Aperture serali degli stabilimenti balneari: raggiunto un accordo tra amministrazione e categorie. Il Sindaco Murzi “Un paese unito per affrontare al meglio la nuova stagione turistica”.

Comunicati Stampa

Pubblicato il 26 Marzo 2022

incontro accordo aperture serali

26 March 2022

Saranno massimo 40 le aperture serali che gli stabilimenti balneari di Forte dei Marmi avranno a disposizione per il 2022, tra il 1 maggio e il 18 settembre.

Il Sindaco Bruno Murzi, dopo una lunga serie di incontri con i rappresentanti delle categorie, questa mattina ha sancito con grande soddisfazione un accordo tra l’Associazione Commercianti e l’Unione Proprietari Bagni.

Un accordo che prevederà, oltre ad assiduo controllo serale da parte dell’Amministrazione tramite le forze dell’Ordine, sanzioni più severe per i trasgressori fino ad arrivare al divieto di effettuare ulteriori aperture serali.

Le stesse dovranno essere comunicate esclusivamente a mezzo pec all’Ufficio Polizia Municipale del Comune di Forte dei Marmi, entro il termine perentorio delle ore 12.00 del giorno precedente a quello in cui intendono effettuare l’apertura serale.

Sono felice che questa decisione sia arrivata attraverso un confronto partecipato da parte di tutti – commenta il primo cittadino Bruno Murzi – che più che mai rappresenta un sistema Paese per Forte dei Marmi, realtà turistica di rilievo internazionale che si prepara ad affrontare insieme al meglio la nuova stagione turistica, in un momento particolarmente delicato dettato dall’incertezza della problematica delle concessioni demaniali.”

L’accordo raggiunto con la fattiva collaborazione di tutte le categorie turistico economiche interessate – commenta per parte sua il presidente dei balneari UPB Martino Barberi – segna una tappa fondamentale per il futuro sviluppo delle relazioni cittadine. I balneari auspicano che nasca su questa scia una piena solidarietà nella battaglia che stiamo sostenendo contro la sentenza del Consiglio di Stato che vorrebbe porre fine alle concessioni demaniali con il 31 dicembre 2023 e apre uno scenario incomprensibile e insostenibile nel settore turistico italiano.”

Con questo accordo finalmente due categorie cittadine si sono avvicinate – commenta Alessandro Bindi presidente dell’Associazione Commercianti – grazie all’impegno dell’Amministrazione, che ha veramente fatto da collante per trovare una soluzione condivisa, speriamo che si possa affrontare una stagiona estiva all’insegna della certezza di poter lavorare tutti nel rispetto delle regole. Come Associazione Commercianti auspichiamo che questo “gentlemen agreement” sia finalmente il primo passo dove, fra il paese e la spiaggia, ci sia veramente unione d’intenti, nel solo interesse di tutta la comunità fuori da qualunque personalismo. A fronte di un aumento delle serate, l’Amministrazione ha messo in campo un sistema di controllo e sanzionatorio che speriamo risulti efficace, per il rispetto che si deve a chi le regole le segue.”


torna all'inizio del contenuto
Skip to content