Il progetto della Scuola d’Infanzia Giorgini diventa realtà e fa scuola di buone prassi a livello nazionale

Comunicati Stampa

Pubblicato il 8 Novembre 2021

Durante l’anno scolastico più difficile, quello conclusosi qualche mese fa, quando in piena pandemia i bambini hanno dovuto apprendere nuove regole di comportamento e gli insegnanti confrontarsi con modalità didattiche, educative e di convivenza mai sperimentate, il gruppo di docenti della scuola d’infanzia Giorgini non ha rinunciato a coltivare i laboratori a carattere scientifico che ormai da anni portano avanti nella c.d. “Stanza dei perchè” ed ha elaborato un progetto che ha portato alla riprogettazione da parte dei piccoli alunni di 4 e 5 anni del giardino della loro scuola.
“Nello scorso mese di giugno – ricorda Alberto Mattugini , consigliere delegato alla Pubblica Istruzione- i bambini ci consegnarono il frutto del loro lavoro, un plastico, realizzato interamente con materiale riciclato, di come avrebbero voluto lo spazio esterno della scuola e come Amministrazione prendemmo l’impegno che avremmo fatto il possibile per realizzare il loro desiderio.
Oggi sono ben felice di annunciare che il sogno di quei 44 bambini sta diventando realtà: in questi giorni sono stati infatti posizionati i primi elementi di arredo e nel periodo natalizio avranno luogo gli ulteriori interventi che era impossibile effettuare con l’attività didattica in corso”
Gli arredi acquistati rispondono tutti all’idea della “didattica all’aperto” o “outdoor education”, che , già promossa da tempo a livello pedagogico, è diventata a causa della pandemia una vera e propria necessità: tavoli in legno che abbracciano i tronchi degli alberi e contornati da piccoli ciocchetti da utilizzare come sedute per creare angoli per leggere, colorare, giocare o semplicemente chiacchierare in piccoli gruppi; una struttura in legno , destinata a diventare una piccola dependance della scuola , nella quale organizzare un ambiente intimo e raccolto ; delle grandi lavagne a parete nel quale dare sfogo alla creatività magari prendendo spunto proprio dall’osservazione della natura; una lunga mensola a muro per le diverse attività didattiche, dalla manipolazione alla semina e coltivazione di piantine .
“Il valore del lavoro fatto dai nostri bambini grazie al prezioso impegno delle maestre Maria Biggi e Micaela Bossi è stato per noi di grande stimolo – prosegue Mattugini – ma soprattutto ci tengo ad evidenziare come proprio in questi giorni abbia anche ottenuto un importante riconoscimento a livello nazionale: l’esperienza della scuola Giorgini sarà infatti illustrata dalle due insegnanti con un seminario dal titolo “ Tinkering: che passione. Piccoli ingegneri crescono con lo STEM” nell’ambito del 35° Convegno su “La didattica della matematica” , in programma a Castel San Pietro Terme, che raccoglie le best practises della Scuola italiana nelle materie tecnico-scientifiche.”

1

8 November 2021


Ultimi articoli

Il Natale a Forte sta arrivando e quest’anno lo farà con una grande novità: l’’evento avrà come emittente ufficiale Radio Monte Carlo. Sabato 3 dicembre l’inaugurazione

Notizie Pubblicato il28 Novembre 2022

La magia delle feste invaderà il paese con l’accensione della tradizionale illuminazione delle strade e delle luci dell’Albero di Natale.

Consiglio Comunale  in seduta straordinaria mercoledì 30 novembre 2022 alle ore 18.00

Notizie Pubblicato il25 Novembre 2022

Convocato  il Consiglio Comunale  in seduta straordinaria mercoledì 30 novembre 2022 alle ore 18.

Spazio Alzheimer: l’Amministrazione Comunale incontra l’Asl per avviare un percorso condiviso.

Notizie Pubblicato il24 Novembre 2022

Si è tenuto in questi giorni un incontro nella sala Giunta del Comune di Forte dei Marmi sul progetto Spazio Alzheimer.

torna all'inizio del contenuto
Skip to content