza Dante 1 – Forte dei Marmi

RESPONSABILE UNICO DEL PROCEDIMENTO
Segretario generale. dr. Sergio Camillo Sortino 

RESPONSABILE PROCEDIMENTO DI GARA
Giovanna Manzione 

REFERENTE TECNICO
Arch. Sandro Giannecchini 

DESCRIZIONE DEI BENI 
La destinazione d'uso degli immobili (aree) di proprietà comunale è specificata in relazione tecnica di stima e nelle schede tecniche redatte dal Settore Programmazione Territoriale, già allegate al Piano delle Alienazioni e Valorizzazioni (deliberazione C.C. n. 24 del 30.03.2011), visionabile anche presso il Settore Programmazione Territoriale del Comune (sito in località Vittoria Apuana, Piazza H. Moore), nell’orario di apertura al pubblico e riassunta nell’all. 1) al presente bando, qui sotto sinteticamente indicati. I Lotti n. 2 e n. 6 non presenti in questo avviso d'asta saranno oggetto di successiva pubblicizzazione.

LOTTO N. 1
Terreno distinto al N.C.T. del Comune di Forte dei Marmi al Foglio 17 mappale 724 - Via Raffaelli di complessivi mq 1.000 - Valore di stima a base d’asta in Euro 700.000,00 (euro settecentomila/zerozero).
N.B. - L’area deve essere oggetto di frazionamento ed il prezzo di stima deve intendersi a corpo.

LOTTO N. 3
Terreno distinto al N.C.T. del Comune di Forte dei Marmi al Foglio 1 mappale 1244 - Via Ariosto - di complessivi mq 2.402 - Valore di stima a base d’asta in Euro 1.400.000,00 (euro unmilionequattrocentomila/zerozero).
N.B. - L’area deve essere oggetto di frazionamento per strada di accesso con diritto di passo carrabile a servizio dei mappali 1242 e 1243 ed il prezzo di stima deve intendersi a corpo.

LOTTO N. 4
Terreno distinto al N.C.T. del Comune di Forte dei Marmi al Foglio 17 mappale 794 - Via XX Settembre - di complessivi mq 1.530 - Valore di stima a base d’asta in Euro 1.071.000,00 (euro unmilionezerosettantunomila/zerozero).

LOTTO N. 5
Terreno distinto al N.C.T. del Comune di Forte dei Marmi al Foglio 1 mappale 683 - Via G. Cesare-O.Rosai - di complessivi mq 1.130 - Valore di stima a base d’asta in Euro 791.000,00 (euro settecentonovantunomila/zerozero).

LOTTO N. 7
Terreno distinto al N.C.T. del Comune di Forte dei Marmi al Foglio 9 mappale 1037 (porzione) - Via Togliatti - di complessivi mq 1.130 - Valore di stima a base d’asta in Euro 649.750,00 (euro seicentoquarantanovemilsettecentocinquanta/zerozero).
N.B. - L’area deve essere oggetto di frazionamento per strada di progetto ed il prezzo di stima deve intendersi a corpo.

LOTTO N. 8
Terreno distinto al N.C.T. del Comune di Forte dei Marmi al Foglio 1 mappali 1287 – Via Civitali -di complessivi mq 270 - Valore di stima a base d’asta in Euro 216.000,00 (euro duecentosedicimila/zerozero).

LOTTO N. 9
Terreni distinti al N.C.T. del Comune di Forte dei Marmi al Foglio 1 mappali 1289 – Via Civitali -
di circa mq 810 - Valore di stima a base d’asta in Euro 648.000,00 (euro seicentoquarantottomila/zerozero).

Si rammenta che tutte le spese derivanti dalla presente procedura d’asta sono a carico dell’aggiudicatario.

CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE

La gara si svolgerà secondo quanto previsto dal R.D. 23/5/1924 n. 827, all’articolo 73 comma 1 lettera c) e dal vigente Regolamento comunale, mediante offerte per schede segrete da confrontarsi poi con il prezzo base indicato nell'avviso d'asta, con offerte pari o in rialzo sul prezzo base, per ogni singolo lotto. Ogni interessato potrà partecipare per uno o più lotti.

L’aggiudicazione di ogni lotto avviene in via provvisoria a favore del concorrente che avrà presentato l’offerta più elevata rispetto al prezzo a base d’asta indicato al precedente punto per ogni singolo lotto e dopo la verifica documentale si procederà all’assegnazione definitiva.

SI PRECISA CHE NON SI PROCEDERA’ A GARA DI MIGLIORIA DELLE OFFERTE PERVENUTE (AI SENSI DELL’ ART. 84 DEL RD 827/1924) E PERTANTO L’ASTA SARA’ AD UNICO INCANTO

Il prezzo di alienazione di ogni lotto sarà determinato quindi, a seguito della migliore offerta formulata dai partecipanti per ogni lotto in vendita.

Si procederà all'aggiudicazione anche qualora venga presentata una sola offerta valida.

Quando due o più concorrenti avanzino la stessa offerta ed essa sia valida, si procede, nella medesima seduta, ad una licitazione fra essi soli. Colui che risulta maggior offerente è dichiarato aggiudicatario. Ove i concorrenti che hanno prodotto la stessa offerta, o uno di essi, non fossero presenti, l’aggiudicatario verrà scelto tramite sorteggio.

Dell'esito della gara sarà redatto regolare processo verbale. Il verbale di gara non tiene luogo nè ha valore di contratto. Gli effetti traslativi si produrranno al momento della stipula del contratto di compravendita. L'ente, pertanto, non assumerà verso l'aggiudicatario alcun obbligo se non dopo la stipula del contratto. Gli offerenti non potranno avanzare alcuna pretesa nei confronti dell'ente per il mancato guadagno o per i costi sostenuti per la presentazione dell'offerta.

CONDIZIONI CHE REGOLANO L’ALIENAZIONE

  1. Gli immobili verranno venduti nelle condizioni di fatto e di diritto in cui si trovano e come posseduti dal Comune di Forte dei Marmi, con tutte le servitù attive e passive, tanto apparenti quanto non apparenti, canoni, censi ed oneri, anche se non indicati nella descrizione e con tutti i pesi che vi fossero inerenti.
  2. La vendita sarà fatta a corpo e non a misura, allo stesso titolo e nello stato e forma in cui l’immobile appartiene al Comune di Forte dei Marmi ed, inoltre, a norma dell’articolo 1488, secondo comma, del Codice civile.
  3. Non vi sarà luogo ad azione per lesione, né aumento o diminuzione di prezzo, per qualunque materiale errore nella descrizione del bene posto in vendita o nella determinazione del prezzo d’asta, nell’indicazione della superficie, dei confini, dei numeri di mappa e coerenze, sebbene eccedente la tolleranza stabilita dalla legge, dovendosi intendere come espressamente dichiarato dal concorrente di ben conoscere il bene nel suo valore e in tutte le sue parti.
  4. L’alienazione di cui al presente bando è fuori campo IVA, pertanto gli acquirenti oltre alle spese di stipula dell’atto per rogito del Segretario generale del Comune saranno soggetti all’imposta di registro pari al 11% del valore d’atto.
    Oltre alle modalità d’asta ed alle condizioni descritte nei precedenti punti del presente avviso, l’alienazione immobiliare in argomento sarà regolata da tutte le altre norme e condizioni contenute nel Regio Decreto 23 maggio 1924, n. 827, dalle norme del Codice Civile e dal Regolamento Comunale per l’Alienazione degli Immobili di proprietà Comunale.
  5. L'offerta si considera vincolante per l'offerente ed irrevocabile dalla sua presentazione fino al 90° (novantesimo) giorno successivo all'aggiudicazione.

Le offerte hanno natura di proposta irrevocabile e non sono ammesse, oltre il termine di scadenza, offerte sostitutive modificative, migliorative od aggiuntive.

OFFERTA E DOCUMENTAZIONE

I concorrenti, per partecipare alla gara, dovranno far pervenire un plico ANONIMO (SENZA ALCUNA INDICAZIONE DEL MITTENTE) accuratamente sigillato, da indirizzarsi come segue: “COMUNE DI FORTE DEI MARMI – P.zza Dante 1 - 55042 FORTE DEI MARMI (LU)”

All’esterno il plico anonimo, oltre all’indirizzo, dovrà riportare esclusivamente la seguente dicitura: 

“Offerta asta pubblica per l’alienazione di immobili siti in Forte dei Marmi”

  1. La domanda di partecipazione ed i relativi allegati;
  2. Una o più buste contenenti l’offerta o le offerte.

Il plico ANONIMO contenente la documentazione e l’offerta/e deve essere recapitato, a pena di esclusione e con rischio a carico del concorrente, all’Ufficio Protocollo del Comune di Forte dei Marmi, piazza Dante 1, entro il termine perentorio delle ore 12.00 del giorno 21 LUGLIO 2011

Le offerte che, per qualsiasi ragione, non esclusa la forza maggiore o il fatto di terzi, dovessero pervenire a destinazione oltre l’anzidetto termine, OPPURE PRESENTASSERO ESTERNAMENTE L’INDICAZIONE DEL MITTENTE, non saranno prese in alcun modo in considerazione.

Farà fede esclusivamente il timbro protocollo del Comune per certificare l’orario e la data di arrivo.

DOCUMENTI DA INSERIRE NEL PLICO ANONIMO

1) La domanda di partecipazione ed i relativi allegati

La domanda di partecipazione all’asta dovrà essere presentata compilando l’apposito modulo partecipazione (All. 2) debitamente sottoscritta in modo leggibile dall’offerente, dal procuratore speciale o dal legale rappresentante (se persona giuridica) apponendo la marca da bollo di legge (€ 14,62).

Dovrà contenere, pena l’esclusione, tutti i sottoindicati elementi:

a1) per le persone fisiche: l’indicazione del nome, cognome, data e luogo di nascita, residenza e codice fiscale del concorrente;

a2) per le persone giuridiche (società od altro ente): l’indicazione dell’esatta denominazione o ragione sociale della società od Ente quale risulta dai Registri Pubblici previsti dalla legge presso la Camera di Commercio o la Cancelleria del Tribunale oppure dall’Atto costitutivo, la sede ed il numero di codice fiscale della società o dell’ente, l’indicazione di nome, cognome, luogo e data di nascita e codice fiscale del legale rappresentante. Ove intervenga un procuratore speciale dovrà inoltre essere allegata la procura in forma di atto pubblico o scrittura privata autenticata in originale o copia conforme;

b) individuazione del lotto o dei lotti per cui si intende formulare l’offerta;

c) autocertificazione (ai sensi del DPR 445/2000) con cui l’offerente dichiara:

  • di non essere interdetto, inabilitato, fallito o sottoposto ad altra procedura concorsuale e che a suo carico non sono in corso procedure per la dichiarazione di alcuno di tali stati;
  • di non aver riportato condanne penali che comportino la perdita o sospensione della capacità di contrarre con la Pubblica Amministrazione;
  • per le imprese: che l’impresa è in regola con gli obblighi di cui alla legge n. 68/1999 (diritto al lavoro disabili) o che la stessa non è soggetta a tali obblighi;
  • di non trovarsi (personalmente, impresa o persona che si rappresenta) nelle cause di divieto, decadenza, sospensione di cui all’art. 10 della legge n. 575/1965 e s.m.i. (leggi antimafia);
  • di conoscere ed accettare senza riserve il presente bando;
  • di aver verificato lo stato dei luoghi, di fatto e di diritto, in cui si trovano gli immobili oggetto dell’offerta anche in relazione alla situazione amministrativa, catastale, edilizia, urbanistica e di accettare tale stato di fatto e di diritto, esonerando il Comune da qualsiasi responsabilità al riguardo ed assumendo a proprio carico ogni possibile pregiudizio cha anche solo parzialmente sia riconducibile ai predetti stati o situazioni.

Alla domanda dovranno essere OBBLIGATORIAMENTE allegati, a pena di esclusione, i seguenti documenti:

  • Copia fotostatica non autenticata di un documento di identità personale (in corso di validità) del firmatario della domanda;
  • Procura speciale con le modalità sopra indicate (nel caso di intervento di un procuratore speciale);
  • Assegno/i circolare/i (in caso di più lotti) di valore corrispondente al 10% dell’importo a base d’asta quale deposito cauzionale;

Tutta la documentazione richiesta, a pena di esclusione, dovrà essere inserita nel plico ANONIMO trasmesso al protocollo dell’ente. Il plico, al suo interno, oltre alla documentazione necessaria alla partecipazione ed alla cauzione provvisoria, dovrà contenere anche la busta o le buste sigillate contenenti le offerte per i singoli lotti.


2) L’ offerta economica

L’offerta economica o le offerte economiche, in bollo, dovranno essere redatte in lingua italiana - utilizzando il modello indicato (All. 3) - sottoscritta/e per esteso ed in modo leggibile (dal concorrente o da un soggetto avente il potere di rappresentare e impegnare legalmente l’acquirente) e presentare:

  1. generalità dell’offerente;
  2. lotto per cui viene presentata l’offerta;
  3. prezzo offerto in cifre ed in lettere: in caso di divergenze tra il prezzo indicato in lettere e quello indicato in cifre, sarà ritenuta valido quello più vantaggioso per l’ente.
  4. recapiti dell’offerente (indirizzo, telefono, fax, mail) per le comunicazioni che si rendessero necessarie.

Si rammenta nuovamente che la mancata od incompleta indicazione dei dati richiesti e la mancanza dei documenti richiesti determinerà l’esclusione dalla gara.

Si farà luogo, altresì, ad esclusione, qualora l’offerta presentata rechi cancellazioni, aggiunte o correzioni, salvo che le stesse non siano espressamente approvate con postilla firmata dallo stesso sottoscrittore dell’offerta.

L’offerta o le offerte dovranno essere inserite in singole buste chiuse, accuratamente sigillate, recanti all’esterno la dicitura: 

“Offerta economica per il lotto n._____ ”

ATTENZIONE: 

  • Nel caso in cui uno stesso soggetto voglia concorrere per più lotti, dovrà inserire nel plico anonimo tante buste sigillate (contenenti le singole offerte) quanti sono i lotti di interesse.
  • Le offerte economiche dovranno essere di importo pari o superiore al prezzo posto a base d’asta. Si procederà all’aggiudicazione anche in caso di una sola offerta pervenuta per ogni singolo lotto. 

3) Deposito cauzionale

Per partecipare alla gara dovrà essere allegato, a pena di esclusione, assegno/i circolare intestato/i all’ente emesso/i da soggetto abilitato all’esercizio del credito, ai fini della costituzione della cauzione provvisoria, pari a un decimo del valore posto a base di gara per ogni lotto d’interesse.

Tale assegno a deposito verrà restituito, senza corresponsione di interessi, ai non aggiudicatari, entro e non oltre 5 (cinque) giorni dall'approvazione dell'aggiudicazione.

Nel caso di più offerte si dovranno fare assegni distinti e separati.

ESPERIMENTO DELL’ASTA

All’apertura dei plichi pervenuti nei termini, si procederà pubblicamente il giorno: 
22 luglio ore 9,00 presso la Sala Giunta della Sede Comunale, sita a Forte dei Marmi (LU).

Il Presidente della Commissione (Segretario Generale) assistito da 2 testimoni e da un addetto dell'ufficio Appalti e Contratti, procederà dapprima alla verifica formale dei plichi anonimi e successivamente, dopo la loro apertura, procederà alla verifica documentale ed alla conseguente ammissione dei partecipanti. Indi, seduta stante, procederà all’apertura delle buste contenenti le offerte pervenute per ciascun lotto ed alla aggiudicazione degli stessi. 

La gara è pubblica e chiunque può presenziare allo svolgimento delle operazioni.

L’aggiudicazione provvisoria verrà dichiarata seduta stante, per ciascun lotto, nei confronti dell’offerta segreta più alta o almeno pari all’importo a base d’asta. In caso di offerte di pari importo sullo stesso lotto si procederà come sopra indicato, ai sensi del vigente regolamento comunale.

L’aggiudicazione definitiva, dopo le verifiche documentali, avverrà a cura del responsabile del procedimento e la rappresentanza legale dell’ente alla stipula dell’atto di vendita è attribuita al dirigente dell’Ufficio Patrimonio, inserito nel Settore 4° - Programmazione Finanziaria.

Non è prevista alcuna successiva gara di miglioria delle offerte.

ELABORATI DI GARA

Il presente avviso d’asta è disponibile sul sito Internet comunale www.comune.fortedeimarmi.lu.it e sarà pubblicato all’Albo pretorio comunale e di quello dei Comuni della Versilia, sul B.U.R.T. e su almeno 2 quotidiani a diffusione nazionale e su 2 a diffusione locale. 

Tutti gli atti sono in libera visione presso l'Ufficio Appalti e Contratti ed anche presso l’Ufficio Urbanistica del Comune di Forte dei Marmi.

CONTRATTO DI COMPRAVENDITA E PAGAMENTI

Entro sessanta giorni dall’aggiudicazione definitiva dell’immobile, l’aggiudicatario dovrà firmare il relativo contratto di compravendita innanzi al Segretario generale del Comune a proprie spese.

Il versamento del prezzo di vendita, opportunamente decurtato dell’importo della relativa cauzione, dovrà avvenire da parte dell’aggiudicatario prima della stipulazione dell’atto pubblico di compravendita in numerario presso la tesoreria comunale ovvero per mezzo di assegno circolare intestato all’ente. 

Dalla Casa Comunale, lì 21.06.2011

Il Responsabile Ufficio Appalti e contratti             Il Segretario Generale 
Giovanna Manzione                                           Dr. Sergio Camillo Sortino

folder Avviso di asta pubblica per la locazione di porzione di immobile comunale sito in Forte dei Marmi via Carducci angolo Piazza Marconi denominato palazzo Quartieri

ESPERIMENTO DELL'ASTA:

L'asta sarà esperita, in seduta pubblica, presso la Sala Giunta del Municipio di Forte dei Marmi (LU) - Piazza Dante 1, alle ore 10,0 del giorno 27 ottobre 2015

folder Avviso di gara a procedura aperta per l'affidamento del servizio di gestione dei centri estivi 2013

Data di attivazione: 22 Aprile 2013
Data di scadenza: 14 Maggio 2013 alle ore 12.30

folder avviso di indagine di mercato

Data di attivazione: 30 Luglio 2013
Data di scadenza: 20 Agosto 2013alle ore 12.00

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
3° SETT. FINANZIARIO\\Personale
PIAZZA DANTE, 1 - 55042 FORTE DEI MARMI - C.F. e P.I. 00138080460
TEL. 0584/2801 - FAX 0584/280246

N. 717 DATA
29/07/2013 RACCOLTA DELLE DETERMINAZIONI PRESSO LA SEGRETERIA GENERALE

DETERMINAZIONE N. 717 del 29/07/2013

OGGETTO: INDIVIDUAZIONE DI SOCIETA’ QUALIFICATE PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REDAZIONE DEL PIANO DELLA PERFORMANCE – PESATURA DELLE POSIZIONI ECONOMICHE DEL PERSONALE DIRIGENZIALE E DIPENDENTE SUPORTO NELLA STESURA DEL NUOVO SISTEMA DI VALUTAZIONE E SISTEMA PREMIALE DEL COMUNE COSTITUZIONE FONDI SALARIO ACCESSORIO DIRIGENTI E PERSONALE NON DIRIGENTE

IL SEGRETARIO GENERALE


Vista la delibera del C.C. N. 41 del 4 luglio 2013, immediatamente esecutiva, con la quale sono stati approvati il Bilancio di Previsione 2013, il Bilancio Pluriennale 2013/2015 e la Relazione Previsionale e Programmatica;
Visto che la Giunta Comunale, con delibera n. 261 del 18 luglio 2013, ha approvato il P.E.G. finanziario per l’anno 2013: attribuzione di Risorse di Entrata e di spesa ai responsabili di servizio per gli effetti di cui al D.Lgs. 267/2000 (TUEL);
vista la delibera della Giunta Comnale n. 273 del 29/912 avente per oggetto ulteriore modifica alla propria deliberazione n. 69 del 10 marzo 2010 relativa ai criteri di pesatura delle posizioni con la quale fra l’altro si dava mandato al Segretario Generale di valutare la possibilità di individuare una ditta specializzata alla verifica dei carichi di lavoro ed alla pesatura della tecnostruttura al fine di addivenire nell’anno 2013 ad un nuovo sistema di valutazione complessiva del personale in lenea con i nuovi disposti normativi vigenti;
visto il Regolamento Comunale per l’esecuzione in economia dei contratti approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 7 del 9 marzo2010 e modificato con delibera del Consiglio Comunale n. 83 dellundici ottobre 2011;
Visto l’art. 7 lettera B) MODALITA’ DI SCELTA DEL CONTRAENTE del suddetto Regolamento in economia dei contratti approvato con deliberazione del Consiglio Comunale n. 7 del 9 marzo2010 e modificato con delibera del Consiglio Comunale n. 83 dellundici ottobre 2011 per un importo fino a 40.000,00 (IVA reclusa) è consentito l’affidamento diretto ad una ditta avente le caratteristiche richieste;
visto l’avviso di indagine di mercato allegato alla presente determinazione

DETERMINA
Per quanto meglio espresso in premessa
Di approvare l’avviso di indagine di mercato allegato alla presente determinazione per L’INDIVIDUAZIONE DI SOCIETA’ QUALIFICATE PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REDAZIONE DEL PIANO DELLA PERFORMANCE – PESATURA DELLE POSIZIONI ECONOMICHE DEL PERSONALE DIRIGENZIALE E DIPENDENTE SUPORTO NELLA STESURA DEL NUOVO SISTEMA DI VALUTAZIONE E SISTEMA PREMIALE DEL COMUNE COSTITUZIONE FONDI SALARIO ACCESSORIO DIRIGENTI E PERSONALE NON DIRIGENTE

IL SEGRETARIO GENERALE IL RESPONSABILE DEL PERSONALE

Dalla Casa Comunale, lì 29.7.2013

N.

AVVISO DI INDAGINE DI MERCATO

(Decreto Legislativo n°163/2006 e s.m.i.; Regolam. interno lavori, servizi e forniture in economia vigente)

PER L’INDIVIDUAZIONE DI SOCIETA’ QUALIFICATE PER L’AFFIDAMENTO DEL SERVIZIO DI REDAZIONE DEL PIANO DELLA PERFORMANCE – PESATURA DELLE POSIZIONI ECONOMICHE DEL PERSONALE DIRIGENZIALE E DIPENDENTE SUPORTO NELLA STESURA DEL NUOVO SISTEMA DI VALUTAZIONE E SISTEMA PREMIALE DEL COMUNE COSTITUZIONE FONDI SALARIO ACCESSORIO DIRIGENTI E PERSONALE NON DIRIGENTE


Questo Comune intende provvedere all’individuazione di un soggetto qualificato nel settore di riferimento cui affidare il servizio in oggetto.

L’attività richiesta deve essere conclusa entro al massimo un anno (12 mesi) dall’affidamento ma deve essere progettata e realizzata per “fasi” in modo da permettere al Comune di utilizzare i nuovi sistemi di pesatura dei Dirigenti e delle Posizioni Organizzative già a partire dall’anno 2014.

All’affidatario è attribuita la titolarità del corrispettivo definito in sede di aggiudicazione.

Si invitano le società qualificate ad inviare al Comune di Forte dei Marmi, entro il giorno 20 AGOSTO 2013, ore 12:00, UNA BUSTA con all’interno:
1) curriculum societario;
2) progetto operativo;
3) ulteriore busta contenente la offerta economica dettagliata per le varie fasi dell’incarico;

Sulla busta trasmessa dovrà essere indicata la dizione “NON APRIRE - CONTIENE PROGETTO ED OFFERTA ECONOMICA SERVIZIO REDAZIONE PIANO PERFORMANCE E PESATURA DIRIGENTI”

L’indagine di mercato preventiva viene avviata a scopo esclusivamente esplorativo (nel rispetto dei principi di economicità, efficacia, imparzialità, trasparenza, adeguata pubblicità, non discriminazione, parità di trattamento, mutuo riconoscimento, proporzionalità) e pertanto non vincola in alcun modo l’Amministrazione Comunale con gli operatori che hanno manifestato il loro interesse.

L’Ufficio Personale in caso di trasmissione di offerte ritenute interessanti valuterà progetti, curriculum ed offerte economiche inviati entro e non oltre i termini su indicati (a pena di esclusione) attribuendo alle offerte ed alla documentazione trasmessa i seguenti punteggi di massima:
1) max 60 punti al progetto;
2) max 10 punti al curriculum;
3) max 40 punti all’offerta economica.

Al termine della valutazione l’affidamento dell’incarico potrà avvenire ai sensi dell’art. 125 del Codice dei Contratti e del Regolamento Comunale per l’affidamento di lavori, forniture e servizi in economia (al di sotto della soglia di € 40.000).

I dati forniti dai soggetti proponenti verranno trattati, ai sensi del D.Lgs 196/2003 e s.m.i, esclusivamente per le finalità connesse all’espletamento della suddetta procedura.

Per qualsiasi informazione gli interessati potranno rivolgersi al Rag. Cesare Destro telefono 0584280203.

Il presente avviso è consultabile sul sito internet dell’ente.


IL SEGRETARIO GENERALE IL RESPONSABILE DEL PERSONALE

=======================================================================================
La presente determinazione:
__
|__| anche ai fini della pubblicità degli atti e della trasparenza amministrativa sarà pubblicata all’Albo Pretorio on line per 15 giorni consecutivi ai sensi dell’art. 32, comma 1, della legge 18.06.2009 n. 69;
__
|__| esecutiva di precedente atto, non è soggetta a pubblicazione all’albo pretorio ed avrà esecuzione dopo il suo inserimento nella raccolta di cui all’art. 183, comma 9, del D.Lgs18 agosto 2000, n. 267 e successive modificazioni;
__
|__| non comportando impegno di spesa, non sarà sottoposta al visto del responsabile del servizio finanziario e diverrà esecutiva dopo il suo inserimento nella raccolta di cui all’art. 183, comma 9, del D.Lgs18 agosto 2000, n. 267;
__
|__| comportando impegno di spesa sarà trasmessa al responsabile del servizio finanziario e diverrà esecutiva
con l’apposizione del visto di regolarità contabile attestante la copertura finanziaria.
A norma dell’art. 8 della legge n. 241/1990, si rende noto che responsabile del procedimento è Sortino Dott. Sergio Camillo e che potranno essere richiesti chiarimenti anche a mezzo telefono 0584-2801.

folder Avviso di selezione pubblica

Data di attivazione: 8 marzo 2012
Data di scadenza: 31 marzo 2012 alle ore 12.00
AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA
Il Comune di Forte dei Marmi intende promuovere l’utilizzo dell’acqua pubblica attraverso l’installazione di case dell’acqua

Data di attivazione: 8 marzo 2012
Data di scadenza: 31 marzo 2012 alle ore 12.00

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
(Provincia di Lucca) 

Piazza Dante , 1 55042 Forte dei Marmi – Lucca
C.F. e P.I. 00138080460 tel. 0584/2801 Fax 0584/280247

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA

Il Comune di Forte dei Marmi intende promuovere l’utilizzo dell’acqua pubblica attraverso l’installazione di case dell’acqua, al fine di perseguire i seguenti vantaggi :

  • rispetto per l’ambiente: si favorisce la riduzione di anidride carbonica e petrolio dovuti alla produzione del PET e un'ulteriore riduzione di anidride carbonica provocata dalle emissioni dei gas di scarico dei TIR che trasportano le bottiglie in plastica,
  • economicità: i cittadini possono avere un risparmio significativo rispetto all'acquisto di acqua minerale in bottiglia, senza contare la riduzione dei costi di smaltimento delle materie plastiche.


L’Amministrazione Comunale intende individuare un’azienda specializzata nel settore per la installazione di una o più case dell’acqua sul territorio comunale.
Le ditte interessate dovranno presentare la propria proposta allegando:

  1. il progetto dell’impianto
  2. i tempi di fornitura e di installazione dell’impianto di produzione e distribuzione dell’acqua
  3. la qualità dell’acqua fornita
  4. la localizzazione della fontana ecologica
  5. il piano tecnico finanziario
  6. il piano di manutenzione gestione e controllo dell’impianto
  7. le foto illustrative

e tutto ciò che riterranno opportuno e necessario per illustrare la loro proposta.

Condizione necessaria per la partecipazione alla selezione è che non Vi sia nessun onere economico per il Comune ovvero che la progettazione, realizzazione, organizzazione e gestione del progetto sia totalmente a carico dell’azienda, ivi compresi gli allacci ENEL e GAIA ed i relativi consumi.

Il criterio di scelta dell’Offerente
Le varie offerte saranno valutate assegnando un punteggio max di punti 100 in maniera proporzionale ai dati forniti secondo i seguenti parametri:

  1. verifica fattibilità della proposta avanzata: max p. 10
  2. costo all’utente dell’acqua erogata al lt.: max p.30
  3. numero di fontane che si intende installare: max. p. 30
  4. numero di anni oltre il quale l’impianto verrà ceduto gratuitamente all’Ente che avrà la facoltà di decidere se continuare o meno ad avvalersi della collaborazione del soggetto proponente per la gestione dell’impianto : max p.30


Le aziende interessate dovranno presentare le proprie proposte in busta chiusa all’ufficio protocollo del Comune di Forte dei Marmi (P.za Dante, 1 – 55042 Forte dei Marmi) entro e non oltre le ore 12,30 del giorno 31 marzo 2012 riportando sul plico la seguente dicitura: “Avviso di selezione pubblica per installazione casa dell’acqua”.

Forte dei Marmi, lì 08.03.2012

Il Dirigente Servizi al Cittadino
Dr.ssa Laura Quadrelli

folder Avviso di vendita beni immobili

Data di attivazione: 28 Agosto 2013
Data di scadenza: 30 Settembre 2013 alle ore 12.30

folder Avviso per ricerca sponsor

Il termine di scadenza per la presentazione delle domande è il
14 luglio 2018 alle ore 12,30

folder Avviso per richieste per partecipazione a 'Estate al Forte 2018'

Gli interessati potranno presentare domanda secondo le modalità indicate nel bando dal 16 maggio al 26 maggio - ore 12,30

folder AVVISO PUBBLICO CALENDARIO ANNUALE MOSTRE MERCATO E ATTIVITA' FIERISTICHE SU SUOLO PUBBLICO - ANNO 2017

I soggetti interessati a partecipare debbono presentare domanda secondo le modalità indicate nell'avviso entro le ore 12,30 del 29 ottobre 2016.

folder Avviso pubblico per formazione elenco di professionisti per conferimento incarichi di servizi attinenti l'architettura e l'ingegneria di importo inferiore a 100.000,00 euro ai sensi degli artt. 90-91 del D. Lgs. 163/2006

Data di attivazione: 11 gennaio 2012
Data di scadenza: 25 febbraio 2012   12.00
AVVISO PUBBLICO PER FORMAZIONE ELENCO DI PROFESSIONISTI PER CONFERIMENTO INCARICHI DI SERVIZI ATTINENTI L’ARCHITETTURA E L’INGEGNERIA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO AI SENSI DEGLI ARTT. 90- 91 DEL D. LGS. 163/2006.

Richieste chiarimenti del 08/02/2012
Viene chiesta quale sia la data da indicare sui plichi.
Il plico deve contenere la dicitura AVVISO PUBBLICO DEL...  
La data da indicare è quella di scadenza di ciascun avviso

Data di attivazione: 11 gennaio 2012
Data di scadenza: 25 febbraio 2012   12.00
AVVISO PUBBLICO PER FORMAZIONE ELENCO DI PROFESSIONISTI PER CONFERIMENTO INCARICHI DI SERVIZI ATTINENTI L’ARCHITETTURA E L’INGEGNERIA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO AI SENSI DEGLI ARTT. 90- 91 DEL D. LGS. 163/2006.

Chiarimenti

Richieste chiarimenti.

E’ stato richiesto se deve essere presentato uno o più allegati N e quanti allegati O.
Si precisa che è sufficiente presentare un allegato N unico ed un massimo di 5 allegati O per ogni settore  per cui si propone la richiesta.

Si richiede quale sia la scheda delle Referenze personali.
La scheda delle referenze personali   è l’allegato O.

Si richiede quali siano il riferimento ai quadri n.1, n.2 …
Il riferimento corrisponde ai riquadri sugli stampati.

Viene richiesto se è possibile, in fase di domanda precisare, all’interno dei settori indicati, la richiesta di partecipazione solo per alcune tipologie.
SI.  la richiesta di iscrizione può essere limitata a specifiche attività purché inserite nell’elenco di cui all’allegato O o nell’avviso.

  • Può essere prescelta sia la sola categoria di importi inferiori a 40.000,00 euro che la sola categoria fra 40.000,00 e 100,000,00 che ambedue, occorre comunque avere i requisiti necessari per la/le categorie richieste (es. fatturato globale, …).
  • Gli allegati O ed N sono quelli del codice dei contratti a cui fare riferimento per la compilazione.
  • Non possono essere modificati i settori di intervento.
  • In questa fase di procedura non è prevista l’iscrizione nell’elenco di ATP non costituite.

 

Il dirigente ll.pp.
Dott. Ing. Gabriele Borri

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
(Provincia di Lucca) 

Piazza Dante, 1 55042 Forte dei Marmi – Lucca
C.F. e P.I. 00138080460 Tel. 0584/280258/224 
Fax 0584/280218
SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI 


AVVISO PUBBLICO PER FORMAZIONE ELENCO DI PROFESSIONISTI PER CONFERIMENTO INCARICHI DI SERVIZI ATTINENTI L’ARCHITETTURA E L’INGEGNERIA DI IMPORTO INFERIORE A 100.000,00 EURO AI SENSI DEGLI ARTT. 90- 91 DEL D. LGS. 163/2006.

1 - OGGETTO DELL’AVVISO
Il Comune di Forte dei Marmi, in relazione al programma triennale delle opere pubbliche, all’attività istituzionale dell’Ente e nell'ottica della semplificazione e celerità dell'azione amministrativa, intende procedere alla formazione di un elenco di professionisti esterni all’Amministrazione stessa, cui affidare incarichi professionali nell’ambito dei servizi attinenti
l’architettura e l’ingegneria ai sensi dell’ art. 90 e seguenti del D.Lgs. 163/2006 e degli art. 6 e 7 del Regolamento Comunale per l'esecuzione in economia dei contratti.
Gli incarichi avranno ad oggetto la progettazione, il coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione, la direzione lavori, il collaudo, le attività tecniche connesse alla progettazione, le attività di aggiornamento e variazione catastale, le attività di supporto tecnico all’ attività del responsabile del procedimento, di importo inferiore a € 100.000,00.
I predetti incarichi potranno prevedere anche singolarmente l'espletamento della Direzione dei Lavori, delle attività di Coordinatore per la Sicurezza in fase di Progettazione e di Coordinatore per la Sicurezza in fase di Esecuzione nonché prestazioni accessorie, secondo quanto stabilito dalla normativa vigente.
Classi di importo: Classe 1 fino a Euro 39.999,00; classe 2 da Euro 40.000,00 fino a Euro
100.000,00; 
I settori oggetto di incarico, per ciascuno dei quali verranno formati due elenchi per classi di importo, sono di seguito riportati:

N. Settore di intervento

  1. Opere di edilizia/architettura – classe I cat. a) b) c) d)
  2. Opere di edilizia/architettura su beni sottoposti a tutela – classe I cat. e)
  3. Opere di carattere strutturale – classe I cat. f) g)
  4. Opere impiantistiche di carattere meccanico o termo-idraulico – classe III cat. a) b)
  5. Opere di impiantistica elettrica – classe III cat. c)
  6. Opere stradali – classe VI cat. a) b)
  7. Impianti per provvista, condotta, distribuzione acqua e fognature urbane – classe VIII
  8. Studi e indagini geologiche, geotecniche e geognostiche
  9. Coordinamento della sicurezza in fase di progettazione e di esecuzione ai sensi del D.Lgs. 81/08
  10. Collaudo statico e tecnico-amministrativo
  11. Collaudo impiantistico
  12. Rilievi topografici ed edilizi, frazionamenti e pratiche catastali, stime e perizie, procedure espropriative
  13. Pratiche di prevenzione incendi e agibilità edifici pubblici e luoghi di pubblico spettacolo
  14. Opere ambientali, di ingegneria naturalistica e studi di impatto ambientale
  15. Analisi e certificazioni energetiche e acustiche
  16. Verde pubblico e arredo urbano
  17. Elaborazione grafica, Rendering, 3D Modeling


2 - REQUISITI PER L’ISCRIZIONE
Sono ammessi a partecipare tutti i soggetti di cui all’art art. 90, comma 1, lettere d) e) f) f-bis) g) h) del D.Lgs 163/06 e s.m.i ovvero:

  • liberi professionisti singoli o associati nelle forme previste dalla normativa;
  • società di professionisti;
  • società di ingegneria;
  • prestatori di servizi di ingegneria ed architettura di cui alla categoria 12 dell'allegato II A stabiliti in altri stati membri, costituiti conformemente alla legislazione vigente nei rispettivi Paesi;
  • raggruppamenti temporanei costituiti tra i soggetti di cui ai precedenti punti ai quali si applicano le disposizioni dell’art. 37 del D.Lgs 163/06, nonché l’art. 253 del D.P.R. 207/2010.
  • consorzi stabili di società di professionisti e di società di ingegneria, anche in forma mista, formati con le modalità previste agli artt. 36 e 90, comma 1, lettera h) del D.Lgs 163/06 e s.m.i.;

In possesso dei requisiti generali di cui all'art. 38 del Dlgs 163/2006 come modificato dal DL 70/2011 convertito con modificazioni nella L. 106/2011, di diploma di Laurea o Diploma Tecnico, iscrizione ai rispettivi albi professionali e degli ulteriori requisiti richiesti dalla normativa vigente per lo svolgimento dlel'incarico per il quali si richiede l'inserimento nell'elenco.
I requisiti specifici per i singoli settori sono così individuati:

  1. per le attività tecniche ed in particolare a quelle relative alla geologia, alla geotecnica ed ai “Rilievi topografici ed edilizi, frazionamenti e pratiche catastali, stime e perizie di edifici e terreni”: la disponibilità di attrezzatura e strumentazione tecnica adeguata;
  2. per quanto riguarda il Coordinamento per la Sicurezza in fase di Progettazione e di Esecuzione: abilitazione specifica ex D.Lgs. 81/2008 e s.m.i.;
  3. per quanto riguarda la prestazione relativa alle Pratiche di Prevenzione Incendi: abilitazione ai sensi del D.Lgs. n. 139/2006.

Le società di professionisti e le società di ingegneria devono essere in possesso dei requisiti di cui agli artt. 254, 255 e 256 del D.P.R. 207/2010;
Nel caso di raggruppamenti temporanei, ciascun soggetto componente il raggruppamento dovrà essere in possesso dei requisiti ordine generale previsti e non deve trovarsi in alcuna delle condizioni di divieto di partecipazione, pena l’esclusione dell’intero raggruppamento.
Inoltre a pena di non iscrizione, i raggruppamenti temporanei di cui all'art. 90 c. 1 lett g) devono prevedere, quale progettista, la presenza di almeno un professionista laureato abilitato da meno di cinque anni all'esercizio della professione, ai sensi dell’art. 90, comma 7,del D.Lgs 163/06 e dell'art. 253 comma 5 del D.P.R. 207/2010. Il termine temporale a cui fare riferimento è quello di scadenza per la presentazione delle domande di inserimento negli elenchi. Ferma restando l'iscrizione al relativo albo professionale il progettista presente nel raggruppamento può essere:

  1. con riferimento ai soggetti di cui all'art. 90 comma 1 lett d) del Codice, un libero professionista singolo o associato
  2. con riferimento ai soggetti di cui all'art. 90 c. 1 lett e ed f del codice, un amministratore, un socio, un dipendente, un consulente su base annua che abbia fatturato nei confronti della società una quota superiore al 50% del proprio fatturato annuo risultante dall'ultima dichiarazione IVA
  3. con riferimento ai soggetti di cui all'art. 90 comma 1 lett. f) bis del codice, un soggetto avente caratteristiche equivalenti, conformemente alla legislazione vigente nello stato membro dell'unione europea in cui è stabilito il soggetto di cui all'art. 90 c. 1 lett f.bis), ai soggetti indicati nella lett. a) se libero professionista o associato ovvero alla lett.b) se costituito in forma societaria. 

Ciascun soggetto non può comparire autonomamente o quale componente di un raggruppamento o di uno studio associato o di una società, per la medesima categoria, a pena di esclusione per entrambi.
I soggetti che intendono essere iscritti dovranno fornire il nominativo del/i professionista/i che svolgeranno i servizi con la specificazione delle rispettive qualifiche professionali nonché di quello incaricato dell’integrazione delle prestazioni specialistiche.

3 - CRITERI PER L’ AFFIDAMENTO DEGLI INCARICHI
Gli incarichi di servizi attinenti all’architettura ed all’ingegneria il cui importo stimato, determinato secondo quanto stabilito dall'art. 262 del DPR 207/2010 sia inferiore a 100.000 euro (oneri fiscali e previdenziali esclusi) sono affidati dalla stazione appaltante secondo le disposizioni di cui all'art. 91, comma 2 del D.lgs 163/2006.
L'affidamento degli incarichi avviene preferibilmente facendo ricorso all’elenco di professionisti dal quale selezionare con criterio rotativo i soggetti da invitare alla procedura negoziata, in relazione alla categoria ed alla classe di importo di appartenenza.
L’affidamento avviene nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento proporzionalità e trasparenza con invito a procedura negoziata ai sensi dell'art. 57, comma 6 del D.lgs. 163/2006 e dell'art. 125 comma 11 e s.m.i e dell'art. 7 lett. c del Regolamento comunale per l'acquisizione in economia dei contratti, rivolto ad almeno 5 soggetti selezionati con criterio rotativo dall’elenco dei professionisti ovvero sulla base di apposito avviso di selezione.

Per gli incarichi di importo compreso tra 40.000 e 100.000 euro, la scelta del professionista potrà avvenire fra i soggetti invitati a presentare offerta, con il criterio del massimo ribasso sul corrispettivo stimato o con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa determinata sulla base di altri elementi, oltre al curriculum specifico, fra i quali l’elemento prezzo e/o il tempo di esecuzione dell’incarico e/o la relazione tecnico metodologica sulle modalità di espletamento dell’incarico stesso o altri elementi rilevanti in base al tipo di prestazione da svolgere.
Il criterio di scelta sarà comunque dettagliatamente precisato dalla Stazione appaltante nella lettera di invito o nell’avviso di selezione così come gli elementi essenziali della prestazione richiesta, l’oggetto dell’incarico, i requisiti specifici richiesti, l’importo, i tempi di esecuzione, le penali, i termini per la presentazione dell'offerta e in generale le condizioni dell’incarico stesso.

Per gli incarichi il cui valore stimato sia inferiore a 39.999,00 euro, è consentito anche l’affidamento diretto nel rispetto dei principi di rotazione e specializzazione.
In tal caso la scelta del soggetto potrà avvenire mediante valutazione effettuata sulla base dell’esperienza specifica posseduta e risultante dal curriculum, limitatamente agli ultimi cinque anni, prendendo in considerazione gli incarichi affini svolti dal concorrente e da questo ritenuti significativi e/o anche sulla base del ribasso offerto sul corrispettivo stimato;

Indipendentemente dalla natura giuridica del soggetto affidatario, l’incarico deve essere espletato da professionista iscritto all’albo personalmente responsabile e nominativamente indicato in sede di presentazione dell’offerta.
Il professionista incaricato non può avvalersi del subappalto fatti salvi i casi di cui all’art. 91 comma 3 del D.Lgs. 163/2006.

4. CORRISPETTIVO
Il corrispettivo dell’incarico è stimato dalla Stazione appaltante ai sensi dell'art. 253 comma 17, del D.Lgs 163/2006 e s.m.i fino all’emanazione del decreto di cui all'art. 92, comma 2 del D.Lgs 163/2006 e s.m.i., continua ad applicarsi i corrispettivi quanto previsto nel decreto del Ministro della Giustizia del 4 aprile 2001, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 96/2001.
Per gli onorari non regolamentati dal D.M. saranno applicati i seguenti criteri:
- collaudo tecnico-amministrativo, applicazione della tariffa prevista dalla legge di disciplina della tariffa degli onorari per le prestazioni professionali dei rispettivi ordini e collegi;
- collaudo statico e degli impianti, applicazione della tariffa indicata dagli Ordini Professionali della Provincia di Firenze o dalla Federazione Regionale degli Ordini Professionali (se non articolati a livello provinciale).
In mancanza di disciplina da parte dei suddetti organi, determinazione a vacazione sulla base del corrispettivo previsto dalle vigenti tariffe per i diversi soggetti professionali.
La quota del corrispettivo è aumentata sulla base degli incrementi stabiliti dalle tariffe per il rimborso spese. La quota del corrispettivo complessivo riferita alle prestazioni accessorie è determinata con riguardo ai correnti prezzi di mercato.
In sede di offerta, al corrispettivo complessivo stimato sarà richiesto di applicare un ribasso percentuale unico relativo alle prestazioni professionali ed alle spese. In caso di incarichi parziali, non è dovuta alcuna maggiorazione.

5 – MODALITA’ DI PARTECIPAZIONE
I professionisti interessati all'inserimento nell'elenco dovranno far pervenire ENTRO E NON OLTRE LE ORE 12 DEL 25.02.2012 a pena di esclusione indirizzandola a Comune di Forte dei Marmi – Ufficio Gare e Contratti – piazza Dante n. 1:

a) ISTANZA DI PARTECIPAZIONE redatta preferibilmente sul modello 1 e 1bis allegati al presente avviso.

A pena esclusione la domanda deve essere sottoscritta dal mittente e corredata da documento di identità valido. Deve riportare chiaramente il settore di intervento, la categoria e la classe di importo per la quale si richiede l'iscrizione

Le domande, dovranno pervenire in plico chiuso riportante, oltre al nominativo del concorrente, la seguente dicitura " Domanda di iscrizione nell'elenco dei professionisti per l'affidamento di incarichi di natura tecnica." 

E' ammessa qualsiasi modalità di invio, fermo restando che la ricezione del plico resta a completo rischio del concorrente;

In caso di studio associato, società di professionisti o società di ingegneria ciascun associato, socio o rappresentante legale oltre a colui che sottoscrive la domanda deve presentare le dichiarazioni sui requisiti generali di cui all’art. 38 lett. b) c) e m-ter) compilando e sottoscrivendo il modello 1 bis a pena di esclusione.

In caso di raggruppamento ogni concorrente raggruppato dovrà presentare il modello 1 a pena di esclusione.

I soggetti interessati possono presentare istanza durante l'intero arco temporale della durata dell'elenco. Le domande presentate entro la data del presente avviso verranno inserite immediatamente dopo l'espletamento delle verifiche necessarie, mentre quelle pervenute successivamente verranno inserite in occasione del primo aggiornamento utile e pertanto alla scadenza del primo anno di validità 


b) CURRICULUM VITAE redatto su modello 2 (allegati N ed O DPR 207/2010) allegato al presente avviso, che illustri:

  • l’elenco delle progettazioni o prestazioni per non più di cinque servizi, ritenuti più significativi, svolti ovvero iniziati, ultimati e approvati nell’ultimo quinquennio per ogni settore di iscrizione, fra quelli indicati all’art. 1 del presente avviso (quadro 1) specificando per ognuno:
  • Denominazione del progetto o prestazione ( categoria progettuale)
  • Tipologia di progetto eseguito (architettonico, strutturale,impiantistico, urbanistico) o tipo di prestazione
  • Livello di progettazione eseguita ( fattibilità,preliminare, definitiva, esecutiva)
  • Qualifica dell’intervento ( nuovo, ristrutturazione, restauro, riqualificazione)
  • Ruolo svolto nella progettazione o prestazione ( titolare, collaboratore, disegnatore ecc.);

Per ogni settore può essere presentato e compilato il quadro 1 del modello 2, tante volte quanti sono i settori per cui si presenta iscrizione, per massimo 5 incarichi negli ultimi 5 anni.

  • la struttura organizzativa con riferimento al personale in dotazione e alle attrezzature e software posseduti (quadro 2)
  • corsi, specializzazioni e attestati in materia di sicurezza ex D.Lgs. 81/2008 (quadro 3)
  • possesso certificazioni di qualità o altra certificazione (quadro 4)
  • solo in caso di raggruppamento già costituito, copia dell’atto costitutivo del raggruppamento da cui risulti il conferimento del mandato al soggetto indicato come capogruppo.

6. FORMAZIONE, VALIDITA' E AGGIORNAMENTO DEGLI ELENCHI
Tutte le domande pervenute nei termini suddetti saranno esaminate e tutti i soggetti che avranno prodotto la documentazione richiesta in conformità al presente avviso saranno inseriti negli elenchi concernenti i diversi settori di incarico professionale oggetto del presente avviso ed articolati in ordine di arrivo al protocollo generale. Per ogni settore e classe di incarico sarà costituito un apposito elenco. 
L’Elenco dei professionisti così formato, sarà soggetto ad aggiornamento annuale, a partire dallo scadere del primo anno di validità. 
Le domande pervenute oltre i termini fissati dal presente avviso saranno ritenute presenti per l’aggiornamento successivo
I soggetti iscritti nell'elenco sono tenuti, a pena cancellazione d'ufficio, a comunicare all'Amministrazione ogni fatto o cosa che implichi la perdita o il mutamento dei requisiti previsti per l'iscrizione, nonché ogni ulteriore modifica che possa avere rilevanza ai fini della tenuta o gestione degli elenchi medesimi.

7 - MOTIVI DI ESCLUSIONE
La domanda di partecipazione sarà ritenuta inammissibile e non si procederà all’iscrizione in elenco, nei seguenti casi:

  • mancanza di uno o più requisiti generali e tecnici richiesti al punto 2
  • incompletezza della domanda relativamente alle dichiarazione di possesso dei requisiti generali e tecnici;
  • documentazione non sottoscritta
  • contemporanea partecipazione come singolo professionista, come socio di società di professionisti o di ingegneria,o come componente di raggruppamento temporaneo o di consorzio stabile, nonché contemporanea partecipazione a più di un raggruppamento temporaneo o consorzio stabile;
  • partecipazione di coloro che, per legge o a seguito di provvedimento disciplinare o per contratto, sono inibiti all’esercizio della libera professione;

Per quanto non esplicitamente previsto nel presente Avviso si fa riferimento alla vigente normativa in materia in particolare al D.Lgs. 163/2006 e al D.P.R. 207/2010.

Si ricorda che le false dichiarazioni implicano la segnalazione agli Ordini e Collegi Professionali, comportando altresì le sanzioni previste ai sensi dell’art. 76 del D.P.R. 445/2000. La Stazione Appaltante si riserva di verificare in qualsiasi tempo la veridicità e la sussistenza dei requisiti dichiarati dai soggetti richiedenti e comunque in ogni caso in caso di affidamento.

8. CONTROLLI
L’Ente effettuerà, fra i professionisti che hanno richiesto l’iscrizione all’Elenco e tra quelli interpellati per uno specifico affidamento, verifiche “ a campione” (ex art. 71 DPR n. 445/2000) dei requisiti autocertificati dagli stessi. In caso di mancata comprova, o in caso di false dichiarazioni, si procederà alla cancellazione dall’Elenco nonché all’applicazione delle sanzioni previste per legge.

9 - SOSPENSIONE E/O CANCELLAZIONE DALL’ ELENCO
La cancellazione dall’Elenco è disposta su domanda dell’interessato, ovvero d’ufficio nei
seguenti casi:
a) per mancata dimostrazione ovvero accertata e/o sopravvenuta carenza dei requisiti
generali e tecnici in occasione delle operazioni di verifica di cui all’articolo precedente.
b) per accertata grave negligenza o malafede o inadempienza, anche parziale, nell’esecuzione della prestazione verso l’Amministrazione o per errore grave nell’esercizio dell’attività professionale;

Nei suindicati casi l’Amministrazione comunica, anche via fax, l’avvio del procedimento di cancellazione all’interessato. Eventuali controdeduzioni dovranno pervenire entro 10 giorni dal ricevimento della comunicazione. Trascorsi almeno 15 giorni dalla scadenza di tale termine, il Responsabile del Procedimento si pronuncia in merito, disponendo, in presenza dei necessari presupposti, la cancellazione dall’Elenco.
Il provvedimento di cancellazione ha, di regola, efficacia interdittiva annuale. In caso di reiterata cancellazione dall’elenco per la medesima ragione, il Responsabile del Procedimento può assumere, in relazione alla gravità dei fatti, provvedimento di cancellazione ad efficacia interdittiva indeterminata.
L’iscrizione all’Elenco dei professionisti che abbiano in corso un contenzioso con l’Ente è sospesa per la durata del contenzioso stesso.

10 - PUBBLICITA'
Ai sensi dell'art. 267 comma 3 del DPR 207/2010, il presente avviso è pubblicato con le modalità di cui all'art. 124 comma 5 del D.lgs 163/2006 sulla Gazzetta Ufficiale della repubblica Italiana, sul sito internet dell’Ente www.comune.fortedeimarmi.lu.it , all’Albo pretorio dell’Ente, sul sito informatico dell’Osservatorio regionale dei contratti pubblici, ed inviato agli ordini professionali della Provincia di Lucca 
I modelli per la presentazione dell’istanza sono disponibili sul sito internet dell’Ente www.comune.fortedeimarmi.lu.it – alla sezione bandi di gara.

Eventuali chiarimenti circa il presente avviso possono essere richiesti al

Servizio Appalti e contratti del Comune di Forte dei Marmi
Tel 0584 280258 - 0584 280224
E-mail: gborri@comunefdm.it - gmanzione@comunefdm.it

11 - PRIVACY
Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs. n. 196/2003, titolare del trattamento è il Comune di Forte dei Marmi. Responsabile del trattamento è il Dirigente del Settore Lavori Pubblici dr.ing Gabriele Borri.
I dati forniti dai partecipanti sono utilizzati solo ed esclusivamente per le finalità strettamente connesse all'attività dell'Ente, ed in particolare per lo svolgimento del presente procedimento. La loro conservazione avviene tramite archivi cartacei e/o informatici. I dati possono essere comunicati esclusivamente agli altri uffici comunali e non vengono in alcun modo diffusi. 
I partecipanti alla presente procedura possono esercitare i diritti previsti dagli artt. 7 e 8 del D. Lgs. n. 196/2003, rivolgendosi al Dirigente sopra citato in qualità di Responsabile del trattamento. Resta salva la normativa del diritto all'accesso agli atti amministrativi di cui alla legge 241/1990 e successive modifiche e integrazioni.


ART 12 RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO 
il Responsabile del procedimento inerente il presente avviso, della relativa procedura di affidamento e della gestione dell'elenco è individuato nel dirigente del settore LL.PP. dr.ing. Gabriele Borri

ART 13 ALTRE INFORMAZIONI
La formazione dell'elenco, che ha valore di indagine di mercato generale, non pone in essere nessuna procedura selettiva, paraconcorsuale, né parimenti prevede alcuna graduatoria di merito delle figure professionali. L'inclusione nell’elenco non comporta l'assunzione di alcun obbligo specifico da parte di questo Comune, né l'attribuzione di alcun diritto al candidato, in ordine all'eventuale conferimento.
L’Amministrazione si riserva la facoltà di procedere ad apposita selezione mediante procedura aperta qualora, per la peculiarità del servizio da affidare, si renda opportuno attingere a professionalità e competenze reperibili solo ampliando la platea dei concorrenti

folder Avviso pubblico per la nomina dei membri della commissione per il paesaggio

Data di attivazione: 16 aprile 2012
Data di scadenza: 19 maggio 2012 alle ore 12.30
AVVISO PUBBLICO PER LA NOMINA DEI MEMBRI DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO

Data di attivazione: 16 aprile 2012
Data di scadenza: 19 maggio 2012 alle ore 12.30
AVVISO PUBBLICO PER LA NOMINA DEI MEMBRI DELLA COMMISSIONE PER IL PAESAGGIO

IL DIRIGENTE
Premesso che:

  • il D.Lgs, n. 42/2004 e successive modifiche ed integrazioni, prevede all'art. 148 che "le Regioni promuovono l'istituzione e disciplinano il funzionamento delle Commissioni per il Paesaggio di supporto ai soggetti ai quali sono delegate le competenze in materia paesaggistica, ai sensi dell'art.146 comma 6";
  • l'art. 88 della L.R. Toscana 03-01-2005, n. 1 "Norme per il governo del territorio", così come sostituito dall'art. 48 della L.R. Toscana del 21/11/2008, n. 62 prevede che nell'ambito del procedimento per il rilascio dell'Autorizzazione Paesaggistica, i Comuni si avvalgano delle Commissioni per il Paesaggio;
  • l'art. 89 della L.R. Toscana 03-01-2005, n. 1 "Norme per il governo del territorio", così come sostituito dall'art. 49 della L.R. Toscana del 21/11/2008 n. 62, prevede l'istituzione di una Commissione denominata Commissione per il Paesaggio, ai fini dell'esercizio delle funzioni di cui all'art. 88, la quale esprime parere obbligatorio al rilascio dell'Autorizzazione Paesaggistica;
  • con la deliberazione di Consiglio Comunale n. 66 del 30/08/2011è stato approvato lo schema del presente avviso per la nomina della Commissione Comunale per il Paesaggio;
  • ai sensi dell'art 148 del D.Lgs. n. 42/2004 e s.m.i. le commissioni per il paesaggio sono "composte da soggetti con particolare, pluriennale e qualificata esperienza nella tutela del paesaggio";
  • l'art. 89 della L. R. n. 1/2005 "Norme per il governo del territorio" come modificato dall'art. 49 della L. R, n. 62/2008, stabilisce la composizione e il funzionamento della Commissione comunale per il paesaggio;

RENDE NOTO

ART.1- INDIZIONE DELLA SELEZIONE
E' indetta una selezione pubblica per curricula per la nomina dei tre componenti della Commissione Comunale per il Paesaggio, scelti tra gli esperti in materia paesaggistica ed ambientale ai sensi e per gli effetti dell'articolo 89 comma 2 della L. R. n. 1/2005 e s.m.i.

ART.2 - REQUISITI PER L'AMMISSIONE
In relazione alle specifiche finalità dell'incarico di consulenza tecnica, in seno alla Commissione possono essere nominati in qualità di esperti in materia paesaggistica, ai sensi dell'art. 89 comma 6:
a) professionisti con particolare, pluriennale e qualificata esperienza in materia di tutela del paesaggio, di pianificazione territoriale, in materia agronomo-forestale o in materia geologica, muniti di diploma di laurea attinente alle medesime materie e iscritti negli albi dei relativi ordini professionali da almeno cinque anni oppure in possesso di diploma post-universitario di specializzazione in materia paesaggistica;
b) professori e ricercatori universitari di ruolo nelle materie storiche, artistiche, architettoniche, paesaggistiche, urbanistiche e agronomiche;
c) dipendenti dello Stato e di enti pubblici, anche in quiescenza, iscritti agli albi professionali di cui alla lettera a) o in possesso dei titoli di studio e di abilitazione richiesti per l'accesso agli stessi, che siano stati responsabili, per un periodo non inferiore a tre anni, di una struttura organizzativa della pubblica amministrazione con competenze in materia paesaggistica.

TUTTI I REQUISITI PRESCRITTI DEVONO ESSERE POSSEDUTI ALLA DATA DI SCADENZA DEL TERMINE STABILITO PER LA PRESENTAZIONE DELLA DOMANDA DI AMMISSIONE.

ART. 3 - DATA DI SCADENZA
Chiunque sia in possesso dei requisiti di cui al precedente art. 2, può presentare istanza in busta chiusa con sopra indicato "Avviso pubblico per la nomina dei componenti della Commissione per il Paesaggio" indirizzata a questa Amministrazione Comunale, da far pervenire o consegnare direttamente, entro e non oltre le ore 12:30 del giorno sabato 19 Maggio 2012 presso l'Ufficio protocollo. Le domande di ammissione si considerano prodotte in tempo utile anche se spedite, a mezzo lettera raccomandata, entro il termine indicato. In tal caso farà fede il timbro e la data dell'Ufficio postale.

ART. 4 - REDAZIONE DELLA DOMANDA
La domanda dovrà essere redatta , in carta semplice, sull’apposito modello “A” (allegato), ed indirizzata al Sindaco del Comune e completa delle generalità del richiedente con l'indicazione della residenza ed esatto recapito al quale si intende ricevere le comunicazioni inerenti il presente avviso. La stessa dovrà inoltre contenere:

  • Copia di documento di identità in corso di validità;
  • Curriculum professionale, sottoscritto dal candidato, completo dei dati anagrafici, dei titoli di studio, iscrizione all'albo professionale, eventuali titoli di servizio e ruolo ricoperto presso Pubbliche Amministrazioni e di tutte le informazioni che consentono di vagliarne adeguatamente la competenza in merito agli specifici titoli di esperienza e professionalità nella materia, richiesti dall'art.89 della L.R.1/2005;
  • Dichiarazione, resa nelle forme previste dagli arti. 38 e 46 del D.P.R. 28.2.2000 n. 445, sottoscritta dal candidato, di non aver riportato condanne penali, di non essere stato sottoposto a misure di prevenzione e di non essere a conoscenza dell'esistenza a proprio carico di procedimenti per l'applicazione di misure dì prevenzione; di non aver riportato, nell'espletamento di attività elettive, di pubblico impiego o professionali, provvedimenti o sanzioni che abbiano comportato la sospensione dalla carica, dal servizio o dall'albo professionale;
  • Autorizzazione al trattamento dei propri dati personali, ai sensi e per gli effetti di cui all'art.13 del D.Lgs. 196/2003;

Ogni eventuale variazione di indirizzo dovrà essere comunicata all'Amministrazione Comunale mediante lettera raccomandata. Non saranno esaminate le domande in cui non siano indicate le generalità del richiedente o quelle in cui sia mancante la firma in calce alla domanda o al curriculum.

ART. 5 - NOMINA
La nomina dei membri della Commissione Comunale per il Paesaggio è effettuata dal Consiglio Comunale, ed a insindacabile giudizio del medesimo, sulla base di un rendiconto predisposto dal Dirigente del Servizio sulle candidature pervenute.
La deliberazione di nomina dei tre membri è corredata dalla domanda di partecipazione, dai curricula, attestanti il possesso dei requisiti di idoneità di cui all'art. 2, nonché dell'eventuale documentazione sugli specifici titoli di esperienza e professionalità nella materia.
Ai membri della Commissione è corrisposto un gettone, a titolo di rimborso forfettario per la partecipazione alle sedute. L'importo del gettone non può superare il tetto massimo fissato per i consiglieri comunali eletti nello stesso territorio.
I membri della Commissione restano in carica per 30 (trenta) mesi - fatte salve successive disposizioni e/o specificazioni da operarsi in sede di aggiornamento delle disposizioni regolamentari in merito - e possono essere rieletti una sola volta nello stesso territorio.

ART. 6 - INCOMPATIBILITA'
Sono incompatibili i soggetti che, per legge, in rappresentanza di altre amministrazioni, devono esprimersi, anche in sede di controllo, sulle stesse pratiche su cui è tenuta ad esprimersi la Commissione per il Paesaggio.
Per tutta la durata del loro mandato i membri della commissione per il paesaggio, nonché i tecnici eventualmente ad essi legati in associazione professionale, non possono accettare incarichi professionali pubblici o privati inerenti ad attività edilizie connesse alle parti di territorio comunale soggette a tutela paesaggistica ai sensi degli art. 136-142 del D. Lgs. 42/2004.

ART. 7 - DISPOSIZIONI FINALI
L'Amministrazione ha la facoltà di prorogare il termine di scadenza del bando o di riaprire il termine stesso, di modificare od integrare il bando di selezione, nonché di revocare, per motivi di' pubblico interesse, la selezione stessa.
La presentazione della domanda di partecipazione all'avviso implica l'accettazione delle norme regolamentari del Comune.
Il trattamento dei dati personali, ai sensi della normativa vigente, è esclusivamente finalizzato agli adempimenti per le finalità di cui al presente avviso.
Copia integrale del presente bando:

  • è affisso per 30 (trenta) giorni all'Albo Pretorio Informatico e pubblicato sul sito Internet del Comune.
  • è trasmesso all'Ordine degli Architetti e degli Ingegneri della Provincia di Lucca, all'Ordine dei Geologi della Toscana, all'Ordine dei Dottori Agronomi e Dottori Forestali di Lucca, all’Università degli studi Firenze, Pisa e Siena.


Li 04.04.2012
Il Dirigente del Servizio
Dott.ssa Laura Quadrelli

v.to 
responsabile


Sono allegati al presente bando e ne costituiscono ad ogni effetto parte integrante e sostanziale

- allegato A (domanda)


MODELLO “A”
Al Sindaco del
Comune di Forte dei Marmi
Piazza Dante n. 1
55042 –Forte dei Marmi (LU)
Oggetto:
BANDO PER LA PRESENTAZIONE DELLE CANDIDATURE ALLA CARICA DI MEMBRI DELLA COMMISSIONE COMUNALE PER IL PAESAGGIO


Domanda di partecipazione
Il/ La sottoscritto/a ____________________________________________________________________
codice fiscale ___________________________ nato/a a ___________________________ Prov. _____ il ________________________ residente in: ____________________________________ Prov. ____ C.A.P. ___________________ indirizzo ________________________________________ n. ______ @mail ________________________________________ fax _____/______________
cell. __________/______________ tel. ______/______________

CHIEDE
Di partecipare al bando per la nomina dei membri della Commissione Comunale per il Paesaggio emanato dal Comune di Forte dei Marmi. A tal fine:
1. elegge il seguente domicilio, presso il quale chiede venga inviata ogni comunicazione
relativa al bando, sollevando il Comune da ogni responsabilità derivante da mancato
recapito:

Via/Piazza/n. civico ________________________________________________________
Comune/CAP/prov. ________________________________________________________
Tel./fax/cell ______________________________________________________________
@mail __________________________________________________________________

2. dichiara, sotto la propria personale responsabilità, ai fini della partecipazione al bando in
oggetto:
a) di avere la cittadinanza ___________________________ (in almeno uno degli Stati
appartenenti all’Unione Europea);
b) di godere dei diritti civile e politici;
c) di possedere i seguenti requisiti:
o professionista con particolare, pluriennale e qualificata esperienza in materia di tutela del paesaggio, di pianificazione territoriale, in materia agronomo-forestale o in materia geologica, muniti di diploma di laurea attinente alle medesime materie e iscritti negli albi dei relativi ordini professionali da almeno cinque anni oppure in possesso di diploma post-universitario di specializzazione in materia paesaggistica e di essere iscritt__ dal giorno ______________ all’Albo/Collegio de__________________________della provincia di ______________________
con la posizione ____________________ e pertanto abilitato all’esercizio della professione in Italia;
o professore e/o ricercatore universitari di ruolo nelle materie storiche, artistiche, architettoniche, paesaggistiche, urbanistiche e agronomiche (specificare quale ……………………………………………………….), c/o la facoltà universitaria di ………………………;
o dipendente dello Stato o di enti pubblici: o iscritti agli albi professionali ovvero o in possesso dei titoli di studio e di abilitazione richiesti per l'accesso agli stessi, con responsabilità assunta per un periodo non inferiore a tre anni, a struttura organizzativa di pubblica amministrazione con competenze in materia paesaggistica.
d) di non essere soggetto a provvedimenti/sanzioni disciplinari che impediscono, anche temporaneamente, l’esercizio della professione;
e) di non trovarsi in condizioni di incapacità a contrarre con la Pubblica Amministrazione;
f) di aver partecipato ai seguenti corsi di formazione per esperti in materia di tutela paesistico-ambientale promossi o riconosciuti dalla Regione Toscana (se necessario allegare copia degli attestati):
______________________________________________________________________ ______________________________________________________________________
g) di avere un’esperienza professionale pluriennale adeguata, come comprovata dal curriculum professionale;
h) di non aver riportato condanne penali, di non essere stato sottoposto a misure di prevenzione e di non essere a conoscenza dell'esistenza a proprio carico di procedimenti per l'applicazione di misure dì prevenzione; di non aver riportato, nell'espletamento di attività elettive, di pubblico impiego o professionali, provvedimenti o sanzioni che abbiano comportato la sospensione dalla carica, dal servizio o dall'albo professionale
i) di aver preso visione del bando in oggetto e di accettare integralmente e senza riserva alcuna il contenuto dello stesso, di tutti gli allegati e delle norme in esso richiamate;
l) di autorizzare il comune di Forte dei Marmi al trattamento dei propri dati personali, ai sensi e per gli effetti di cui all'art.13 del D.Lgs. 196/2003;

3. allega alla domanda:
o copia di un documento di identità in corso di validità;
o curriculum vitae professionale;
o copia fotostatica del documento di identità;
dichiarazione di n
o la seguente ulteriore documentazione:
o ____________________________________________________________
o ____________________________________________________________
o ____________________________________________________________
o ____________________________________________________________


Dichiara infine di essere consapevole che le dichiarazioni di false o non più veritiere comportano l’applicazione delle sanzioni penali per falso in atto pubblico, previste dall’art. 76 del DPR 445/2000, nonché l’automatica esclusione del procedimento.

(In luogo dell’autentica della firma, allega ai sensi del DPR 445/2000, deve essere allegata copia fotostatica del documento d’identità dell’istante in corso di validità.)

folder Avviso ricerca complesso immobiliare ad uso uffici pubblici - Territorio Comune Forte dei Marmi

Data di attivazione: 1 aprile 2011
Data di scadenza: 21 aprile 2011 alle ore 12.00
AVVISO RICERCA COMPLESSO IMMOBILIARE AD USO UFFICI PUBBLICI – TERRITORIO COMUNE FORTE DEI MARMI

Data di attivazione: 1 aprile 2011
Data di scadenza: 21 aprile 2011 alle ore 12.00

stemma-comunale

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
(Provincia di Lucca) 
Piazza Dante, 1 55042 Forte dei Marmi – Lucca C.F. e P.I. 00138080460 tel. 0584/2801 Fax 0584/280218
SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI

AVVISO RICERCA COMPLESSO IMMOBILIARE AD USO UFFICI PUBBLICI – TERRITORIO COMUNE FORTE DEI MARMI

Il Comune di Forte dei Marmi intende effettuare un’indagine di mercato finalizzata all’acquisto / locazione di un complesso immobiliare da adibire a sede di propri Uffici pubblici.

La ricerca è indirizzata ad un complesso immobiliare con le seguenti caratteristiche:

  1.  Ubicazione sul territorio del Comune di Forte dei Marmi;
  2. Superficie coperta della struttura pari o superiore a 600 mq (circa) ed inferiore a 1200 mq (circa) con ampio spazio parcheggio e di facile accessibilità;
  3. Disponibilità fabbricato immediata.

Costituiranno elementi preferenziali della proposta:

  • Spazio parcheggi coperto/scoperto;
  • Vicinanza alle vie principali.

Eventuali lavori da eseguire sull’immobile ai fini della fruibilità e/o agibilità saranno oggetto della trattativa commerciale per l’acquisto/locazione;

L’offerta dovrà indicare:

  • le generalità dell’offerente (compreso un recapito telefonico, l’ubicazione del bene offerto, i relativi dati catastali e fotocopia del certificato di agibilità);
  • l’importo di massima per acquisto/locazione del complesso immobiliare;
  • le condizioni di fatturazione del complesso immobiliare (esenzione, Iva, etc…);
  • l’impegno a mantenere fissa la proposta per mesi 6 successivi alla data dell’offerta;

L’offerta, intesa come “proposta commerciale a vendere”, dovrà necessariamente essere corredata di schede tecniche e planimetriche del complesso immobiliare con indicazione delle superfici;
In generale, l’offerta dovrà indicare la presenza di ogni altro elemento ritenuto utile per la valutazione.

Le offerte, sottoscritte dal proprietario del complesso immobiliare o dal legale rappresentante della ditta proprietaria, dovranno pervenire in busta chiusa, inderogabilmente all’UFFICIO PROTOCOLLO DEL COMUNE DI FORTE DEI MARMI (LU), entro e non oltre le ore 12.00 del 21 aprile 2011.
La busta indirizzata all’UFFICIO APPALTI E CONTRATTI dovrà presentare la dicitura “Ricerca complesso immobiliare ad uso uffici pubblici” e contenere al suo interno tutta la documentazione richiesta;

Per le buste inviate per posta o per mezzo di terze persone che siano pervenute in ritardo non sono ammessi reclami, giacché si considerano inviate a rischio e pericolo dell’offerente.

Si procederà alla valutazione anche in presenza di una sola offerta valida.

Il presente avviso è disponibile sul sito: www.comune.fortedeimarmi.lu.it – Sezione Gare d’Appalto e pubblicato per estratto su tre quotidiani locali: Il Tirreno, La Nazione, Il Nuovo Corriere della Versilia.

Il presente avviso è pubblicato e diffuso al solo fine di compiere una ricerca di mercato e non vincola in alcun modo il Comune di Forte dei Marmi, che sarà libero di avviare e condurre ulteriori trattative riferite al complesso immobiliare che riterrà più adatto alle proprie esigenze ovvero potrà decidere di concludere il procedimento anche interrompendolo in corso di trattativa.

Ai sensi della Legge 241/90, il responsabile del procedimento amministrativo si identifica con il Responsabile dell’Ufficio Appalti e Contratti Giovanna Manzione. 

Per informazioni in merito al presente avviso rivolgersi all’Ufficio Appalti e Contratti Tel. 0584 280258/224 – Fax 0584 280218.

dalla Casa Comunale, lì 01.04.2011

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI 
Giovanna Manzione

Visto
IL SEGRETARIO GENERALE
Dr. Sergio Camillo Sortino

folder Bando del Comune di Forte dei Marmi per l'assegnazione in concessione, con contestuale rilascio dell'autorizzazione d'esercizio, di n. 4 posteggi per il commercio su aree pubbliche riservati a soggetti diversamente abili

Data di attivazione: 29 febbraio 2012
Data di scadenza: 14 aprile 2012 alle ore 12.00
BANDO DEL COMUNE DI FORTE DEI MARMI PER L’ASSEGNAZIONE IN CONCESSIONE,CON CONTESTUALE RILASCIO DELL’AUTORIZZAZIO-NE D’ESERCIZIO, DI N. 4 POSTEGGI PER IL COMMERCIO SU AREE PUBBLICHE RISERVATI A SOGGETTI DIVERSAMENTE ABILI

Data di attivazione: 29 febbraio 2012
Data di scadenza: 14 aprile 2012 alle ore 12.00

IL DIRIGENTE DEL SETTORE I°

  • Vista la L.R. 28/2005 ( Testo unico in materia di commercio in sede fissa, su aree pubbliche, somministrazione di alimenti e bevande, vendita di stampa quotidiana e periodica e distribuzione di carburanti;) e ss. mm. e ii.
  • Visto il piano comunale per il commercio su aree pubbliche, approvato con deliberazione consiliare n. 35, del 14.06.2001, esecutiva ai sensi di legge, successivamente modificato ed integrato con deliberazione consiliare n. 14, del 29.01.2002, esecutiva ai sensi di legge.
  • Visto il Regolamento comunale per la disciplina del commercio su aree pubbliche, in mercati, fiere, posteggi isolati ed in forma itinerante approvato con delibera consiliare n. 101 del 29.09.2004 e successive modifiche ed integrazioni
  • Rilevato e dato atto che sono attualmente liberi e disponibili, per l’assegnazione riservata a soggetti diversamente abili, i seguenti posteggi, nei mercati comunali che si effettuano su area pubblica:
  • fiera annuale di S. Ermete, Via Barsanti: n. 2 posteggi.
  • mercato settimanale di piazza Donatori di Organi : n.1 posteggio
  • mercato settimanale di piazza Marconi : n.1 posteggio

Ritenuto di procedere a detta assegnazione, con la procedura del concorso pubblico,

RENDE NOTO CHE

1. E’ indetto un pubblico concorso per la formazione di quattro graduatorie finalizzate al rilascio della concessione per operare su aree pubbliche nei posteggi localizzati, come di seguito precisato, e della contestuale autorizzazione d’esercizio, di cui all’art. 32 della L.R. 28/2005, e successive modifiche ed integrazioni;
Localizzazione posteggi e generi in vendita:

Fiera di S. Ermete

Giorno di svolgimento     Durata       mq        Settore merceologico                 Numero identificativo
Fiera di S. Ermete
Via Barsanti 
post. N. 4                        
28 Agosto                                       25         Alimentare                                     4

Fiera di S. Ermete
Via Barsanti 
post. N.17
28 Agosto                                       24         Alimentare                                   17

Mercato settimanale                                     Non alimentare limitato
di Piazza Donatori                                        alle seguenti merceologie
di Organi mercoledì                          32         “fiori e piante”," casalinghi” e        32
                                                                  “prodotti per l’igiene 
                                                                  personale e della casa” 

Mercato settimanale
di Piazza Marconi Mercoledì              25         Non alimentare                            H3

2. La partecipazione al concorso è riservata esclusivamente ai soggetti portatori di handicap, di cui alla Legge n. 104 del 5 febbraio 1992, singoli o associati in società di persone, di capitali o cooperative, regolarmente costituite, in possesso dei requisiti di onorabilità di cui all’art. 13 della L.R. 28/2005. Per la vendita di prodotti alimentari, occorre, inoltre, essere in possesso dei requisiti professionali di cui all’art. 14 della L.R. 28/2005.

3. Gli interessati all’assegnazione decennale dei posteggi ed al rilascio della contestuale autorizzazione d’esercizio, dovranno presentare domanda al Comune, secondo lo schema riportato nell’Allegato “A”; può essere inoltrata domanda singola, per piu’ posteggi, oppure singole domande, una per ogni posteggio oggetto di richiesta.

4. Il termine utile per la presentazione delle domande va dal 20° giorno fino al 45° giorno, compresi, successivi alla data di pubblicazione del presente bando sul Bollettino Ufficiale della Regione Toscana, a pena di esclusione. Come termine di presentazione vale la data del timbro dell’ ufficio postale di partenza. Le domande saranno esaminate, per la formulazione della graduatoria, nel rispetto dei seguenti criteri: 
a. maggior numero di presenze effettive acquisite dal soggetto richiedente, nella fiera o mercato dov’è localizzato il posteggio per la cui assegnazione si concorre. Le presenze saranno verificate sulla base del titolo autorizzatorio di cui si dichiara il possesso nella domanda ed allegato in copia alla stessa;
b. anzianità complessiva di esercizio del commercio su aree pubbliche maturata dal soggetto richiedente, anche in modo discontinuo, documentata dalla data di iscrizione dello stesso nel registro delle Imprese per il commercio al dettaglio su aree pubbliche. L’anzianità viene calcolata alla data di emissione del bando;
c. ordine cronologico di presentazione delle domande. La data di presentazione coincide con quella di spedizione della raccomandata con la quale viene inviata la domanda.

5. Le domande dovranno essere in competente bollo, redatte secondo lo schema di cui all’ allegato “A”, regolarmente compilate e corredate degli allegati previsti, spedite esclusivamente a mezzo di Raccomandata A/R. Non è consentita la presentazione a mano né con mezzi di spedizione o consegna diversi dalla raccomandata a/r.

6. Le domande compilate difformemente dallo schema allegato “A”, e/o non contenenti tutte le indicazioni, dati e notizie riportati nello schema stesso, non saranno considerate procedibili.

7. Alla domanda potranno essere allegati tutti quei documenti che l’interessato ritenga utili ai fini della graduatoria.

8. Il Comune provvederà a redigere distinte e singole graduatorie, per quanti sono i posteggi messi a concorso, secondo i criteri indicati al punto 2, entro il termine di 45 giorni dalla scadenza del termine per la presentazione delle domande. Nei successivi 7 giorni saranno pubblicate all’Albo Pretorio le singole graduatorie, e sul sito del Comune www.comune.fortedeimarmi.lu.it, avverso le quali potrà essere fatta opposizione, da parte dei soggetti interessati, entro i successivi 15 (quindici) giorni, decorrenti da quello della pubblicazione.

9. I concessionari di suolo pubblico dovranno munirsi di idonea attrezzatura di vendita, che non superi la superficie assegnata.

10. Per la vendita dei prodotti alimentari, l’interessato deve autocertificare il possesso dei requisiti professionali di cui all’art. 14 della L.R. 28/2005.

11. Contestualmente alla concessione dell’area pubblica, sarà rilasciata l’autorizzazione d’esercizio. 

12. I dati personali, indicati nella domanda e nei relativi allegati, saranno trattati esclusivamente per uso amministrativo, connesso alla formazione delle graduatorie ed al rilascio delle concessioni dei posteggi e corrispondenti autorizzazioni di esercizio, nel rispetto del D. Lgs. 196/2003 (Codice in materia di protezione dei dati personali) e successive modifiche.
Ai sensi dell’art. 7 del citato D. Lgs. 196/2003, l’interessato gode di particolari diritti tra i quali, si segnalano il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, il diritto di far rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in maniera non conforme alla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi.

Norma di rinvio
Per quanto non previsto dal presente bando, si rinvia a quanto disposto dalla vigente normativa in materia di commercio su aree pubbliche (L.R. 07/02/2005, n. 28 e successive modifiche ed integrazioni; “Regolamento comunale per la disciplina del commercio su aree pubbliche, in mercati, fiere, posteggi isolati ed in forma itinerante” approvato con deliberazione n. 101 del Consiglio Comunale in data 29/09/2004). 
Gli interessati potranno prendere visione degli atti relativi alla presente procedura concorsuale e richiedere le necessarie informazioni presso l’Ufficio Commercio del Comune.

Recapiti
E-mail ddelgiudice@comunefdm.it 
Tel. 0584 280269 – 0584 280243
Fax 0584 280246
Orario di apertura al pubblico: lunedì, mercoledì e sabato dalle 09:00 alle 12:30.

Forte dei Marmi, lì 

IL DIRIGENTE DEL SETTORE 
D.ssa QUADRELLI Laura

folder Bando di gara con procedura aperta per noleggio, installazione, assistenza e smontaggio di luminarie artistiche in occasione delle festività natalizie

Data di attivazione: 13 ottobre 2011
Data di scadenza: 29 ottobre 2011 alle ore 12.00
Bando di gara con procedura aperta per noleggio, installazione, assistenza e smontaggio di luminarie artistiche in occasione delle festività natalizie

Data di attivazione: 13 ottobre 2011
Data di scadenza: 29 ottobre 2011 alle ore 12.00

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
(Provincia di Lucca) 

Piazza Dante, 1 55042 Forte dei Marmi – Lucca
C.F. e P.I. 00138080460 tel. 0584/2801 Fax 0584/280246


Bando di gara con procedura aperta per noleggio, installazione, assistenza e smontaggio di luminarie artistiche in occasione delle festività natalizie 2011-2012

1 - Ente appaltante
Comune di Forte dei Marmi – P.za Dante 1 – 55042 FORTE DEI MARMI

2 - Procedura di gara
Procedura aperta ai sensi del Decreto Legislativo 12 aprile 2006, n. 163 (CIG: 3398781ACC)

3 - Luogo, descrizione, importo complessivo dell’appalto

     3.1 - luogo di esecuzione: Comune di Forte dei Marmi.
     3.2 - descrizione: vedasi allegato 
     3.3 - importo a base d'asta: € 70.000,00 (Euro settantamila /00) IVA inclusa

4 - Documentazione
Il presente bando, il disciplinare contenente le norme integrative relative alle modalità di partecipazione alla gara, alle modalità di compilazione e presentazione dell’offerta, ai documenti da presentare a corredo della stessa ed alle procedure di aggiudicazione dell’appalto nonché tutta la restante documentazione inerente la presente gara potranno essere ritirate presso l’Ufficio Segreteria o sul sito internet del Comune (www.comunefdm.it)

5 – Periodo di realizzazione
Dal 04.12.2011 al 06.01.2012.

6 - Termine, indirizzo di ricezione, modalità di presentazione e data di apertura delle offerte

     6.1 - termine: le offerte devono pervenire, a pena di esclusione, entro le ore 12,00 del giorno 29.10.2011 presso il
                            Comune di Forte dei Marmi, P.za Dante 1 -55042  Forte dei Marmi;
     6.2 - modalità: secondo quanto previsto nel disciplinare di gara;
     6.3 - apertura offerte: seduta pubblica presso sede comunale P.za Dante 1 – Forte dei Marmi – alle ore 9,00
                                          del giorno 31.10.2011; le eventuali successive sedute presso la medesima sede e saranno
                                          comunicate ai concorrenti mediante avviso telegrafico o fax;

7 – Cauzione
L’offerta dei concorrenti deve essere corredata da una cauzione provvisoria pari al 2% dell’importo a base d’asta e dall’impegno di un fideiussore per il rilascio della garanzia fidejussoria nella misura e nei modi previsti dall’art. 75 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163.

8 - Soggetti ammessi all’apertura delle offerte
Sono ammessi all’apertura delle offerte i legali rappresentanti dei concorrenti di cui al successivo punto 10, ovvero i soggetti, uno per ogni concorrente, muniti di specifica delega loro conferita dai suddetti legali rappresentanti.

9 - Finanziamento
Fondi propri dell’Ente

10 - Soggetti ammessi alla gara
Sono ammessi alla gara i concorrenti di cui all’art. 34 del Decreto Legislativo 12 aprile 2006 n. 163 in possesso dei requisiti specificati al successivo punto 11. Ai soggetti di cui alle lettere d), e), f),fbis) dell’articolo citato si applicano le disposizioni di cui artt. 35, 36 e 37 del Decreto Legislativo 12 aprile 2006 n. 163.

11 - Requisiti di partecipazione alla gara

     11.1 - requisiti di ordine generale

  • Insussistenza delle cause di esclusione di cui all’art. 38, comma 1, del decreto legislativo 12 aprile 2006 n. 163.
  • Insussistenza di rapporti di controllo e/o collegamento ai sensi dell’art. 2359 del Codice Civile con altri soggetti partecipanti autonomamente alla gara.

     11.2 - Requisiti di idoneità professionale

  • Iscrizione alla Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura, competente per territorio, per attività comprendenti quelle richieste dal presente bando.

     11.3 - Requisiti di capacità economica e finanziaria

  • I requisiti di capacità economica e finanziaria sono quelli di cui all’art. 41, comma 1, lett. c), del D.lgs n. 163/2006, con l’indicazione dell’importo del fatturato globale d’impresa realizzato negli ultimi tre esercizi (2008-2009-2010) non inferiore complessivamente a €.210.000,00 e del fatturato degli ultimi tre esercizi (2008-2009-2010), relativo a servizi analoghi a quelli oggetto del presente appalto per il quale si presenta offerta, il cui importo, nel triennio, non potrà essere inferiore a complessive € 70.000,00 IVA compresa.

     11.4 – Requisiti di capacità tecnica e professionale

  • I requisiti di capacità tecnica e professionale sono quelli di cui all’art. 42, comma 1, lett. a) del D.Lgs. n. 163/2006.

12 - Termine di validità dell’offerta
180 giorni dalla data di presentazione

13 - Criterio di aggiudicazione
Il criterio di aggiudicazione dell’appalto è quello del prezzo più basso, inferiore a quello posto a base di gara, ai sensi dell’art. 82 del D.Lgs. n. 163/2006, mediante offerta espressa in cifra percentuale di ribasso, sull’importo complessivo a base d’asta.
Ove si sia in presenza di più aggiudicatari con offerte uguali si procede immediatamente al sorteggio. 
Trovano applicazione le disposizioni di cui agli art. 86, 87 ed 88 del D.Lgs. n. 163/2006 in materia di individuazione, verifica ed esclusione delle offerte anormalmente basse.

14 – Varianti
Non sono ammesse offerte in variante.

15 - Altre informazioni
Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida, sempre che sia ritenuta congrua e conveniente.
Non sono ammesse offerte alla pari o superiori all’importo a base d’asta; in caso di offerte economiche uguali si procederà per sorteggio.
Le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere in lingua italiana o corredati di traduzione giurata.
Gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro stato membro dell’Unione Europea, qualora espressi in altra valuta, dovranno essere convertiti in euro.
Non sono ammessi a partecipare alle gare soggetti che, al momento di presentazione dell’offerta, non dimostrino la propria condizione di non assoggettabilità agli obblighi di assunzioni obbligatorie di cui alla legge n. 68/99;
Non sono ammessi a partecipare alle gare soggetti che, al momento di presentazione dell’offerta, non dimostrino, con le modalità previste dal disciplinare di gara, la regolarità contributiva nei confronti degli enti previdenziali ed assicurativi INPS, INAIL e Cassa edile.
L’eventuale ricorso all’istituto dell’avvalimento è disciplinato dalle disposizioni di cui all’art. 49 del D.Lgs. n. 163/2006.
Il Comune di Forte dei Marmi si riserva la facoltà di non procedere all’aggiudicazione, di interrompere o sospendere la gara in qualsiasi momento, qualunque sia lo stadio di avanzamento della stessa, dandone idonea comunicazione ai soggetti offerenti e senza che gli stessi possano avanzare al riguardo alcuna pretesa a titolo risarcitorio o di indennizzo.
Non è ammesso il subappalto totale o parziale del servizio.
È esclusa la competenza arbitrale; per qualsiasi controversia che dovesse insorgere fra le parti in merito
all’ interpretazione, esecuzione, validità efficacia e risoluzione del contratto, sarà competente in via esclusiva il Foro di Lucca.
Ai sensi del D.Lgs n. 196/2003 e s.m.i., si informa che i dati forniti dai concorrenti saranno trattati dal Comune di Forte dei Marmi esclusivamente per le finalità connesse alla gara e per l’eventuale successiva stipula e gestione del contratto di appalto.

Forte dei Marmi____________

IL DIRIGENTE
Dr.ssa Laura Quadrelli

DISCIPLINARE DI GARA

1 - OGGETTO DEI SERVIZI IN AFFIDAMENTO
La presente gara ha per oggetto il noleggio, l’installazione, l’assistenza atta ad assicurare il continuo e puntuale funzionamento nelle ore prefissate ed il successivo smontaggio di luminarie artistiche in occasione delle festività natalizie 2011-2012 lungo le strade e piazze cittadine come da elenco allegato.
La prestazione è del valore presunto complessivo a base d’asta di € 70.000,00 (Euro settantamila /00) IVA inclusa.

2 - MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA
Il plico contenente l’offerta e la documentazione, pena l’esclusione dalla gara, deve pervenire, a mezzo servizio postale ovvero mediante agenzia di recapito, entro il termine perentorio ed all’indirizzo di cui all’art. 6 del bando di gara. E’ altresì facoltà dei concorrenti la consegna a mano dei plichi, all’Ufficio Protocollo del Comune (P.za Dante n.1 – 55042 Forte dei Marmi) entro il suddetto termine perentorio.
Il plico deve essere idoneamente sigillato, controfirmato sui lembi di chiusura, e deve recare all’esterno – oltre all’intestazione del mittente e all’indirizzo dello stesso – le indicazioni relative all’oggetto della gara, al giorno e all’ora dell’espletamento della medesima.
Il recapito tempestivo del plico rimane ad esclusivo rischio dei mittenti.
Il plico deve contenere al suo interno, a pena di esclusione, una busta, a sua volta idoneamente sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura, recante l’intestazione del mittente e la dicitura “A – Documentazione” e una busta, anch’essa sigillata e controfirmata con le modalità sopra indicate, indicante la dicitura “B- offerta economica”.
Non si darà luogo all’apertura del plico non sigillato secondo le modalità specificate nel presente paragrafo e/o che sia pervenuto dopo il termine indicato, così come non si procederà all’apertura della busta contenente l’offerta che non sia regolarmente chiusa e contenuta nel plico generale.

Nella busta “A” devono essere contenuti, a pena di esclusione, i seguenti documenti:

  1. domanda di partecipazione alla gara, sottoscritta dal legale rappresentante del concorrente; nel caso di concorrente costituito da associazione temporanea o consorzio non ancora costituito la domanda deve essere sottoscritta da tutti i soggetti che costituiranno la predetta associazione o consorzio; alla domanda, in alternativa all’autenticazione della sottoscrizione, deve essere allegata, a pena di esclusione, copia fotostatica di un documento di identità del /dei sottoscrittore/i; la domanda può essere sottoscritta anche da un procuratore del legale rappresentante ed in tal caso va allegata la relativa procura.
    La domanda di partecipazione dovrà contenere l’indicazione della forma con il quale il concorrente intende partecipare alla gara e specificare il numero di fax al quale inviare tutte le eventuali comunicazioni inerenti la procedura di gara.
    In caso di raggruppamento temporaneo di imprese, nella domanda di partecipazione devono essere specificate le parti del servizio che saranno eseguite dai singoli soggetti che costituiscono il raggruppamento.
  2. dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 28 dicembre 2000, n. 445, ovvero, per i concorrenti non residenti in Italia, documentazione idonea equivalente secondo la legislazione dello Stato di appartenenza e resa a pena di esclusione, con le quali il concorrente o suo procuratore, assumendosene la piena responsabilità:
    1. dichiara di non trovarsi in alcuna delle condizioni di esclusione previste dall’articolo 38, comma 1, del decreto leg.vo 12 aprile 2006 n. 163
    2. attesta di aver preso esatta cognizione della natura del servizio e di tutte le circostanze generali, particolari e locali, nessuna esclusa ed eccettuata, che possano influire sulla prestazione del servizio, e che abbiano influito sulla determinazione della propria offerta e di giudicare, pertanto, remunerativa l’offerta economica presentata;
    3. dichiara di aver preso visione di tutta la documentazione di gara (preventivo di spesa, bando, disciplinare e capitolato d’oneri) e di accettarne incondizionatamente e senza alcuna riserva l’intero contenuto;
    4. indica i nominativi, le date di nascita e di residenza degli eventuali titolari, soci, direttori tecnici, amministratori muniti di poteri di rappresentanza e soci accomandatari;
    5. elenca le imprese, indicandone denominazione, ragione sociale e sede, rispetto alle quali, ai sensi dell’art. 2359 del codice civile, si trova in situazione di controllo diretto o come controllante o come controllato; tale dichiarazione deve essere resa anche se negativa;
    6. indica, nel caso di consorzi per quali consorziati il consorzio concorre e relativamente a questi ultimi consorziati opera il divieto di partecipare alla gara in qualsiasi altra forma; in caso di aggiudicazione i soggetti assegnatari dell’esecuzione della prestazione non possono essere diversi da quelli indicati;
    7. indica, nel caso di associazione o consorzio o GEIE – Gruppo Europeo di Interesse Economico non ancora costituito, a quale concorrente, in caso di aggiudicazione, sarà conferito mandato speciale con rappresentanza o funzioni di capogruppo;
    8. assume l’impegno, in caso di aggiudicazione, ad uniformarsi alla disciplina vigente in materia di appalti pubblici con riguardo alle associazioni temporanee o consorzi o GEIE (Gruppo Europeo di Interesse Economico);
    9. dichiara di acconsentire, ai sensi del D. Lgs. n. 196/2003 e s.m.i., al trattamento dei propri dati personali, per le esclusive esigenze concorsuali e per l’eventuale successiva stipula e gestione del contratto di appalto. (caso di concorrente che occupa non più di 15 dipendenti oppure da 15 a 35 dipendenti qualora non abbia effettuato nuove assunzioni dopo il 18 gennaio 2000):
    10. dichiara la propria condizione di non assoggettabilità agli obblighi di assunzioni obbligatorie di cui alla legge n. 68/99;
  3. mandato collettivo irrevocabile con rappresentanza conferito alla mandataria per atto pubblico o scrittura privata autenticata, ovvero l’atto costitutivo in copia autentica del consorzio o GEIE (Gruppo Europeo di Interesse Economico), nel caso di Associazione o consorzio GEIE già costituiti.
  4. dichiarazione sostitutiva ai sensi del D.P.R. 28.12 2000, n. 445, con la quale il concorrente attesta di possedere:
    1. insussistenza di rapporti di controllo e/o collegamento ai sensi dell’art. 2359 del codice civile con altri soggetti partecipanti autonomamente alla gara;
    2. requisiti di capacità economica e finanziaria sono quelli di cui all’art. 41, comma 1, lett. c) del D.lgs n. 163/2006, con l’indicazione dell’importo del fatturato globale d’impresa degli ultimi tre esercizi(2008-2009-2010) non inferiore complessivamente a €.210.000,00 e del fatturato degli ultimi tre esercizi (2008-2009-2010), relativo a servizi analoghi a quelli oggetto del presente appalto per il quale si presenta offerta, il cui importo, nel triennio, non potrà essere inferiore a complessivi € 70.000,00;
    3. requisiti di capacità tecnica e professionale sono quelli di cui all’art. 42, comma 1, lett. a) del D.Lgs. n. 163/2006.
  5. cauzione provvisoria pari al 2% dell’importo netto a base d’asta ed impegno di un fideiussore per il rilascio della garanzia fidejussoria nella misura e nei modi previsti dall’art. 75 del decreto legislativo 12 aprile 2006, n. 163.

N.B.- Il concorrente, singolo o consorziato o raggruppato ai sensi della normativa vigente, può soddisfare la richiesta relativa al possesso dei requisiti di carattere economico, finanziario, tecnico, organizzativo, avvalendosi dei requisiti di un altro soggetto.
A tal fine il concorrente allega, inserendo nella busta “A” oltre alla documentazione sopra prevista, pena l’esclusione:

  • una sua dichiarazione verificabile dalla Commissione di gara, attestante l’avvalimento dei requisiti necessari per la partecipazione alla gara, con specifica indicazione dei requisiti stessi e dell’impresa ausiliaria;
  • una sua dichiarazione circa il possesso da parte del concorrente medesimo dei requisiti generali del presente Disciplinare di gara;
  • una dichiarazione sottoscritta da parte dell’impresa ausiliaria attestante il possesso da parte di quest’ultima dei requisiti generali;
  • una dichiarazione sottoscritta dall’impresa ausiliaria con cui quest’ultima si obbliga verso il concorrente e verso la stazione appaltante a mettere a disposizione per tutta la durata dell’appalto le risorse necessarie di cui è carente il concorrente;
  • una dichiarazione sottoscritta dall’impresa ausiliaria con cui questa attesta che non partecipa alla gara in proprio o associata o consorziata, né si trova in una situazione di controllo con una delle altre imprese che partecipano alla gara;
  • in originale o copia autentica il contratto in virtù del quale l’impresa ausiliaria si obbliga nei confronti del concorrente a fornire i requisiti e a mettere a disposizione le risorse necessarie per tutta la durata dell’appalto;

Nel caso di avvalimento nei confronti di un’impresa che appartiene al medesimo gruppo in luogo del contratto di cui al punto precedente l’impresa concorrente può presentare una dichiarazione sostitutiva attestante il legame giuridico ed economico esistente nel gruppo, dal quale discendono i medesimi obblighi.

Le dichiarazioni devono essere rese ai sensi del D.P.R. 28.12 2000, n. 445.

Le dichiarazioni di cui al punto 2) , 4) devono essere sottoscritte dal legale rappresentante in caso di concorrente singolo. Nel caso di concorrenti costituiti da imprese associate o da associarsi le medesime dichiarazioni devono essere prodotte o sottoscritte da ciascun concorrente che costituisce o che costituirà l’associazione o il consorzio o il GEIE (Gruppo Europeo di Interesse Economico).
La dichiarazione può essere sottoscritta anche da procuratori dei legali rappresentanti ed in tal caso vanno trasmesse le relative procure.
In caso di associazione temporanea o consorzio o GEIE (Gruppo Europeo di interesse Economico) già costituito o da costituirsi i documenti di cui al punto 2) e 4), devono essere prodotti da ciascun concorrente che costituisce o che costituirà l’associazione o il consorzio o il GEIE (Gruppo Europeo di interesse Economico).

Nelle buste “B – offerta economica “ deve essere contenuta, a pena di esclusione:

  1. dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante o da suo procuratore, contenente l’indicazione del prezzo complessivo più basso inferiore all’importo posto a base d’asta; in caso di costituende riunioni di imprese, la dichiarazione deve essere sottoscritta da ciascuno dei soggetti che costituirà la predetta riunione. Nel caso in cui la dichiarazione sia sottoscritta da un procuratore del legale rappresentante va allegata la relativa procura.
  2. scheda offerta redatta sul modello fornito dall’Amministrazione Comunale.

3 - PROCEDURE DI AGGIUDICAZIONE
Nel corso della prima seduta di gara, alla quale potranno presenziare i legali rappresentanti dei concorrenti o persone appositamente delegate, la commissione di gara procederà all’apertura dei plichi regolarmente pervenuti, verificando che essi contengano le buste previste, confezionate secondo le modalità indicate nel precedente punto 1. Verranno aperte le buste contrassegnate dalla dicitura “A – Documentazione”, per accertare l’esistenza e la regolarità dei documenti in esse contenuti, procedendo quindi al controllo ed alla valutazione dei documenti ed all’esclusione dalla gara dei concorrenti la cui documentazione risulti incompleta o non corrispondente a quanto richiesto nel bando di gara e nel presente disciplinare.
La commissione di gara procede poi all’apertura delle buste “B – offerta economica” ed alla lettura delle offerte economiche ammesse.

Ove si sia in presenza di più aggiudicatari con offerte uguali si procede immediatamente a sorteggio.
Il procedimento di individuazione e valutazione delle offerte anomale non si applica quando il numero delle offerte ammesse è inferiore a dieci.
Entro dieci giorni dalla conclusione delle operazioni di gara, si procederà a richiedere al concorrente aggiudicatario ed al concorrente che segue in graduatoria i documenti necessari alla verifica del possesso dei requisiti di capacità economico finanziaria e tecnico – organizzativa, nonché ogni altra documentazione eventualmente non ancora acquisita relativamente al possesso dei requisiti generali.
Qualora tali soggetti non forniscono la prova o non confermino le loro dichiarazioni entro il termine perentorio di 15 giorni dal ricevimento della richiesta, si provvederà all’esclusione dei predetti soggetti dalla gara, nonché alla determinazione della nuova soglia di anomalia ed alla conseguente eventuale nuova aggiudicazione.
Mentre il soggetto offerente resta impegnato per effetto della presentazione dell’offerta, il Comune di Forte dei Marmi non assumerà verso di questi alcun obbligo se non quando, a norma di legge, tutti gli atti inerenti all’appalto e ad esso strumentali e/o dipendenti avranno conseguito piena efficacia con l’aggiudicazione definitiva. Pertanto l’aggiudicazione provvisoria effettuata in sede di gara non costituisce la conclusione dell’appalto che avrà luogo solo dopo l’aggiudicazione definitiva e la stipula del contratto.

IL DIRIGENTE
Dr.ssa Laura Quadrelli

folder Bando di gara Concorso Poesie Comune di Locri

L'Amministrazione Comunale di Locri (RC) organizza la 48^ Edizione del Concorso Nazionale di Poesia Giugno Locrese .

folder Bando di gara mediante procedura aperta per l'appalto dei lavori di ristrutturazione Palazzo Quartieri perizia n. 51/09

Data di attivazione: 13 dicembre 2010
Data di scadenza: 8 gennaio 2011 alle ore 12.00
BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER L’APPALTO DEI LAVORI DI– RISTRUTTURAZIONE PALAZZO QUARTIERI PERIZIA N°51/09

Data di attivazione: 13 dicembre 2010
Data di scadenza: 8 gennaio 2011 alle ore 12.00

AGGIUDICAZIONE PROVVISORIA DELLA PROCEDURA APERTA PER L’APPALTO DEI LAVORI DI– RISTRUTTURAZIONE PALAZZO QUARTIERI

PERIZIA N°51/09
PERVENUTE N°98 OFFERTE AMMESSE N°94
OFFERTE MEDIATE N.74
MEDIA 19,885
MEDIA DEGLI SCARTI 0,352
SOGLIA ANOMALIA 20,237
AGGIUDICAZIONE PROVVISORIA: IMPRESA COSTRUZIONI MAURIZIO SCARFI DI NAPOLI RIBASSO 20,225%.

CHIARIMENTI:

  1. Si precisa che al Punto “MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DEI PLICHI” – “PLICO N.2- Offerta economica” per un refuso è stata inserita la seguente “e riportati nella dichiarazione di cui alla lettera a)” , non và presentata alcuna dichiarazione di cui alla lettera a) ;
  2. Si precisa che al Punto “MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DEI PLICHI” – “PLICO N.1- documentazione amministrativa” – Punto 4) – Paragrafo trattante l’Avvalimento ai sensi dell’art. 49 del Codice dei Contratti – Lettere n-o) : Non essendo presenti i modelli citati nei punti suddetti non si richiede la loro presentazione

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER L’APPALTO DEI LAVORI DI RISTRUTTURAZIONE PALAZZO QUARTIERI PERIZIA N°51/09

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
(Provincia di Lucca)
Ufficio Tecnico/ Settore LL.PP.
Piazza Dante, 1 55042 Forte dei Marmi 
C.F. e P.I. 00138080460 Tel. 0584/2801 - Fax 0584/280247

BANDO DI GARA MEDIANTE PROCEDURA APERTA PER L’APPALTO DEI LAVORI DI– RISTRUTTURAZIONE PALAZZO QUARTIERI PERIZIA N°51/09

Il Comune di Forte dei Marmi, Piazza Dante 1, telefono 0584/2801, Telefax 0584/280217 - Partita IVA 00138080460 - sito Internet www.comune.fortedeimarmi.lu.it., in esecuzione della deliberazione della Giunta Comunale n. 294 del 09.11.2010 e alla D.D. a contrarre n°1407 del 02/12/2010 intende appaltare, mediante pubblico incanto, i lavori di “RISTRUTTURAZIONE PALAZZO QUARTIERI - PERIZIA N°51/09”. CPV 45454000-4
CODICE CUP: F23G09000210004 - CODICE IDENTIFICATIVO GARA (CIG):059750116C

Procedura e modalità di aggiudicazione: procedura aperta ai sensi del Codice dei contratti D. Lgs 12 aprile 2006 n. 163, il corrispettivo dell’appalto sarà determinato a misura ai sensi di quanto previsto dall’articolo 82, comma 2 lett.a) del Codice dei contratti, mediante offerta a prezzi unitari.

Luogo di esecuzione dei lavori: Comune di Forte dei Marmi Palazzo Quartieri Via V.Veneto 1. 

Natura ed entità dei lavori da effettuare e caratteristiche generali dell'opera: L’appalto ha per oggetto l’esecuzione di tutti i lavori e le forniture per manutenzione qualitativa, risanamento conservativo, modifiche interne.

Importo complessivo dell’appalto (compresi oneri per la sicurezza, I.V.A esclusa): €.674.220,21 (seicentosettantaquattromiladuecentoventi/21).

  •  Importo a base d’appalto (esclusi oneri per la sicurezza): €.648.124,59 (seicentoquarantoottomilacentoventiquattro/59).
  • Oneri per l’attuazione dei piani della sicurezza non soggetti a ribasso: €.26.095,62 (ventiseimilazeronovantacinque/62).

Importo per la qualificazione: €.674.220,21 (seicentosettantaquattromiladuecentoventi/21) Iva escl.
Categoria prevalente OG1 con classifica III del D.P.R. n. 34/2000;

OPERE PREVALENTI
Lavorazione Categoria Class Importo in Euro

OPERE EDILI OG1 III €.513.733,21 

Lavorazioni di cui si compone l’intervento (art. 73 D.P.R. n. 554/99 e art. 74 comma 2°) eseguibili dalle imprese qualificate per le seguenti categorie ovvero subappaltabili o scorporabili ai fini della costituzione di A.T.I., di importo superiore al 10% dell'appalto:

ALTRE PARTI DI CUI SI COMPONE L’OPERA
Lavorazione Categoria Importo in Euro
lavori impiantistici OG10 € 84.625,00 
lavori impiantistici OG11 € 75.862,00

TERMINE DI ESECUZIONE
Giorni 273 (duecentosettantatre) naturali e consecutivi decorrenti dalla data di consegna dei lavori.

SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA
I concorrenti possono partecipare alla gara qualora siano in possesso dei requisiti economico-finanziari e tecnico-organizzativi richiesti e determinati con riferimento alla categoria prevalente per l’importo totale di qualificazione, ovvero siano in possesso dei requisiti richiesti e determinati con riferimento alla categoria prevalente e alle categorie delle lavorazioni diverse dalla prevalente ed ai corrispondenti loro singoli importi.

Nel caso di ricorso all’A.T.I. del tipo orizzontale, per i raggruppamenti temporanei di imprese e per i consorzi di cui all’art. 34 comma 1 lett. d) e) e f) del Codice dei contratti, alla capogruppo è richiesto il possesso dei requisiti prescritti nella misura minima del 40%, mentre alle mandanti è richiesto il possesso dei medesimi requisiti nella misura minima del 10%, purché la somma dei requisiti sia almeno pari a quella richiesta nel presente bando di gara. L’impresa mandataria in ogni caso deve dichiarare e possedere i requisiti di qualificazione in misura maggioritaria per la quota corrispondente alla quota di partecipazione al raggruppamento.
Le imprese riunite in A.T.I. sono tenute ad eseguire i lavori nella percentuale corrispondente alla quota di partecipazione al raggruppamento.
Nel caso di ricorso all’A.T.I. del tipo verticale per i raggruppamenti temporanei di imprese e per i consorzi di cui all’art. 34 comma 1 lett. d) e) e f) del Codice dei contratti, all’impresa capogruppo i requisiti previsti sono richiesti con riferimento alla categoria prevalente, mentre a ciascuna mandante sono richiesti i requisiti previsti per l’importo dei lavori della categoria che la stessa intende assumere e nella misura indicata per l’impresa singola.

Sono ammesse a partecipare le associazioni miste.
La singola impresa e le imprese che intendono riunirsi in associazione temporanea, in possesso dei requisiti per la partecipazione alla gara, possono associare altre imprese qualificate anche per categorie e importi diversi da quelli richiesti nel bando a condizione che i lavori eseguiti da queste ultime non superino il 20% dell’importo complessivo dei lavori e che l’ammontare complessivo delle qualificazioni possedute da ciascuna impresa sia almeno pari all’importo dei lavori che saranno ad essa affidati.
E’ fatto divieto ai concorrenti di partecipare alla gara in più di un’associazione temporanea o consorzio di cui all’art. 34, comma 1, lettere d) ed e) del Codice dei contratti ovvero di partecipare alla gara anche in forma individuale qualora abbia partecipato alla gara medesima in associazione o consorzio. Tale divieto si applica anche ai soggetti di cui all’art. 34 comma 1 lettera f) del Codice dei contratti.

I consorzi di cui all’art. 34, comma 1, lettera b) e c) del Codice dei contratti, sono tenuti, pena l’esclusione, ad indicare, in sede di offerta, per quali consorziati il consorzio concorre; a questi ultimi è fatto divieto di partecipare, in qualsiasi altra forma, alla medesima gara.
Sono altresì ammesse a partecipare alla gara le imprese dei Paesi appartenenti all’U.E. in base alla documentazione prodotta, secondo le normative vigenti nei rispettivi Paesi, del possesso di tutti i requisiti prescritti per la partecipazione alla gara delle imprese italiane.

DOCUMENTAZIONE
Gli interessati possono prendere visione ed estrarre copia del bando integrale di gara consultando il sito www.comunefdm.it. Inoltre è possibile visionare gli elaborati progettuali presso il Comune di Forte dei Marmi Settore LL.PP., previo appuntamento telefonico, dalle ore 9,00 alle ore 12,30 dei giorni: lunedì, mercoledì e sabato, è possibile acquistarne una copia, presso la ditta Foto Galli (tel.0584/881657), via P.I. Da Carrara, 19 Forte dei Marmi. Per la formulazione dell’offerta dovrà essere utilizzato esclusivamente il modulo predisposto dall’Amministrazione da ritirare in occasione della presa visione degli elaborati progettuali presso l’Ufficio di cui sopra.


TERMINE, INDIRIZZO DI RICEZIONE, E DATA DI APERTURA DELLE OFFERTE
I plichi sigillati sui lembi di chiusura contenenti i documenti e la busta dell’offerta, dovranno pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 08/01/2011 al seguente indirizzo: Comune di Forte dei Marmi – Ufficio Protocollo – Piazza Dante 1 – 55042 Forte dei Marmi.
L’orario di apertura dell’Ufficio Protocollo è il seguente: dal lunedì al sabato dalle ore 9.00 alle ore 12.30.
Sui plichi, oltre all’esatta indicazione della ragione sociale del mittente con relativo indirizzo dovrà essere riportato l’oggetto dell’appalto, l’importo dello stesso e il numero di codice fiscale dell’impresa concorrente.
Con le stesse modalità e formalità ed entro il termine indicato, pena l’irricevibilità, dovranno pervenire le eventuali integrazioni ai plichi già presentati.

L’invio dei plichi avverrà comunque, ad esclusivo rischio del mittente e non sarà tenuto conto dei plichi pervenuti dopo la scadenza anche se sostitutivi o integrativi di offerte già pervenute.

L’apertura dei plichi avverrà alla presenza degli interessati nel seguente modo:
1° seduta pubblica apertura documentazione amministrativa a partire dalle ore 09.00 del giorno presso 13/01/2011 una sala del Comune Forte dei Marmi Piazza Dante 1 – 55042 Forte dei Marmi. 
2° sedute pubblica apertura offerta economica a partire dalle ore 09.00 del giorno presso una sala del 20/01/2011 Comune Forte dei Marmi Piazza Dante 1 – 55042 Forte dei Marmi. 

Non sono ammesse domande di partecipazione ed offerte trasmesse per telegramma, telex, telefono, fax, posta elettronica, ovvero espresse in modo indeterminato 
Le offerte condizionate e con riserve sono considerate nulle.

MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DEI PLICHI
Per partecipare alla gara i concorrenti dovranno predisporre due distinti plichi, sigillati e controfirmati su tutti i lembi di chiusura con le seguenti diciture:

  • plico n.1 “documentazione amministrativa” contenente quanto richiesto ai successivi punti nn.1-2-3-4-5-6-7-8-9- 10-11. La dichiarazione di cui al punto 12 è dovuta se il concorrente è un consorzio
  • plico n.2 “offerta economica”.

Entrambi devono essere racchiusi in un unico contenitore, anch’esso sigillato e controfirmato. Sul contenitore e sui singoli plichi devono essere riportate oltre all’intestazione del mittente, le indicazioni relative all’oggetto della gara e al giorno dell’espletamento della medesima.

PLICO N°1 - documentazione amministrativa
Il concorrente dovrà presentare a pena di esclusione le seguenti dichiarazioni firmate dal legale rappresentante e accompagnate dalla fotocopia ancorché non autenticata del documento di identità del sottoscrittore, nonché i certificati previsti dai successivi punti: 

  1. pena l’esclusione domanda di partecipazione come da Allegato 1 predisposto dall’Ente in competente carta da bollo con l’indicazione dell’oggetto e dell’importo dell’appalto, del n. di telefono, di telefax e del codice fiscale e ove in possesso indirizzo E-mail, nonché della partita IVA, e/o codice fiscale, della matricola azienda e sede competente INPS, del codice azienda e PAT INAIL, del codice azienda e codice della CASSA EDILE dove ha sede l’impresa, del C.C.N.L. applicato e del numero dei lavoratori (dimensione aziendale) con la quale il concorrente:
    1. chiede di essere ammesso alla gara e dichiara di autorizzare la Stazione Appaltante all’utilizzo del fax per l’invio di ogni comunicazione, di avere esaminato gli elaborati progettuali, compreso il computo metrico, di essersi recato sul luogo di esecuzione dei lavori, di avere preso conoscenza delle condizioni locali, della viabilità di accesso, delle cave eventualmente necessarie e delle discariche autorizzate nonché di tutte le circostanze generali e particolari suscettibili di influire sulla determinazione dei prezzi, sulle condizioni contrattuali e sull’esecuzione dei lavori e di aver giudicato i lavori stessi realizzabili, gli elaborati progettuali adeguati ed i prezzi nel loro complesso remunerativi e tali da consentire il ribasso offerto nonché di avere effettuato una verifica della disponibilità della mano d’opera necessaria per l’esecuzione dei lavori e della disponibilità di attrezzature adeguate all’entità e alla tipologia e categoria dei lavori in appalto;
    2. si impegna ad eseguire i lavori nei modi e nei termini stabiliti dal capitolato speciale d’appalto;
    3. dichiara che l’offerta presentata tiene conto degli oneri per la sicurezza e ne accetta la quantificazione;
    4. dichiara di essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali a favore dei lavoratori, secondo la legislazione vigente;
    5. dichiara di aver adempiuto, all’interno della propria azienda, agli obblighi di sicurezza previsti dal D.Lgs.81/2008 e s.m.i.;
    6. dichiara di non aver emesso, senza autorizzazione ai sensi dell’art. 1 della L. 386/90 o senza provvista ai sensi dell’art. 2 della L. 386/90, assegno o più assegni in tempi ravvicinati e sulla base di una programmazione unitaria di importo superiore a € 51.645,69 ovvero di non aver, nei cinque anni precedenti, commesso due o più violazioni delle disposizioni previste dai precitati artt. 1 e 2 per un importo superiore complessivamente a € 10.329,14, accertate con provvedimento esecutivo;
    7. dichiara l’inesistenza delle situazioni indicate al comma 1 lettera a), d), e), f), g), h) ed i) dell’art. 38 del Codice dei contratti;
    8. dichiara la non applicazione all’impresa della sanzione interdittiva prevista dall’art. 9, secondo comma, lettera a) e/o c) del D.Lgs. n. 231/2001 emessa anche in sede cautelare;
    9. dichiara l’inesistenza, ai sensi dell’art. 38 comma 1 lett. m-quater) del Codice dei Contratti, di forme di controllo di cui all’art. 2359 cod. civ. con altre imprese concorrenti ovvero l’esistenza di una situazione di controllo con altri concorrenti e dichiara comunque di aver formulato autonomamente l’offerta. A corredo di tale ultima dichiarazione allega, pena l’esclusione, documenti, inseriti in separata busta chiusa, utili a dimostrare che la situazione di controllo non abbia influito sulla formulazione dell’offerta;
    10. dichiara l’inesistenza, di situazioni di collegamento e/o di collegamento sostanziale con altre imprese concorrenti, quali ad esempio la non comunanza con altre imprese concorrenti del legale rappresentante / titolare / amministratori / soci / direttori tecnici / procuratori con poteri di rappresentanza;
    11. dichiara l’assenza di misure interdittive irrogate ai sensi dell’art. 36-bis, comma 1, del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006 n. 248;
    12. dichiara la non applicazione all’impresa della sospensione o della revoca o del ritiro dell’attestazione SOA da parte dell’Autorità per aver prodotto falsa documentazione o dichiarazioni mendaci, risultanti dal casellario informatico;
    13. dichiara che l’impresa ha ottemperato al disposto della Legge 12 marzo 1999 n. 68 - art. 17, ovvero che l’impresa non è assoggettabile agli obblighi derivanti dalla legge 12.3.1999 n. 68.
  2. Pena l’esclusione dichiarazione in carta semplice del titolare, dei soci, degli amministratori muniti dei poteri di rappresentanza nonché dei direttori tecnici dell’inesistenza delle situazioni indicate al comma 1 lettere b) e c) e comma 2 dell’art. 38 del Codice dei contratti (allegato 2).
  3. Pena l’esclusione dichiarazione sostitutiva di atto notorio del legale rappresentante dalla quale risulti che nel triennio antecedente la data di pubblicazione del bando (allegato 3):
    1. non è stato sostituito né è cessato dalla carica il titolare o il direttore tecnico se si tratta di impresa individuale; il socio o il direttore tecnico, se si tratta di società in nome collettivo; i soci accomandatari o il direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice; gli amministratori muniti di potere di rappresentanza o il direttore tecnico se si tratta di altro tipo di società o consorzio;
    2. ovvero qualora sia intervenuta una sostituzione o cessazione che nei loro confronti non sia stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art. 444 del CPP per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sull’affidabilità morale e professionale. E’ comunque causa di esclusione la condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari; ovvero qualora sia intervenuta una sostituzione o cessazione e sia stata pronunciata, nei loro confronti, sentenza di condanna passata in giudicato o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art. 444 del CPP per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sull’affidabilità morale e professionale oppure condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari, che sono stati adottati atti o misure di completa dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata di cui si allega copia.
  4. Pena l’esclusione attestazione S.O.A. ai sensi del DPR 34/2000 regolarmente autorizzata, in corso di validità, adeguata alle categorie ed agli importi da appaltare con riferimento alla categoria prevalente per l’importo totale di qualificazione, ovvero con riferimento alla categoria prevalente e alle categorie delle lavorazioni diverse dalla prevalente ed ai corrispondenti loro singoli importi, qualora il concorrente partecipi come soggetto singolo.
    Se i concorrenti partecipano in ATI del tipo verticale, attestazione S.O.A. ai sensi del DPR 34/2000 regolarmente autorizzata, in corso di validità, adeguata alle categorie ed agli importi da appaltare con riferimento alla categoria prevalente per la capogruppo ed alle categorie scorporabili per le mandanti.
    Se i concorrenti partecipano in ATI del tipo orizzontale attestazione S.O.A. ai sensi del DPR 34/2000 regolarmente autorizzata, in corso di validità, adeguata alle categorie ed agli importi da appaltare con riferimento alla categoria prevalente per l’importo totale di qualificazione.
    Se la certificazione è già stata presentata in originale o copia conforme al Settore Gare e Contratti per la partecipazione ad altre gare d’appalto il concorrente è tenuto a presentare lo stesso certificato anche in semplice fotocopia ed ad indicare il numero di appalto per il quale il certificato è stato presentato.
    E’ ammesso l’avvalimento ai sensi dell’art. 49 del Codice dei contratti.
    L’impresa ausiliata, pena l’esclusione, dovrà inoltre presentare i seguenti documenti:
    1. dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante, attestante l’avvalimento dei requisiti necessari per la partecipazione alla gara, con specifica indicazione dei requisiti stessi e dell’impresa ausiliaria;
    2. contratto, in originale o copia autentica ai sensi dell’art. 18 del DPR 445/2000, in virtù del quale l’impresa ausiliaria si obbliga nei confronti del concorrente a fornire i requisiti e a mettere a disposizione le risorse necessarie, dettagliatamente indicate, per tutta la durata dell’appalto. Nel caso di avvalimento nei confronti di un’impresa che appartiene al medesimo gruppo, in luogo del contratto può essere presentata dichiarazione sostitutiva sottoscritta dal legale rappresentante attestante il legame giuridico ed economico esistente nel gruppo;
    3. attestazione S.O.A. ai sensi del DPR 34/2000 regolarmente autorizzata, in corso di validità, per le categorie in cui il concorrente eventualmente si qualifica per gli importi richiesti dal bando di gara. Se la certificazione è già stata presentata in originale o copia conforme al Settore Gare e Contratti per la partecipazione ad altre gare d’appalto il concorrente è tenuto a presentare lo stesso certificato anche in semplice fotocopia ed ad indicare il numero di appalto per il quale il certificato è stato presentato;
    4. se non in possesso di attestazione SOA certificato di iscrizione dell’impresa presso la competente Camera di Commercio Industria, Agricoltura e Artigianato di data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di presentazione dell’offerta. Ai sensi del DPR 445/2000 tale certificato può essere sostituito da una dichiarazione sostitutiva di certificazione rilasciata ai sensi degli artt. 46 e 48 della precitata norma.
      L’impresa ausiliaria, pena l’esclusione, dovrà presentare i seguenti documenti:
    5. dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante, nella quale dichiara l’inesistenza delle situazioni indicate al comma 1 lettera a), d), e), f), g), h) ed i) dell’art. 38 del Codice dei contratti;
    6. dichiarazione in carta semplice del titolare, dei soci, degli amministratori muniti dei poteri di rappresentanza nonché dei direttori tecnici dell’inesistenza delle situazioni indicate al comma 1 lettere b) e c) e comma 2 dell’art. 38 del Codice dei contratti;
    7. dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante, nella quale dichiara
      1. dichiara di essere in regola con gli obblighi relativi al pagamento dei contributi previdenziali ed assistenziali a favore dei lavoratori, secondo la legislazione vigente;
      2. di aver adempiuto, all’interno della propria azienda, agli obblighi di sicurezza previsti dal D.Lgs.81/2008 e s.m.i.;
      3. di non aver emesso, senza autorizzazione ai sensi dell’art. 1 della L. 386/90 o senza provvista ai sensi dell’art. 2 della L. 386/90, assegno o più assegni in tempi ravvicinati e sulla base di una programmazione unitaria di importo superiore a € 51.645,69 ovvero di non aver, nei cinque anni precedenti, commesso due o più violazioni delle disposizioni previste dai precitati artt. 1 e 2 per un importo superiore complessivamente a € 10.329,14, accertate con provvedimento esecutivo;
      4. che l’impresa non si è avvalsa di piani individuali di emersione di cui alla Legge n. 383 del 2001 oppure si è avvalsa di piani individuali di emersione di cui alla Legge n. 383 del 2001, ma che il periodo di emersione si è concluso;
      5. la non applicazione all’impresa della sanzione interdittiva prevista dall’art. 9, secondo comma, lettera a) e/o c) del D.Lgs. n. 231/2001 emessa anche in sede cautelare;
      6. l’assenza di misure interdittive irrogate ai sensi dell’art. 36-bis, comma 1, del decreto legge 4 luglio 2006, n. 223, convertito, con modificazioni, dalla legge 4 agosto 2006 n. 248;
      7. la non applicazione all’impresa della sospensione o della revoca o del ritiro dell’attestazione SOA da parte dell’Autorità per aver prodotto falsa documentazione o dichiarazioni mendaci, risultanti dal casellario informatico;
    1. dichiarazione sostitutiva di atto notorio del legale rappresentante dalla quale risulti che nel triennio antecedente la data di pubblicazione del bando (allegato 3):
      1. non è stato sostituito né è cessato dalla carica il titolare o il direttore tecnico se si tratta di impresa individuale; il socio o il direttore tecnico, se si tratta di società in nome collettivo; i soci accomandatari o il direttore tecnico se si tratta di società in accomandita semplice; gli amministratori muniti di potere di rappresentanza o il direttore tecnico se si tratta di altro tipo di società o consorzio;
      2. ovvero qualora sia intervenuta una sostituzione o cessazione che nei loro confronti non sia stata pronunciata sentenza di condanna passata in giudicato o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art. 444 del CPP per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sull’affidabilità morale e professionale. E’ comunque causa di esclusione la condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari;
      3. ovvero qualora sia intervenuta una sostituzione o cessazione e sia stata pronunciata, nei loro confronti, sentenza di condanna passata in giudicato o emesso decreto penale di condanna divenuto irrevocabile oppure sentenza di applicazione della pena su richiesta ai sensi dell’art. 444 del CPP per reati gravi in danno dello Stato o della Comunità che incidono sull’affidabilità morale e professionale oppure condanna, con sentenza passata in giudicato, per uno o più reati di partecipazione a un’organizzazione criminale, corruzione, frode, riciclaggio, quali definiti dagli atti comunitari, che sono stati adottati atti o misure di completa dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata di cui si allega copia;
    1. dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante, nella quale dichiara che l’impresa ha ottemperato al disposto della Legge 12 marzo 1999 n. 68 - art. 17, ovvero che l’impresa non è assoggettabile agli obblighi derivanti dalla legge 12.3.1999 n. 68 .
    2. dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante con cui l’impresa si obbliga verso il concorrente e verso la stazione appaltante a mettere a disposizione per tutta la durata dell’appalto le risorse necessarie, dettagliatamente indicate, di cui è carente il concorrente;
    3. dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante con cui attesta che l’impresa non partecipa alla gara in proprio o associata o consorziata ai sensi dell’art. 34 del Codice dei Contratti;
    4. dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante con cui attesta che l’impresa non si trova in una delle situazioni di controllo di cui all’art. 38 comma 1 lett. m-quater) del Codice dei Contratti con una delle altre imprese che partecipano alla gara.
    5. attestazione S.O.A. ai sensi del DPR 34/2000 regolarmente autorizzata, in corso di validità, per le categorie per le quali presta avvalimento per gli importi richiesti dal bando di gara.
      Se la certificazione è già stata presentata in originale o copia conforme al Settore Gare e Contratti per la partecipazione ad altre gare d’appalto il concorrente è tenuto a presentare lo stesso certificato anche in semplice fotocopia ed ad indicare il numero di appalto per il quale il certificato è stato presentato;
    6. patto di integrità sottoscritto dal legale rappresentante dell’impresa ausiliaria come da modello allegato al presente bando.
    7. protocollo d’intesa sottoscritto per accettazione dal Legale Rappresentante dell’impresa ausiliaria come da modello allegato al presente bando.

Le dichiarazioni di cui al punto 12) del bando, qualora l’Ausiliaria sia un Consorzio di cui all’art. 34 comma 1 lettera b) e c) del Codice di Contratti 
Ai sensi dell’art. 49 comma 6 del Codice dei contratti il concorrente non potrà avvalersi di più imprese ausiliarie per ciascuna categoria.
Pena l’esclusione non è consentito, ai sensi dell’art. 49 comma 8 del Codice dei contratti, che della stessa impresa ausiliaria si avvalga più di un concorrente.
E’ vietata altresì la partecipazione alla medesima gara dell’impresa ausiliaria e dell’impresa che si avvale dei requisiti della medesima impresa ausiliaria.
L’impresa ausiliata può, in sede di offerta, presentare richiesta di subappalto a favore dell’impresa ausiliaria nei limiti dei requisiti prestati.

  1. Pena l’esclusione, qualora il concorrente, sia singolo che associato, per la qualificazione nella categoria prevalente di cui al presente bando di gara necessiti di una iscrizione per classifica pari o superiore alla III, l’attestazione SOA dovrà riportare l’indicazione del possesso della certificazione di cui all’art. 2, comma 1 lettera q) del D.P.R. 34/2000.
  2. Pena l’esclusione, CAUZIONE PROVVISORIA, ai sensi dell’art. 75 D.Lgs. 163/2206 e ss.mm. l’offerta è corredata da una garanzia, pari a €.13.484,41 ossia pari al 2% del prezzo a base d’asta costituita nelle forme e con le modalità di cui all’art. 75 D.Lgs. 163/2006 e ss.mm.
    Ai sensi dell’art. 113 D.Lgs. 163/2006 e ss.mm., l’esecutore del contratto è obbligato a costituire una garanzia fideiussoria del 10% dell’importo contrattuale, salvo aumenti in caso di ribassi d’asta superiore al 10%. La garanzia fideiussoria deve prevedere espressamente la rinuncia al beneficio della preventiva escussione del debitore principale, la rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957 c. 2 c.c., nonchè la loro operatività entro 15 giorni, a semplice richiesta scritta della stazione appaltante.
    Preferibilmente:
    1. polizze-tipo : le garanzie, ai sensi del D.Min.Attività Produttive n.123 del 12.3.2004, devono essere conformi agli schemi-tipo approvati con il suddetto Decreto e integrate dalla previsione degli artt. 75 comma 4 e 113 comma 2 D. Lgs. 163/2006 e ss.m.
    2. intermediari finanziari : possono essere prodotte, a titolo di cauzioni provvisorie e definitive, fideiussioni prestate da Intermediari finanziari, iscritti nell’elenco speciale di cui all’art.107 D. Lgs. n.385/1993 ed in possesso di autorizzazione rilasciata dal Ministero dell’Economia e delle Finanze ex art.2 c.1 D.P.R.n.115 del 30.3.2004 (l’intermediario finanziario dovrà produrre, in sede di gara, dichiarazione riportante gli estremi dell’autorizzazione ministeriale vedi allegato 5).
    3. riduzioni : ex art. 40 c. 7 D. Lgs. 163/2006 e ss.mm., le imprese in possesso della certificazione del Sistema di Qualità conforme alle norme europee della serie UNI EN ISO 9000 risultante dall’attestazione SOA, godono del beneficio della riduzione del 50% per la cauzione e la garanzia fideiussoria previste rispettivamente dagli artt. 75 (compreso il suo eventuale rinnovo, ex art.75 cc. 5 e 7 e 113 c. 1 D. Lgs. 163/2206 e ss.mm.: al fine di godere del beneficio è necessario, a pena di esclusione, produrre copia dell’attestazione SOA in sede di gara.
      Garanzie dei concorrenti riuniti :
      In caso di ATI non ancora costituite : le garanzie fideiussorie devono essere sottoscritte da tutte le imprese partecipanti al raggruppamento o almeno intestate a tutte le interessate, anche se sottoscritte soltanto dalla mandataria.
      In caso di ATI già costituite : le garanzie fideiussorie e assicurative sono intestate a tutti i concorrenti e presentate, su mandato irrevocabile, dall’impresa mandataria o capogruppo in nome e per conto di tutti i concorrenti, con responsabilità solidale in caso di raggruppamento temporaneo di imprese di tipo “orizzontali” e responsabilità pro quota in caso di raggruppamenti temporanei di tipo “verticale”.
      Per godere del beneficio della riduzione delle cauzioni ex art.40 c.7 Dlgs n.163/06 e s.m., tutte le imprese partecipanti al raggruppamento temporaneo devono possedere e produrre, pena l'esclusione, in sede di gara, l'attestazione SOA da cui risulti il possesso della certificazione di qualità aziendale.
  3. Pena l’esclusione, versamento del contributo a favore dell'Autorità per la Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture pari a €.40,00 effettuato con una delle seguenti modalità:
    1. on-line mediante carta di credito dei circuiti Visa, MasterCard, Diners, American Express collegandosi al sito web dell’Autorità di Vigilanza “Servizio riscossione” all’indirizzo http://www.avcp.it/riscossioni.html seguendo le istruzioni disponibili sul portale.
      A riprova dell’avvenuto pagamento, l’impresa concorrente deve allegare copia stampata della ricevuta, trasmessa dal sistema di riscossione.
    2. in contanti, muniti del modello di pagamento rilasciato dal Servizio di riscossione, presso tutti i punti vendita della rete dei tabaccai lottisti abilitati al pagamento di bollette e bollettini, seguendo le istruzioni operative disponibili sul portale all’indirizzo http://www.avcp.it/riscossioni.html
      A comprova dell’avvenuto pagamento, l’impresa concorrente deve allegare lo scontrino in originale rilasciato dal punto vendita.
      Nel caso di A.T.I. dovrà essere effettuato un unico versamento a cura dell’impresa mandataria
  4. I concorrenti dovranno allegare il Certificato della Camera di Commercio di appartenenza in originale (o copia autenticata) della ditta partecipante o, nel caso di concorrenti costituiti da imprese riunite o associate o da riunirsi o da associarsi, più attestazioni (o copie autenticate).
  5. Attestazione rilasciata dall’U.T.C, dalla quale risulti che il Direttore Tecnico dell’Impresa od il Titolare (se ditta individuale), il Legale Rappresentante (se Società) o altro soggetto munito di idonea delega in originale, si è recato sul posto per eseguire sopralluogo dove dovranno essere eseguiti i lavori. Le visite di sopralluogo, da concordarsi con lo stesso UTC Geom. Franco Tedeschi, Geom. Andrea Sermattei tel. 0584/2801, previo appuntamento telefonico, dovranno essere compiute tassativamente entro il giorno 03/01/2011. La non ottemperanza delle prescrizioni di cui al comma precedente costituisce espressamente causa di esclusione dalla procedura di gara.
  6. Nel caso in cui il concorrente intenda ricorrere al subappalto deve allegare dichiarazione con l’indicazione delle categorie da subappaltare nei limiti previsti dall’art. 118 del Codice dei contratti, in mancanza di tale dichiarazione il subappalto non sarà autorizzato (allegato 4).
  7. Nel caso di ricorso all’A.T.I. la dichiarazione di partecipazione in raggruppamento deve essere sottoscritta, pena l’esclusione, da tutti i rappresentanti legali delle imprese associate, deve specificare il tipo di A.T.I. prescelto con l’indicazione dell’impresa capogruppo, le categorie dei lavori per le quali le imprese si associano, in caso di ATI orizzontale le quote di partecipazione corrispondenti alla quota di esecuzione dei lavori e l’impegno che, in caso di aggiudicazione della gara, le stesse conferiranno mandato collettivo alla capogruppo, la quale stipulerà il contratto in nome e per conto proprio e delle mandanti (art. 37 comma 8 del Codice dei contratti) e che entro il termine indicato nella comunicazione di affidamento dell’appalto, produrranno atto notarile di Raggruppamento temporaneo di imprese dal quale risulti:
  8. il conferimento di mandato speciale, gratuito ed irrevocabile a chi legalmente rappresenta l’impresa capogruppo;
  9. l’inefficacia nei confronti dell’Ente appaltante, della revoca del mandato stesso per giusta causa;
  10. l’attribuzione al mandatario, da parte delle imprese mandanti, della rappresentanza esclusiva, anche processuale, nei confronti dell’Ente appaltante per tutte le operazioni e gli atti di qualsiasi natura dipendenti dall’appalto, anche dopo il collaudo dei lavori fino alla estinzione di ogni rapporto.
    E’ consentita la presentazione di domanda di partecipazione e offerte anche da parte di operatori economici che devono ancora costituirsi in consorzio ordinario di concorrenti. In tal caso dovrà essere presentato impegno di costituzione del consorzio sottoscritto da tutti i rappresentanti legali che dovrà avere lo stesso contenuto e forma dell’impegno del costituendo ATI.
  11. Pena l’esclusione, dichiarazione sottoscritta dal legale rappresentante del consorzio concorrente alla gara di cui all’art. 34 comma 1 lettera b) e c) del Codice dei contratti con l’indicazione dei consorziati per i quali il consorzio concorre.
    Qualora la consorziata indicata sia a sua volta un consorzio di cui all’art. 34 comma 1 lettera b) e c) del Codice dei Contratti, dovrà essere indicata, pena l’esclusione, l’impresa che eseguirà i lavori.

L’impresa esecutrice indicata in sede di gara dovrà presentare, pena l’esclusione del consorzio stesso, i documenti di seguito indicati:

  1. dichiarazione del Legale Rappresentante da cui risultino i nominativi di tutti gli amministratori muniti dei poteri di rappresentanza, nonché dei direttori tecnici;
  2. dichiarazione del Legale Rappresentante nella quale dichiara quanto indicato alle lettere b) – d) – e) – f) – g) – h) – i - j) – k) – l) e n) del precedente punto 1;
  3. se in possesso di attestazione SOA, dichiarazione del Legale Rappresentante nella quale dichiara quanto indicato alla lettera m) del precedente punto 1;
  4. documento di cui al precedente punto 2;
  5. documento di cui al precedente punti 3;

Le imprese mandanti sono tenute ad allegare all’offerta presentata dalla capogruppo la documentazione richiesta ai punti: 1-2-3-4-5-8-9-10. La dichiarazione di cui al punto 12 deve essere presentata solo se la mandante è un consorzio di cui all’art. 34 comma 1 lettera b) e c) del Codice dei contratti. 
Nell’ipotesi in cui gli atti di gara siano sottoscritti dal procuratore dell’impresa concorrente quest’ultimo dovrà presentare copia della procura nonché, pena l’esclusione, i documenti di cui al punto 2.
Si precisa che in caso di dichiarazioni mendaci relativamente a quanto dichiarato ai punti 1, 2, 3, 4 il dichiarante assume le responsabilità di cui all’art. 76 del D.P.R. 445/2000.

PLICO N°2 – offerta economica
Offerta economica sottoscritta dal Legale rappresentante dell’impresa concorrente, in busta chiusa, sigillata e controfirmata sui lembi di chiusura sulla quale deve essere riportato l’oggetto, l’importo dell’appalto, nonché il nominativo dell’impresa concorrente.

L'OFFERTA ECONOMICA dovrà essere formulata sulla lista delle categorie delle lavorazioni e forniture, messa a disposizione da questo Ente e ritirata presso l’Ufficio Tecnico Comunale in occasione della presa visione obbligatoria del progetto, nei giorni di lunedì, mercoledì, sabato, previo appuntamento telefonico, dalle ore 9,00 alle ore 12,30. Detta lista dovrà essere prodotta in originale produrre in originale ed in bollo competente, composta di sette colonne, completata dal concorrente nella quinta e sesta colonna con i prezzi unitari in cifre e in lettere, mentre nella settima colonna con i prodotti dei quantitativi risultanti dalla quarta colonna (QUANTITA’) per i prezzi indicati nelle colonne quinta e sesta. Il prezzo globale offerto, che è rappresentato dalla somma di tali prodotti, ed il conseguente ribasso percentuale (calcolato sottraendo all’”Importo soggetto a ribasso di gara” il prezzo globale offerto e dividendo il risultato di nuovo per l’”Importo soggetto a ribasso di gara”), devono essere indicati dal concorrente in calce alla lista, sia in cifre che in lettere, e riportati nella dichiarazione di cui alla lett. a). La lista deve essere sottoscritta, in ciascun foglio, con firma leggibile e per esteso dal Titolare dell’impresa o dal Legale rappresentante della società o ente cooperativo (di ciascuna impresa nel caso di raggruppamenti temporanei non ancora costituiti) e non potrà presentare correzioni che non siano espressamente confermate e sottoscritte.

L’aggiudicazione avviene in base al ribasso percentuale indicato in lettere.
La stazione appaltante, dopo l’aggiudicazione definitiva e prima della stipulazione del contratto, procede alla verifica dei conteggi della “lista delle categorie di lavorazione e forniture previste per l’esecuzione dell’appalto” tenendo per validi ed immutabili le quantità ed i prezzi unitari offerti, espressi in lettere, correggendo, ove si riscontrino errori di calcolo, i prodotti e/o la somma. In caso di discordanza fra il prezzo complessivo risultante da tale verifica e quello dipendente dal ribasso percentuale offerto tutti i prezzi unitari offerti sono corretti in modo costante in base alla percentuale di discordanza.
I prezzi unitari offerti dall’aggiudicatario costituiranno l’elenco dei prezzi unitari contrattuali.
In caso di discordanza fra prezzi unitari offerti relativi a medesime categorie di lavorazioni o forniture sarà considerato prezzo contrattuale quello di importo minore.
Nel caso di raggruppamento temporaneo di imprese e di consorzio di cui all’art. 34 comma 1 lettera e) del Codice dei contratti l’offerta deve essere sottoscritta, pena l’esclusione, da tutti i rappresentanti delle imprese associate/consorziate.

Nel caso in cui in luogo delle dichiarazioni richiesta al punto 11) venga presentato atto notarile di raggruppamento o di costituzione del consorzio l’offerta può essere sottoscritta dalla sola impresa capogruppo.

E’ nulla l’offerta priva di sottoscrizione.

Le offerte condizionate e con riserve sono considerate nulle.
Non sono ammesse le offerte trasmesse per telegramma, telex, telefono, fax, posta elettronica, ovvero espresse in modo indeterminato.
Non saranno prese in considerazione le offerte pervenute su moduli diversi da quello predisposto dall’Amministrazione o su moduli comunque predisposti dall’Impresa, anche se conformi a quello dell’Amministrazione appaltante.
Il modulo con l’indicazione della denominazione dell’impresa concorrente o delle imprese concorrenti in caso di ATI o del consorzio di cui all’art. 34 comma 1 lettera e) del Codice dei contratti deve, pena l’esclusione, essere sottoscritto in ciascun foglio dal concorrente e non può presentare correzioni che non siano espressamente confermate e sottoscritte dallo stesso.

Sono ammesse solamente offerte a ribasso. L’aggiudicazione sarà definitiva ad unico incanto.
Il ribasso percentuale potrà essere espresso con un massimo di tre decimali, qualora i decimali fossero in numero maggiore si procederà ad arrotondare per eccesso o per difetto al terzo decimale.
Ai fini del calcolo dell’anomalia, si terrà conto delle prime tre cifre decimali, qualora i decimali fossero in numero maggiore si procederà ad arrotondare per eccesso o per difetto al terzo decimale.

Sono ammesse ad assistere all’apertura delle offerte i legali rappresentanti dei concorrenti ovvero soggetti, uno per ogni concorrente, muniti di specifica delega loro conferita dai suddetti legali rappresentanti;

TERMINE DI VALIDITA’ DELL’OFFERTA 
E’ consentito agli offerenti di svincolarsi dalla propria offerta dopo 180 giorni dalla presentazione della stessa in caso di mancata aggiudicazione entro detto termine (art. 11 comma 6 del Codice dei contratti)

FINANZIAMENTO
L'opera è finanziata con fondi di avanzo dell’A.C.

CRITERIO DI AGGIUDICAZIONE
L’appalto sarà aggiudicato al prezzo più basso rispetto all’importo dei lavori a base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza, mediante offerta a prezzi unitari, determinato con esclusione automatica delle offerte che presentino un ribasso pari o superiore alla media aritmetica dei ribassi percentuali di tutte le offerte ammesse, con esclusione del 10%, arrotondato all’unità superiore, rispettivamente delle offerte di maggior ribasso e di quelle di minor ribasso, incrementata dello scarto medio aritmetico dei ribassi percentuali che superano la predetta media.

In presenza di un numero di offerte valide inferiore a 10 non si procederà alla determinazione della soglia dell’anomalia, fermo restando il potere della Stazione Appaltante di valutare la congruità delle offerte.

Il prezzo offerto deve essere determinato, ai sensi dell’art. 82, comma 2 lettera a) del Codice dei contratti, mediante offerta a prezzi unitari ai sensi dell’art. 90 del DPR 554/99.
Il prezzo offerto deve essere, comunque, inferiore a quello posto a base di gara al netto degli oneri per l’attuazione dei piani di sicurezza.
La procedura di gara si conclude con l’aggiudicazione provvisoria dichiarata in sede di gara
L’aggiudicazione diverrà definitiva dopo la verifica del possesso dei prescritti requisiti.
Ai fini della stipulazione del contratto sarà rispettato il termine dilatorio di cui all’Art. 11 comma 10 del D.Lvo 163/2006 come modificato dal D.vo 20 marzo 2010, n. 53, per cui il contratto non potrà essere stipulato prima dei 35 giorni dall’invio dell’’ultima delle comunicazioni del provvedimento di aggiudicazione definitiva ai sensi dell’art. 79 D.Lvo 163/2006

ALTRE INFORMAZIONI

  1. non sono ammessi a partecipare alle gare soggetti privi dei requisiti generali di cui all’articolo 38 del Codice dei contratti;
  2. La misurazione e valutazione dei lavori sarà effettuata secondo le modalità previste nel Capitolato Speciale d’appalto.
  3. In ogni caso la Stazione appaltante si riserva la facoltà, prevista dall’art. 81, comma 3, del D.Lgs. 163/06, di decidere di non procedere all’aggiudicazione se nessuna offerta risulti conveniente o idonea in relazione all’oggetto del contratto.
  4. Le comunicazioni di cui all’art.79 comma 5 del D.Lgs 163/2006 così come modificato dal D.lgs 53/2010 verranno fatte per iscritto mediante fax o posta elettronica certificata all’indirizzo eletto, espressamente indicato e autorizzato dal concorrente in sede di offerta (vedi allegato 1).
    La data di avvenuta stipulazione del contratto con l’aggiudicatario sarà resa nota mediante pubblicazione sul sito internet del Comune di Forte dei Marmi.
  5. si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta valida. In presenza di due o più offerte valide che presentino lo stesso ribasso, l’appalto verrà aggiudicato mediante sorteggio.
  6. con avviso sul sito internet www.comunefdm.it si darà comunicazione, della data fissata, della convocazione delle eventuali successive sedute di gara. Nello stesso sito, nei giorni immediatamente successivi all’aggiudicazione, verrà data comunicazione del nominativo dell’aggiudicatario;
  7. l’aggiudicatario, ai sensi dell’art. 113 del Codice dei contratti dovrà prestare, entro 10 giorni dalla comunicazione dell’aggiudicazione, cauzione definitiva pari al 10% dell’importo dei lavori al netto del ribasso d’asta oltre i costi interni. In presenza di ribasso d’asta superiore al 10%, la garanzia fidejussoria è aumentata di tanti punti percentuali quanti sono quelli eccedenti il 10%; ove il ribasso sia superiore al 20%, l’aumento è di due punti percentuali per ogni punto di ribasso superiore al 20%.
    Ai sensi dell’art. 129 comma 1 del Codice dei contratti e dell’art. 103 del D.P.R. n. 554/1999 l’esecutore dei lavori è obbligato a stipulare polizza di assicurazione a copertura dei danni o della distruzione totale o parziale di impianti ed opere anche se preesistenti che si potrebbero verificare durante l’esecuzione dei lavori e della responsabilità civile verso terzi.
    Tale polizza assicurativa dovrà essere stipulata con i seguenti massimali:
      -  € 500.000,00 per rischi di esecuzione;
      -  € 500.000,00 per responsabilità civile per danni causati a terzi nel corso dell’esecuzione dei lavori.
    Tale polizza deve essere consegnata al Direttore dei Lavori almeno 10 gg. prima della consegna dei lavori stessi
    La mancata consegna entro i termini previsti dal Direttore Lavori può comportare lo scioglimento del vincolo giuridico sorto a seguito dell’aggiudicazione definitiva mediante invio di lettera raccomandata, senza necessità di ulteriori adempimenti;
  8. le autocertificazioni, le certificazioni, i documenti e l’offerta devono essere in lingua italiana o corredati di traduzione giurata;
  9. gli importi dichiarati da imprese stabilite in altro stato membro dell’Unione Europea, qualora espressi in altra valuta, dovranno essere convertiti in Euro;
  10. il ricorso al subappalto o il cottimo ai sensi dell’art. 118 del Codice dei contratti deve essere indicato all’atto dell’offerta, pena la mancata autorizzazione al subappalto o cottimo.
    Nel caso di autorizzazione al subappalto o al cottimo è fatto obbligo all’appaltatore di trasmettere copia delle fatture quietanzate relative ai pagamenti corrisposti al subappaltatore o al cottimista , con l’indicazione delle ritenute di garanzia effettuate, entro 20 giorni dalla data di ciascun pagamento eseguito dalla stazione appaltante, ai sensi dell’art. 118 del Codice dei contratti. Qualora gli affidatari non trasmettano le fatture quietanzate del subappaltatore o del cottimista entro il predetto termine, la stazione appaltante sospende il successivo pagamento a favore degli affidatari.
  11. la stazione appaltante si riserva la facoltà di effettuare controlli a campione sui concorrenti i quali, pena l’esclusione sono tenuti a presentare entro 10 gg. dalla richiesta inviata via fax la seguente ulteriore documentazione:
    1. CCIIAA con specifica dizione sulle procedure concorsuali o certificato in originale o in copia autenticata del Tribunale – Sezione Fallimentare – del luogo di residenza della società di data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di presentazione da cui risulti che nei confronti dell’impresa non è in corso un procedimento di fallimento, di liquidazione coatta, di amministrazione controllata o di concordato preventivo o documento equipollente rilasciato da Autorità Giudiziaria o Amministrativa competente del paese di origine o di provenienza per i cittadini di altro Stato della CEE non residenti in Italia. Se nessun documento è rilasciato dal paese interessato può essere presentata apposita dichiarazione giurata fatta dall’interessato davanti ad una Autorità Giudiziaria o Amministrativa o Notaio;
    2. dichiarazione in carta libera sottoscritta dal legale rappresentante della società, ai sensi degli artt. 1 e 4 del D.P.C.M. n. 187/91;
    3. copia dell’atto costitutivo della Società concorrente;
    4. copia dell’atto di cessione/acquisizione del ramo d’azienda;
    5. copia dell’atto di affitto del ramo d’azienda;
    6. elenco delle società consorziate;
    7. certificato (anche in fotocopia autenticata) di iscrizione dell’impresa presso la competente Camera di Commercio, Industria, Agricoltura e Artigianato ovvero presso i registri dello Stato di provenienza con l’indicazione della specifica attività dell’impresa di data non anteriore a sei mesi rispetto a quella di presentazione con l’annotazione che per l’impresa nulla osta ai sensi della L.575/65 e successive modifiche (antimafia) e che l’impresa non è in stato di fallimento, di liquidazione coatta, di concordato preventivo o di amministrazione controllata.
      Ai sensi degli artt. 46 e 48 del DPR 445/2000 tale certificato può essere sostituito da una dichiarazione sostitutiva di certificazione;ricostruzione storica delle cariche sociali nel triennio antecedente la data di pubblicazione del bando nonché idonea documentazione atta a dimostrare il possesso dei requisiti di idoneità morale;
  12. l’Amministrazione si riserva la facoltà di effettuare gli opportuni accertamenti sui concorrenti e sulle consorziate esecutrici prima di stipulare il contratto con l’aggiudicatario dell’appalto.
    L’accertamento dei dati giudiziari nei confronti dei soggetti indicati dall’art. 38 del Codice dei contratti che possono determinare l’esclusione dalla gara e l’impossibilità a stipulare il contratto sarà comunicato tramite lettera inviata via fax al numero indicato dall’impresa per consentire al concorrente di esercitare il diritto alla partecipazione del procedimento previsto dall’art. 7 della Legge 241/90.
    L’Ente appaltante, in caso di accertata mancanza dei requisiti di carattere tecnico e/o generale, o in caso di documentazione antimafia c.d. atipica, procede all’annullamento dell’aggiudicazione, all’esclusione del concorrente, alla determinazione della nuova soglia di anomalia e alla conseguente nuova aggiudicazione.
  13. ai sensi dell’art. 2 della Legge n. 266 del 22/11/2002, l’impresa aggiudicataria, prima della stipula del contratto, è tenuta a presentare, entro i termini indicati dalla Stazione Appaltante, la certificazione rilasciata dai competenti istituti dalla quale risulti la regolarità contributiva.
    La mancata presentazione della documentazione entro il termine fissato comporterà la revoca dell’affidamento così come previsto dalla legge.
  14. ai sensi dell’art. 140 comma del Codice dei contratti, in caso di fallimento o di risoluzione del contratto per grave inadempimento dell’aggiudicatario dell’appalto, l'Ente Appaltante si riserva la facoltà di interpellare progressivamente i soggetti che hanno partecipato alla gara, risultanti dalla relativa graduatoria, sino al quinto miglior offerente escluso l’originario aggiudicatario, al fine di stipulare un nuovo contratto per il completamento dei lavori alle medesime condizioni economiche già proposte in sede di offerta dal soggetto originario aggiudicatario.
    L'Ente Appaltante si riserva inoltre la possibilità, in caso di accertata mancanza dei requisiti di carattere tecnico e/o generale, o in caso di documentazione antimafia c.d. atipica, dopo la stipula del contratto, di interpellare progressivamente i soggetti che hanno partecipato alla gara, risultanti dalla relativa graduatoria, sino al quinto miglior offerente escluso l’originario aggiudicatario, al fine di stipulare un nuovo contratto per il completamento dei lavori alle medesime condizioni economiche già proposte in sede di offerta dal soggetto originario aggiudicatario;
  15. l’Ente Appaltante, in caso di consegna anticipata dei lavori ai sensi dell’art. 129 del D.P.R. n. 554/99, accertata la mancata consegna delle polizze di cui all’art. 103 del DPR 554/99 ed art. 129 del Codice dei contratti procede allo scioglimento del vincolo giuridico sorto a seguito dell’aggiudicazione definitiva, all’escussione della polizza fidejussoria, alla segnalazione all’Autorità di Vigilanza sui Lavori Pubblici ed alla determinazione della nuova soglia di anomalia e alla conseguente nuova aggiudicazione.
  16. La stazione appaltante esclude i concorrenti per i quali accerta che le relative offerte sono imputabili ad un unico centro decisionale, sulla base di univoci elementi. La verifica e l'eventuale esclusione sono disposte dopo l'apertura delle buste contenenti l'offerta economica;
  17.  sono a carico dell’appaltatore le spese di contratto e tutti gli oneri connessi alla sua stipulazione compresi quelli tributari;
  18. i risultati di gara saranno pubblicati a norma di legge;
  19. ai sensi della legge 136/2010 l’operatore economico è tenuto ad assumere gli obblighi di tracciabilità dei flussi finanziari;
  20. ai sensi del D.Lgs. n. 196/2003, si informa che i dati forniti dalle imprese sono dal Comune di Forte dei Marmi trattati esclusivamente per le finalità connesse alla gara e per l'eventuale successiva stipula e gestione dei contratti. Il titolare del trattamento dei dati in questione è il Comune di Forte dei Marmi.

Responsabile del procedimento è L’Ing.Gabriele Borri Dirigente del SETTORE TECNICO - Lavori Pubblici al quale potranno essere richieste notizie di carattere tecnico.

Le informazioni e chiarimenti sulla procedura d’appalto e sul bando di gara potranno essere richieste all’Ufficio Tecnico – Geom.Francesca Mori - Tel. 0584/2801.
Le dichiarazioni richieste nel presente bando possono essere presentate dai concorrenti utilizzando i modelli allegati.
In pubblicazione sul sito Web www.comunefdm.it e sul sito http://osservatorio.oopp.regione.toscana.it 

IL DIRIGENTE UTC
Ing.Gabriele Borri

folder Bando per concorso di idee per la riqualificazione ambientale ed urbana del mercato coperto a Forte dei Marmi

Data di attivazione: 10 settembre 2011
Data di scadenza: 11 gennaio 2012 alle ore 12.00

Data di attivazione: 10 settembre 2011
Data di scadenza: 11 gennaio 2012 alle ore 12.00
Si comunica che dal 22/12/11 al termine del bando, l'ufficio non risponderà piu ai quesiti inerenti il concorso

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
(Provincia di Lucca) 

BANDO PER CONCORSO DI IDEE PER LA RIQUALIFICAZIONE AMBIENTALE ED URBANA DEL MERCATO COPERTO A FORTE DEI MARMI

CAPITOLO I
DEFINIZIONE DEL CONCORSO

ART. 1: TEMA DEL CONCORSO
Tema del presente concorso di idee è la progettazione della riqualificazione ambientale e urbana del Mercato Coperto a Forte dei Marmi, attraverso l’ideazione di elementi formali e funzionali in grado di valorizzare e caratterizzare lo spazio urbano.
Le specifiche tecniche e l’individuazione dell’intervento vengono elencati dettagliatamente nella scheda tecnica allegata al presente bando denominata:”Scheda tecnica del concorso di idee per la riqualificazione ambientale e urbana del Mercato Coperto a Forte dei Marmi”.

ART. 2: ENTE BANDITORE
Ente banditore: Comune di Forte dei Marmi (LU)
Indirizzo: Piazza Dante, n.1, 55042 Forte dei Marmi 
R.U.P. dott. ing. G. Borri, Dirigente LL.PP.
Telefono: 0584 2801
Fax: 0584 280247
e-mail: gborri@comunefdm.it 

ART. 3: TIPO DI CONCORSO E PROCEDURA DI AGGIUDICAZIONE
Il presente bando ha per oggetto un concorso di idee progettuali ai sensi dell’art 108 del d.lgs. 163/2006, in forma anonima, aperto alla partecipazione dei soggetti in possesso dei requisiti indicati all’art. 7 e aggiudicato con i criteri di cui al successivo art. 14.

ART. 4: ESIGENZE ESPRESSE DALL’ENTE BANDITORE 
(Linee guida per la progettazione e obiettivi del concorso)
Il Comune di Forte dei Marmi ha necessità di migliorare la qualità del Mercato Coperto e lo spazio pubblico adiacente, con un progetto in grado da una parte di valorizzarne l'architettura e la funzione di centro aggregativo ed economico e dall’altra di riconfigurarne l’assetto attualizzandolo attraverso l’inserimento di spazi con destinazione d’uso diverse (vedi scheda tecnica allegata). Le soluzioni progettuali devono perseguire e proporre soluzioni urbanistiche, edilizie e di arredo urbano atte a valorizzare gli spazi oggetto di intervento nel loro complesso dal punto di vista estetico, tenendo conto del tessuto urbano limitrofo esistente, delle opere pubbliche già realizzate o previste dalla strumentazione urbanistica attuativa dell’area, nonché del sistema viario limitrofo.
La trasformazione dovrà quindi essere finalizzata al raggiungimento dell’obiettivo di riqualificare l’area pubblica prevedendo un mix funzionale, con un numero di parcheggi adeguato sia alle nuove funzioni che a quelle presenti nel centro storico così come prescritto dalla scheda allegata (AT5A)
L’intervento inoltre deve tener conto che la zona oggetto del presente concorso di idee è sottoposta a vincolo ambientale ai sensi del Dlgs. 42/2004 in quanto la piazza è di proprietà pubblica da oltre 50 anni.

In sintesi le proposte progettuali dovranno tenere conto dei seguenti obiettivi strategici:

  1. riqualificazione urbanistica dell’area e miglioramento della qualità dell’edificato e dell’area limitrofa;
  2. definizione degli spazi di parcheggio;
  3. studio della viabilità e dei percorsi pedonali e delle aree verdi ;
  4. razionalizzazione di illuminazione e arredo urbano;
  5. individuazione di tipologia dei materiali per quanto possibile dal punto di vista della sostenibilità ambientale;
  6. utilizzo di materiali e tecnologie ad alta efficienza energetica.
  7. costo massimo ipotizzato complessivo (compresa IVA e spese tecniche) : € 12.000.000,00

ART. 5 : NORME TECNICHE
Si dovranno rispettare le norme tecniche vigenti per le opere della riqualificazione con particolare attenzione alle prescrizioni dei testi legislativi in vigore, in particolare le Norme del Regolamento Urbanistico vigente.

ART. 6: DOCUMENTAZIONE FORNITA AI CONCORRENTI 
I concorrenti potranno prendere visione del testo del bando di concorso e della relativa documentazione amministrativa sul sito del Comune all’indirizzo www.comune.fortedeimarmi.lu.it
Ai concorrenti sarà messo a disposizione il seguente materiale, reperibile presso il Comune:
1. Estratto del piano complesso di intervento approvato, con legenda e relative Norme tecniche di Attuazione;
2. Estratto aereofotogrammetrico (scala 1/2000);
3. Rilievo dell’area in dwg;

CAPITOLO II
PARTECIPAZIONE AL CONCORSO

ART. 7: PARTECIPAZIONE AL CONCORSO
La partecipazione al concorso è aperta agli Architetti, Urbanisti e Ingegneri iscritti agli Albi dei rispettivi Ordini Professionali e comunque a tutti i progettisti in possesso dei titoli riconosciuti dalla Direttiva 85/384/CE, come aggiornata dall’elenco pubblicato sulla G.U.C.E. n° C351 del 04.12.1999.
La partecipazione al concorso può essere individuale o in gruppo: il partecipante singolo o, nel secondo caso tutti i componenti del gruppo, devono essere in possesso dei titoli richiesti.
Ad ogni effetto del presente Concorso, un gruppo di concorrenti avrà, collettivamente, gli stessi diritti di un singolo concorrente. A tutti i componenti del gruppo è quindi riconosciuta la parità di titoli e diritti e la paternità delle idee espresse nella proposta progettuale. Nel caso di partecipazione in gruppo almeno uno dei componenti dovrà essere under 35 al fine di dare l'opportunità ai giovani professionisti di maturare esperienza e dimostrare le proprie capacità professionali. Ogni gruppo dovrà nominare un suo componente quale capogruppo, delegato a rappresentarlo presso l’Ente Banditore.
Il concorrente singolo o i concorrenti in gruppo potranno avvalersi di consulenti e/o collaboratori. Per costoro non si applica il requisito di cui al presente articolo, ma essi non dovranno trovarsi nelle condizioni di incompatibilità indicate agli articoli 8 e 9 del presente bando; la loro qualifica e la natura della loro consulenza e/o collaborazione dovranno essere definiti e dichiarati all’Ente Banditore, senza investire su questa materia il rapporto tra il concorrente e l’Ente Banditore stesso.
Non è ammesso che una stessa persona, sia essa concorrente effettivo, consulente e/o collaboratore faccia parte di più di un gruppo, né partecipi contemporaneamente in forma singola e come appartenente a un altro gruppo, nè presenti più proposte progettuali distinte, pena l’invalidazione di ciascuna proposta presentata.
Non è ammesso che la composizione di un gruppo sia integrata durante l’espletamento del Concorso.
È fatto divieto assoluto a tutti i concorrenti di divulgare, pubblicare o far pubblicare i progetti (o loro parti) prima che vengano resi noti gli esiti della Commissione Giudicatrice.
La violazione di tale divieto comporta la esclusione.

ART. 8: INCOMPATIBILITÀ DEI PARTECIPANTI
Non possono partecipare al concorso:
1) i componenti della Commissione Giudicatrice, i loro coniugi e i loro parenti sino al quarto grado e gli affini sino al secondo grado compreso:
2) gli Amministratori in carica ed i consiglieri dell’Ente Banditore;
3) i dipendenti a tempo pieno e i dipendenti a tempo parziale dell’Ente Banditore.
4) coloro che hanno partecipato, a qualsiasi titolo, alla stesura del bando e dei documenti allegati;
5) coloro che siano inibiti per legge o per provvedimento disciplinare o per contratto all'esercizio della libera professione
6) coloro che versino in una delle cause ostative di cui all'art. 38 del D.Lgs 163/2006 e ss.mm.ii. 
In caso di partecipazione in forma associata le incompatibilità valgono per tutti i membri del gruppo, per il legale rappresentante, amministratori, direttore tecnico della società o consorzio di raggruppamento, progettisti e collaboratori che formano il gruppo di progettazione. L'incorrenza, in una causa delle cause di incompatibilità sopra descritte, anche di un solo soggetto, determina l'esclusione dal concorso 

ART. 9: CAUSE DI ESCLUSIONE
Tutti i concorrenti sono ammessi al concorso con riserva di accertamento dell'insussistenza delle cause di incompatibilità 
I concorrenti esclusi non potranno in alcun modo rivalersi sull' Amministrazione banditrice per le spese sostenute per la partecipazione al concorso o per eventuali oneri da ciò derivanti.

ART. 10: ELABORATI RICHIESTI DAL CONCORSO
Le proposte progettuali dovranno essere rappresentate, a pena esclusione, mediante i seguenti elaborati:

  • relazione di fattibilità contenente una prima verifica in merito alla compatibilità dei lavori con le norme urbanistico-edilizie di carattere nazionale, regionale, con la pianificazione comunale e con il regime vincolistico esistente nonché una prima analisi sui prevedibili effetti positivi che l’intervento può avere sul contesto, in formato A4, (per un massimo di 3 cartelle, interlinea 1,5 corpo 12 "Times New Roman");
  • relazione tecnico-illustrativa con l'indicazione di presupposti, criteri, finalità e dati del progetto; in particolare l’illustrazione della proposta ideativa; i criteri generali seguiti per la progettazione e quanto ritenuto utile in relazione agli obiettivi previsti dal presente bando, in formato A4, (per un massimo di 12 cartelle, interlinea 1,5 corpo 12 "Times New Roman");
  • relazione tecnica-economica che illustri i costi di massima dell’intervento proposto, evidenziando gli effetti sui costi di conduzione e gestione /manutenzione.
  • n° 3 (tre) tavole in formato A1 stampate su carta gram. 180. Gli elaborati dovranno anche essere trasmessi su CD in formato digitale: "pdf". Il CD dovrà essere masterizzato in modalità “non riscrivibile”.

Le tavole dovranno contenere almeno: una planimetria generale in scala non inferiore a 1/200, prospetti, 2 sezioni significative, e facoltativamente restituzioni in 3D, schizzi, foto-inserimenti ,particolari costruttivi e quant'altro ritenuto fondamentale ed idoneo a facilitare la lettura del progetto.

ART. 11: MODALITA' E TERMINE DI PARTECIPAZIONE - CONSEGNA DEGLI ELABORATI E DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA
Entro il termine stabilito, ogni concorrente dovrà consegnare un unico involucro, opaco e sigillato con ceralacca, contenente n° 2 plichi separati ed anonimi, così distinti:

BUSTA N: 1) PROPOSTA PROGETTUALE: nella busta dovranno essere inseriti, pena esclusione, esclusivamente gli elaborati progettuali individuati all’articolo 10. Sulla busta non dovrà comparire alcun tratto distintivo che permetta il riconoscimento dei concorrenti, dovrà essere assolutamente anonima e riportare esclusivamente la scritta “PROPOSTA PROGETTUALE”.
BUSTA N. 2) DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA, nella busta rigorosamente anonima, riportante esclusivamente la dicitura “DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA”, dovranno essere inseriti, pena esclusione:

  1. domanda di partecipazione redatta in carta semplice sull'allegato mod. A in casi di concorrente singolo ed A1 "per il capogruppo" in caso di raggruppamento di concorrenti. Ai sensi dell’art. 13 del D.Lgs 30/06/2003 n. 196 i dati personali forniti dai concorrenti saranno raccolti presso il Comune per le finalità di gestione del concorso e saranno trattati presso archivi informatici e/o cartacei. Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione del concorso. L’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 del citato D. Lgs. Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti del Comune.
  2. dichiarazione redatta su allegato mod. B) contenente:
    per tutti i concorrenti effettivi, siano essi singoli o componenti di un gruppo: dichiarazione di non incompatibilità e autocertificazione relativa alla propria regolare iscrizione all’albo professionale provinciale, indicando quale e a che numero;
  3. solo per i concorrenti componenti di un gruppo: dichiarazione su allegato mod. C) la nomina del capogruppo delegato a rappresentare il gruppo stesso presso l’Ente banditore e presso la segreteria del concorso, secondo quanto disposto dall’art. 8 del presente Bando;
  4. solo per i consulenti e/o collaboratori: dichiarazione su allegato mod. D) indicante la propria qualifica e natura della consulenza e/o collaborazione. 

Tutte le dichiarazioni dovranno essere sottoscritte dai soggetti che le effettuano e contenere in allegato copia fotostatica di un documento di identità in corso di validità. 

Sul plico principale è ammessa solo la dicitura:

Comune di Forte dei Marmi
Piazza Dante 1
55042 Forte dei Marmi (LU)
Concorso di idee per la riqualificazione ambientale ed urbana del Mercato Coperto di Forte dei Marmi

Per mantenere l’anonimato degli elaborati, nel caso di consegna a mezzo posta o corriere, fermo restando il termine di consegna, sul plico dovrà inoltre essere indicato, sia quale mittente che quale destinatario, il seguente indirizzo:

Comune di Forte dei Marmi
Piazza Dante, 1
55042 Forte dei Marmi (LU).

L’Ente Banditore si ritiene esonerato dalla responsabilità di disguidi e ritardi postali.
I concorrenti dovranno recapitare il plico presso l’Ufficio Protocollo dell’Ente entro e non oltre le ore 12.00 del giorno 11 gennaio 2012. 
Per ogni plico presentato, è rilasciata la ricevuta con l’indicazione dell’ora e del giorno della consegna. Qualora invece la trasmissione venisse effettuata attraverso vettori sarà comunque tenuta valida la data e l’ora di ricezione dei plichi da parte dell’Ente risultante dal protocollo generale. Non saranno comunque accettati plichi che per qualunque motivo pervenissero presso l’Ufficio Protocollo del Comune oltre il termine previsto per la consegna.

ART. 12: CALENDARIO CONCORSO
I termini di cui al presente Bando, si intendono tassativi
Scadenze:
_ Consegna di quanto previsto all'art. 11: 11 gennaio 2012
_ Conclusione dei lavori della commissione giudicatrice: 12 marzo 2012 

CAPITOLO III
LAVORI DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE ED ESITO DEL CONCORSO

ART. 13: COMPITI GENERALI DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE
La Commissione giudicatrice avrà il compito di verificare che, dopo il termine ultimo per la consegna degli elaborati, il materiale risulti nei tempi e nei modi fissati dal Bando, e che gli elaborati siano effettivamente conformi a quelli richiesti.
La stessa provvederà:

  1. alla verifica del rispetto dei tempi di consegna con la individuazione dei plichi non pervenuti nei termini prescritti, i quali non verranno ammessi all’esame e quindi non aperti;
  2. alla redazione di una lista di riconoscimento assegnando un codice di identificazione ai singoli plichi;
  3. all’apertura dei plichi ammessi al concorso;
  4. all’archiviazione dei plichi non aperti perché non pervenuti nei limiti previsti e depositati assieme alle buste sigillate in luogo sicuro, fino a quando non sia stato deciso l’esito del concorso;
  5. all’esame tecnico degli elaborati di concorso con riguardo a:
  6. richieste formali del bando (tipo e quantità degli elaborati);
  7. richieste di eventuali caratteristiche i cui criteri di giudizio siano quantificabili secondo tipo e misura;
  8. verifica di eventuali richieste vincolanti espresse dall’Ente Banditore;

ART. 14: CRITERI PER LA VALUTAZIONE DEGLI ELABORATI
La Commissione Giudicatrice si dovrà esprimere in base ai seguenti criteri espressi in centesimi, che qui di seguito si specificano :

  1. qualità complessiva della proposta sia in ordine alla riqualificazione urbanistica dell'area che alla soluzione architettonica in relazione anche alla sua capacità di sviluppare un rapporto con il contesto cittadino (max 60/100);
  2. fattibilità tecnico-economica della proposta sia dal punto di vista costruttivo sia in relazione alla distribuzione ed organizzazione funzionale degli spazi, oltrechè in relazione al modello gestionale ed organizzativo dell'intero intervento (max 25/100);
  3. aspetti innovativi dell’intervento dal punto di vista della sostenibilità ambientale e dell’innovazione tecnologica (materiali, tecnologie, soluzioni funzionali,…), (max 15/100);

ART. 15: COMPOSIZIONE DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE – COMPOSIZIONE E RUOLI
La Commissione Giudicatrice sarà nominata dopo la presentazione dei progetti e si comporrà come previsto dall’art. 84 del D. Lgs. 163/2006, più precisamente da n° 5 membri effettivi con diritto di voto.
Sono membri effettivi:

  • Presidente della Commissione: Dirigente Settore Lavori Pubblici
  • Funzionario Responsabile del Servizio OO.PP;
  • Funzionario della Soprintendenza per i Beni Architettonici, Paesaggistici, Storici, Artistici per le province di Lucca e Massa Carrara (in alternativa un esperto in materia paesaggistica);
  • Due esperti individuati su elenco trasmesso dagli ordini professionali degli ingegneri ed architetti.

Le riunioni della Commissione Giudicatrice sono valide con la presenza di almeno tre membri effettivi. Le funzioni del segretario,senza diritto di voto, sono assunte dal personale dell’Ufficio Appalti e Contratti. In caso di parità di voto prevale il voto del presidente.

ART. 16: LAVORI DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE
La Commissione Giudicatrice, convocata dal Presidente dovrà iniziare i propri lavori immediatamente alla data fissata di convocazione e li dovrà ultimare entro i successivi 60 giorni.
I lavori della Commissione Giudicatrice saranno segreti; di essi sarà tenuto apposito verbale redatto dal Segretario della Commissione Giudicatrice custodito dall’Ente Banditore.
Sarà pubblica la prima seduta in cui si aprirà la busta principale e quella contenente la documentazione progettuale verificandone la regolarità formale e quindi individuando i progetti ammessi; sarà altresì pubblica l’ultima seduta in cui si esporrà la relazione conclusiva che conterrà una breve illustrazione sulla metodologia seguita, oltre che l’elenco dei progetti premiati accompagnato delle relative valutazioni.
In questa seduta, formata la graduatoria, la Commissione Giudicatrice procederà all’apertura delle buste chiuse di tutti i concorrenti e alla conseguente verifica dei documenti amministrativi e delle eventuali incompatibilità, conclusa la quale assegnerà i premi.
E’ compito dell’Ente Banditore comunicare i risultati a tutti i concorrenti entro 30 giorni dalla conclusione delle operazioni.

ART. 17: ADEMPIMENTI DELLA COMMISSIONE GIUDICATRICE
La commissione Giudicatrice si riunisce per determinare la graduatoria generale da cui risulteranno i tre progetti premiati.
In caso di esclusione di un premiato, in conseguenza delle verifiche di cui al precedente articolo, ad esso subentrerà il primo concorrente che lo segue in graduatoria.
La Commissione Giudicatrice oltre ai premi previsti dal bando può decidere all’unanimità di attribuire speciali menzioni o segnalazioni non retribuite.
La relazione della Commissione Giudicatrice sarà resa pubblica mediante comunicazione sull’albo pretorio del Comune di Forte dei Marmi e su almeno un quotidiano locale ad ampia diffusione e sul sito internet del Comune di Forte dei Marmi.

ART. 18: ESITO DEL CONCORSO
Il concorso si concluderà con una graduatoria di merito e con l’attribuzione di :

  • al 1° classificato: vincitore del concorso di idee : €. 5.000,00 (cinquemila);
  • al 2° classificato : €. 3.000,00 (tremila);
  • al 3° classificato : €. 2.000,00 (duemila).

Dette somme complessive (al netto di I.V.A. e contributo integrativo previdenziale) verranno corrisposte ai premiati dopo l’emissione di regolare fattura o equipollente.

L’ente banditore si riserva la facoltà di affidare al vincitore del concorso di idee la realizzazione dei successivi livelli di progettazione, con procedura negoziata, così come previsto dall'art. 108 del D.Lgs. 163/2006 ovvero affidandolo direttamente ai propri uffici tecnici.

CAPITOLO IV
ADEMPIMENTI FINALI

ART. 19: MOSTRA E PUBBLICAZIONE DEI PROGETTI ELABORATI
L’Ente Banditore provvederà, a breve distanza di tempo dalla proclamazione dei risultati a rendere pubbliche le proposte dei concorrenti, eventualmente anche tramite l’organizzazione di una mostra pubblica con l’esposizione degli elaborati concorrenti.
Con la partecipazione al concorso, i concorrenti autorizzano l’esposizione e l’eventuale pubblicazione degli elaborati consegnati, salva la garanzia e tutela del Diritto d’Autore da copiatura e riproducibilità senza previo consenso dell’autore.
Nulla sarà dovuto agli autori dei progetti presentati per la esposizione pubblica e l’eventuale pubblicazione dei loro progetti da parte dell’Ente Banditore.

ART. 20: DIRITTI D’AUTORE
I progetti partecipanti al concorso di idee sono acquisiti in proprietà dall’Ente Banditore, e potranno essere recepiti nella programmazione delle successive fasi.

ART. 21: RESTITUZIONE PROGETTI
I progetti non saranno restituiti e saranno trattenuti in proprietà dell’Ente Banditore.

ART. 22: REGOLARITÀ DEL BANDO
Il presente Bando è stato redatto in base alla vigente normativa ed è stato approvato dalla Giunta Comunale dell’Ente Banditore.

ART. 23: PUBBLICAZIONE DEL BANDO
Il presente bando sarà pubblicato sul sito web del comune di Forte dei Marmi, all’Albo comunale e diffuso mediante comunicazione agli Ordini degli Architetti e degli Ingegneri della Provincia di Lucca.

ART. 24: RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Ai sensi ed agli effetti di cui all’art. 4 della Legge 07.08.1990 n. 241 e successive modificazioni e integrazioni, si informa che il Responsabile del procedimento coincide con il Dirigente del Settore Lavori Pubblici Ing. Gabriele Borri.

folder Bando per l'affidamento in gestione della casa per ferie sita in Comune di Abetone, denominata "La Casetta"

Data di attivazione: 31 ottobre 2011
Data di scadenza: 21 novembre 2011 alle ore 12.30
BANDO PER L’AFFIDAMENTO IN GESTIONE DELLA CASA PER FERIE SITA IN COMUNE DI ABETONE, DENOMINATA “LA CASETTA”

Data di attivazione: 31 ottobre 2011
Data di scadenza: 21 novembre 2011 alle ore 12.30

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
Provincia di Lucca

BANDO PER L’AFFIDAMENTO IN GESTIONE DELLA CASA PER FERIE SITA IN COMUNE DI ABETONE, DENOMINATA “LA CASETTA”

1. Ente appaltante: Comune di Forte dei Marmi – P.za Dante 1 – Tel. 0584-2801 - Fax 0584-280246 – E-mail lquadrelli@comunefdm.it
Indirizzo cui chiedere informazioni : Ufficio Servizi al Cittadino

2. Procedura di aggiudicazione: asta pubblica

3. Criterio di aggiudicazione: L’appalto sarà aggiudicato con il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa sulla base dei seguenti criteri:

CAPACITÀ PROFESSIONALE ED ESPERIENZE MASSIMO 20 PUNTI COSI SUDDIVISI 

  • gestione di strutture turistico-ricettive , centri di educazione ed informazione ambientale fino a 7 punti
  • attività di promozione inerenti la valorizzazione dell’ambiente montano fino a 5 punti
  • conoscenza dei luoghi dimostrata da possesso di titoli ( guida alpina, accompagnatore naturalistico, maestro di sci , attestazione del Corpo Nazionale del Soccorso Alpino, Operatore Sportivo Volontario fino a 8 punti 

QUALITÀ DEL PIANO DI GESTIONE MAX 60 PUNTI COSÌ SUDDIVISI

  • proposte migliorative che si intendono realizzare nella struttura fino a punti 8
  • modalità di sviluppo del turismo scolastico fino a punti 12
  • attività di promozione dei servizi offerti e forme di collaborazione che si intendono attivare con altri soggetti (associazioni, operatori turistici, agenzie, scuole, oratori, ecc fino a punti 15
  • estensione del periodo di apertura oltre i tempi obbligatori richiesti fino a punti 12
  • attività di animazione fino a punti 8
  • attività di promozione dei concetti di sostenibilità fino a 5 punti 

OFFERTA ECONOMICA FINO A 20 PUNTI
Al concorrente che avrà presentato la percentuale di ribasso più elevata, rispetto alla base d’asta di €.75.000.00 IVA inclusa,saranno assegnati 20 punti, agli altri in proporzione a scalare

Si procederà all’aggiudicazione anche in presenza di una sola offerta se ritenuta valida sotto il profilo tecnico-economico.

4. Luogo di esecuzione del servizio 
Edificio con destinazione casa per ferie sita in Comune di Abetone, loc. Fontana Vaccaia ,Via del Brennero 200, denominata “La Casetta del Comune di Forte dei Marmi”

5. Oggetto della gestione 
La gestione riguarda una “casa per ferie” , struttura ricettiva attrezzata per il soggiorno di persone o gruppi , gestita , al di fuori dei normali canali commerciali, da Associazioni o enti aventi personalità giuridica privata, operanti senza scopo di lucro per il conseguimento di finalità sociali, culturali, assistenziali, religiose o sportive, per il soggiorno dei propri dipendenti, associati o assistiti e loro familiari. Nella “casa per ferie” possono altresì essere ospitati dipendenti, e relativi familiari, di altre aziende, nonché assistiti dagli aderenti alle associazioni di cui sopra con i quali sia stata stipulata apposita convenzione.

6.Caratteristiche della gestione 
L’esercizio dell’attività ricettiva è soggetto a S.C.I.A. da presentare al Comune di Abetone, con l’indicazione dei posti letto e del periodo di apertura .
Il numero di posti letto autorizzati è di 73
La gestione comprenderà tutti i servizi relativi alla tipologia “casa per ferie” e ad essi connessi, quali ,in particolare , la somministrazione di alimenti e bevande, in conformità alla normativa vigente.

7. Suddivisione in lotti della gestione
Non è possibile la suddivisione in lotti della gestione 

8. Soggetti ammessi alla gara 
Possono partecipare alla gara esclusivamente Associazioni o ONLUS con sede nel Comune di Forte dei Marmi operanti senza scopo di lucro per il conseguimento di finalità sociali, culturali, assistenziali , religiose o sportive .

9.Subappalto
Non è ammesso il subappalto.

10. Durata del servizio 
Anni 3 

11. Garanzie e coperture assicurative
E’ richiesta in caso di aggiudicazione la cauzione definitiva pari al 10% dell’importo contrattuale complessivo mediante polizza fideiussoria bancaria o assicurativa, nonché, per la partecipazione all’appalto, la cauzione provvisoria del 2% dell’importo a base d’asta.
La cauzione viene prestata a garanzia dell’adempimento di tutte le obbligazioni del contratto.
In caso di aggiudicazione dovrà essere presentata, prima della sottoscrizione del contratto, una polizza assicurativa per €.1.000.000,00 per danni derivati alla struttura per spandimento di acqua, incendi, ecc, nonché per ogni danno che possa derivare all’immobile, al personale impiegato o a terzi nello svolgimento dell’attività per cui viene affidata la gestione.

12. Obblighi del gestore

  1. utilizzare la struttura e le sue pertinenze per le finalità cui la stessa è destinata (casa per ferie)
  2. garantire la custodia, la cura e la conservazione della struttura in condizioni di decoro ed efficienza, attuandone la pulizia e manutenzione ordinaria (compresi impianti, attrezzature, arredi e suppellettili) nonché dell’area esterna di pertinenza
  3. segnalare tempestivamente la presenza di danni alla struttura e la necessità di interventi di manutenzione straordinaria. Le segnalazioni saranno esaminate dal Comune che provvederà all’esecuzione dei lavori richiesti in ragione della loro priorità e delle risorse di bilancio disponibili.
  4. non procedere ad opere di trasformazione, modifica e miglioria di locali, impianti, attrezzature, arredi e suppellettili , nonché delle aree di pertinenza , senza la preventiva autorizzazione scritta del Comune, che si riserva di accertarne la necessità e l’opportunità
  5. garantire un’apertura della struttura più ampia e continuativa possibile, e comunque almeno per i seguenti periodi: dal 28 dicembre al 31 marzo e dal 1 al 31 luglio
  6. praticare i prezzi indicati nel tariffario fornito di anno in anno dal Comune e che per il primo anno risulta essere il seguente:
    dal 28 dicembre all’8 gennaio

    Mezza pensione
    Adulti €.52,00
    Bambini fino a 4 anni non compiuti gratis
    Bambini da 4 a 10 anni non compiuti €.26,00

    Altri periodi
    Mezza pensione
    Adulti €.37,00
    Bambini fino a 4 anni non compiuti gratis
    Bambini da 4 a 10 anni non compiuti €.18,50

    Pranzo al sacco su richiesta
    Adulti €.8,00
    Bambini €.4,50

  7. comunicare preventivamente al Comune tutte le iniziative, promozionali e non, da realizzare nell’ambito della struttura.
  8. alla chiusura stagionale garantire la pulizia ed il riordino dei locali nonché la disattivazione degli impianti e delle apparecchiature e provvedere a visite periodiche al fine di controllarne lo stato di conservazione
  9. consentire verifiche periodiche congiunte al personale del Comune di Forte dei Marmi al fine di accertare la gestione della struttura ed il suo stato di manutenzione
  10. presentare annualmente al Comune una relazione sull’andamento dell’attività svolta, comprensiva dei dati di accesso alla struttura
  11. provvedere a propria cura e spese al rinnovo delle autorizzazioni necessarie per lo svolgimento dell’attività
  12. provvedere alla gestione delle prenotazioni, al rilascio dei documenti fiscali previsti per legge ed alla tenuta dei registri dei corrispettivi
  13. provvedere all’incasso dei corrispettivi sia relativi al servizio alberghiero che alla somministrazione di alimenti e bevande. Gli incassi dovranno essere versati al Comune di Forte dei Marmi con cadenza almeno settimanale
  14. promuovere la struttura e le opportunità dalla stessa offerte
  15. garantire lo svolgimento del servizio con idoneo personale nei confronti del quale dovranno essere rispettate ed applicate di tutte le disposizioni previste nei CC.NN.LL. di settore , nonché osservare tutte le norme e le disposizioni di legge in materia di prevenzione infortuni, di igiene, di assicurazione, di malattia, invalidità, di disoccupazione, ed ogni altra disposizione attualmente in vigore riferita alla tutela dei lavoratori liberando l’Amministrazione comunale da qualsiasi obbligo e/o responsabilità in tal senso.

13. Obblighi del Comune
Il Comune dovrà :

  1. farsi carico delle spese relative alle utenze (che rimarranno intestate al Comune), alle forniture , ai noleggi ed agli interventi di manutenzione e riparazione.
  2. provvedere alla manutenzione straordinaria della struttura, degli impianti e dell’area di pertinenza in ragione della priorità degli interventi e delle risorse di bilancio disponibili
  3. collaborare e supportare le attività promozionali intraprese dal gestore

14. Rapporti economici fra le parti
A fronte del periodo di gestione minimo sopra indicato, il Comune riconoscerà al gestore un corrispettivo di €.75.000,00 IVA inclusa al netto del ribasso d’asta praticato, nonché una percentuale sugli incassi così determinata:

  • incassi fino a €130.000,00 5%
  • incassi da €130.001,00 a €140.000,00 7%
  • incassi da €140.001,00 a €150.000,00 9%
  • incassi superiori a €150.001,00 10% 

L’importo di €75.000,00 IVA inclusa al netto del ribasso d’asta praticato sarà corrisposto come segue: per il 1° anno 30% alla sottoscrizione del contratto, 30% entro il 31/1/2012, 20% entro il 31/3/2012 e 20% entro il 30/9/2012.
Per gli anni successivi : 40% entro il 31/1, 40% entro il 31/3, 20% entro il 30/9.
La percentuale sugli incassi sarà liquidata annualmente a conclusione della gestione annuale.

Il gestore potrà decidere di garantire l’apertura della struttura anche in periodi ulteriori rispetto a quello minimo indicato, dandone tempestiva comunicazione al Comune. In tal caso saranno a carico del gestore tutte le spese di qualunque tipo (forniture, noleggi, utenze) mentre gli competeranno tutti gli incassi di qualunque genere.

15. Consegna dei beni
L’atto di presa in carico della struttura sarà obbligatoriamente, preceduto dall’effettuazione di apposito sopralluogo tra il gestore e un rappresentante dell’A.C. L’inventario, la ricognizione e l’esatta consistenza dei beni ed il loro stato saranno accertati da un apposito verbale, redatto in contraddittorio e sottoscritto dalle parti, che dovrà essere allegato al contratto.
Allo scopo di verificare la gestione,ogni anno verrà effettuata una ricognizione della struttura con la verifica dell’inventario sopradetto.
Alla scadenza del contratto sarà eseguito un ulteriore sopralluogo con cui saranno verificate le condizioni di riconsegna del bene al Comune.
Al termine della convenzione eventuale materiale acquistato dal gestore ritornerà nella sua piena disponibilità, fatta comunque salva la facoltà di acquisizione da parte del Comune, previa valutazione economica in accordo tra le parti.
Il Comune manterrà il diritto di possedere duplicato delle chiavi di accesso ai locali e personale incaricato avrà facoltà di accedervi per compiere verifiche e azioni tecniche, anche in assenza del gestore, ma dandogliene notizia, possibilmente in anticipo.
E’ fatto divieto al gestore di consegnare le chiavi del complesso a terzi.

16. Divieto di subconcessione 
Il gestore non potrà cedere la concessione, né subconcedere o subaffittare, in tutto o in parte i beni concessi in uso.
Il rapporto è strettamente personale con assoluta esclusione di ogni forma di sostituzione, cessione, subentro, salva l’assunzione da parte del gestore di personale dipendente sotto la sua esclusiva direzione e responsabilità.

17. Sospensione della gestione
La gestione della struttura non potrà essere interrotta o sospesa dal concessionario per nessun motivo, salvo cause di forza maggiore.
In caso di sospensione dell’esercizio di gestione o di abbandono immotivato dell’immobile da parte del concessionario, il Comune potrà sostituirsi, senza formalità di sorta, al concessionario per l’esecuzione d’ufficio del servizio (con rivalsa sul medesimo delle spese sostenute) e procedere alla revoca, di diritto, della concessione.

18. Rinuncia 
L’eventuale rinuncia, da parte del concessionario, prima della scadenza del contratto dovrà essere notificata a mezzo raccomandata A/R con un anticipo di almeno sei mesi.

19. Revoca della concessione e diritto di recesso
E’ facoltà del Comune concedente revocare la concessione prima della scadenza, a proprio insindacabile giudizio, in caso di violazione del contratto di concessione o gravi inadempienze da parte del concessionario agli obblighi assunti. In tale ipotesi, alla revoca si aggiunge il risarcimento del danno.
Il recesso del contratto sarà consentito nelle ipotesi previste dalla normativa vigente, unilateralmente da parte del Comune, con preavviso di almeno sei mesi, da effettuarsi a mezzo raccomandata A/R.

20.Tutela dei dati personali 
I dati personali forniti dai concorrenti, obbligatori, per le finalità concesse allo svolgimento della gara di appalto e per la eventuale stipula della convenzione saranno trattati conformemente alle disposizioni del D.Lgs. 196/2003.

21. Responsabile del procedimento
Il responsabile del procedimento è la Dott.ssa Laura Quadrelli.

22. Modalità di gara
L’asta pubblica si terrà mediante offerte segrete, tenendo conto dei parametri di cui all’art.3.

23. Invio offerte – documentazione e termini
Per partecipare alla gara gli interessati dovranno presentare apposita domanda.
A pena di esclusione dalla gara la domanda dovrà essere contenuta in plico chiuso e sigillato recante l’indicazione “OFFERTA PER GESTIONE CASETTA ABETONE” e dovrà pervenire presso la sede del Comune di Forte dei Marmi (P.za Dante 1 – 55042 Forte dei Marmi) entro e non oltre le ore 12,30 del giorno 21 NOVEMBRE 2011.
Le offerte possono essere consegnate a mano o spedite per mezzo del servizio postale all’indirizzo sopracitato e , comunque, a totale rischio del mittente ove, per qualsiasi motivo, non giungessero a destinazione in tempo utile.
Oltre il termine previsto, i plichi non verranno presi in considerazione, anche se spediti per raccomandata o altro mezzo antecedentemente alla scadenza, non valendo la data di spedizione.
Il Plico dovrà contenere:

  1. Busta chiusa recante la dicitura “DOCUMENTAZIONE AMMINISTRATIVA” e contenente :
  2. domanda di partecipazione redatta secondo il modello A, comprensiva della dichiarazione unica con cui gli interessati attestano il possesso dei requisiti richiesti e la presa visione dei luoghi e dello stato della struttura
  3. fotocopia del documento d’identità del /dei sottoscrittore/i
  4. cauzione provvisoria pari al 2% dell’importo a base d’asta
  5. copia dello Statuto e dell’Atto costitutivo della Associazione
  6. Busta chiusa recante la dicitura “OFFERTA TECNICA” contenente :
  7. documentazione o autocertificazione da cui risulti il possesso della capacità e delle esperienze professionali di cui alla lettera A) dell’art.3
  8. piano di gestione della struttura da cui risultino gli elementi indicati alla lettera B) dell’art.3
  9. Busta chiusa recante la dicitura “OFFERTA ECONOMICA” contenente :
  10. offerta economica consistente nella percentuale di ribasso sull’importo (€.75.000,00 IVA inclusa posto a base d’asta), sottoscritta dal legale rappresentante.

24 Esclusione dalla gara
Non saranno ammesse alla gara le domande che risultino incomplete o irregolari in relazione a qualcuno degli elementi richiesti.

25. Apertura delle offerte 
L’apertura delle offerte avrà luogo il giorno 22 NOVEMBRE 2011 alle ore 9,00 presso la sala Giunta del Comune di Forte dei Marmi –P.za Dante, 1.
In seduta pubblica , apposita commissione valuterà l’ammissibilità delle richieste di partecipazione pervenute e comunicherà data ed ora della fase finale dell’aggiudicazione.
Successivamente la medesima commissione, in una o più sedute “a porte chiuse” attribuirà un punteggio alle offerte tecniche dei concorrenti ammessi, sulla base dei criteri di cui all’art.3.
L’apertura delle offerte economiche, il calcolo del punteggio complessivo di ciascun concorrente e l’aggiudicazione avverranno in seduta pubblica la cui data di svolgimento verrà comunicata per iscritto ai concorrenti 
Si procederà all’aggiudicazione definitiva solo ad esito positivo della verifica del possesso dei requisiti dichiarati , in sede di offerta, da parte dell’aggiudicatario.
Le offerte presentate saranno ritenute valide per 180 giorni dalla data di esperimento della gara.

Forte dei Marmi, lì 31.10.2011

Il Dirigente Settore Servizi al Cittadino
Dr.ssa Laura Quadrelli

folder Bando per l'assegnazione di spazi nelle palestre comunali

Le associazioni/società sportive interessate dovranno presentare apposita domanda come da indicazioni riportate nel bando, entro le ore 12,30 del giorno 5 novembre 2016

folder Bando per l'assegnazione di spazi nelle palestre comunali per attività sportiva promozionale

Data di attivazione: 17 Settembre 2013
Data di scadenza: 30 Settembre 2013 alle ore 19.57

folder Bando per l’assegnazione di spazi nelle palestre comunali per attività sportiva promozionale e motoria anno 2012- 2013

Data di attivazione: 17 ottobre 2012
Data di scadenza: 26 ottobre 2012 alle ore 12.30

Data di attivazione: 17 ottobre 2012
Data di scadenza: 26 ottobre 2012 alle ore 12.30

folder bando per richieste di partecipazione a “estate al forte 2013” in pineta pizzo del giannino gia’ pineta fleming

Data di attivazione: 17 maggio 2013
Data di scadenza: 31 maggio 2013 alle ore 12.30

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
(Provincia di Lucca)

Piazza Dante, 1 55042 Forte dei Marmi – Lucca
C.F. e P.I. 00138080460 tel. 0584/2801 Fax 0584/280246
Ufficio Cultura

BANDO PER RICHIESTE DI PARTECIPAZIONE A
“ESTATE AL FORTE 2013” IN PINETA PIZZO DEL GIANNINO GIA’ PINETA FLEMING

Premessa
Il presente bando è rivolto a Compagnie (o Artisti singoli) di teatro, danza, musica, cabaret che intendano presentare il proprio lavoro artistico usufruendo dello spazio che il Comune di Forte dei Marmi garantirà al programma di “Estate al Forte 2013” per il periodo dal 22 giugno al 31 agosto 2013.

Il Comune di Forte dei Marmi non coprodurrà gli spettacoli e non corrisponderà cachet o compensi diretti o indiretti alle Compagnie o agli artisti.

Regole di partecipazione
1) Le Compagnie o gli Artisti dovranno far pervenire al Comune di Forte dei Marmi la richiesta di partecipazione, riportando tutti i dati identificativi del richiedente e dello spettacolo proposto nonché i nominativi degli artisti che si esibiranno, allegando eventualmente un curriculum, il canovaccio dell’evento e/o un video promo.
2) Gli spettacoli dovranno inderogabilmente cessare entro le ore 23,45.
3) Le Compagnie o gli Artisti partecipanti si impegneranno a gestire autonomamente la propria attività all’interno dello spazio messo loro a disposizione.
4) Le Compagnie si impegneranno a curare autonomamente la comunicazione e la promozione del proprio lavoro in accordo con il comune di Forte dei Marmi (Ufficio Cultura Turismo e Ufficio Stampa) nonché a provvedere a propria cura e spese al pagamento di SIAE ed ENPALS ed agli adempimenti relativi.
5) Nel caso in cui le Compagnie o gli Artisti abbiano degli sponsors, potrà essere esposto materiale pubblicitario solo previo controllo dello stesso e rilascio di esplicita autorizzazione da parte dell’Amministrazione Comunale, da richiedere almeno 10 giorni prima della manifestazione, nonché previo espletamento della relativa pratica presso l’Azienda Multiservizi Forte dei Marmi.

Supporto alle Compagnie ed agli Artisti
Il Comune metterà a disposizione delle Compagnie e degli Artisti selezionati lo spazio teatrale allestito in pineta Pizzo del Giannino (già pineta Fleming), compatibilmente con la disponibilità dello stesso e con la programmazione di eventi sull’intero territorio comunale.
In tale spazio il Comune garantirà il servizio antincendio nonché la presenza di personale tecnico e di una dotazione di base per illuminotecnica e fonica per una sola serata per ciascuno dei richiedenti ai quali sia stato accettato il progetto presentato. Nel caso in cui ad una stessa compagnia o artista vengano autorizzate più serate, servizio antincendio e service verranno offerti per un solo spettacolo e per ciascuna serata in più dovrà essere versato al Comune l’importo di € 400,00 oltre I.V.A.. Ogni altra necessità ulteriore e diversa da quanto reso disponibile dal Comune in termini di materiale e personale sarà a cura e spese della Compagnia o dell’Artista.
Il Comune garantirà altresì il servizio di guardianaggio.
Lo spazio sarà disponibile per eventuali prove dalle ore 17,00 del giorno di svolgimento dello spettacolo.
L’importo dell’eventuale biglietto di ingresso non potrà essere superiore ad € 10,00.

Modalità di selezione
La selezione avverrà a cura dell’Amministrazione Comunale che, a suo insindacabile giudizio, sceglierà le Compagnie o gli Artisti, in modo da realizzare un cartellone che racchiuda, in maniera equilibrata, le diverse tipologie di spettacolo, dando priorità ai progetti presentati da Compagnie o Artisti versiliesi.

Le domande di partecipazione, in busta chiusa riportante la dicitura “Selezione Spettacoli” redatte secondo lo schema allegato, dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di Forte dei Marmi, P.zza Dante 1, entro le ore 12,00 del giorno 31.05.2013.

Forte dei Marmi, lì 17.05.2013


Dirigente Settore Servizi al Cittadino
Dott.ssa Laura Quadrelli

SCHEDA RIASSUNTIVA DATI PROPONENTE


PROPONENTE


INDIRIZZO
Sede Legale


INDIRIZZO
Sede Operativa


PARTITA I.V.A.


TELEFONO


CELLULARE


FAX


E-MAIL


LEGALE
RAPPRESENTANTE


LUOGO E DATA
DI NASCITA


CODICE FISCALE


GENERE
MANIFESTAZIONE
Musica, Danza,
Teatro, altro
- specificare

Elenco ARTISTI
che si esibiranno

Firma
del legale rappresentante

folder Bando pubblico per la gestione della Fiera promozionale dell'artigianato Hobbistico per anni 2

Data di attivazione: 2 maggio 2011
Data di scadenza: 21 maggio 2011 alle ore 12.00
Bando pubblico per la gestione della Fiera promozionale dell'artigianato Hobbistico per anni 2

Data di attivazione: 2 maggio 2011
Data di scadenza: 21 maggio 2011 alle ore 12.00

folder Bando pubblico_ per la gestione della Fiera promozionale dell'artigianato Hobbistico per anni 2

Data di attivazione: 2 maggio 2011
Data di scadenza: 21 maggio 2011 alle ore 12.00
Bando pubblico per la gestione della Fiera promozionale dell'artigianato Hobbistico per anni 2

Data di attivazione: 2 maggio 2011
Data di scadenza: 21 maggio 2011 alle ore 12.00

folder Bando voucher 2016

Scadenza 11 maggio 2016

folder Bando_ per richieste di partecipazione a "Estate al Forte 2011" in Pineta Pizzo del Giannino già Pineta A. Fleming

Data di attivazione: 25 marzo 2011
Data di scadenza: 15 aprile 2011 alle ore 12.00
BANDO PER RICHIESTE DI PARTECIPAZIONE A “ESTATE AL FORTE 2011” IN PINETA PIZZO DEL GIANNINO GIA’ PINETA A.FLEMING

Data di attivazione: 25 marzo 2011
Data di scadenza: 15 aprile 2011 alle ore 12.00

Premessa 
Il presente bando è rivolto a Compagnie (o artisti singoli) di teatro, danza, musica che intendano presentare il proprio lavoro artistico usufruendo dello spazio e del supporto tecnico che il Comune di Forte dei Marmi garantirà al programma di “Estate al Forte 2011”.

Il Comune di Forte dei Marmi non coprodurrà gli spettacoli e non corrisponderà cachet o compensi diretti o indiretti alle Compagnie o agli artisti.

Regole di partecipazione

  1. Le Compagnie o gli Artisti dovranno far pervenire al Comune di Forte dei Marmi la richiesta di partecipazione, riportando tutti i dati identificativi del richiedente e dello spettacolo proposto, allegando eventualmente un curriculum e il canovaccio dell’evento.
  2. Gli spettacoli dovranno inderogabilmente cessare entro le ore 24,00.
  3. Le Compagnie o gli artisti partecipanti si impegneranno a gestire autonomamente la propria attività all’interno dello spazio messo loro a disposizione.
  4. Le Compagnie si impegneranno a curare autonomamente la comunicazione e la promozione del proprio lavoro in accordo con il comune di Forte dei Marmi (Ufficio Cultura e Ufficio Stampa) nonché a provvedere a propria cura e spese al pagamento di SIAE ed ENPALS ed agli adempimenti relativi.

Supporto alle compagnie ed agli Artisti
Il Comune metterà a disposizione delle Compagnie e degli Artisti selezionati lo spazio teatrale allestito in pineta Pizzo del Giannino già pineta Fleming, compatibilmente con la disponibilità dello stesso e con la programmazione di eventi sull’intero territorio comunale .
In tale spazio il Comune garantirà la presenza di personale tecnico e di una dotazione di base per illuminotecnica e fonica. Ogni altra necessità ulteriore e diversa da quanto reso disponibile dal Comune in termini di materiale e personale sarà a cura e spese della Compagnia o dell’artista.
Il Comune garantirà altresì il servizio di guardianaggio, il servizio antincendio e sanitario.
Lo spazio sarà disponibile per eventuali prove dalle ore 17,00 del giorno di svolgimento dello spettacolo.
L’importo dell’eventuale biglietto di ingresso non potrà essere superiore ad €. 5,00.

Modalità di selezione
La selezione, per un numero massimo di 60 spettacoli nel periodo dal 16 giugno al 10 settembre 2011, avverrà a cura dell’Amministrazione Comunale che, a suo insindacabile giudizio, sceglierà le Compagnie, in modo da realizzare un cartellone che racchiuda, in maniera equilibrata, le diverse tipologie di spettacolo.

Le domande di partecipazione, in busta chiusa riportante la dicitura “ Selezione Spettacoli” redatte secondo lo schema allegato, dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di Forte dei Marmi, P.zza Dante, 1, entro le ore 12,00 del giorno 15.04.2011. 

Forte dei Marmi, lì 25.03.2011

F.to Dott.ssa Laura Quadrelli
Dirigente Settore Servizi al Cittadino

folder Consigli Comunali in diretta web

Data di attivazione: 9 ottobre 2012
Data di scadenza: 26 ottobre 2012 alle ore 12.30

Gara con procedura aperta per l’appalto del servizio “Consigli comunali in diretta web” (“Streaming live” e “Streaming on demand”) per anni 2. Importo a base d’asta € 10.0000,00 complessivi (oltre IVA)

Data di attivazione: 9 ottobre 2012
Data di scadenza: 26 ottobre 2012 alle ore 12.30

Gara con procedura aperta per l’appalto del servizio “Consigli comunali in diretta web” (“Streaming live” e “Streaming on demand”) per anni 2. Importo a base d’asta € 10.0000,00 complessivi (oltre IVA)

DISPOSIZIONI GENERALI

Art. 1- Definizioni
Negli atti della presente gara , sarà usata la terminologia di seguito specificata:
"Capitolato": il presente Capitolato d'oneri.
“Committente”: l’Amministrazione aggiudicatrice.
"Offerenti/concorrenti": le imprese, i liberi professionisti, le associazioni , gli enti pubblici e privati, singoli o raggruppati, che presentano la propria offerta in vista dell'ottenimento dell'appalto.
“Servizio”: il servizio di realizzazione del progetto “Consigli comunali in diretta” (“Streaming live” e “Streaming on demand”) 
"Aggiudicatario o Affidatario o Appaltatore": il soggetto cui è affidata l'esecuzione dell'incarico oggetto della presente gara.

Art. 2 – Obiettivi del servizio
Obiettivo del presente bando è di garantire a chiunque di poter assistere in diretta, collegandosi tramite la rete internet con link dal sito del Comune, alle sedute del Consiglio Comunale (c.d. “Streaming live”) nonché di consultare il filmato in qualsiasi altro momento, per intero o con funzioni di indicizzazione e ricerca (c.d. “Streaming on demand”) sempre con link dal sito del Comune.

Art. 3 - Oggetto del Servizio
Oggetto del servizio è la ripresa integrale delle sedute del Consiglio Comunale di Forte dei Marmi e la loro trasmissione in diretta web con la possibilità di successiva consultazione “On demand”

Art. 4 – Durata
Il servizio affidato avrà la durata di anni 2 decorrenti dall’affidamento.
MODALITÀ DI PRESENTAZIONE DELL’OFFERTA E DELLO SVOLGIMENTO DELLA GARA

Art. 5– Offerte
Le offerte, in plico chiuso recante la dicitura “Offerta per Gara con procedura aperta per l’appalto del servizio “Consigli comunali in diretta web” devono pervenire, a pena di esclusione, entro e non oltre le ore 12.30 del 26 ottobre 2012 al seguente indirizzo: Comune di Forte dei Marmi – ufficio Protocollo –P.za Dante , 1 – 55042 FORTE DEI MARMI. La busta dovrà anche recare la scritta “Non aprire”.
Il plico dovrà contenere tre buste separate, singolarmente sigillate e recanti ciascuna l’indicazione del contenuto secondo le seguenti dizioni:
A) “documentazione”, B) “offerta tecnica”, C) “offerta economica”.

Busta A) “documentazione”. Dovrà contenere, pena l’esclusione, lo schema di istanza allegato ed i documenti e le dichiarazioni ivi indicate.
In tale busta dovrà essere altresì inserita la cauzione provvisoria , pari al 2% dell’importo a base d’asta (vale a dire €.200,00 ), da prestare nelle forme di legge

Busta B) “offerta tecnica”.
Dovrà contenere dettagliata descrizione circa le modalità di svolgimento del servizio con particolare riferimento alle attrezzature utilizzate nonchè dei servizi migliorativi e/o integrativi proposti e compresi nel prezzo. Dovranno essere altresì allegati curricula vitae del personale impiegato nel servizio, con particolare attenzione alla professionalità ed alle esperienze analoghe .

Busta C) “offerta economica”.
Dovrà contenere, chiaramente indicata in lettere e cifre, l’offerta economica proposta per l’espletamento del servizio, al netto dell’IVA. Non sono ammesse, a pena d’esclusione, offerte in aumento.

Art. 6 - Criteri di selezione e aggiudicazione
La selezione viene svolta tra gli offerenti che dimostrano di possedere i requisiti di qualificazione richiesti. L'esame della documentazione e delle offerte è demandato alla Commissione, nominata secondo la procedura indicata nel successivo art. 7. Gli elementi di valutazione delle offerte sono i seguenti :

 Prezzo richiesto:punti 40 (al miglior offerente saranno attribuiti 40 punti, agli altri in proporzione a scalare)
 Proposta servizi migliorativi e/o integrativi compresi nel prezzo: 30 punti
 Professionalità ed esperienze analoghe del personale impiegato nel servizio : 30 punti ( a tal fine dovranno essere allegati dettagliati curricula vitae )

Art. 7 – Nomina della commissione di gara e svolgimento della gara
La commissione di gara è nominata dall’Amministrazione aggiudicatrice.
Il giorno 27 ottobre 2012 alle ore 10,00 la Commissione procederà in seduta pubblica all'esame della documentazione di cui alla busta A e valuterà la sussistenza dei requisiti minimi richiesti.
Successivamente, la Commissione, in seduta riservata, procedendo all’esame della busta B, valuterà in primo luogo il valore tecnico delle offerte.
Dopo aver valutato l’offerta tecnica, la Commissione, in seduta pubblica appositamente convocata, procederà all’analisi della offerta economica contenuta nella busta C.
Conformemente a quanto previsto dalla normativa vigente, la Commissione analizzerà le eventuali offerte anomale.
Completate le operazioni di gara, la Commissione formerà la graduatoria degli offerenti, attribuendo a ciascuno degli ammessi un punteggio. L’aggiudicazione definitiva del servizio verrà effettuata dal Committente, in persona del suo Dirigente.
L’Amministrazione appaltante comunicherà ad ogni concorrente l’esito della gara a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento.
Tutte le operazioni eseguite dalla Commissione verranno descritte da apposito verbale.
MODALITA’ DI ESECUZIONE DELLA PRESTAZIONE

Art. 8 - Cauzione definitiva
A garanzia dell'esecuzione del presente appalto, l'Appaltatore contraente dovrà costituire cauzione definitiva nella misura del 10% (dieci per cento) dell'importo contrattuale, mediante fideiussione bancaria o polizza di primaria impresa assicuratrice.
La fideiussione, o polizza, dovrà essere munita della clausola "a prima richiesta" con espressa rinuncia alle eccezioni di cui all'art. 1945 c.c., nonché con espressa rinuncia alla preventiva escussione del debitore principale di cui all'art. 1944 c.c. ed alla decadenza prevista a favore del fidejussore dall'art. 1957 c.c.
La cauzione dovrà essere depositata contestualmente alla sottoscrizione del contratto .Nel caso di raggruppamento di prestatori di servizi la suddetta cauzione deve essere prestata per l’intero ammontare dal mandatario.

Art. 9 - Proprietà delle risultanze
Tutti i prodotti previsti, e non previsti, generati nel corso del presente appalto rimangono di esclusiva proprietà del Committente inclusi i relativi diritti di utilizzo. L’Appaltatore è tenuto a consegnarli nella loro interezza, sia su supporto cartaceo che su supporto informatico, ove possibile.

Art. 10 - Osservanza di norme previdenziali, assistenziali e a tutela della manodopera
L’appaltatore è unico responsabile nei confronti del personale impiegato e dei terzi nell’espletamento del servizio. Esso è obbligato ad osservare la normativa vigente a tutela dei lavoratori, sotto ogni profilo, anche quello previdenziale e della sicurezza.
L’Appaltatore ha l’obbligo di garantire i lavoratori per le ipotesi di infortunio di qualsiasi genere che possano verificarsi nello svolgimento anche di quella parte di attività dagli stessi prestata direttamente all’interno dei locali del Committente, manlevando quest’ultimo da ogni eventuale richiesta di risarcimento. L'Appaltatore ha l'obbligo di osservare, oltre che il presente Capitolato,ogni altra norma di legge, decreto e regolamento, vigenti od emanati in corso d'opera in tema di assicurazioni sociali ed è tenuto al rispetto di tutte le normative relative alle assicurazioni sociali del personale addetto ed alla corresponsione dei relativi contributi, esonerando di conseguenza il Committente da ogni e qualsiasi responsabilità civile in merito.
L’Appaltatore è obbligato ad applicare ai lavoratori dipendenti, occupati nei lavori costituenti oggetto del presente Appalto, condizioni normative e retributive non inferiori a quelle risultanti dai contratti collettivi di lavoro vigenti nella località e nei tempi in cui si svolgono i lavori.
I suddetti obblighi vincolano l'Appaltatore per tutta la durata del servizio anche se egli non sia aderente alle associazioni stipulanti o receda da esse ed indipendentemente dalla natura e dimensioni dell'Appaltatore di cui e' titolare o legale rappresentante e da ogni altra sua qualificazione giuridica, economica o sindacale.

Art. 11 - Oneri ed obblighi dell'appaltatore
Oltre a quanto stabilito in precedenza sono a totale carico dell'Appaltatore, senza dar luogo ad alcun compenso aggiuntivo a nessun titolo, i seguenti oneri ed obblighi:
- tutte le spese sostenute per la partecipazione al pubblico incanto;
- tutte le spese di bollo inerenti agli atti occorrenti per la fornitura del servizio dal giorno della notifica della aggiudicazione della stessa e per tutta la sua durata;
- la ripetizione di quei servizi oggetto del contratto che a giudizio del Committente non risultassero eseguiti conformemente a regola d'arte;
- l'obbligo di segnalare per iscritto immediatamente al Committente ogni circostanza o difficoltà relativa alla realizzazione di quanto previsto.
TEMPI DI ESECUZIONE DEL SERVIZIO, VERIFICHE E PENALI

Art. 12- Tempistica
Per lo svolgimento delle varie azioni connesse al raggiungimento degli obiettivi, l’Appaltatore dovrà rispettare la tempistica formulata nell’offerta e le eventuali ulteriori prescrizioni del Committente.

Art. 13 – Inizio delle prestazioni - Verifiche - Penale per ritardi
L'Appaltatore, non appena sottoscritto il contratto, deve dare immediato inizio all'espletamento dei servizi previsti nel presente Capitolato.
Qualora i risultati fossero giudicati non soddisfacenti, l’Appaltatore è tenuto a provvedere agli adeguamenti relativi secondo le indicazioni del Referente. Qualora l’Appaltatore si rifiuti di provvedere, il Committente potrà valutare l’applicazione delle penali ed eventualmente anche di provvedere con altra Ditta, imputando i costi all’Appaltatore stesso.
Nel caso di ritardi o di mancate prestazioni del servizio, non imputabili al Committente, sarà applicata nei confronti dell’Appaltatore una penale pari a 300,00 (trecento/00) Euro. La suddetta penale sarà trattenuta, a scelta del Committente, dallo stato di avanzamento successivo al verificarsi dell’inadempimento o dalla fidejussione salva, in ogni caso,la facoltà per il Committente di risolvere il contratto stesso e salvo il risarcimento dei maggiori danni subiti a causa del ritardo.

Art. 14 – Modalità di pagamento
I pagamenti saranno effettuati con cadenza trimestrale , previa presentazione della relativa fattura, controfirmata dal Referente a conferma della regolarità e soddisfazione del servizio reso, entro 90 giorni dal suo ricevimento. La suddetta liquidazione avverrà mediante accreditamento su conto corrente bancario intestato all’Appaltatore. Tale modalità di pagamento, nonché il numero del conto e le coordinate bancarie, dovranno sempre essere indicate sulle fatture.

Art. 15 - Cause di risoluzione anticipata
Il venire meno, a seguito dell'aggiudicazione, o comunque durante l'esecuzione del servizio, dei requisiti prescritti nel bando di gara ai fini della pre-qualificazione degli offerenti, determina la risoluzione anticipata del rapporto, salva ed impregiudicata ogni pretesa risarcitoria della Amministrazione.

Art. 16 – Recesso
L’Amministrazione aggiudicatrice può recedere dal contratto sottoscritto con l’impresa aggiudicataria in qualsiasi momento. In caso di recesso il soggetto aggiudicatario ha diritto al pagamento di un corrispettivo commisurato all’opera prestata, comprensivo delle spese sostenute, e a un indennizzo commisurato alla quota di servizio residuo da effettuare, nella misura del 10% dell’importo delle prestazioni ancora da eseguire secondo le previsioni contrattuali. Il pagamento di quanto previsto per il recesso è effettuato previa presentazione della documentazione giustificativa dell’opera prestata e delle spese sostenute e, per quanto attiene all’indennizzo per la parte residua, previa presentazione di una relazione attestante tipologia ed entità delle spese programmate comunque da onorare e da documenti giustificativi dell’avvenuto pagamento delle stesse. Le modalità e i tempi di liquidazione del pagamento sono quelli previsti dagli articoli 16 del presente capitolato.

Art. 17 – Riservatezza
I dati, gli elementi ed ogni informazione acquisita in sede di offerta sono utilizzati dall’Amministrazione aggiudicatrice esclusivamente ai fini del procedimento di gara e della individuazione del soggetto Aggiudicatario, garantendo l’assoluta sicurezza e riservatezza, anche in sede di trattamento dati con sistemi automatici e manuali.

Art. 18 - Legge applicabile e foro competente
Il contratto che verrà stipulato dalle parti è regolato dalla legge italiana. Qualsiasi controversia in merito all’interpretazione, esecuzione, validità o efficacia del contratto in questione è di competenza esclusiva del foro di Lucca

Forte dei Marmi, lì 08.10.2012

Il Dirigente Servizi al Cittadino 
Dr.ssa Laura Quadrelli

folder Formazione albo fornitori e prestatori di servizi del Comune di Forte dei Marmi per lo svolgimento delle procedure di servizi e forniture di cui all'art. 125 del D.Lgs. 163/06

Data di attivazione: 11 gennaio 2012
Data di scadenza: 29 febbraio 2012   12.00
FORMAZIONE ALBO FORNITORI E PRESTATORI DI SERVIZI DEL COMUNE DI FORTE DEI MARMI PER LO SVOLGIMENTO DELLE PROCEDURE DI SERVIZI E FORNITURE DI CUI ALL’ART. 125 DEL D.LGS. 163/06.

Si comunica che il termine per la presentazione è stato prorogato al 29 febbraio 2012
Le linee guide sono state aggiornate  per ampliamento elenco categorie di servizi e forniture
Viene chiesta quale sia la data da indicare sui plichi.
Il plico deve contenere la dicitura AVVISO PUBBLICO DEL...
La data da indicare è quella di scadenza di ciascun avviso

Si comunica che il termine per la presentazione è stato prorogato al 29 febbraio 2012
Le linee guide sono state aggiornate  per ampliamento elenco categorie di servizi e forniture

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
(Provincia di Lucca) 

Piazza Dante, 1 55042 Forte dei Marmi – Lucca
C.F. e P.I. 00138080460 Tel. 0584/280258/224 
Fax 0584/280218
SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI 

AVVISO PUBBLICO
FORMAZIONE ALBO FORNITORI E PRESTATORI DI SERVIZI DEL COMUNE DI FORTE DEI MARMI PER LO SVOLGIMENTO DELLE PROCEDURE DI SERVIZI E FORNITURE DI CUI ALL’ART. 125 DEL D.LGS. 163/06. 

IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO

Tenuto conto che l'art. 125 del D.Lgs. 163/06 (CODICE DEI CONTRATTI), e s.m.i., stabilisce che l'affidamento di forniture beni e servizi mediante cottimo fiduciario è realizzabile dall'Amministrazione comunale mediante la consultazione di operatori economici individuati con indagine di mercato o tramite elenchi da essa predisposti;

Visto il regolamento per l'esecuzione dei contratti in economia approvato con delibera di Consiglio comunale n. 7 del 09.03.2010 e modificato con delibera di CC n. 83 del 10/10/2011;

Richiamato altresì l'art. 29 della LR n. 38/2007 

RENDE NOTO CHE

intende procedere alla formazione dell'albo fornitori del comune di Forte di Marmi, secondo le linee guida approvate dalla Giunta comunale n. 390 in data 29.12.2011 per lo svolgimento delle procedure in economia, limitatamente all'acquisizione dei beni e servizi di cui agli allegati 1 e 2

CLASSI DI IMPORTO: Classe 1 fino a Euro 39.999,00; classe 2 da Euro 40.000,00 fino a Euro 200.000,00; 

VALIDITA' ISCRIZIONE: 3 anni a decorrere dalla comunicazione dell'esito positivo della domanda di iscrizione, con verifica annuale.

MODALITA' DI ISCRIZIONE: i soggetti interessati potranno avanzare apposita istanza di iscrizione all'Albo mediante richiesta debitamente firmata dal legale rappresentante dell'impresa, utilizzando la modulistica allegata al presente avviso e reperibile sul sito informatico dell'Ente all'indirizzo www.comune.fortedeimarmi.lu.it così come le linee guida contenenti la documentazione attestante i requisiti richiesti, e modalità per la formazione e la gestione degli elenchi. 

La domanda , dovrà pervenire all'ufficio protocollo del Comune in busta chiusa recante all'esterno il nominativo del richiedente e la seguente dicitura." Richiesta inserimento nell'albo fornitori per le spese in economia " entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 15.02.2012

Deve riportare chiaramente le categorie e le classi di importo per le quali si richiede l'iscrizione e deve essere accompagnata da fotocopia di un documento valido di identità del sottoscrittore. 
L’istanza dovrà essere sottoscritta dal legale rappresentante (o suo procuratore) ed accompagnata da copia del documento d’identità dello stesso; 

L' Ufficio Appalti e contratti effettuerà, fra le ditte inserite nell’albo, una “verifica a campione” (ex art.71 DPR n.445/2000) sui requisiti autocertificati dalle stesse, potendo richiedere sia all'istante che d'ufficio, agli Enti competenti, tutta la documentazione necessaria, restanto ferma al facoltà di verifica in occasione delle singole procedure di cottimo fiduciario.

INTEGRAZIONI: è facoltà dell’A.C. richiedere eventuali integrazioni o documenti aggiuntivi rispetto a quelli indicati nel presente avviso, ove siano necessari.

PUBBLICITÀ: il presente avviso verrà affisso all’Albo Pretorio e diffuso sul sito Internet del Comune- (www.comune.fortedeimarmi.lu.it – alla sezione bandi di gara”) sul quale è possibile reperire anche le linee guida per la formazione degli elenchi ed i fac-simili della domanda di inserimento.

PRIVACY : i dati raccolti saranno trattati, ex art.10 L. 675/1996, esclusivamente nell’ambito della presente procedimento e nel rispetto della suddetta normativa. Gli interessati potranno esercitare i diritti di cui all’art.13 L.675/1996.


RICHIESTA INFORMAZIONI
Qualsiasi informazione in merito potrà essere richiesta all'Ufficio Appalti e Contratti sig.ra Giovanna Manzione
E-mail: gmanzione@comunefdm.it
Tel. 0584 280258
Fax 0584 280218

RESPONSABILE DELLA GESTIONE DELL'ELENCO: Dr. Ing. Gabriele Borri Dirigente Ufficio LL.PP. 


Il Segretario generale                                              Il Dirigente LL.PP.
Dr. Sergio Camillo Sortino                                   Dr.ing. Gabriele Borri

folder Formazione della graduatoria inerente l'assegnazione in locazione semplice di Alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica

Data di attivazione: 1 ottobre 2012
Data di scadenza: 1 dicembre 2012 alle ore 12.30

Data di attivazione: 1 ottobre 2012
Data di scadenza: 1 dicembre 2012 alle ore 12.30

REGIONE TOSCANA

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
Provincia di Lucca


BANDO DI CONCORSO INTEGRATIVO - ANNO 2012
indetto ai sensi degli artt. 3 e 12 della L.R.T. n° 96 del 20.12.1996 e con le modalità di cui all’art. 4 L.R.T. n. 96/96, per la formazione della graduatoria inerente l'assegnazione in locazione semplice di Alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica che si renderanno disponibili nel Comune di Forte dei Marmi nel periodo di vigenza della graduatoria fatte salve le riserve di alloggi previste dalla legge. Il Comune renderà pubbliche le eventuali aliquote percentuali di alloggi, oltre a quelli di risulta, da riservare per la mobilità. Al presente Bando possono partecipare sia i nuovi aspiranti all’assegnazione, sia coloro i quali, già collocati in graduatoria, abbiano interesse a far valere condizioni più favorevoli.

IL DIRIGENTE DEL SETTORE SERVIZI AL CITTADINO

In attuazione della determinazione dirigenziale n. 967 del 22.09.2012

RENDE NOTO

che da oggi, secondo le scadenze sotto menzionate, é indetto un concorso pubblico allo scopo di consentire la formazione della graduatoria delle domande presentate dai partecipanti al presente Bando.

Art. 1) REQUISITI PER L'AMMISSIONE AL CONCORSO

A) A norma dell’art. 5 della L.R.T. 20 dicembre 1996 n° 96 e successive modifiche ed integrazioni, della Tabella “A” allegata alla medesima Legge regionale, nonché della L. 30.07.2002 n. 189, può partecipare al presente concorso:

a1) chi sia in possesso della cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all'Unione europea. Gli stranieri titolari di permesso CE per soggiornanti di lungo periodo e gli stranieri regolarmente soggiornanti, in possesso di permesso di soggiorno almeno biennale e che esercitino una regolare attività di lavoro subordinato o di lavoro autonomo hanno diritto di accedere, in condizioni di parità con i cittadini italiani, agli alloggi di edilizia residenziale pubblica; 

b) chi abbia nel Comune di Forte dei Marmi la residenza anagrafica o attività lavorativa, o chi ivi presterà servizio in nuovi insediamenti produttivi entro e non oltre l’anno cui si riferisce il presente Bando. Ha facoltà di partecipare al presente bando il lavoratore emigrato all'estero. 

N.B. Nella domanda di partecipazione al presente Bando dovrà risultare che il richiedente non ha presentato domanda in nessun altro Comune, pena l'esclusione dalla graduatoria;

c) chi non risulti titolare di diritti di proprietà, usufrutto uso e abitazione su alloggio adeguato alle esigenze del nucleo familiare, nell'ambito territoriale cui si riferisce il Bando di Concorso o nei Comuni limitrofi in caso di bando comunale; si intende adeguato l'alloggio la cui superficie utile abitabile, intesa quale la superficie di pavimento misurata al netto dei muri perimetrali e di quelli interni, delle soglie di passaggio da un vano all'altro, degli sguinci di porte e finestre, sia non inferiore a 30 mq. per 1 persona, non inferiore a 45 mq. per 2 persone, non inferiore a 55 mq. per 3 persone, non inferiore a 65 mq. per 4 persone, non inferiore a 75 mq. per 5 persone, non inferiore a 95 mq. per 6 persone ed oltre;

d) 1 - chi non risulti titolare di diritti di proprietà su uno o più alloggi o locali ad uso abitativo sfitti o concessi a terzi, ubicati in qualsiasi località, il cui valore catastale complessivo sia uguale o superiore al valore catastale di un alloggio adeguato determinato assumendo come vani catastali quelli di cui alle tabelle di seguito riportate con riferimento al nucleo familiare, e come tariffa d’estimo quella convenzionale, risultante dalla media del valore delle classi della categoria A3 ( di zona periferica ove previsto) del Comune di residenza o, se diverso, del Comune per il quale si concorre. Per il Comune di Forte dei Marmi, tale valore medio è fissato in Euro 171,92. 

Componenti 
nucleo familiare Vani catastali Componenti nucleo familiare Vani catastali
1 3 4 5
2 4 5 6
3 4,50 6 ed oltre 7

2 – Nel caso di quote di proprietà il relativo valore catastale è convenzionalmente ridotto di un terzo.
3 – Nel caso di diritto di usufrutto su uno o più alloggi o locali ad uso abitativo (o su quote di essi), sfitti o concessi a terzi, ubicati in qualsiasi località, il valore catastale degli stessi ai fini della valutazione di cui al comma 1 è convenzionalmente ridotto a metà. 

e) chi non abbia ottenuto precedenti assegnazioni in proprietà immediata o futura di alloggio realizzato con contributi pubblici, in qualunque forma concessi, dallo Stato o da Enti Pubblici, con esclusione dei casi in cui l'alloggio sia stato espropriato, sia inutilizzabile o perito senza dar luogo a risarcimento del danno

f) chi fruisca di un reddito annuo complessivo del nucleo familiare non superiore ad euro 15.320,00 limite massimo per l’accesso all’edilizia sovvenzionata, fissato con delibera della Giunta Regionale n. 669/2011. 
Per reddito annuo complessivo del nucleo familiare si intende la somma dei redditi imponibili di tutti i componenti il nucleo familiare stesso, quali risultano dalle ultime dichiarazioni dei redditi di tutti i componenti medesimi, al netto degli oneri deducibili ed al lordo della deduzione per assicurare la progressività dell’imposizione di cui all’art. 11 dell’articolo 11 del D.P.R. 917/1986 da ultimo modificato dal decreto legislativo 12.12.1003, n. 344. 

Il reddito stesso è da computarsi con le modalità di cui all’art. 21 della legge 5 agosto 1978 n. 457, così come sostituito dall’art. 2 comma 14, del D.L. 23 gennaio 1982 n. 9, determinando la detrazione per ogni figlio a carico in Euro 1.549,37; la detrazione è elevata a Euro 3.098,74 per ogni figlio disabile a carico, la detrazione è inoltre elevata a Euro 3.098,74 per ogni figlio a carico nel caso di famiglia composta da una sola persona oltre i figli. 
Sono calcolati nella misura del 50% i redditi imponibili, al netto degli oneri deducibili ed al lordo della deduzione percepiti da soggetti affetti da menomazione dovuta ad invalidità, sordomutismo e cecità, che comporti una diminuzione permanente della capacità lavorativa in misura non inferiore ai due terzi. 

Qualora il nucleo abbia un numero di componenti superiore a due, il reddito complessivo annuo è inoltre ridotto di Euro 1.549,37 per ogni altro componente oltre i due; la presente disposizione non si applica ai figli a carico. Nel caso di nuclei familiari non ancora formatisi alla data di pubblicazione del bando di concorso il reddito complessivo convenzionale è costituito dalla somma dei redditi imponibili, come sopra calcolati, dei soggetti che andranno a comporre il nucleo stesso; 

g) chi non abbia ceduto in tutto o in parte - fuori dai casi previsti dalla legge - l'alloggio eventualmente assegnato in precedenza in locazione semplice, cessione accertata mediante la conclusione del procedimento di revoca;

h) chi non occupi un alloggio di edilizia residenziale pubblica senza le autorizzazioni previste dalle disposizioni in vigore;

B) Per nucleo familiare si intende:

1) la famiglia costituita dai coniugi e dai figli legittimi, naturali, riconosciuti ed adottivi e dagli affiliati con loro conviventi. Fanno altresì parte del nucleo il convivente, more uxorio, gli ascendenti, i discendenti, i collaterali fino al terzo grado, purché la stabile convivenza con il richiedente abbia avuto inizio almeno due anni prima della data di pubblicazione del bando di concorso e sia dimostrata nelle forme di Legge;

2) hanno diritto a partecipare al bando di concorso anche persone non legate da vincoli di parentela o affinità, qualora la convivenza sia finalizzata alla reciproca assistenza morale e materiale, sia instaurata e duri stabilmente da almeno 2 anni dalla data del bando e sia dichiarata in forma pubblica con dichiarazione sostitutiva sia da parte del richiedente sia da parte dei conviventi.
La disposizione di cui al presente punto B non si applica ai figli conviventi coniugati ovvero alle nuove coppie formatesi prima della consegna degli alloggi, che partecipano in modo autonomo al bando.

C) I requisiti debbono essere posseduti da parte del richiedente e, limitatamente alle precedenti lettere c), d), e), g), h) della tab. “A” da parte degli altri componenti il nucleo familiare, alla data di pubblicazione del bando nonché al momento dell'assegnazione e debbono sempre permanere in costanza del rapporto, fatto salvo quanto previsto dall'art. 36 della L.R.T. 96/96 per il requisito relativo al reddito.

Art. 2 AUTOCERTIFICAZIONE DEI REQUISITI E DELLE CONDIZIONI
Il richiedente può ricorrere all’autocertificazione dei requisiti richiesti dall'art.1 lett. A) del presente bando e delle condizioni necessarie per l’attribuzione del punteggio di cui al successivo art. 3 lett. B), ai sensi degli artt. 38; 46 e 47 del Testo Unico approvato con D.P.R. n. 445/2000, con esclusione delle condizioni di cui al predetto art. 3 lett. B) punti 8; 8bis; 10; 13 e 14.
IN CASO DI DICHIARAZIONI MENDACI, FALSITA’ IN ATTO O USO DI ATTI FALSI, OLTRE ALLE SANZIONI AMMINISTRATIVE E PENALI PREVISTE DAGLI ARTT. 75 E 76 DEL D.P.R. 445/2000, SARA’ APPLICATO IL DISPOSTO DALL’ART. 33 DELLA L.R.T. 20.12.1996 N. 96 E SUCCESSIVE MODIFICHE ED INTEGRAZIONI.

Art. 3 DOCUMENTAZIONE

A) DOCUMENTI INDISPENSABILI PER TUTTI I RICHIEDENTI, INDISTINTAMENTE:

dichiarazioni sostitutive ex artt. 46 e 47 D.P.R. 445 del 28/12/2000 da cui risulti, alla data di pubblicazione del presente bando di concorso:

1) - la cittadinanza italiana o di uno Stato aderente all’Unione europea;
- la cittadinanza di altro Stato e titolarità di carta di soggiorno;
- la cittadinanza di altro Stato, titolarità di permesso di soggiorno almeno biennale e svolgimento di regolare attività di lavoro subordinato o autonomo;
)
2) la residenza e la famiglia anagrafica del richiedente;

3) la composizione del nucleo familiare, con indicazione dei dati anagrafici e lavorativi del richiedente e di ciascun componente il nucleo, e la sussistenza in favore dei medesimi soggetti dei requisiti di cui alle lettere c), d), e); g) ed h) dell'art. 1 lett. “A” del presente bando;

4) il reddito imponibile complessivo del nucleo familiare risultante dall’ultima dichiarazione fiscale.
- eventuale dichiarazione sostitutiva da cui risulti la presenza nel nucleo familiare:
1. di soggetti affetti da menomazione dovuta a invalidità sordomutismo e cecità, che comporti una diminuzione permanente della capacità lavorativa non inferiore a due terzi; 
2. di figlio/i disabile/i a carico.

5) l'ubicazione, la consistenza ed il proprietario dell'alloggio occupato;

B) DOCUMENTI NECESSARI PER IL PUNTEGGIO DA ASSEGNARE:

1) dichiarazione sostitutiva da cui risulti che il nucleo familiare é composto, oltre che dal richiedente, dai soggetti indicati ai numeri 1) e/o 2) della lett. B) dell'art. 1 del presente bando;
Tale dichiarazione deve essere effettuata sia da parte del richiedente sia da parte dei soggetti conviventi di cui al suddetto punto 2), lett. B dell’art. 1 del presente bando e deve dimostrare la sussistenza di tutte le condizioni ivi indicate;

2) dichiarazione sostitutiva di cui alla precedente lett. A) punto d), da cui risulti un reddito pro capite del nucleo familiare (determinato con le modalità di cui alla lett. f) della Tab. “A” della L.R. 96/96:

 non superiore all’importo annuo di una pensione sociale per persona;
 non superiore all’importo annuo di una pensione minima INPS per persona;

3) dichiarazione sostituiva comprovante che la famiglia ha un’anzianità di formazione non superiore a due anni alla data di pubblicazione del Bando. 

4) dichiarazione sostituiva da cui risultino menomazioni di qualsiasi genere che comportino una diminuzione permanente della capacità lavorativa superiore ai 2/3 o pari al 100%, relativamente ai componenti del nucleo familiare di età compresa tra il 18° e il 65° anno di età alla data di pubblicazione del bando; 

4bis) dichiarazione sostituiva da cui risulti l’invalidità ai sensi dell’art. 2, comma due della legge 30.03.1971 n. 118, di componenti del nucleo familiare che non abbiano compiuto il 18° anno di età alla data di pubblicazione del bando, ovvero l’invalidità, ai sensi del D.L.gs. 23.11.1988 n. 509, di componenti del nucleo familiare che alla stessa data abbiano superato il 65° anno di età. 

5) dichiarazione sostitutiva attestante la qualità di profugo ed il possesso dei requisiti di cui alla Legge 26.12.1981, n° 763;

5bis) dichiarazione sostitutiva attestante la qualità di lavoratore emigrato all'estero ed il rientro in Italia dell'emigrato e del suo nucleo familiare per stabilirvi la propria residenza;

6) dichiarazione sostitutiva da cui risulti che il richiedente abita in un alloggio il cui canone di locazione, riferito all'anno di produzione del reddito, incida per oltre il 30% sul reddito familiare, determinato secondo quanto disposto dalla lett. f) della tabella A allegata alla L.R.T. n. 96/96;

7) dichiarazione sostitutiva indicante il luogo di lavoro del richiedente da allegare alla domanda, solo nel caso in cui la distanza fra il luogo di lavoro e quello di residenza sia superiore ad un’ora di percorrenza (con mezzi pubblici di trasporto). Tale dichiarazione deve essere allegata alla domanda solo nel caso di bando di concorso indetto dal Comune nel quale il richiedente lavora; 

8) attestato della competente autorità (A.S.L.) indicante la condizione di alloggio impropriamente adibito ad abitazione. Agli effetti della Tabella “A” della Legge Regionale Toscana 96/96 s’intende improprio l'alloggio costituito da: baracche, stalle, grotte, caverne, sotterranei, soffitte, garages, cantine, dormitori pubblici, scuole, pensioni, alberghi, istituti di soccorso o ricovero e comunque ogni altra unità immobiliare o riparo avente caratteristiche tipologiche di assoluta e totale incompatibilità con la destinazione ad abitazione;

8bis) attestato della competente Autorità (Comune) comprovante l'esistenza nell'appartamento di barriere architettoniche tali da determinare grave disagio abitativo, previa produzione di contestuale dichiarazione sostitutiva o certificato dell’ASL competente, attestante la qualità di handicappato grave non deambulante relativamente a soggetto facente parte del nucleo familiare;

8 ter) dichiarazione sostitutiva attestante l'abitazione in un alloggio procurato a titolo precario dai servizi di assistenza del Comune;

9) dichiarazione sostitutiva attestante la coabitazione in uno stesso alloggio con altro o più nuclei familiari, ciascuno composto da almeno due unità. 
La situazione di grave disagio abitativo di cui ai precedenti punti 8), 8bis), 8ter) e 9) del presente articolo dovrà essere esistente da almeno un anno dalla data di pubblicazione del bando, salvo quanto previsto dalla tabella “B” della L.R. 96/96 limitatamente alle condizioni di grave disagio abitativo di cui ai precedenti punti 8), 8bis) e 8ter), derivanti da abbandono di alloggio a seguito di calamità o imminente pericolo, riconosciuto dalla competente autorità o da provvedimento esecutivo di sfratto.
Ai fini della determinazione del punteggio non sono fra loro cumulabili le condizioni di disagio abitativo indicate ai punti 8), 8bis) e 8ter) del presente articolo;

10) certificato dell'A.S.L. contenente la dettagliata indicazione dei soggetti abitanti nell'alloggio in rapporto ai vani utili sotto il profili igienico-sanitario. Agli effetti della L.R.T. 96/96 per vano utile si intendono tutti i vani dell'alloggio, esclusa la cucina quando la stessa risulta inferiore a mq. 14 e i servizi così come definiti dal D.M. 5 Luglio 1975.
Ai fini della determinazione del punteggio non sono fra loro cumulabili le condizioni di disagio abitativo di cui ai precedenti punti 9) e 10) del presente articolo;

11) dichiarazione sostitutiva attestante la presenza di:
- provvedimento esecutivo di sfratto da alloggi di proprietà privata, con precisa indicazione che non sia stato intimato per inadempienza contrattuale, salvo i casi di concorrenti che risultano da sentenza occupanti senza titolo a seguito di decesso del conduttore;
- provvedimento di separazione legale omologato dal Tribunale o della sentenza passata in giudicato con obbligo di rilascio dell’alloggio;
- verbale di conciliazione giudiziaria; 
- ordinanza di sgombero;
- provvedimento esecutivo inerente il collocamento a riposo o il trasferimento del dipendente pubblico o privato che fruisca dell'alloggio di servizio;

12) dichiarazione sostitutiva attestante la presenza di preavviso di sfratto a norma dell'art. 608 c.p.c., ovvero copia della notificazione della competente autorità indicante la data di esecuzione dell'Ordinanza di sgombero o del rilascio dell'alloggio di servizio.
Tali condizioni devono verificarsi nel periodo compreso tra la data di pubblicazione del bando e quella di scadenza dei termini per l’opposizione di cui al 4° comma dell'art. 10 della L.R.T. 96/96.
La condizione del richiedente che abiti in alloggio, che deve essere rilasciato a seguito dei provvedimenti di cui ai precedenti punti 11 e 12, non é cumulabile con la condizione del richiedente che abiti in alloggio impropriamente adibito ad abitazione di cui al precedente punto otto);

13) certificato dell'A.S.L. competente attestante l’antigienicità assoluta dell'alloggio (ritenendosi tale quello sprovvisto di tutti i servizi igienico-sanitari o di allacciamento a reti o impianti di fornitura di acqua potabile o che sia posto al piano terreno o seminterrato e con umidità permanente causata da capillarità diffusa ineliminabile se non con straordinari interventi manutentivi);

14) certificato dell'A.S.L. competente attestante l'antigienicità relativa dell'alloggio (ritenendosi tale quello provvisto di servizi consistenti in un solo W.C. lavabo).
La condizione di cui al punto 13) non è cumulabile con la condizione di cui al punto 14).

In luogo delle dichiarazioni sostitutive sopra richieste il richiedente potrà produrre la documentazione attestante requisiti e condizioni, ad eccezione delle dichiarazioni di cui al precedente punto A lett. c) e d). I nuclei conviventi partecipanti al bando, dovranno comunque dichiarare quanto previsto dalla lettera B punto 2).

Art. 4) FORMAZIONE E PUBBLICAZIONE DELLA GRADUATORIA - RICORSI

A) ISTRUTTORIA DELLE DOMANDE.

Il Comune che ha indetto il Bando procede alla istruttoria delle domande dei concorrenti verificandone la completezza e la regolarità. 
Provvede altresì all’attribuzione dei punteggi a ciascuna domanda, secondo le disposizioni di cui all’art. 9 commi uno e due della L.R. 96/96.
Il Comune, qualora riscontri che il reddito di cui alla lettera f) della tabella “A” della L.R. 96/96, dichiarato ai fini fiscali, sia inferiore a quello fondatamente attribuibile al nucleo familiare concorrente, effettua, anche sulla base delle informazioni fornite dal consiglio Tributario e dagli uffici Finanziari dello Stato, gli opportuni accertamenti.

B) FORMAZIONE DELLA GRADUATORIA GENERALE E SPECIALE.

1) GRADUATORIA GENERALE.

Il Comune entro i 60 giorni successivi al termine fissato nel Bando per la presentazione delle domande, procede all’adozione della graduatoria provvisoria secondo l’ordine dei punteggi attribuiti a ciascuna domanda. 
Il termine è aumentato a 90 giorni per bandi di concorso relativi ad ambiti territoriali con popolazione residente superiore a 150 mila abitanti. La graduatoria provvisoria, con l’indicazione dei modi e dei tempi per l’opposizione e del nome del funzionario responsabile del procedimento, è immediatamente pubblicata all’Albo Pretorio del Comune per 30 giorni consecutivi. 
Il Comune è tenuto ad attivare forme idonee alla massima pubblicità e diffusione della medesima, garantendo quantomeno la pubblicazione del relativo avviso sui quotidiani locali. Ai lavoratori emigrati all’estero è data notizia dell’avvenuta pubblicazione della graduatoria provvisoria e della posizione conseguita a mezzo di raccomandata con avviso di ricevimento.

Entro 30 giorni dalla pubblicazione della graduatoria provvisoria nell’albo Pretorio e, per i lavoratori emigrati all’estero, dalla data di ricevimento della raccomandata inerente la comunicazione, gli interessati possono presentare opposizione al Comune.

Entro 60 giorni dalla pubblicazione della graduatoria il responsabile del procedimento inoltra la graduatoria provvisoria alla Commissione di cui all’art. 8 della L.R. 96/96, unitamente alle opposizioni presentate, corredate dalle relative domande.

Entro 90 giorni dal ricevimento degli Atti e dei documenti, la Commissione di cui all’art. 8 L.R. 96/96 decide sulle opposizioni, a seguito di valutazione dei documenti pervenuti entro i termini per l’opposizione, purché relativi a condizioni soggettive ed oggettive possedute alla data di pubblicazione del Bando e dichiarate nella domanda. E’ valutabile il provvedimento esecutivo di sfratto intervenuto dopo la presentazione della domanda e prima della decorrenza del termine stabilito per l’opposizione.
Entro lo stesso termine la Commissione formula la graduatoria definitiva, previa effettuazione del sorteggio tra i concorrenti che abbiano conseguito lo stesso punteggio.

2) GRADUATORIA SPECIALE.

Gli appartenenti ai gruppi sociali individuati nella tabella B allegata alla L.R. n. 96/96, ai punti a-2) e a-3) oltre ad essere inseriti nella graduatoria generale permanente, dovranno essere collocati d’ufficio in una graduatoria speciale con il medesimo punteggio ottenuto nella graduatoria generale, al fine della più agevole individuazione dei beneficiari della quota di alloggi riservati, di superficie non superiore a mq. 45.
A favore di tali categorie è riservata un’aliquota dell'80% di tutti gli alloggi di superficie non superiore a mq. 45 da assegnare, fermo restando l'obbligo di garantire agli anziani una percentuale non inferiore al 70% degli alloggi riservati. 
Gli alloggi prioritariamente destinati alle categorie speciali di cui sopra e non assegnati alle stesse, vengono assegnati secondo la graduatoria generale.

3) VALIDITA' DELLA GRADUATORIA

Gli alloggi sono assegnati secondo l’ordine stabilito nella graduatoria definitiva che, a tali effetti, conserva la sua efficacia per due anni e comunque fino a quando non venga aggiornata nei modi previsti dall’art. 12 della L.R. 96/96.
Decorsi quattro anni dalla data di pubblicazione del bando, generale o integrativo, al quale ha partecipato, il richiedente è tenuto, pena la cancellazione dalla relativa graduatoria, a confermare(*) la propria domanda, a fronte del bando immediatamente successivo, con le procedure e modalità dallo stesso previste.
La graduatoria definitiva è valida per l’assegnazione di tutti gli alloggi di E.R.P. di nuova costruzione e di risulta purché a norma di legge, se ristrutturati, o con precisa convenzione sulle spese da sostenere, stipulata tra l’Ente proprietario e l’assegnatario fatto salvo quanto previsto dagli artt. 19 e 22 della L.R. 96/96.
(*)Per conferma della domanda deve intendersi la partecipazione al bando immediatamente successivo a quello decorso da oltre quattro anni, con le procedure e modalità previste dal bando stesso.

4) PUNTEGGI DI SELEZIONE DELLE DOMANDE.

Le graduatorie di assegnazione sono formate sulla base di punteggi e criteri di priorità. I punteggi sono attribuiti in relazione alle condizioni oggettive e soggettive del richiedente e del suo nucleo familiare. I criteri di priorità sono stabiliti in relazione alla gravità del bisogno abitativo.

Le condizioni per l'attribuzione dei punteggi sono le seguenti:

a) condizioni soggettive:

- a-1) reddito pro-capite del nucleo familiare, determinato con le modalità di cui alla lettera f), della Tabella “A” della L.R. 96/96:

- non superiore all'importo annuo di una pensione sociale per persona: ……………………………………
punti 2

- non superiore all'importo annuo di una pensione minima I.N.P.S. per persona: ………………………..
punti 1

- a-2) richiedente che abbia superato il 65° anno di età alla data di pubblicazione del Bando, anche con eventuali minori a carico, o maggiorenni di cui al successivo punto a-4 del presente articolo: punti 1;

- a-3) famiglia con anzianità di formazione non superiore a due anni dalla data di pubblicazione del bando e famiglia la cui costituzione é prevista entro il termine massimo di un anno dalla stessa data salvo la revoca dell'assegnazione qualora la costituzione non avvenga entro il termine suddetto ……………………………………………………… punti 1

- con uno o più figli a carico ……………………………… punti 2

Il punteggio é attribuibile a condizione che nessuno dei due componenti la coppia abbia superato il 35° anno di età e soltanto quando la famiglia richiedente viva in coabitazione, occupi locali a titolo precario, o comunque, dimostri di non disporre di alcuna sistemazione abitativa adeguata; il requisito dei trentacinque anni di età è elevato a quaranta anni nel caso in cui ricorrano le condizioni descritte al punto b-3, primo capoverso.
- a-4) presenza nel nucleo familiare, di soggetti che abbiano compiuto il 18° anno di età e che non abbiano superato il 65° anno di età alla data di pubblicazione del bando, affetti da menomazioni di qualsiasi genere che comportino una diminuzione permanente della capacità lavorativa, certificata dalle autorità competenti:

- superiore ai 2/3: punti 1;

- pari al 100%: punti 2;

nel caso che nel nucleo familiare siano presenti due o più soggetti di cui al presente punto, si attribuiscono comunque punti 2;

- a-4bis) presenza nel nucleo familiare, di soggetti che non abbiano compiuto il 18° anno di età al momento della pubblicazione del bando e siano riconosciuti invalidi ai sensi dell'art. 2 comma 2°, della legge 30 marzo 1971, n. 118 o che abbiano superato il 65° anno di età alla data di pubblicazione del bando e siano riconosciuti invalidi ai sensi del decreto legislativo 23 novembre 1988, n. 509: punti 2;

Le condizioni di cui ai precedenti punti a-4 e a-4bis devono essere attestate mediante dichiarazione sostitutiva ex art. 46 e 47 D.P.R. 445/2000.

- a-5) nuclei familiari che rientrino in Italia per stabilirvi la loro residenza: punti 1;

- a-6) dichiarazione da cui risulti un canone di locazione riferito all'anno di produzione del reddito, che incida per oltre il 30% sul reddito familiare determinato ai sensi della lett. f) della Tabella A allegata alla L.R. n. 96 del 20.12.1996. Tale condizione è anche certificabile mediante contratto di locazione registrato o documentazioni equipollenti da cui risulti data certa: punti 1;

- a-7) richiedenti in condizioni di pendolarità: punti 1 

(distanza fra luogo di lavoro e quello di residenza superiore ad un'ora di percorrenza con mezzi pubblici di trasporto). Il punteggio si applica limitatamente alla graduatoria formata dal Comune nel quale il richiedente lavora;
Le condizioni di cui ai precedenti punti a-6 e a-7 sono certificabili mediante dichiarazione sostitutiva di notorietà ex art. 47 D.P.R 445/2000, o mediante produzione della relativa documentazione.

- a-8) richiedenti il cui nucleo familiare sia composto da cinque persone ed oltre: punti 1;

- a-9) nucleo familiare composto da una sola persona con uno o più figli a carico: punti 3;

b) condizioni oggettive:

- b-1) situazione di grave disagio abitativo accertata da parte dell'autorità competente, esistente da almeno un anno alla data del Bando, dovuta a:

- b-1.1) abitazione in alloggio impropriamente adibito ad abitazione: punti 5;

(Si intende improprio l'alloggio costituito da: baracche, stalle, grotte, caverne, sotterranei, soffitte, garages, cantine, dormitori pubblici, scuole, pensioni, alberghi, istituti di soccorso ricovero e comunque ogni altra unità immobiliare o riparo avente caratteristiche tipologiche di assoluta e totale incompatibilità con la destinazione ad abitazione);

- b-1.2) appartamento avente barriere architettoniche tali da determinare grave disagio abitativo se in presenza di nucleo familiare con componente handicappato grave non deambulante: punti 1;

- b-1.3) abitazione in alloggio procurato a titolo precario dai servizi di assistenza del Comune da certificare mediante deliberazione dell'Ente concedente: punti 3.

Le condizioni di punteggio di cui ai precedenti punti b-1.1), b-1.2) e b-1.3) non sono tra loro cumulabili;

- b-1.4) coabitazione in uno stesso alloggio con altro o più nuclei familiari, ciascuno composto da almeno due unità: punti 2.

La condizione temporale non è richiesta quando la sistemazione precaria di cui ai precedenti punti b-1.1), b-1.2) e b-1.3) derivi da abbandono di alloggio a seguito di calamità o di imminente pericolo, riconosciuto dall'autorità competente, o da provvedimento esecutivo di sfratto;

- b-2) situazione di disagio abitativo, alla data del bando, dovuta ad abitazione in alloggio sovraffollato in rapporto ai vani utili sotto il profilo igienico-sanitario:

- due persone a vano utile: punti 1;

- oltre due persone a vano utile: punti 2;

- oltre tre persone a vano utile: punti 3;

Per vani utili si intendono tutti i vani dell'alloggio, esclusa la cucina, quando la stessa risulta inferiore a mq. 14, e i servizi così come definiti dal D.M. 5 Luglio 1975.

Le condizioni di punteggio di cui ai precedenti punti b-1.4) e b-2) non sono tra loro cumulabili;

- b-3) richiedenti che abitino in alloggio che debba essere rilasciato a seguito di:

- provvedimento esecutivo di sfratto da alloggi di proprietà privata che non sia stato intimato per inadempienza contrattuale; ai fini dell'attribuzione del punteggio non è considerata inadempienza la permanenza senza titolo nell'alloggio, in conseguenza del decesso del conduttore e lo sfratto per morosità in presenza di un canone di locazione superiore ad un terzo del reddito convenzionale, qualora la morosità stessa sia dovuta a stato di disoccupazione o grave malattia di alcuno dei componenti il nucleo familiare. Per l’attribuzione del punteggio di cui al presente punto, ai fini del calcolo dell’incidenza del canone sul reddito convenzionale, il contributo eventualmente percepito ai sensi dell’art. 11 della legge 9 dicembre 1998 n. 431 (Disciplina delle locazioni e del rilascio degli immobili adibiti ad uso abtativo), deve essere scomputato dall’ammontare del canone corrisposto;
- provvedimento di separazione, omologato dal tribunale, o sentenza passata in giudicato con obbligo di rilascio dell'alloggio;


- verbale di conciliazione giudiziaria;


- Ordinanza di sgombero;


- provvedimento di collocamento a riposo o di trasferimento di dipendente pubblico o privato che fruisca di alloggio di servizio; punti 4

Qualora nel periodo compreso tra la data di pubblicazione del bando di concorso e la scadenza dei termini per la presentazione della opposizione di cui al 4° comma dell’art. 10 della L.R. 96/96 sia stato notificato preavviso di sfratto a norma dell'articolo 608 C.P.C., o sia stata notificata dalla competente autorità la data di esecuzione di Ordinanza di sgombero, o del rilascio dell'alloggio di servizio al richiedente sarà attribuito un ulteriore punto: punti 1. 

I punteggi di cui al presente punto b-3 sono attribuiti anche a richiedenti che risultino coabitanti in uno stesso alloggio con altro distinto nucleo familiare, nei cui confronti sia stato emesso provvedimento esecutivo di sfratto, a condizione che la data di inizio della coabitazione risulti precedente a quella dell'inizio della procedura di rilascio dell'alloggio.

Le condizioni di punteggio sub b-3) non sono cumulabili con la condizione sub b-1.1);

- b-4.1) assoluta antigienicità dell'alloggio (ritenendosi tale quello sprovvisto di tutti i servizi igienico-sanitari, o di allacciamento a reti o impianti di fornitura di acqua potabile, o che sia posto al piano terreno o seminterrato e con umidità permanente causata da capillarità diffusa ineliminabile se non con straordinari interventi manutentivi) da certificarsi dall'organo competente dell'U.S.L.: punti 2;

- b-4.2 antigienicità relativa dell'alloggio (ritenendosi tale quello provvisto di servizi consistenti in solo W.C. e lavabo) da certificarsi dall'organo competente dell'U.S.L.: punti 1.

La condizione di punteggio cui al punto b-4.1 non è cumulabile con la condizione di cui al punto b-4.2.

b bis) storicità della presenza in graduatoria:
richiedente, che non sia già assegnatario, presente continuativamente nella vigente graduatoria da almeno 4 anni: punti 0,25 per ogni anno di presenza in graduatoria;

Art. 5) AGGIORNAMENTO DELLE GRADUATORIE

Per l'aggiornamento delle graduatorie di assegnazione vale il disposto dell'art. 12 L.R.T. n. 96/96.

Art. 6) CANONE DI LOCAZIONE

Il canone di locazione degli alloggi viene determinato sulla base di quanto disposto dal Tit. III della L.R.T. 20.12.1996 n° 96.

Art. 7) ASSEGNAZIONE DEGLI ALLOGGI

Il Sindaco provvede all’ assegnazione degli alloggi agli aventi diritto in base alla graduatoria definitiva a norma degli artt. 13, 14 e 15 della L.R.T. n. 96/96.

Art. 8) TERMINI DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Per la presentazione delle domande il termine è fissato in 60 giorni dalla data di pubblicazione del Bando.
Per i lavoratori emigrati all'estero il termine per la presentazione della domanda è prorogato di 60 giorni per i residenti nell'area europea, di 90 giorni per residenti nei paesi extra europei.

Art. 9) DISTRIBUZIONE, RACCOLTA E MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELLE DOMANDE

Le domande di partecipazione al presente Bando di concorso devono essere compilate unicamente sui moduli appositamente predisposti dal Comune di Forte dei Marmi.
I moduli di domanda verranno distribuiti dal Comune di Forte dei Marmi, presso l’Ufficio Alloggi dal lunedì al sabato dalle ore 9,00 alle ore 12,30.

Le domande relative al presente Bando di concorso debitamente sottoscritte debbono essere corredate di tutta la necessaria ed idonea documentazione ed indicare l’indirizzo al quale devono essere trasmesse le comunicazioni relative al concorso.
Le domande, sottoscritte ai sensi dell’art. 38 del D.P.R. n. 445/2000, dovranno pervenire esclusivamente presso l'Ufficio Protocollo del Comune di Forte dei Marmi o essere spedite a mezzo raccomandata postale (A.R.) riportante il nome, cognome e indirizzo del mittente entro il termine di cui al precedente art. 8. Per le domande spedite a mezzo raccomandata a.r. farà fede il timbro dell'Ufficio postale accettante. 
Le domande di partecipazione al presente Bando di concorso devono essere presentate in bollo, ai sensi del D.P.R. 26.10.1972, n. 642, così come modificato dal D.M. 20.08.1992. 

Art. 10) CONTROLLI

Ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. 445/2000, le verifiche delle autocertificazioni e delle dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà contenute nelle domande presentate a fronte del presente bando di concorso, saranno effettuate mediante controllo a campione, nella percentuale del 15%, mediante sorteggio causale in riferimento alle istanze da controllare rispetto al totale di quelle presentate, come indicato al punto 4a) dell’art. 11 del Regolamento comunale approvato dal Consiglio comunale con deliberazione n. 90 del 20.4.2002, non appena sarà pubblicata la graduatoria definitiva, formulata ai sensi del precedente art. 9.
Qualora dal controllo emerga la non veridicità del contenuto della dichiarazione sostitutiva, il dichiarante decade dai benefici eventualmente conseguenti al provvedimento emanato sulla base della dichiarazione non veritiera, ai sensi dell’art. 75 D.P.R. 445/2000, nonché dell’art. 33 della L.R. n. 96/96 e successive modifiche ed integrazioni, ferme restando le sanzioni penali.

Art. 11) NORMA FINALE

Per quanto non espressamente previsto dal presente Bando, si fa riferimento alla L.R.T. 20.12.1996 n. 96 e successive modifiche e integrazioni.


Forte dei Marmi, lì: 1 Ottobre 2012

Il Dirigente del Settore Servizi al Cittadino
Dott.ssa Laura Quadrelli

folder Formazione di un elenco di imprese

Data di attivazione: 21 gennaio 2012
Data di scadenza: 23 febbraio 2012   12.00
AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI IMPRESE PER L’AFFIDAMENTO DI LAVORI MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA SENZA PREVIA PUBBLICAZIONE DI UN BANDO, AI SENSI DEGLI ARTT. 57 E 122, COMMA 7, OVVERO, IN CASO DI LAVORI IN ECONOMIA, DELL’ART. 125, COMMA 8, DEL D.LGS. 163/2006 E SS.MM.II., E DEL REGOLAMENTO COM.LE PER L’EFFETTUAZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA

Viene chiesta quale sia la data da indicare sui plichi.
Il plico deve contenere la dicitura AVVISO PUBBLICO DEL...
La data da indicare è quella di scadenza di ciascun avviso

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
(Provincia di Lucca) 

Piazza Dante, 1 55042 Forte dei Marmi – Lucca
C.F. e P.I. 00138080460 Tel. 0584/280258/224 
Fax 0584/280218
SERVIZIO APPALTI E CONTRATTI 

AVVISO PUBBLICO PER LA FORMAZIONE DI UN ELENCO DI IMPRESE PER L’AFFIDAMENTO DI LAVORI MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA SENZA PREVIA PUBBLICAZIONE DI UN BANDO, AI SENSI DEGLI ARTT. 57 E 122, COMMA 7, OVVERO, IN CASO DI LAVORI IN ECONOMIA, DELL’ART. 125, COMMA 8, DEL D.LGS. 163/2006 E SS.MM.II., E DEL REGOLAMENTO COM.LE PER L’EFFETTUAZIONE DEI LAVORI IN ECONOMIA

Il DIRIGENTE LL.PP.

Ai sensi dell'art. 125 c. 12 D.lgs 163/2006 e s.m.i.

RENDE NOTO

che Il Comune di Forte dei Marmi intende procedere all'istituzione di un elenco aperto di ditte, da cui attingere soggetti con cui contrarre l’affidamento di lavori pubblici, in economia o cottimo fiduciario, fino ad € 1.000.000,00 mediante procedura negoziata ai sensi degli art. 57, 122 e 125 D.lgs 163/2006

Con la formazione dell’elenco si intende creare una base conoscitiva degli operatori presenti sul mercato interessati a svolgere lavori per l’Ente.

Con il presente avviso non viene posta in essere alcuna procedura concorsuale di gara d’appalto o procedura negoziata, avendo tale atto esclusivamente una finalità ricognitiva del mercato, finalizzata al soddisfacimento degli obiettivi dell’Ente.

Le imprese che intendono manifestare la propria volontà ad essere iscritto negli elenchi di cui al presente avviso dovranno far pervenire la domanda e la relativa documentazione entro le ore 12 del giorno 23 FEBBRAIO 2012 con le modalità di cui al successivo art. 7.


Art. 1 SOGGETTI AMMESSI
La domanda per l'iscrizione all'elenco può essere presentata dai soggetti indicati all’art. 34, comma 1 del D.Lgs. 163/2006. 

Art 2. REQUISITI DI AMMISSIONE
Ai fini dell’inserimento nell’elenco, i richiedenti devono auto dichiarare di possedere i requisiti di ordine generale previsti dall’art. 38 del D.Lgs. 163/2006, nonché i requisiti di ordine tecnico-organizzativo di cui al Capo III "requisiti per la qualificazione" del DPR 207/2010
I richiedenti devono, inoltre, dichiarare:

  • di accettare le clausole contenute nel presente avviso;
  • di impegnarsi a comunicare alla Stazione appaltante, in caso di eventuale aggiudicazione di un appalto, ogni eventuale variazione intervenuta negli organi societari, ivi comprese quelle relative ai subappaltatori e/o fornitori;
  • di autorizzare l’Amministrazione Comunale al trattamento dei dati personali contenuti nei documenti presentati, ai sensi del D.Lgs. 196/2003, per il presente procedimento, nonché per quelli relativi alle singole procedure selettive.

Art 3. MODALITA’ DI FORMAZIONE DELL’ELENCO
Le ditte che presenteranno istanza di inserimento verranno inserite, sulla base di apposita istruttoria ed a seguito di determinazione dirigenziale, nella sezione dell'albo relativa alla categoria di lavori individuata ex All. “A” DPR n.207/2010 per cui chiedono l’iscrizione.

Le imprese verranno inserite nell’elenco distinte per categorie e classifiche per i soggetti in possesso di qualificazione SOA e per tipologia, per i soggetti in possesso dei requisiti di cui all’art. 90 del D.P.R. 207/2010 (per lavori di importo pari o inferiore ad € 150.000,00). Al fine di valutare i rapporti di analogia tra lavori, l'A.C. farà riferimento alla Deliberazione dell'Autorità di Vigilanza sui contratti pubblici n. 165 dell'11.6.2003
Le domande pervenute nel termine stabilito al successivo punto 7 verranno istruite per verificare la regolarità della documentazione presentata, nonché la presenza di elementi ostativi all’accoglimento dell’istanza.

Non si provvederà, in relazione agli atti suddetti, ad alcuna forma di notifica individuale.

Art 4. MODALITA’ DI UTILIZZO DELL’ELENCO
L’istituzione dell’elenco non impegna in alcun modo il Comune di Forte dei Marmi ad avviare procedimenti di affidamento lavori, poiché gli stessi verranno effettuati sulla base delle scelte programmatiche dell’Ente.
L’iscrizione nell’elenco non costituisce presunzione del possesso dei requisiti generali e speciali richiesti per l’affidamento dei lavori; requisiti che, pertanto, l’Amministrazione andrà ulteriormente a richiedere ed accertare nel corso delle singole procedure di affidamento.
L'elenco istituito con il presente avviso verrà utilizzato dall'Ente per l'affidamento di lavori in coerenza con i criteri di seguito riportati:

Per lavori in economia effettuabile tramite cottimo fiduciario di importo complessivo fino ad € 39.999,00 è consentito l'affidamento diretto ad impresa in possesso dei requisiti di categoria e di importo per l’esecuzione, sulla base dei criteri di trasparenza, imparzialità, parità di trattamento, non discriminazione e rotazione.
Per lavori in economia effettuabili con procedure di cottimo fiduciario di importo complessivo pari o superiore a € 40.000,00 ed inferiore a 200.000,00 si procederà all’affidamento facendo ricorso alla procedura negoziata senza previa pubblicazione di bando, ai sensi dell'art. 125, comma 1 lett.b del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.e dell'art. 7 lett A) del regolamento comunale per l'esecuzione dei contratti in economia con le modalità di cui all'art. 57 c. 6 del D.lgs 163/2006.
L’invito a presentare offerta sarà rivolto ad almeno cinque concorrenti in possesso dei requisiti di categoria e di importo, per l’esecuzione dell’intervento, tratti dall’elenco.

Per lavori di importo complessivo inferiori a € 1.000.000,00 si procederà all'affidamento lavori mediante ricorso alla procedura negoziata, ai sensi dell'art. 122 c. 7 del D.lgs con le modalità di cui all'art. 57 c 6. L'invito a presentare offerta sarà rivolto ad almeno cinque concorrenti per importi di lavoro inferiore a 500.000,00 € ed a dieci concorrenti per lavori di importo superiore o pari a 500.000 ed inferiore a 1.000.000,00, in possesso dei requisiti di categoria e di importo per l’esecuzione dell’intervento, tratti dall’elenco.

La selezione verrà effettuata, in ogni caso, garantendo i principi di non discriminazione, parità di trattamento, proporzionalità e trasparenza.
La determina a contrarre espliciterà i criteri utilizzati per l'individuazione delle imprese da invitare 
I soggetti inviati ad una procedura non saranno riconvocati per almeno tre mesi a procedure di gara per lavori della stessa categoria 

Nel caso in cui non fossero ricompresi nell’elenco, in tale numero operatori economici in possesso dei requisiti di categoria e di importo, la stazione appaltante si riserva la facoltà di procedere all’invito di imprese non iscritte nell’elenco.
La stazione appaltante, in ogni caso, potrà esperire, per interventi di qualsiasi importo, ordinaria procedura aperta o indagine di mercato.

ART 5. TENUTA, CANCELLAZIONE ED AGGIORNAMENTO DELL’ELENCO
L’elenco sarà aggiornato ogni 12 mesi, inserendo le richieste pervenute utilizzando esclusivamente gli allegati al presente avviso, così come previsto dall’art. 125, comma 12, del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.. 
In ogni momento l’Amm.ne Com.le, qualora ne ravvisi la necessità, può chiedere agli iscritti l’invio di documentazione comprovante il permanere dei requisiti di ammissione.
Non possono essere inseriti nell’elenco i soggetti che:

  • si siano resi responsabili di false dichiarazioni, in qualunque modo accertate;
  • quando risulti accertata la negligenza o malafede del soggetto in sede di svolgimento di prestazioni contrattuali in genere;
  • non abbiano trasmesso la documentazione richiesta per l’iscrizione e/o per eventuali verifiche successive.

Si procederà alla cancellazione dall’elenco degli iscritti al verificarsi di uno dei seguenti casi:

  • qualora vengano meno i requisiti per l’iscrizione nell’elenco o, comunque, per concludere contratti con la pubblica amministrazione;
  • non abbiano assolto con puntualità e diligenza ai contratti loro affidati;
  • abbiano un contenzioso pendente con l’Amministrazione;
  • in caso di cessazione dell’attività.

ART 6. MODALITA’ DI PRESENTAZIONE DELL’ISTANZA
Le imprese interessate ad essere inserite nell’elenco dovranno formulare la propria disponibilità compilando e presentando la seguente documentazione, utilizzando i modelli allegati al presente avviso, disponibili e scaricabili alla sezione gare del sito istituzionale www.comune.fortedeimarmi.lu.it

  1. Istanza e dichiarazione unica, ai sensi del D.P.R. 445/2000, di possesso dei requisiti di ordine generale e tecnico-organizzativo, utilizzando il modello allegato 1.
  2. Eventuali dichiarazioni sostitutive previste ai punti 6), 7), 8) e 9) dell’allegato 1).
  3. Qualora i soggetti cessati dalle cariche di amministratore o di direttore tecnico indicati ai punti 4 e 5 dell’allegato n. 1) abbiano riportato sentenze che integrano la causa di esclusione di cui all’art. 38, comma 1, lett. c), del D.Lgs. 163/2006, occorre produrre documentazione idonea a dimostrare di aver adottato atti o misure di completa dissociazione dalla condotta penalmente sanzionata.
  4. Nel caso in cui l’istanza sia sottoscritta da un procuratore o da un institore, ai sensi degli articoli 1393 e 2206 del codice civile, deve essere allegata la scrittura privata autenticata o l’atto pubblico di conferimento della procura.
  5. Attestazione (o copia autenticata), o copia fotostatica sottoscritta dal titolare dell’impresa e/o dal legale rappresentante accompagnata da copia del documento d’identità dello stesso, rilasciata da società di attestazione (SOA) di cui al D.P.R. 207/2010 regolarmente autorizzata, in corso di validità.
  6. (solo le imprese non in possesso di attestazione SOA) Elenco dei lavori eseguiti nel quinquennio antecedente la data del presente avviso, utilizzando il modello allegato 2) raggruppando i lavori secondo le seguenti tipologie:
  7. lavori edilizi e stradali ( quelli appartenenti alle categorie OG1, OG3,OG4,OG5 eOG12)
  8. lavori idraulici (quelli appartenenti alla categoria OG6)
  9. lavori fluviali e marittimi (quelli appartenenti alle categorie OG7 e OG8)
  10. lavori impiantistici (OG9, OG10,OG11, OS3, OS4, OS5, OS28 e OS30)
  11. lavori su beni immobili sottoposti a tutela (quelli appartenenti alla categoria OG2)
  12. lavori su superficie decorate e beni mobili di interesse storico artistico (quelli appartenenti alla categoria OS2)
  13. lavori inerenti scavi archeologici (quelli appartenenti alla categoria OS25)
  14. lavori agricolo-forestali (quelli appartenenti alla categoria OG13).

Il plico contenente l’istanza per la formazione dell’elenco, deve pervenire all’Ufficio Protocollo dell’Ente, a mezzo raccomandata del servizio postale o posta celere, ovvero mediante agenzia di recapito autorizzata entro le ore 12:00 del giorno 23 FEBBRAIO 2012 al seguente indirizzo: Comune di Forte dei Marmi – ufficio Appalti e Contratti, piazza Dante n. 1 –55042 Forte dei Marmi. E’ inoltre possibile effettuare la consegna a mano del plico. In tal caso verrà apposto timbro di accusa ricevuta su fotocopia del frontespizio del plico contenente l’istanza, da produrre a cura dell’impresa.
Il plico deve recare all’esterno - oltre all’intestazione del mittente e all’indirizzo dello stesso – la dicitura: “AVVISO PUBBLICO DEL …………. PER PREDISPOSIZIONE DI ELENCO DI IMPRESE PER L’AFFIDAMENTO DI LAVORI IN ECONOMIA MEDIANTE PROCEDURA NEGOZIATA SENZA PREVIA PUBBLICAZIONE DI UN BANDO.
Il recapito tempestivo del plico rimane ad esclusivo rischio del mittente.

ART 7. TRATTAMENTO DATI PERSONALI
Ai sensi del D.Lgs. 30 giugno 2003, n. 196 (codice in materia di protezione dei dati personali) si informa che:

  1. le finalità e le modalità di trattamento cui sono destinati i dati raccolti ineriscono alla formazione di un elenco di imprese da utilizzare per l’eventuale affidamento di lavori pubblici;
  2. il conferimento dei dati costituisce presupposto necessario per la l’inserimento della singola impresa nell’elenco;
  3. l’eventuale rifiuto a fornire i dati richiesti comporta l’impossibilità di inserire l’impresa nell’elenco;
  4. i diritti spettanti all’interessato sono quelli di cui all’art. 7 del D.Lgs. 196/2003;
  5. titolare del trattamento dei dati è il Comune di Forte dei Marmi nella persona dell’ing. Gabriele Borri;
  6. l’utilizzo e l’archiviazione dei dati avverrà solo all’interno della sede dell’Ente e sarà effettuato da personale dello stesso Comune di Forte dei Marmi coinvolto nel procedimento.

ART 8. RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Il Responsabile del procedimento è l’Ing. Gabriele Borri dirigente settore LL.PP.
Tel. 0584 2801
E-mail gborri@comunefdm.it

Per informazioni di carattere amministrativo rivolgersi a
Ufficio Appalti
Piazza Dante n. 1
Sig.ra Giovanna Manzione
Tel. 0584 280258
E-mail gmanzione@comunefdm.it

ART. 9. PUBBLICITA’
Il presente avviso con i relativi allegati viene pubblicato all’Albo Pretorio del Comune e sul sito internet www.comune.fortedeimarmi.lu.it alla sezione Gare ed Appalti


Forte dei Marmi, 21.01.2012


Il Responsabile del Settore Appalti e Contratti                    Il Dirigente LL.PP.
Giovanna Manzione                                                     Dr. Ing. Gabriele Borri

folder Gara per l'affidamento del servizio di gestione degli asilo nido comunali Madre Maria e Moscardino per anni tre

Data di attivazione: 5 dicembre 2012
Data di scadenza: 8 gennaio 2013 alle ore 12.30

Gara per l'affidamento del servizio di gestione degli asilo nido comunali Madre Maria e Moscardino per anni tre.
Prorogata al 8/1/2013 la scadenza gara per l’affidamento della gestione degli asili nido comunali.

Si avvisa che l'apertura della gara del nido è fissata per il 10 gennaio 2013 ore 10

Data di attivazione: 5 dicembre 2012
Data di scadenza: 8 gennaio 2013 alle ore 12.30

Si avvisa che l'apertura della gara del nido è fissata per il 10 gennaio 2013 ore 10

Appalto per l'affidamento del servizio di gestione degli asilo nido comu-nali Madre Maria e Moscardino per anni tre. N. CIG: 470130037D.

BANDO DI GARA (Servizi)

Sezione I: SOCIETA' AGGIUDICATRICE

I. 1) Comune di Forte dei Marmi: Piazza Dante n. 1 Forte dei Marmi 55042, Italia. Punti di contatto: Ufficio Pubblica Istruzione Tel. 0584/280221, Posta elettronica: lquadrelli@comunefdm.it, Fax: 0584/280246 Ind. Internet: www.comune.fortedeimarmi.lu.it Ulteriori informazioni sono disponibili presso: Ufficio Gare e Contratti Tel. 0584/280258. Posta elettronica: gmanzione@comunefdm.it, Fax: 0584/280218.

Il capitolato d'oneri, il di-sciplinare di gara e la documentazione complementare sono disponibili presso: punti di contatto sopra indicati. Le offerte vanno inoltrate a: Comu-ne Forte dei Marmi – Ufficio Gare e Contratti.

Sezione II: OGGETTO DELL'APPALTO

II. 1.1) Gestione degli asili nido comunali per anni tre. N. CIG: 470130037D. II.1.2) Servizi cat. n. 25. Luogo principale di esecuzione: Forte dei Marmi, Asilo Nido "Madre Maria", via Veneto ang. Via Mascagni e Asilo Nido "Moscardino", Via P. Nenni. II.1.3) L'avviso riguarda: II.1.5) Il servizio in oggetto rientra nell'allegato II B al D.Lgs. n. 163/2006 e s.m.i. La prestazione principale consiste nella gestione del servizio asili nido. II.1.6) CPV: 93 da 9611000 e da 85000000-9 a 85323000-9 (escluso 80533000-9, 80533100-0, 80533200-1). II.1.9) Ammissibilità di varianti: no. II.2) QUANTITATIVO O ENTITA' DELL'APPALTO. II.2.1) Unico Lotto. L'importo complessivo dell'appalto è pari ad € 1.742.000,00 oltre Iva di Leg-ge, di cui 1.741.000,00 per importo a base d'asta ed € 1.000,00 per Oneri per la sicurezza da rischi di interferenza II.2.2) Opzioni: L'amministrazione co-munale si riserva la facoltà di ripetere il servizio per ulteriori mesi 36 . In que-sto caso l'importo stimato per la ripetizione è pari ad € 3.484.000,00 oltre Iva di legge. II.3) Durata dell'Appalto: mesi 36.

Sezione III: INFORMAZIO-NE DI CARATTERE GIURIDICO, ECONOMICO, FINANZIARIO E TECNICO

III.1.1) Cauzioni e garanzie richieste: In sede di gara: cauzione provvisoria pari ad € 34.840,00, prestata con le modalità in indicate nel disci-plinare di gara. In sede di contratto: cauzione definitiva, ai sensi dell'art. 113 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i. III.1.2) Principali modalità di finanziamento e pagamento: L'appalto è finanziato con risorse e mezzi propri. Per le modalità di pagamento il bando di gara rimanda all'art. 24 del capitolato speciale di appalto e alla L. n.136/2010 e s.m.i. III.2)Condizioni di partecipazione: III.2.1) Sono ammessi alla gara i soggetti di cui agli artt. 34 co. 1 lett. a), b), c), d), e), f), e f-bis) del D.lgs. 163/06. A cui si applicano le disposizioni nor-mative contenute agli artt. 35, 36, 37 del D.lgs. 163/06. Le imprese parteci-panti dovranno essere iscritte alla C.C.I.A.A. della Provincia in cui l'impresa ha sede per l'attività oggetto della gara; e in caso di ditte con sede in altri Stati membri, esse dovranno essere iscritte in analogo registro dello Stato di appar-tenenza (all. XI C Codice dei Contratti III.2.2)Capacità economica e finan-ziaria 1. due referenze bancarie o di intermediari autorizzati ai sensi di legge – vedasi disciplinare di gara al par.fo 12.11) – 2. fatturato specifico per servizi di gestione asilo nido per il periodo e l'importo fissati e specificati nel disci-plinare di gara al par.fo 12.6). Per il possesso dei requisiti in caso di parteci-pazione alla gara di R.T.I., GEIE, e Consorzi si veda il disciplinare di gara par.fo 12 lett.a)b)c) – a)b). III. 2.3)Capacità Tecnica: 1. esperienza di ge-stione dei servizi di cui sopra così come indicato e specificato nel disciplinare di gara al par.fo 12.6, di aver avuto in servizio nel 2011 almeno 15 addetti (dipendenti e/o collaboratori) a tempo pieno 30 ore, di cui almeno 10 addetti di educatore di asilo nido; inoltre almeno 6 dipendenti con la qualifica di edu-catori di nido a tempo pieno (30 ore) devono avere un'anzianità minima, nella ditta, non inferiore a 3 anni par.fo 12.10) del disciplinare di gara 3. possesso della certificazione di qualità conforme alle norme europee della serie UNI EN ISO per i servizi oggetto della gara – par.fo 12.13) del disciplinare di gara. Per il possesso dei requisiti in caso di partecipazione alla gara di R.T.I., GEIE e Consorzi si veda il disciplinare di gara al sopradetto par.fo 12.13).

Sezione IV: PROCEDURA

IV 1.1) Tipo di procedura: Aperta. IV.2) Criteri di aggiudicazione: Offerta economicamente più vantaggiosa – criteri indicati nel disciplinare di gara. IV.3)Informazioni di carattere amministrativo IV. 3.4) Scadenza fissata per la presentazione delle offerte : 02.01.2013 ore 12,30 IV.3.6) Lingua utilizzabile nelle offerte e domande di partecipazio-ne: IT. IV.3.7) Periodo minimo durante il quale l'offerente è vincolato all'offerta:giorni 180 (dal termine di ricevimento delle offerte). IV .3.8) Mo-dalità di apertura delle offerte: data 04.01.2013, ore 9,30 luogo Sede co-munale.

SEZIONE VI: ALTRE INFORMAZIONI

VI.3) E' obbligatorio il sopralluogo. E' fatto divieto di subappalto. Le norme integrative del presente bando sono contenute nel disciplinare di gara; quest'ultimo, il capitolato spe-ciale di appalto, il D.U.V.R.I. e lo schema dell'istanza/dichiarazione sostituti-va per l'ammissione alla gara, nonché tutti gli altri allegati richiamati, sono disponibili, con accesso libero, diretto completo e gratuito sul sito internet www.comune.fortedeimarmi.lu.it La procedura di gara si svolge in ottempe-ranza del D.lgs. 163/2006 e s.m.i. del DPR 207/2010 e s.m.i. nonché di tutte le altre disposizioni di legge vigenti in materia di appalti pubblici. Responsa-bile unico del procedimento: Dr.ssa Laura Quadrelli. VI.4.1)Organismo re-sponsabile delle procedure di ricorso Giudice amministrativo: TAR To-scana. VI.5)Data di spedizione del presente avviso: 29.11.2012.

IL DIRIGENTE DEL I° SETTORE AFFARI GENERALI
Dr.ssa Laura Quadrelli

folder Giardini d'inverno

Data di attivazione: 02 Ottobre 2013
Data di scadenza: 20 Ottobre 2013 alle ore 00.00

folder Indagine di mercato per l’individuazione di ditte da invitare alla procedura negoziata per raccolta delle pigne da pinoli su alberature di proprietà comunale per le stagioni 2011-2015

Data di attivazione: 18 febbraio 2011
Data di scadenza: 15 marzo 2011 alle ore 12.00
Indagine di mercato per l’individuazione di ditte da invitare alla procedura negoziata per raccolta delle pigne da pinoli su alberature di proprietà comunale per le stagioni 2011-2015

Data di attivazione: 18 febbraio 2011
Data di scadenza: 15 marzo 2011 alle ore 12.00

stemma-comunale

AVVISO PUBBLICO

OGGETTO: INDAGINE DI MERCATO PER L’INDIVIDUAZIONE DI DITTE DA INVITARE ALLA PROCEDURA NEGOZIATA PER RACCOLTA DELLE PIGNE DA PINOLI SU ALBERATURE DI PROPRIETA’ COMUNALE PER LE STAGIONI 2011-2015

Il Comune di Forte dei Marmi, intende espletare un’indagine di mercato per l’affidamento del servizio in oggetto nel rispetto dei principi di non discriminazione, parità di trattamento trasparenza, libera concorrenza e pubblicità, al fine di individuare le ditte da invitare alla relativa procedura negoziata.

DURATA dell’affidamento cinque anni.

I partecipanti per partecipare alla procedura negoziata devono essere in possesso dei seguenti requisiti:

  • iscrizione alla C.C.I.A.A. per attività idonee,
  • requisiti di ordine generale, di cui all’art. 38 del D.lgs 12.04.2006, n. 163 e s.m..

Le imprese interessate possono presentare manifestazione interesse, secondo il fac-simile allegato al presente invito, indirizzata al Comune di Forte dei Marmi – Piazza Dante, 1 – 55042 Forte dei Marmi.

Verranno invitate alla procedura negoziata le imprese che avranno espressamente manifestato il proprio interesse e che siano in possesso dei requisiti sopra indicati.
Le suddette istanze dovranno pervenire, in busta chiusa, entro le ore 12,00 del giorno 15 marzo 2011, all’Ufficio protocollo dell’Ente, a tal fine farà fede il timbro apposto da detto Ufficio.

La busta, controfirmata sui lembi di chiusura dal legale rappresentante della ditta, dovrà riportare la seguente dicitura: “Non aprire contiene manifestazione di interesse per l’affidamento del servizio raccolta pigne da pinoli su alberatura di proprietà comunali”, oltre alle generalità del partecipante.
Si precisa che il Comune, per la scelta della Ditta, valuterà le proposte offerte e terrà conto dell’indicazione dell’impegno da parte delle ditte ad effettuare, in modo completo nelle aree interessate dalla raccolta, eventuali operazioni accessorie, che sono riportate di seguito:

  1. Asportazione di rami interessati da torsione o comunque pericolanti,
  2. Disinfestazione contro la Traumatocampa pytocampa (processionaria del pino) mediante asportazione meccanica ed abbruciamento dei prenidi e dei nidi,
  3. Rimonda del secco,
  4. Rimonda del secco e potatura di alleggerimento della chioma,
  5. Eliminazione delle “cocce” (pigne aperte).

Le ditte possono indicare quante operazioni accessorie intendono effettuare a compensazione del valore economico delle pigne raccolte con l’impegno ad effettuarle completamente nelle aree interessate dalla rimozione.
RECAPITO INFORMATIVO: Per informazioni di carattere “tecnico” le ditte potranno contattare l’Addetto del Servizio Verde Pubblico – Agr.co. Lamberto Vannucci tel.0584/2801 .

IL RESPONSABILE DEL PROCEDIMENTO
Ing.Gabriele Borri

folder Iniziativa Comunale "Giardini al Forte"

Data di attivazione: 21 ottobre 2011
Data di scadenza: 5 novembre 2011 alle ore 12.00
INIZIATIVA COMUNALE “GIARDINI AL FORTE”

Data di attivazione: 21 ottobre 2011
Data di scadenza: 5 novembre 2011 alle ore 12.00

Ufficio Tecnico COMUNE DI FORTE DEI MARMI
(Provincia di Lucca) 

Piazza Dante 55042 Forte dei Marmi – Lucca
C.F. e P.I. 00138080460 tel. 0584/2801 Fax 0584/280247

AVVISO PUBBLICO

INIZIATIVA COMUNALE “GIARDINI AL FORTE”

L’Amministrazione Comunale propone l’iniziativa “Giardini al Forte” offrendo la possibilità, a chiunque intenda partecipare, di esporre creazioni e composizioni di piante e/o fiori nella cornice esclusiva, suggestiva e prestigiosa delle strade e piazze di Forte dei Marmi.

Fin da ora si precisa che i soggetti interessati avranno la possibilità di ottenere un ritorno di immagine, installando dei cartelli pubblicitari e distribuendo materiale informativo sulle attività svolte dall’azienda.

Inoltre l’Amministrazione Comunale si impegna a realizzare all’interno del proprio sito internet una pagina dedicata alla manifestazione, ad indicare i nomi delle ditte partecipanti nelle comunicazioni ufficiali relative all’iniziativa e nell’eventuale materiale illustrativo che verrà realizzato.

I “Giardini al Forte” si svilupperanno durante tutto l’anno in tre distinti periodi:

  • dal mese di Dicembre al 15 di Febbraio compresi (periodo invernale);
  • dal mese di Aprile al mese di Maggio compresi (periodo primaverile);
  • dal 15 Giugno al mese di Settembre compresi (periodo estivo).

Le zone oggetto dell’esposizione sono le seguenti (di seguito chiamate lotti):

  1. Piazza Garibaldi (zona lato monti del Fortino) solo per il periodo estivo
  2. Piazza Navari (zona lato vasche);
  3. Via Mazzini da Via Dei Mille a Via Spinetti;
  4. Via Carducci da Via Spinetti a Via V.Veneto, compreso la Via IV Novembre da Via Carducci a Via Matteotti;
  5. Via Montauti da Piazza Garibaldi a Via V.Veneto, compreso la Via IV Novembre da Via Carducci a Via S.Stagi;
  6. Via Roma dalla Piazza Garibaldi a Via Risorgimento;
  7. Via S.Stagi da Via D.D’Aosta a Via Barsanti.

L’Amministrazione Comunale si riserva di comunicare tempestivamente eventuali variazioni degli spazi espositivi per concomitanti eventi e/o altre occupazioni di suolo pubblico.

Le forme pubblicitarie devono avere sagoma regolare, realizzate in struttura metallica o in legno, con la pannellatura in materiale plastico, metallico o legno. Devono avere una adeguata base per renderle autoportanti.

Non sono ammesse forme pubblicitarie da ancorare al suolo, alle alberature, ai fabbricati e manufatti vari (tipo lampioni, ecc…).

Le misure massime consentite per i pannelli pubblicitari sono di cm.100 di base, per un’altezza di cm.150 da terra, non sono ammessi impianti luminosi.

Per ogni lotto si potranno installare il seguente numero massimo di pannelli pubblicitari:

  • n° 4 per il lotto 1: Piazza Garibaldi (zona lato monti del Fortino) solo per il periodo estivo;
  • n° 4 per il lotto 1: Piazza Navari (zona lato vasche);
  • n° 5 per il lotto 2: Via Mazzini da Via Dei Mille a Via Spinetti;
  • n° 6 per il lotto 3: Via Carducci da Via Spinetti a Via V.Veneto, compreso la Via IV Novembre da Via Carducci a Via Matteotti;
  • n° 6 per il lotto 4: Via Montauti da Piazza Garibaldi a Via V.Veneto, compreso la Via IV Novembre da Via Carducci a Via S.Stagi;
  • n° 4 per il lotto 5: Via Roma dalla Piazza Garibaldi a Via Risorgimento;
  • n° 4 per il lotto 6: Via S.Stagi da Via D.D’Aosta a Via Barsanti.

E’ ammessa la distribuzione di materiale informativo e pubblicitario sull’Azienda, sia esso sotto forma di gadget e/o materiale cartaceo, quest’ultimo di misure non superiori al formato A3.

Detta distribuzione dovrà avvenire esclusivamente all’interno del lotto assegnato e da parte dell’espositore attraverso del personale facilmente riconoscibile, munito cioè di tessera e/o divisa o altro supporto che riporti il nome dell’Azienda. 

Eventuali forniture elettriche, necessarie per realizzare le composizioni proposte, saranno a totale cura e spese dell’espositore.

Gli eventuali impianti da realizzare, che dovranno essere sempre a totale cura e spese dell’espositore, non potranno in alcun modo manomettere il suolo pubblico, così come non è ammessa la posa di linee aeree.

Nel caso in cui l’espositore realizzi all’interno del lotto assegnato un impianto elettrico, dovrà produrre apposita dichiarazione di conformità nei termini e modi previsti dalla vigente normativa in materia.

Le Aziende interessate potranno fare richiesta di partecipare ad un singolo periodo o a tutti i periodi e a uno o più lotti.

Sarà comunque obbligo di ogni singola Azienda ammessa alla manifestazione curare la manutenzione degli addobbi che verranno realizzati, per mantenere un buon decoro e immagine delle varie creazioni e/o composizioni.

L’Amministrazione Comunale si impegna ad effettuare a sua cura e spese il servizio di annaffiatura nel periodo primaverile ed estivo per le fioriere e aiuole ad oggi presenti nei vari lotti, riservandosi di valutare caso per caso con le Aziende interessate eventuali ulteriori annaffiature.

Le varie proposte pervenute verranno giudicate da una apposita Commissione nominata dalla Giunta Municipale che deciderà la loro partecipazione alla manifestazione.

La stessa Commissione potrà, previo accordo con le Ditte interessate, ammettere la partecipazione delle Aziende stesse a lotti e/o periodi diversi rispetto alla proposta avanzata.

Le proposte dovranno essere formulate nel seguente modo:

  • richiesta di ammissione alla partecipazione compilando l’apposito modello fornito dall’Amministrazione Comunale e disponibile anche sul sito del Comune di Forte dei Marmi;
  • relazione tecnica-descrittiva del progetto di addobbo;
  • disegni schematici, fotomontaggi delle creazioni e/o composizioni proposte;
  • referenze sull’Azienda;
  • certificato della Camera di Commercio di appartenenza in originale o copia autenticata;
  • descrizione delle forme pubblicitarie previste compilando l’apposito modello fornito dall’Amministrazione Comunale e disponibile anche sul sito del Comune di Forte dei Marmi;
  • copia di un documento di riconoscimento del firmatario della richiesta. 

I vari documenti richiesti per la domanda di ammissione dovranno essere consegnati dentro una busta chiusa e sigillata con scritto sull’esterno la seguente dicitura “richiesta ammissione alla manifestazione Giardini al Forte”. 

Le richieste di ammissione per uno o più periodi (invernale, primaverile e estivo) e lotti, dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di Forte dei Marmi entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 05/11/2011.

Nel caso con il presente avviso non vengano coperti tutti i lotti dei vari periodi, l’Amministrazione Comunale potrà successivamente pubblicare analoghi bandi per i periodi e i lotti rimasti scoperti.

Responsabile del Procedimento è il Dirigente del 2° Settore Opere Pubbliche Dott. Ing. Gabriele Borri.

Per ulteriori informazioni e/o comunicazioni in merito potete contattare

Ufficio Verde Pubblico
Agr.co Lamberto Vannucci
Tel.0584 2801
Fax 0584 280247
E-mail lvannucci@comunefdm.it. 

Forte dei Marmi, lì 13 ott. 11 

IL DIRIGENTE DELL’U.T.C.
Dott. Ing. Gabriele Borri

folder Iniziativa Comunale_ "Giardini al Forte"

Data di attivazione: 26 marzo 2011
Data di scadenza: 2 aprile 2011 alle ore 12.00
L’Amministrazione Comunale propone l’iniziativa “Giardini al Forte” offrendo la possibilità, a chiunque intenda partecipare, di esporre creazioni e composizioni di piante e/o fiori nella cornice esclusiva, suggestiva e prestigiosa delle strade e piazze di Forte dei Marmi.

Data di attivazione: 26 marzo 2011
Data di scadenza: 2 aprile 2011 alle ore 12.00

Ufficio Tecnico COMUNE DI FORTE DEI MARMI
(Provincia di Lucca) 

Piazza Dante 55042 Forte dei Marmi – Lucca
C.F. e P.I. 00138080460 tel. 0584/2801 Fax 0584/280247

AVVISO PUBBLICO

INIZIATIVA COMUNALE “GIARDINI AL FORTE”

L’Amministrazione Comunale propone l’iniziativa “Giardini al Forte” offrendo la possibilità, a chiunque intenda partecipare, di esporre creazioni e composizioni di piante e/o fiori nella cornice esclusiva, suggestiva e prestigiosa delle strade e piazze di Forte dei Marmi.

Fin da ora si precisa che i soggetti interessati avranno la possibilità di ottenere un ritorno di immagine, installando dei cartelli pubblicitari e distribuendo materiale informativo sulle attività svolte dall’azienda.

Inoltre l’Amministrazione Comunale si impegna a realizzare all’interno del proprio sito internet una pagina dedicata alla manifestazione, ad indicare i nomi delle ditte partecipanti nelle comunicazioni ufficiali relative all’iniziativa e nell’eventuale materiale illustrativo che verrà realizzato.

I “Giardini al Forte” si svilupperanno durante tutto l’anno in tre distinti periodi:

  • dal mese di Aprile al mese di Maggio compresi (periodo primaverile);
  • dal 15 Giugno al mese di Settembre compresi (periodo estivo);
  • dal mese di Dicembre al 15 di Febbraio compresi (periodo invernale).

Le zone oggetto dell’esposizione sono le seguenti (di seguito chiamate lotti):

  1. Piazza Garibaldi (zona lato monti del Fortino) solo per il periodo primaverile
  2. Piazza Navari (zona lato vasche);
  3. Via Mazzini da Via Dei Mille a Via Spinetti;
  4. Via Carducci da Via Spinetti a Via V.Veneto, compreso la Via IV Novembre da Via Carducci a Via Matteotti;
  5. Via Montauti da Piazza Garibaldi a Via V.Veneto, compreso la Via IV Novembre da Via Carducci a Via S.Stagi;
  6. Via Roma dalla Piazza Garibaldi a Via Risorgimento;
  7. Via S.Stagi da Via D.D’Aosta a Via Barsanti.

L’Amministrazione Comunale si riserva di comunicare tempestivamente eventuali variazioni degli spazi espositivi per concomitanti eventi e/o altre occupazioni di suolo pubblico.

Le forme pubblicitarie devono avere sagoma regolare, realizzate in struttura metallica o in legno, con la pannellatura in materiale plastico, metallico o legno. Devono avere una adeguata base per renderle autoportanti.

Non sono ammesse forme pubblicitarie da ancorare al suolo, alle alberature, ai fabbricati e manufatti vari (tipo lampioni, ecc…).

Le misure massime consentite per i pannelli pubblicitari sono di cm.100 di base, per un’altezza di cm.200 da terra, non sono ammessi impianti luminosi.

Per ogni lotto si potranno installare il seguente numero massimo di pannelli pubblicitari:

  • n° 4 per il lotto 1: Piazza Garibaldi (zona lato monti del Fortino) solo per il periodo primaverile;
  • n° 4 per il lotto 2: Piazza Navari (zona lato vasche);
  • n° 5 per il lotto 3: Via Mazzini da Via Dei Mille a Via Spinetti;
  • n° 6 per il lotto 4: Via Carducci da Via Spinetti a Via V.Veneto, compreso la Via IV Novembre da Via Carducci a Via Matteotti;
  • n° 6 per il lotto 5: Via Montauti da Piazza Garibaldi a Via V.Veneto, compreso la Via IV Novembre da Via Carducci a Via S.Stagi;
  • n° 4 per il lotto 6: Via Roma dalla Piazza Garibaldi a Via Risorgimento;
  • n° 4 per il lotto 7: Via S.Stagi da Via D.D’Aosta a Via Barsanti.

E’ ammessa la distribuzione di materiale informativo e pubblicitario sull’Azienda, sia esso sotto forma di gadget e/o materiale cartaceo, quest’ultimo di misure non superiori al formato A3.

Detta distribuzione dovrà avvenire esclusivamente all’interno del lotto assegnato e da parte dell’espositore attraverso del personale facilmente riconoscibile, munito cioè di tessera e/o divisa o altro supporto che riporti il nome dell’Azienda. 

Eventuali forniture elettriche, necessarie per realizzare le composizioni proposte, saranno a totale cura e spese dell’espositore.

Gli eventuali impianti da realizzare, che dovranno essere sempre a totale cura e spese dell’espositore, non potranno in alcun modo manomettere il suolo pubblico, così come non è ammessa la posa di linee aeree.

Nel caso in cui l’espositore realizzi all’interno del lotto assegnato un impianto elettrico, dovrà produrre apposita dichiarazione di conformità nei termini e modi previsti dalla vigente normativa in materia.

Le Aziende interessate potranno fare richiesta di partecipare ad un singolo periodo o a tutti i periodi e a uno o più lotti.

Sarà comunque obbligo di ogni singola Azienda ammessa alla manifestazione curare la manutenzione degli addobbi che verranno realizzati, per mantenere un buon decoro e immagine delle varie creazioni e/o composizioni.

L’Amministrazione Comunale si impegna ad effettuare a sua cura e spese il servizio di annaffiatura nel periodo primaverile ed estivo per le fioriere e aiuole ad oggi presenti nei vari lotti, riservandosi di valutare caso per caso con le Aziende interessate eventuali ulteriori annaffiature.

Le varie proposte pervenute verranno giudicate da una apposita Commissione nominata dalla Giunta Municipale che deciderà la loro partecipazione alla manifestazione.

La stessa Commissione potrà, previo accordo con le Ditte interessate, ammettere la partecipazione delle Aziende stesse a lotti e/o periodi diversi rispetto alla proposta avanzata.

Le proposte dovranno essere formulate nel seguente modo:

  • richiesta di ammissione alla partecipazione compilando l’apposito modello fornito dall’Amministrazione Comunale e disponibile anche sul sito del Comune di Forte dei Marmi;
  • relazione tecnica-descrittiva del progetto di addobbo;
  • disegni schematici, fotomontaggi delle creazioni e/o composizioni proposte;
  • referenze sull’Azienda;
  • certificato della Camera di Commercio di appartenenza in originale o copia autenticata;
  • descrizione delle forme pubblicitarie previste compilando l’apposito modello fornito dall’Amministrazione Comunale e disponibile anche sul sito del Comune di Forte dei Marmi;
  • copia di un documento di riconoscimento del firmatario della richiesta. 

I vari documenti richiesti per la domanda di ammissione dovranno essere consegnati dentro una busta chiusa e sigillata con scritto sull’esterno la seguente dicitura “richiesta ammissione alla manifestazione Giardini al Forte”. 

Le richieste di ammissione per uno o più periodi (primaverile, estivo e invernale) e lotti, dovranno pervenire all’Ufficio Protocollo del Comune di Forte dei Marmi entro e non oltre le ore 12,00 del giorno 02.04.2011.

Nel caso con il presente avviso non vengano coperti tutti i lotti dei vari periodi, l’Amministrazione Comunale potrà successivamente pubblicare analoghi bandi per i periodi e i lotti rimasti scoperti.

Responsabile del Procedimento è il Dirigente del 2° Settore Opere Pubbliche Dott. Ing. Gabriele Borri.

Per ulteriori informazioni e/o comunicazioni in merito potete contattare l’Ufficio Verde Pubblico – Agr.co Lamberto Vannucci: tel.0584 2801 – fax 0584 280247 – lvannucci@comunefdm.it. 


Forte dei Marmi, lì 24.marzo.2011

IL DIRIGENTE DELL’U.T.C.
Dott. Ing. Gabriele Borri

folder Invito a presentare proposte fieristico-espositive presso il Palazzetto dello Sport

Data di attivazione: 20 aprile 2011
Data di scadenza: 14 maggio 2011 alle ore 12.00
Invito a presentare proposte fieristico-espositive presso il Palazzetto dello Sport

Data di attivazione: 20 aprile 2011
Data di scadenza
: 14 maggio 2011 alle ore 12.00

COMUNE DI FORTE DEI MARMI
(Provincia di Lucca) 

Piazza Dante , 1 55042 Forte dei Marmi – Lucca
C.F. e P.I. 00138080460 tel. 0584/2801 Fax 0584/280247

OGGETTO : INVITO A PRESENTARE PROPOSTE FIERISTICO-ESPOSITIVE PRESSO IL PALAZZETTO DELLO SPORT

IL DIRIGENTE SERVIZI AL CITTADINO
RENDE NOTO 

Che l’Amministrazione Comunale intende realizzare presso il Palazzetto dello Sport posto in Via Ferrucci , nel periodo 15 luglio – 31 agosto 2011 un allestimento di tipo espositivo, come da planimetria allegata.

Coloro che sono interessati ad organizzare in tale struttura eventi fieristici e/o espositivi compatibili con il predetto allestimento possono presentare la propria proposta, indirizzata al Dirigente Servizi al Cittadino, presso l’Ufficio Protocollo (p.za Dante 1) entro e non oltre il 14 maggio 2011, illustrando in maniera dettagliata il tipo di attività ed ogni altro elemento ritenuto utile.

L’Amministrazione Comunale si riserva , a proprio insindacabile giudizio, di accettare o meno le proposte pervenute.
In caso di richieste pervenute con riferimento allo stesso periodo di tempo verrà seguito l’ordine cronologico di arrivo delle richieste al protocollo del Comune.

Si precisa che a fronte dell’utilizzo dovrà essere corrisposta al Comune la somma di €.10.000,00 oltre IVA/settimana.

Coloro che, avendo presentato una proposta, successivamente rinuncino dovranno ugualmente corrispondere il 50% di quanto dovuto per il periodo richiesto.
Con coloro che utilizzeranno gli spazi verrà stipulata apposita convenzione, previa presentazione di cauzione di importo pari al corrispettivo da versare per l’utilizzo.

La concessione dello spazio espositivo consente anche l’utilizzo del locale bar, con le attrezzature ivi esistenti, con la possibilità di gestire tale attività in proprio o mediante affidamento a terzi in possesso dei necessari requisiti professionali.

Per informazioni
Tel. 0584 280221
Fax 0584 280246
E-mail lquadrelli@comunefdm.it

Forte dei Marmi, lì 20.04.2011

Il Dirigente Servizi al Cittadino
Dr.ssa Laura Quadrelli

folder Modulistica Pacchetto Scuola

Scadenza presentazione delle domande il 20 LUGLIO 2016

folder Procedura aperta per l'affidamento del Servizio gestionale, in tutte le sue fasi, degli atti sanzionatori amministrativi relativi al Codice della Strada e a tutte le violazioni previste dalle vigenti normative derivanti dall'attività di Polizia Municipale

Procedura aperta per l'affidamento del Servizio gestionale, in tutte le sue fasi, degli atti sanzionatori amministrativi relativi al Codice della Strada ed a tutte le violazioni previste dalle vigenti normative derivavnti dall'attività della Polizia Municipale di Forte dei Marmi comprese quelle relative a veicoli con targa estera ovvero compiute da contravventori residenti/con sede all'estero. CIG: 5885162D4E

folder procedura aperta per l’affidamento del servizio di brokeraggio assicurativo per anni 4

Data di attivazione: 07 Agosto 2013
Data di scadenza: 02 Settembre 2013 alle ore 12.30