Riqualificazione del verde delle aiuole dei Viali a Mare: in arrivo 50 nuove piante

Comunicati Stampa

Pubblicato il 28 Dicembre 2021

Viali a Mare

28 December 2021

I Viali a Mare di Forte dei Marmi rappresentano un ingresso importante per la cittadina. E la loro cura è attenta e costante. L’Amministrazione Comunale dopo i diversi interventi, dalla verniciatura dei percorsi pedonali e dalla pista ciclabile e il rifacimento dei marciapiedi del viale Franceschi tutt’ora in corso, oggi annuncia l’arrivo di cinquanta nuove piante da posizionare nelle aiuole dei Viali a Mare.

Il verde urbano svolge funzioni preziose – affermano il sindaco Bruno Murzi e l’assessore ai Lavori Pubblici Enrico Ghiselli – non solo da un punto di vista estetico ma anche ambientale.

E Forte dei Marmi deve la sua fama turistica anche a patrimonio verde che custodisce da sempre con forza ed impegno.”

Ieri mattina è stato firmato il verbale di consegna per la fornitura e messa a dimora alla ditta “I Giardini di Magni” con sede a Carrara, per un importo di circa 40 mila euro, di oltre cinquanta piante variegate tra Washingtonia robusta, Phoenix dactilifera e Butia Capitata, da posizionare nelle aiuole dei viali a mare.

L’intervento che verrà completato nel corso del prossimo mese di gennaio, fa seguito a delle precise disposizioni impartite dalla Giunta Comunale nei mesi scorsi all’ufficio dei Lavori Pubblici per un programma di riqualificazione del verde delle aiuole presenti lungo i viali a mare.

I Viali a Mare sono un biglietto da visita per il nostro Comune – continua il Sindaco Murzi – ed è fondamentale programmare i vari interventi di manutenzione senza modificare il suo ormai storico skyline con la presenza delle palme che nobilita e arricchisce il verde e l’arredo urbano di tutto il litorale.”

Con questo intervento – conclude l’Assessore ai Lavori Pubblici – andremo a inserire nuove piante in quelle zone dove nel tempo si sono creati degli spazi liberi, in modo da ristabilire una giusta continuità dei filari di alberi sia lungo il Viale Italico che lungo il Viale della Repubblica. Lo stesso intervento integra ulteriormente il lavoro intrapreso fin dal nostro insediamento nel giugno 2017, data dalla quale abbiamo provveduto a reimpiantare un gran numero di alberature distrutte dalla terribile tempesta di vento del 5 marzo 2015. Ad oggi, infatti abbiamo ripiantumato circa 500 alberature, andando ben oltre quelle abbattute dal fortunale.”


Ultimi articoli

Interruzione dell’energia elettrica a Forte dei Marmi venerdì 28 gennaio, dalle ore 9.00 alle ore 16.00

Avvisi alla cittadinanza Pubblicato il25 Gennaio 2022

Interruzione dell’energia elettrica a Forte dei Marmi lunedì 24 gennaio, dalle ore 9.

Al via i test antigenici per gli studenti delle scuole medie e del liceo Michelangelo Chini. Consegnati anche tamponi per i testare i propri volontari alle associazioni del territorio che si occupano dei servizi alle persona.

Avvisi alla cittadinanza Pubblicato il25 Gennaio 2022

Il Comune, dopo gli over 65 e le persone in carico ai servizi sociali, amplia il servizio di somministrazione dei tamponi presso la Croce Verde, offrendo la possibilità anche agli studenti della scuola secondaria di primo grado Ugo Guidi e del liceo Chini Michelangelo di Forte dei Marmi e agli studenti residenti che frequentino scuole secondarie di primo grado o di secondo grado fuori comune.

Iscrizione all’Albo comunale dei Volontari Civici per l’anno 2022

Avvisi alla cittadinanza Pubblicato il22 Gennaio 2022

Si ricorda che martedì 15 febbraio 2022 è la data ultima per iscriversi all’Albo comunale dei Volontari Civici per l’anno corrente.

L’Amministrazione Comunale dona i propri strumenti informatici dismessi all’associazione nazionale “Informatici Senza Frontiere”

Comunicati Stampa Pubblicato il21 Gennaio 2022

incontro in Comune con Informatici Senza Frontiere 21 January 2022 Nell’epoca dell’economia circolare una riflessione sulla trasformazione dei rifiuti in materie prime non può trascurare il mondo del rifiuto elettrico ed elettronico, sia per i suoi volumi economici e materiali, sia per le sue potenziali conseguenze sociali ed ambientali.

torna all'inizio del contenuto